Creato da Ame_Dansante il 14/02/2007
immagini, pensieri...
immagine
 

Eleganza e stile non sempre coincidono.
L'eleganza si può imparare.
Lo stile è solo una questione di stile.
Lord Brummel

La moda passa, lo stile resta.

Coco Chanel

 

Area personale

 
 

Ultime visite al Blog

 
RiccardoPennananettapazza79Bertrand.MoranepantaleoefrancaWeary_Eyescaruga2005cababygelixmina_1954gabriele.grassi80mari.principatobeth_sullivanpaulmacidonne2009elisar77
 

FACEBOOK

 
 
 
 

Solo l'autore del blog può pubblicare i messaggi.

I commenti sono moderati dallo stesso che li

pubblicherà a sua discrezione.

 
 

 

 

YES, THEY CAN...

Post n°72 pubblicato il 08 Novembre 2008 da Ame_Dansante

 
 
 

"LA VOSTRA CRISI, NOI NON LA PAGHIAMO!"

Post n°71 pubblicato il 02 Novembre 2008 da Ame_Dansante

 
 
 

" L' IPOTESI"

Post n°70 pubblicato il 25 Ottobre 2008 da Ame_Dansante

Facciamo l'ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuole fare la marcia su Roma e trasformare l'aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura.
Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di Stato hanno difetto di essere imparziali. C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino sotto il fascismo c'è stata. Allora il partito dominante segue un'altra strada (è tutta un'ipotesi teorica,intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di previlegi. Si comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole , perché in fondo sono migliori si dice di quelle di Stato..."

"...Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di Stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di Stato per dare prevalenza alle scuole private. Attenzione, amici, in questo convegno questo è il punto che bisogna discutere. Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tener d'occhio i cuochi di questa bassa cucina. L'operazione si fa in tre modi: ve l'ho già detto: rovinare le scuole di Stato. Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni. Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti che non hanno i titoli minimi per insegnare. Lasciare che gli esami siano burlette. Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto. Dare alle scuole private denaro pubblico."

Piero Calamendrei

P.S. Per sapere chi mai sia stato costui, vi rimando a google, che tanto insegna...

 
 
 

" Pensare..."

Post n°69 pubblicato il 25 Ottobre 2008 da Ame_Dansante

Pensare agli altri, oltre che a se stessi

Pensare al futuro, oltre che al presente.

                                        Vittorio Foa

 
 
 

Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo

Post n°68 pubblicato il 09 Maggio 2008 da Ame_Dansante

(...) "La verità è che parliamo di rinnovamento e non rinnoviamo niente. La verità è che ci illudiamo di essere originali e creativi e non lo siamo.La verità è che pensiamo di far evolvere la situazione con nuove alleanze, ma siamo sempre là con il nostro vecchio modo di essere e di fare, nell'illusione che , cambiati gli altri, l'insieme cambi e cambi anche il paese, come esso certamente chiede di cambiare."(..)
(Aldo Moro  
da una lettera a Benigno Zaccagnini, non recapitata)

(...) "Non creda la D.C. di aver risolto di aver chiuso il suo problema, liquidando Moro. Io ci sarò ancora come un punto irriducibile di contestazione e di alternativa, per impedire che della D.C. si faccia quello che se ne fa oggi"(...)  24-4-1978
(
Aldo Moro -
da una lettera a B.Zaccagnini, recapitata il 24 Aprile '78) 
                                                                             
(...) "Il governo è in piedi e questa è la riconoscenza che mi viene tributata per questa come per tante altre imprese. Un allontanamento dai familiari senza addio, la fine solitaria senza la consolazione di una carezza, del prigioniero politico condannato a morte. Se voi non intervenite, sarebbe scritta una pagina agghiacciante nella storia d'Italia. Il mio sangue ricadrebbe su di voi, sul partito, sul Paese. Pensateci bene cari amici. Siate indipendenti. Non guardate al domani ma al dopo domani. (...) "
(Aldo Moro -
da una lettera a B.Zaccagnini, recapitata tramite Don Mennini il 20 Aprile '78)

(...)"Bacia e carezza per me tutti, volto per volto, occhi per occhi, capelli per capelli. A ciascuno una mia immensa tenerezza che passa per le tue mani.(...) Vorrei capire, con i miei piccoli occhi mortali, come ci si vedrà dopo. Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo. (...)
(Aldo Moro - da una lettera a Eleonora Moro recapitata il 5 maggio)


Alle 13.30 del 9 Maggio 1978 a Via Caetani a Roma,  esattamente a metà dalle sedi del PCI e della DC, viene ritrovata una Renault 4 rossa : al suo interno, il corpo senza vita di Aldo Moro.

 
 
 

MAGGIO 1968- MAGGIO 2008

Post n°67 pubblicato il 04 Maggio 2008 da Ame_Dansante

"Lottavano così come si gioca i cuccioli del maggio era normale
loro avevano il tempo anche per la galera
ad aspettarli fuori rimaneva
la stessa rabbia la stessa primavera...”
 
Anche se il nostro maggio ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato pocoprovate pure a credervi assolti
siete lo stesso coinvolti.

Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le pantere
ci mordevano il sedere
lasciandoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate, voi quella notte voi c'eravate.

E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone le "verità" della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti,
per quanto voi vi crediate assolti siete per sempre coinvolti.

 
 
 

MEMORIA

Post n°66 pubblicato il 27 Gennaio 2008 da Ame_Dansante

"Le leggi razziali italiane del 1938 aprirono, di fatto, la porta alla Shoah"

                                                                            Giorgio Napolitano

 
 
 

Null'altro.

Post n°65 pubblicato il 19 Dicembre 2007 da Ame_Dansante

Ho capito che                                                            
non mi posso arrabbiare col mondo
non mi posso stancare della vita
non mi posso annoiare del tempo che passa
Ho capito che
mi devo indignare delle ingiustizie
mi devo giocare per i diritti
mi devo rallegrare dei sogni
Solo questo posso fare.

Null'altro.

 
 
 

Un gioco...

Post n°63 pubblicato il 29 Novembre 2007 da Ame_Dansante

Alle belle statuine                           

siete pronte signorine...?

 
 
 

Le Massere

Post n°62 pubblicato il 09 Novembre 2007 da Ame_Dansante

 Sti vecchi s'ha confuso quando i m'ha visto in fazza.

Bisogna che i credesse che fusse una vecchiazza.

Poveri sgangarai; i vol far da valenti;

Ma i vede che no son carne per i so denti.

Non credo mai che i m'abbia impiantà per essere vecchia.

Lori xe do anticage, ma mi no so cotecchia.

E poi vestia così paro più bella ancora,

Co son un poco rossa, gh'ho un viso che inamora.

 
 
 
Successivi »