Creato da illuminailcuore il 04/09/2007

PAROLEIMPROBABILI2

tutto ciò che ci è tenuto nascosto.

 

 

« PSEUDO GIUSTIZIA CONTRO I RUMENIMA COSA SARA' POI IL QU... »

TURISMO SESSUALE CHE SQUALLORE!!!

Post n°28 pubblicato il 08 Novembre 2007 da illuminailcuore
 

schiaviobambiniTURISMO SESSUALE CHE SQUALLORE!!!

Un saggio intitolato "l'arcipelago della vergogna" denuncia una vera emergenza umanitaria presente in Thailandia dove è esploso un vero fenomeno di prostituzione di massa delle giovani donne thailandesi e birmane che vengono destinate al mercato del sesso anche dalla più tenera età. Occidentali senza scrupoli e senza rispetto per la dignità umana si recano in questi luoghi trovando un "paradiso sessuale" a buon mercato, visto che le prestazioni le ragazze se le fanno pagare veramente poco. Ragazze che spesso sono avviate e costrette al             " mestiere" da padroni locali senza scrupoli i quali non stanno nemmeno a guardare se la ragazza in questione ha un età spesso inferiore a 13 anni. I clienti sono tutti provenienti da occidente, ossia dai paesi europei. Si tratta di individui anziani anche di 60, 70 anni di età, ma non mancano i giovani in cerca di avventure e prestazioni. Questi fatiscenti clienti sono stati intervistati con domande che li invitavano a riflettere su ciò che stavano facendo, le risposte sono state le seguenti : "che la prostituzione di queste ragazze è una cosa normale, alcuni la trovano addirittura una cosa giusta, altri ancora si sentono dei benefattori dato che portano dei soldi a queste ragazze altrimenti destinate alla fame ( che altruismo!). Chiamano beneficenza approfittarsi di questa povera gente che fugge la dittatura birmana fatta di fame e di violenza e si ritrova a cadere, spesso sotto costrizione, nello squallido mercato del sesso Thailandese affiliato alla altrettanto squallida moda internazionale del Turismo sessuale per nulla scoraggiato dalle agenzie viaggi nè dalle politiche dei governi occidentali. La drammaticità di questo fenomeno sta nella negazione della dignità umana, della libertà e dei diritti umani di queste giovani. Tutte cose calpestate dai clienti che pensano solo a comprare un corpo asservito alle loro pulsioni libidinose. Il fenomeno del turismo sessuale non interessa solo le giovani donne thailandesi ma anche i giovani maschi di Capo Verde richiesti dalle donne occidentali in cerca di avventura. In occidente si è affermata una squallida mentalità dell'uso e consumo del corpo che sta coinvolgendo le zone più povere del pianeta a danno del rispetto dell'individuo e della sua dignità. Un fenomeno che non sembra grave ma che invece lo è. Infatti non si può pensare di poter ridurre una persona a merce da comprare e consumare come di fatto sta accadendo. Il denaro sembra poter comprare tutto, anche le avventure sessuali, in realtà si tratta di paradisi soltanto apparenti nei quali è negata l'autenticità dei rapporti umani e la stessa fratellanza. A queste giovani infatti è negata l'identità, la possibilità di essere se stesse, di essere persone umane, di poter scegliere e amare veramente e non essere comprate. Chi non capisce tutto questo ha veramente il cuore in cantina, ed è capace di vedere soltanto il proprio tornaconto personale in termini di piacere e di godimento.

Una di queste giovani di 13 anni è stata intervistata, quello che ha detto è stato sconvolgente e agghiacciante : "Sono arrivata qui tre anni fa, sono scappata dal regime birmano e dalla povertà assoluta in cerca di un lavoro. Mi hanno indirizzata verso un locale credendo che avrei fatto la barista, invece il padrone mi ha condotto in una stanza e mi ha sbattuto su un letto violentandomi. Poi se ne è andato e a fatto entrare un altro, un uomo anziano occidentale che ha fatto la stessa cosa. Da quel giorno il mio cuore si è velato, sono morta tre anni fa..."

i dati :

-I MINORI COSTRETTI A PROSTITUIRSI SOTTO I QUINDICI ANNI DI ETà SONO OGGI NEL MONDO OLTRE 2 MILIONI, PER LO PIù CONCETRATI IN ESTREMO ORIENTE E NEL SUD EST ASIATICO.

-LE PIù COLPITE SONO LE BAMBINE TRA GLI 8 E I 16 ANNI.

-IN ALCUNE REGIONI LA BABY PRSTITUZIONE SCENDE FINO ALL'ETà DI 4 ANNI

-LA THAILANDIA IN PARTICOLARE è DIVENUTA NEGLI ULTIMI 10 ANNI LA META PIù AMBITA DAL TURISMO SESSUALE PEDOFILO.

-SONO LE FAMIGLIE STESSE DELL'ENTROTERRA CHE VENDONO QUESTI BAMBINI CHE NON RIESCONO A SFAMARE IN CAMBIO DI QUALCHE MIGLIAIO DI DOLLARI, con la speranza di avviarli verso un futuro migliore. Il bambino venduto finisce subito in un bordello di Bangkok o di qualche altra città, dove diventa un oggetto nella mani del suo padrone. Questo orribile commercio avviene quasi sempre con la complicità delle autorità. Il perché è presto detto: il turismo sessuale in Thailandia ha triplicato il numero di turisti. In particolare la prostituzione infantile (in genere più costosa proprio perché più difficile da trovare nei Paesi ricchi) è divenuta uno strumento di introito di valuta straniera. I governi perciò sanno, ma tacciono perché quel denaro serve comunque a ridurre il deficit della bilancia dei pagamenti.

-Il turismo sessuale è oggi punito esplicitamente da una legge italiana approvata nel 1998. In pratica, un cittadino italiano denunciato per pedofilia all'estero, viene perseguito anche dalla legge italiana, indipendentemente dall'iter giudiziario del Paese in cui è scattata la denuncia.

- Il Governo tedesco ha stimato che in Germania ci sono 50.000 persone che consumano pornografia infantile e che si recano regolarmente in paesi del cosiddetto Terzo Mondo per soddisfare più liberamente le proprie tendenze grazie al potere del denaro. C'è perciò una chiara componente socio-economica del fenomeno. Il turismo sessuale lo pratica chi ha il denaro e il potere di farlo. Una volta era il maschio occidentale a procurarsi sesso facile regalando jeans e collant alle ragazze russe o polacche. Oggi si registrano fenomeni diversi. A Cuba, ad esempio, impazzano da qualche anno donne italiane in cerca di gigolo caraibici (chiamati jineteros, "cavalcatori"). Il prezzo varia a seconda delle prestazioni e delle situazioni. Si va dall'ingresso alla discoteca (in molti casi riservata ai turisti e proibita ai cubani) a qualche decina di dollari. Ogni paese ha quindi il suo squallido mercato turistico del sesso.

LA MIA PROPOSTA E IL MIO APPELLO:

-CREARE  un gruppo di volontari che recandosi in thailandia con l'obiettivo di documentare e provare i reati di pedofilia, possa poi procedere alle denuncie appellandosi alla legge italiana del 1998 che punisce tali reati anche all'estero.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/APRIGLIOCCHI/trackback.php?msg=3552678

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
illuminailcuore
illuminailcuore il 08/11/07 alle 15:28 via WEB
Ti ringrazio tantissimo Anonimo per questa straordinaria testimonianza. Purtroppo ormai è risaputo che chi ha soldi è miope ad ogni forma di comportamento etico e morale. Si sta creando una mostruosa macchina del vendere e del comprare in tutti i settori. La cosa più triste è proprio quella di vendere il proprio corpo come se fosse una merce, ma purtroppo molte donne o ragazze o bambine sono vittime di una violenza assurda che toglie ogni dignità e soprattutto la libertà individuale. Sto preparando una serie di articoli che posterò non appena completerò il ciclo della mia ricerca. In questi articoli cercherò, attraverso dei dati di fonte sicura, di illustrare alcune delle situazioni drammatiche di questa nostra società, la quale è diventata una semplice merce. Cercherò di evidenziare le mostruosità di una società che è stretta dalla morsa dell’economia, con le "straricche" multinazionali, con il WTO (Organizzazione Mondiale per il Commercio), con la Banca Mondiale, con l’FMI (Fondo Monetario Internazionale). E’ molto importante, comunque, far conoscere queste realtà a tutti. Se ognuno di noi contribuisse anche con una piccola azione, un giorno tutte queste mostruosità potranno essere sconfitte. Grazie ancora, un caro saluto Piero Altruismo dei primi uomini. L’altruismo per gli animali non esiste, tranne che in casi eccezionali di alcune specie. Il più forte mangia di più e sopravvive, non curandosi del più debole, questa è la triste storia della lotta alla sopravvivenza. L’uomo è un caso a parte, usando l’autocoscienza può arrivare a essere altruista, ma a condizione che solo il libero arbitrio prevalga sull’istinto innato arcaico. Esistono certamente dimostrazioni di comportamento altruistico nell’usanza di seppellire i defunti evidenti già negli uomini di Neandertal. Si può supporre che esistesse la consapevolezza di se stesso e degli altri come esseri autocoscienti. Da questa consapevolezza potrebbe aver preso origine la cura per il prossimo, e le usanze sepolcrali praticate per la prima volta dagli uomini di Neandertal 90.000 anni fa. I corpi venivano seppelliti insieme a recipienti di cibo, oggetti, armi e colorati con ocra rossa forse per nascondere il pallore della morte. Sfortunatamente questo è tenuto nascosto dai mezzi di divulgazione di massa, perché l’altruismo non è un buon prodotto commerciale: tuttavia un esempio ammirevole è stato rappresentato da Madre Teresa di Calcutta.
 
 
illuminailcuore
illuminailcuore il 08/11/07 alle 15:28 via WEB
il testo sopra è di piero calzona
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
Puoi trovare altri miei articoli su paroleimprobabili.splinder.com
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Properzconsurosscento73cervelli.federicacestariracingbraun12provinciadirietiyoukiaborgia1976marcos555sticiute1na_marWAndreaW83frranzmaurodemian
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom