Creato da gianor1 il 07/01/2005
Da qualche parte una farfalla batte le ali e mette in moto un meccanismo irreversibile dalle conseguenze imprevedibili.
 

 

Giorni di scuola

Post n°818 pubblicato il 13 Aprile 2018 da gianor1
 

Quel che sta accadendo in questi giorni nel mio mondo, quello dell Scuola spaventa e agevola  una considerazione. Per insegnare ho necessità di costruire rapporti interpersonali duraturi. Per fortuna o per ricerca questo è avvenuto proficuamente. Percepisco la vicinanza e nello stesso tempo il piacere di essere ascoltato, di instaurare un legame proficuo, che mi fa sentire adeguato.
Con naturalezza. E so bene quanta fatica costi la semplicità! Se non si realizzasse i pensieri sarebbero inutili e aridi e il confronto con gli allievi sarebbe inesistente o, peggio, dannoso.
E' un fardello ostile per chi studia e attende, chi sorride con interesse, chi domanda e chiede risposte.
Per questo non mi sento un ingranaggio produttivo, nè un individuo estrapolato da una graduatoria convenzionale o da un postulato.
Il tempo esiste, lo trovo evidente in quegli occhi che di tanto in tanto lumeggiano per affermare la loro presenza, a volte chiassosa e controcorrente.
Tutto avviene perchè abbiamo l'audacia e la modestia di apprendere vicendevolmente. 
Queste righe forse sono inutili, perche l'energia è vivida nella pratica quotidiana, nell'impegno doveroso e responsabile che la didattica richiede.
Ora vorrei che una mano si alzasse tra i banchi e ondeggiando dicesse: "Ciao..Proseguiamo la conoscenza".

 
 
 

Messaggi del cuore

Post n°817 pubblicato il 09 Aprile 2018 da gianor1
 

Gentile Gian, da quando il partner mi ha abbandonata, ho ceduto al vizio dell'alcool. Ti prego, soccorrimi. (Disperata)
D'accordo, versa un paio di bicchieri anche a me.

Caro Prof, convivo da parecchi anni e non sono più felice.
Ma ti pare giusto che l'amore vada in pensione? (Esaurita 68)
Probabilmente in questi anni il tuo lui ha soddisfatto e versato tutti i contributi erotici!!!

Caro Gian, il mio partner giura di non assomigliare agli altri, che è completamente preso da me, che sragiona da quando ci frequentiamo e che farebbe pazzie per i miei baci.
Per la tua esperienza, cosa ne pensi? (Esaltata Virtuale)
Smettila di leggere "Pinocchio" di Collodi o quantomeno le favole dei fratelli Grimm...

 
 
 

Detto superfluo

Post n°816 pubblicato il 03 Aprile 2018 da gianor1
 

Solo oggi mi rendo conto che ho macinato tredici anni di blog.
Il 7,6% di un secolo (più o meno).
Eccessivo, decisamente eccessivo.
Pertanto come augusto anziano della ragnatela telematica, non riesco a motivare la spietatezza nel serbare vitale questo spazio virtuale. A meno che non conceda una regola o un detto che dia coraggio alle generazioni future di blogger (che venga citata almeno nella prossima fine di settimana).
Spesso alcuni di noi segnalano con disapprovazione la deriva che scombina e disgrega i commenti rispetto all'argomento del post.
In verità faccio notare che l'articolo non è altro che la base necessaria perchè il lettore lasci solo un segno di presenza (capisco che questo è un colpo mortale per chi si ritiene una blogstar).
Bando alle chiacchere inutili. Si diffonda in tutto il mondo conosciuto il seguente e perenne motto:" Non domandarti se il commento del lettore sia attinente al tuo post. Chiediti, semmai, se il tuo post sia pertinente al commento posteriore degli altri".
Scritto (e non necessito di ringraziamenti. Solo un sorriso compiacente. Grazie).

 
 
 

Rinascita

Post n°815 pubblicato il 29 Marzo 2018 da gianor1
 

Hanno benedetto le mie mani come i monaci Esseni hanno educato e mi sono prostrato davanti a Te per detergerti i piedi, con amorevolezza, devozione e vigore. Ho profuso tempo ed energie per dividere con Te pane e vino, discorsi e fantasie, sguardi sereni nel mezzo di un'ultima convivialità effimera.Ho percorso un sentiero stabilito dove l'anima scrutava prati verdi attraversati dall' acqua fresca e infinita, ma nello stesso tempo i miei occhi vedevano una realtà desolante, dove la gola soffriva per l'arsura e la mente cercava conforto e perdono. Ho aperto il petto e con la mano tesa ti ho donato il cuore sanguinante, senza sorrisi. All'improvviso ho perso i sensi e mi sono accasciato riscaldato dalla Tua luce. Sicuro della Rinascita.
                                      Serena Pasqua a tutti. 


RINGRAZIO DI CUORE PER I CORTESI INTERVENTI DAVVERO GRADITI. GIAN







 
 
 

Tenerezza

Post n°814 pubblicato il 26 Marzo 2018 da gianor1
 

Per un bimbo l'assenza di affettuosità conduce all'insicurezza e all'infelicità. Allo stesso modo, credo ragonevolmente che anche in me adulto abbia un esito non tanto dissimile. Sussiste una parte piccola ma imprenscindibile di coccole, considerazioni, espressioni delicate di cui non riesco a farne a meno. La conseguenza da sopportare sarebbe una mestizia infinita.

 
 
 

Area personale

 







Sono per la salvaguardia del grafema Ch

 

Ultimi commenti

Sereno giorno del Signore anche a te. Gian
Inviato da: gianor1
il 20/05/2018 alle 10:00
 
Immagine di serenità. Grazie gentile Amica e buon giorno...
Inviato da: gianor1
il 20/05/2018 alle 09:59
 
Sereno giorno del Signore. Gian ^_^
Inviato da: gianor1
il 20/05/2018 alle 09:59
 
Cerchi che racchiudono un volersi bene eterno. Buon giorno...
Inviato da: gianor1
il 20/05/2018 alle 09:58
 
Tante ore liete anche a te. Gian ^_^
Inviato da: gianor1
il 20/05/2018 alle 09:57
 
 

Ultime visite al Blog

donadam68gianor1the_oracle73ArabeschidelcuoreNoRiKo564mariagrazia_5lunetta_08costanzatorrelli46gabbiano642014oltrelasera0filoderbaromanticoveramoreanna545luicyvanpelt
 

Come eravamo



 
Citazioni nei Blog Amici: 239
 

 

 

 

Spigolature

AFORISMA
L'educazione è una cosa ammirevole,ma è bene ricordare,
di tanto in tanto,che nulla che valga la pena di conoscere
si può insegnare.
Oscar Wilde



PROVERBIO SARDO
Nen bella senza peccu,nen fea senza tractu.
Non c'è una bella senza difetto,nè una brutta senza grazia.


"Il lavoro del maestro è come quello della massaia, bisogna ogni mattina ricominciare da capo: la materia, il concreto sfuggono da tutte le parti, sono un continuo miraggio che dà illusioni di perfezione. Lascio la sera i ragazzi in piena fase di ordine e volontà di sapere - partecipi, infervorati - e li trovo il giorno dopo ricaduti nella freddezza e nell'indifferenza. Per fare studiare i ragazzi volentieri, entusiasmarli, occorre ben altro che adottare un metodo più moderno e intelligente. Si tratta di sfumature, di sfumature rischiose ed emozionanti.Bisogna tener conto in concreto delle contraddizioni, dell'irrazionale e del puro vivente che è in noi. Può educare solo chi sa cosa significa amare".

 

Armonia delle forme

 



 

 

Solidarietà


 
,

,

,



 

Contatore per siti

 

 
 



 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31