Creato da riavviato il 06/11/2007
tra Scilla e Cariddi

Ultime visite al Blog

diekleinehexelorenzo_ambrogioMaryReadarik72laformadellesseredimanto70ector7blimund.ariavviatoleraglacialeOdette292almera1974costantinolopretescianny0PiEra_AngeIa
 

Ultimi commenti

 

Muta

 

Il mio lettore piu' assiduo

Next 1

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Bugiardino

se non proprio non hai voglia di leggere e sopratutto di capire cio' che scrivo, puoi anche non commentare, giuro che non mi offendo. E poi se c'e' qualcosa che non capisci o non conosci, chiedi, oppure cerca su google, visto che "fatti non fummo.."
 
 

 

« MattanzaSaldi estivi 3x1 (Post-i... »

Bavaria

Post n°109 pubblicato il 03 Luglio 2008 da riavviato
 

La sete mi divora, apro il frigo: c'è solo un lattina di Bavaria, un birra mediocre che non bevevo da chissà quanto. Strappo, la porto alla bocca e al primo sorso quella birra nientichè mi regala la mia Ratatouille personale, un violento, immediato e fugace flashback nella mia infanzia: c'è mio padre in cannottiera bianca, accaldato anch'egli in una calda serata estiva che per la prima volta rende partecipe me ragazzino, della bevuta di una birra gelata e io contento che già mi sento più grande e che avrei condiviso quel rito con lui per molte serate ancora. Quella birra anche allora era una Bavaria e ancora una volta i sapori così come gli odori rivelano una capacità evocativa sorprendente, facendo riaffiorare dalla memoria un frammento della nostra vita con un nitore tale che ò come se lo stessimo vivendo in quel momento.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Adagiocoldisagio/trackback.php?msg=5009949

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
dianavera
dianavera il 04/07/08 alle 07:58 via WEB
Ognuno può poi avere una sua personale "prima sorsata di birra": quel gesto, quel momento che si ripete e che non andiamo a cercare noi, ma che ci aspetta e ci accompagna negli anni, a cui però siamo debitori di attimi dolcissimi o struggenti, a cui in fondo dobbiamo tanto della nostra capacità di dribblare la noia, la fatica, la delusione, le amarezze, i dolori. Siamo di sicuro in un'epoca povera di eventi collettivi così coinvolgenti da dare senso alla vita dei singoli, forse stiamo cadendo in un eccesso di intimismo, però è innegabile che vadano rivalutate le piccole gioie, forse banali, di chi non gode, e non ha neppure voglia di godere, dell'ebbrezza del successo, della ricchezza e della notorietà. In epoca di protagonisti, di primedonne e di divi in tutti i campi, credo che sia da accogliere con favore un libro rivolto a chiunque abbia un po' di sensibilità e un po' di intelligenza. ------------- La prima sorsata di birra e altri piccoli piaceri della vita di Philippe Delerm Titolo originale: La première gorgée de bière
(Rispondi)
 
riavviato
riavviato il 04/07/08 alle 10:09 via WEB
un eccesso di intimismo sarebbe anche auspicabile, a me sembra ci sia un eccesso di nulla dettato appunto dalla frustrazione del non riuscire a vivere secondo i modelli che ci vengono proposti. Grazie per avermi ricordato quel libro di cui avevo gia' sentito parlare e del quale mi ero dimenticato.
(Rispondi)
ComeBackDarling
ComeBackDarling il 04/07/08 alle 14:23 via WEB
Non posso dire cazzate con un post così. Mi spiace. Ripasso con l'aggiornamento.
(Rispondi)
 
riavviato
riavviato il 05/07/08 alle 16:51 via WEB
sapessi quante ne dico io di continuo..
(Rispondi)
TuSiaPerMeIlColtello
TuSiaPerMeIlColtello il 04/07/08 alle 21:34 via WEB
Proust docet, con Il suo "A la recherche du temps perdu" e con le sue madeleines. Io sono tremendamente olfattiva e ci sono profumi che mi riportano in un lampo alla mia infanzia, all'enorme stanzone con i vetri appannati dal calore che sprigionava una pentola fumante di bollito e la nonna che stendeva la pasta per delle tagliatelle...E' raro risentirlo quel profumo, ma ogni volta che accade mi si stringe lo stomaco in una morsa di nostalgia inenarrabile. E poi l'odore così caratteristico che aveva mia mamma...Ricordo una scena...Erano trascorsi già diversi mesi dalla sua partenza...Trovai la sua gatta nell'armadio, competamente avvolta dai suoi foulards, con due occhioni malinconici. Nemmeno i nostri compagni di vita sono immuni da queste sensazioni, sembra...
(Rispondi)
 
polystyrene
polystyrene il 05/07/08 alle 15:47 via WEB
molto toccante...
(Rispondi)
 
riavviato
riavviato il 05/07/08 alle 16:52 via WEB
bella questa del gatto.. poi io cito un film disney e tu proust, mi vuoi umiliare ? :)
(Rispondi)
 
 
TuSiaPerMeIlColtello
TuSiaPerMeIlColtello il 07/07/08 alle 12:54 via WEB
Chissà se i miei si tufferanno nei cassetti della biancheria itima :-) (oddio! francamente preferirei che non mi sopravvivessero, eh!). Umiliare io..? Mi manca le physique du role [oggi :-)) ]
(Rispondi)
clotiride
clotiride il 04/07/08 alle 22:12 via WEB
io stasera ho mangiato la pizza con i fiori di zucca e le alici. ;)
(Rispondi)
 
riavviato
riavviato il 05/07/08 alle 16:53 via WEB
e la birra?
(Rispondi)
 
 
clotiride
clotiride il 05/07/08 alle 21:53 via WEB
e la birra portala tu!
(Rispondi)
polystyrene
polystyrene il 05/07/08 alle 15:46 via WEB
bello. Mi capita quando le scale mobili della metropolitana mi stanno portando giù; e sale dal basso quell'odore di muffa, di calcinacci fradici... Non si può dire che sia un buon odore ma mi inebria terribilmente. Il ricordo che evoca quella sensazione esiste, ma non riesco ad acchiapparlo. Qualche cantina dove sono stata felice, chissà.
(Rispondi)
 
riavviato
riavviato il 05/07/08 alle 16:54 via WEB
e dimmi un po' che facevi per cantine?
(Rispondi)
confetto1
confetto1 il 06/07/08 alle 19:13 via WEB
io la odio la birra. non volevo sentirmi surclassata, ecco. e*
(Rispondi)
Sunny_64
Sunny_64 il 08/07/08 alle 11:58 via WEB
La memoria olfattiva e gustativa è una delle cose che mi affascinano di più. Bellissimi quei flashback che si ricollegano a ricordi d'infanzia, a momenti felici. Per fortuna mi sembra che esista solo per i momenti felici e non per quelli negativi. La mente umana è davvero magica, spesso rimuove lentamente e dolcemente quello che non va ricordato.
(Rispondi)
 
riavviato
riavviato il 08/07/08 alle 21:33 via WEB
e' vero, forse perche' al gusto per fortuna sono legate esperienze perlopiu' positive (almeno finche' uno non mangia da te :p )
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963