Creato da cinemanarchico il 24/10/2006

ALTREVISIONI cinema

"cose" viste dal critico cinematografico andrea caramanna

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

caterinacervaBARITIMEelisabetta.artecinemanarchicocinema.amore.miostudentessaunivSilvia1012Blackmetal_Berserkacaramanenigma22belladinotte16sens.azioniandredagostinoalectoris0
 

ULTIMI COMMENTI

La sequenza iniziale del film si svolge nella scuola...
Inviato da: acaraman
il 19/04/2013 alle 12:18
 
Adoro le opere di Marguerite Duras!
Inviato da: chiaracarboni90
il 30/05/2011 alle 15:20
 
Salve, innanzitutto complimenti per il sito, volevo...
Inviato da: maurizio
il 16/01/2011 alle 20:52
 
visto!
Inviato da: DolceA0
il 05/07/2009 alle 22:44
 
Parrebbe un film a me adatto...chissà se mi arriverà a tiro
Inviato da: SONICOLDBOY
il 08/06/2009 alle 21:01
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: cinemanarchico
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 56
Prov: PA
 

VIDEOBLOG

Videoblog24.it
 

 

« NATALE... RINASCITA, ECC.informazioni su ciprì e maresco »

Per tutti... CINEMA MILITANTE

Post n°13 pubblicato il 07 Febbraio 2007 da cinemanarchico
Foto di cinemanarchico

Nella attuale situazione di non ritorno alla militanza autentica, storica, perché sembrano bruciate sia le forme di partecipazione civile all'opinione (al voto) già consolidato ancor prima di recarsi al seggio. E sempre più inutile, la partecipazione del "cittadino" ad un processo di costruzione di realtà differenti da quelle preordinate dai poteri.

Non è una caccia alla streghe confusa, non è nemmeno "i poteri" una parola che deve per forza corrispondere a luoghi comuni ed essere sempre accusata di qualunquismo. Quel potere reale c'è chi invece vuole davvero contestarlo nella sua arroganza di cancellazione di tutti i segni di libertà autentica e dignità delle persone. Ridotte queste ultime ormai a pedine, numeri sui quali contare, attraverso la concreta disperazione per ritrovarsi sempre "non padroni della propria vita".

Occorre davvero costruire partecipazione intellettuale.
Il cinema che pensa è un'altra forma di espressione che si vuol fare sparire.
Ed il cinema Lubitsch lotterà nei prossimi giorni, mesi, anni per cercare voci nuove, espressioni
autentiche del nostro tempo che hanno disperatamente bisogno di trovare spazi e luoghi di comunicazione.
andrea caramanna
www.cinemalubitsch.com

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

href="http://www.beppegrillo.it/iniziative/freeblogger/?s=user" target="_blank" >Free Blogger

 

QOOB

Caricamento...
 

 

diffondi

 

Fiato sul collo

 

Basta! Parlamento pulito

 

HOLLYWOOD REPORTER

Caricamento...
 

VARIETY

Caricamento...