Creato da algori il 31/01/2007

quello che sono

Storie di tutti i giorni

 

 

« Un’altra occasione per me

Le mani

Post n°171 pubblicato il 09 Giugno 2013 da algori
Foto di algori

Da troppo tempo non scrivo, ed ho come la sensazione che il tempo porti via con se tutte le emozioni che la vita mi sta regalando giorno dopo giorno.

Devo riportarle in questo mio mondo affinche restino il piu a lungo possibile e dipingano chi sono, perche questo sono io

Qualche domenica fa mi reco in chiesa a messa con mio figlio. oramai ha 14 anni ed e' grande come me. lo so, dovremmo andare piu spesso in chiesa assieme, ma il fatto di andarci cosi di rado, diventa quasi un'occasione che lascia ogni volta il segno. SIamo in piedi uno accanto all'altro. la predica e finita e lui comincia ad avvertire i primi cedimenti. Non riesce piu a restare fermo, cerca in ogni modo di distrarsi, un qualche cosa che attiri la sua attenzione. Cerco in tutti i modi di indurlo a restare fermo e semmai auspicando che qualcuno da lassu lo induca a raccogliersi almeno per un istante a pregare. Ma nn c'e nulla da fare. Continua irrequieto a guardarsi intorno. Poi d'un tratto trova qualcosa.

La mia mano appoggiata sul banco con le dita orizzontali sul piano ed il resto della mano piegata verso l'alto. Si formano cosi alcune pieghe della pelle sul dorso della mano. Lui le nota, le studia un po, le raggruppa in una sola piega. La prende con due dita e mi solleva un po la mano. Ci gioca come fosse una piega su un foglio di carta, poi mi guarda, lo guardo negli occhi, e mi fa un sorriso.

E' stato come un lampo di fulminr, la stessa scena, quella mano, le pieghe, il gioco ed infine lo sguardo. Lvevo fatto anch'io con mio padre quando avevo piu o meno la sua stessa eta. In chiesa con mio papa. E stato come se i suoi occhi fossero i miei ed in quell'istante al posto suo c'ero io. Ed ho visto mio padre davanti a me. Un colpo al cuore. Un pensiero..... come la sensazione che tuti quei discorsi del continuare a vivere dentro ai nostri figli quando noi nn ci saremo piu, sono veri

che sensazione meravigliosa. indescrivibile davvero.

ho guardato il sorriso di mio figlio, anche se ero in chiesa, l'ho abbracciato stretto stretto e gli ho dato un bacio sulla fronte.

Chissa se farà anche lui lo stesso un giorno con suo figlio.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

il sogno nel cassetto

 

UN GRANDE UOMO

Anche per me, la fede, ha gli occhi ed il coraggio di quest'uomo

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

DeaebastaSteamy.Girlalgoribetulla.mal.ferrarbiondaebella2menta_mentecristinabra0unafatastregameavigliaddeialbakiara4evernuovamente_Ionicole_clownilaria20120franco.fornelli
 

VORREI ESSERE LASSÙ