Un blog creato da mascalera il 08/05/2008

Aldebaran

Respirando

 
 
 
 
 
 

Ogni mattina, appena ti alzi da letto ricordati di rivolgere un pensiero alla vita e alla grande fortuna che hai di esistere affinché esso ti accompagni durante la giornata ampliandoti le gioie e riducendo i dispiaceri…

Ogni mattina, mentre ti vesti ricordati di rivolgere un pensiero al mondo e all’immensa bellezza di cui ti fa dono affinché tu possa riempirti gli occhi del bello che c’è in ogni cosa che vedi.

Ogni mattina, mentre ti bagni il viso ricordati di rivolgere un pensiero all’amore affinché colori d’arcobaleno la tua mente e ti spinga a donare il meglio di te agli altri.

Ogni mattina, mentre bevi il tuo caffè ricordati di rivolgere un pensiero alla morte affinché ti faccia apprezzare ogni istante del giorno e ti sproni ad agire per favorire la vita

Se sai vivere bene un solo giorno riuscirai a vivere bene tutta la vita.

Ricordati che oggi incontrerai uno stolto chemetterà a dura prova la tua bontà e la tua pazienza, un maldicente che sparlerà di te, un furbo che cercherà di usarti, un presuntuoso che pretenderà di aver ragione ad ogni costo, un prepotente che cercherà di sopraffarti, un iracondo che ti trasmetterà rabbia.
Ma tu non ti lascerai turbare più di tanto, perché sarai in compagnia di un moderato che frenerà le tue reazioni, un buono che tramuterà in bene tutto il male che riceverai, un saggio che ti guiderà sulla retta via e ti farà prendere delle buone decisioni, ovvero sarai in compagnia di te stesso.

Omar Falworth..

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« DedicataSunday »

Fermi a guardare

Post n°135 pubblicato il 23 Febbraio 2010 da mascalera
 
Tag: poesia

Lasciamo che scivoli lento il suo vero destino
calibrato
soggiacente a se stesso
rigorosamente solo
vivificante
di un candore unico
e ci vorrà l'inverno
mai raggiunto e temuto
a riscaldare l' inedia
coltre di quest'umanità persa e perdente... 
Ci si incontrerà al guado dell'indifferenza  sarà lontana l'aurora chiara 

di un cuore rotto e splendente 

potremo cantare
allora
e i nostri sensi
digiuni
di tempo vero e fecondo
daranno il via alle danze
e ci ritroveremo infinitamente soli e vuoti
per ciò che non è stato fatto
mai

 
 
 
Vai alla Home Page del blog