Creato da ariaterrafuoco6 il 21/11/2010

Il canto dell'anima

La parola è il luogo d'appartenenza dell'anima racconta il suo urlo nel deserto, canta i versi della follia, recita preghiere, silenziosamente posa il suo sguardo al mondo. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità; non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini e i video pubblicati sono tratti da Internet e quindi ritenuti di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse i diritti d'autore lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro immediata rimozione.

 

 

..accanto a lei..

Post n°787 pubblicato il 18 Dicembre 2018 da ariaterrafuoco6
 

ERRI DE LUCA

Mi accorgevo del mio corpo, del suo interno, accanto a lei: del battito del sangue a fior di polso, del rumore dell'aria nel naso, del traffico della macchina cuore-polmoni.
Accanto al suo corpo esploravo il mio, calato nell'interno, sbatacchiato come il secchio nel pozzo.
Esiste nel corpo la neve che non si squaglia in nessun ferragosto, rimane dentro il fiato come il mare dentro una conchiglia vuota. Non la maledico quella neve, che mi imbottiva le orecchie. 


L'immagine può contenere: una o più persone, persone che dormono e spazio al chiuso

 
 
 

Ovunque tu sia....

Post n°786 pubblicato il 18 Dicembre 2018 da ariaterrafuoco6
 

Ovunque tu sia, ovunque tu, immeritatamente, mi guardi,
ovunque tu stabilisca io abbia una casa,
fosse pure una grigia prigione,
io so che da qualsiasi pietra,
tu puoi far scaturire un fiore nel perimetro della mia mente

Alda Merini


 
 
 

Ai folli veri o presunti

Post n°785 pubblicato il 14 Dicembre 2018 da ariaterrafuoco6
 

A tutti gli illusi, a quelli che parlano al vento.
Ai pazzi per amore, ai visionari,
a coloro che darebbero la vita per realizzare un sogno.
Ai reietti, ai respinti, agli esclusi. Ai folli veri o presunti.
Agli uomini di cuore,
a coloro che si ostinano a credere nel sentimento puro.
A tutti quelli che ancora si commuovono.
Un omaggio ai grandi slanci, alle idee e ai sogni.
A chi non si arrende mai, a chi viene deriso e giudicato.
Ai poeti del quotidiano.
Ai “vincibili” dunque, e anche
agli sconfitti che sono pronti a risorgere e a combattere di nuovo.
Agli eroi dimenticati e ai vagabondi.
A chi dopo aver combattuto e perso per i propri ideali,
ancora si sente invincibile.
A chi non ha paura di dire quello che pensa.
A chi ha fatto il giro del mondo e a chi un giorno lo farà.
A chi non vuol distinguere tra realtà e finzione.
A tutti i cavalieri erranti.

Miguel de Cervantes


 
 
 

E ricordati che....

Post n°784 pubblicato il 02 Aprile 2018 da ariaterrafuoco6
 

E ricordati che ti penso,
che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,
che scrivo di te.
E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.
Ed io ti penso
ma non ti cerco.

Charles Bukowski - Non ho smesso di pensarti

 

 
 
 

Respiriamoci stasera per l'eternità.

Post n°783 pubblicato il 01 Aprile 2018 da ariaterrafuoco6
 

Che fai stasera?

Respiro.

Dai, voliamo coi pesci e nuotiamo con gli uccelli.

Attraversiamo gli oceani sulle ali di quel colibrì che ho visto in sogno.

Saliamo sulla mia barca di carta e raccogliamo un mucchio di stelle.

Andiamo a vivere di sogni nel mio castello di sabbia.

Respiriamoci stasera per l'eternità.

[ Eduania Paes ]

 
 
 

...ma non per questo sei meno bella, non per questo, mai.

Post n°782 pubblicato il 16 Febbraio 2018 da ariaterrafuoco6
 

 

Stai bene da sola, ma da sola soffri tanto. Non lo ammetteresti mai, ma si vede da come sei gentile con chiunque, anche con chi non lo merita per niente. Vuoi che le persone ti vogliano bene, e per quanto tu cammini con l’aria di chi non ha bisogno di nessuno tu hai costantemente bisogno di qualcuno. Paure sconfinate e piedi piccolissimi che non ti permettono di scappare abbastanza lontano. Lontana non ci sai andare, poi ti manca l’aria e non sai che fare, ti piace l’Italia, ma non è l’Italia che ti piace, sono quelle dieci o undici persone in tutto senza le quali non sapresti andare avanti, perché ci metti anni ad affezionarti a qualcuno, ma dopo è per sempre. O insomma, quasi. Come tutte le cose belle.
Mi fai sorridere quando dici che non credi agli amori infiniti e poi ti trovo commossa di fronte a un cartone animato che avrebbe dovuto far ridere. Tu non piangi mai perché sei delusa, quando sei delusa urli. Quando piangi è perché speri, speri e non vuoi ammetterlo. Sperare ti ferisce, in qualche modo. Credi che non sia da te, così piangi guardando film comici e ti giustifichi dicendo che non sai davvero come mai, “è da quando sono piccola che mi succede”. E ora come sei? Ti senti grande?
Ti piace la notte e ti piacciono le canzoni che non si usan più e i modi di dire che non si usan più. Tutto in te è sincero, perfino il modo di vestire e di pronunciare le parole. Perfino il modo di respirare. Non ti controlli, non ci riesci e credi che sia un male, invece è meraviglioso, sei un fiore selvatico, uno di quei fiori che non si può cogliere ma solo guardare. Profumi molto, se tu fossi un ricordo saresti l’odore delle lenzuola appena lavate, se tu fossi in me ti ameresti come gli uccellini amano volare, di un amore necessario. Se tu fossi in me ti ameresti per non morire.
Sono qui che ti guardo, assomigli ad una poesia che nessuno mi dedicherà mai, una di quelle poesie che a leggerle pensi che sarebbe stupendo se qualcuno ti vedesse in quel modo e ti amasse così tanto, invece niente, ma non per questo sei meno bella, non per questo, mai.

Susanna Casciani

 
 
 
 
 
 
 

Per tutte le violenze consumate

Post n°778 pubblicato il 25 Novembre 2017 da ariaterrafuoco6
Foto di ariaterrafuoco6

 
 
 
 
 

Ma è troppo tardi.

Post n°776 pubblicato il 16 Ottobre 2017 da ariaterrafuoco6
 

«Forse se fossero rimasti insieme ancora per qualche tempo, avrebbero cominciato a capire a poco a poco le parole che dicevano. I loro vocabolari di sarebbero pudicamente e lentamente avvicinati l'uno all'altro come amanti molto timidi, e la musica dell'uno avrebbe cominciato a intrecciarsi con la musica dell'altro. Ma è troppo tardi».

Milan Kundera, “L'insostenibile leggerezza dell'essere”, 1982

 
 
 

si riconobbero....

Post n°775 pubblicato il 28 Luglio 2017 da ariaterrafuoco6
 

«Incontrarsi fu trovarsi. Nel momento misterioso in cui le loro mani si toccarono, esse si saldarono. Quando quelle due anime si scorsero, si riconobbero come necessità reciproca e si abbracciarono indissolubilmente».

Victor Hugo, “I miserabili”

 
 
 

..simmetrie

Post n°774 pubblicato il 24 Giugno 2017 da ariaterrafuoco6
 

Al destino piacciono le ripetizioni, le varianti, le simmetrie.Jorge L. Borges

 
 
 

Ed io ti penso ma non ti cerco

Post n°773 pubblicato il 15 Giugno 2017 da ariaterrafuoco6
 

«Non ho smesso di pensarti,
vorrei tanto dirtelo.
Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,
che mi manchi
e che ti penso.
Ma non ti cerco.
Non ti scrivo neppure ciao.
Non so come stai.
E mi manca saperlo.
Hai progetti?
Hai sorriso oggi?
Cos’hai sognato?
Esci?
Dove vai?
Hai dei sogni?
Hai mangiato?
Mi piacerebbe riuscire a cercarti.
Ma non ne ho la forza.
E neanche tu ne hai.
Ed allora restiamo ad aspettarci invano.
E pensiamoci.
E ricordami.
E ricordati che ti penso,
che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,
che scrivo di te.
E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.
Ed io ti penso
ma non ti cerco».

Charles Bukowski

 
 
 

..detesti quell'assenza..

Post n°772 pubblicato il 12 Giugno 2017 da ariaterrafuoco6
 

Questo è amore -pensava lei- sì o no? Quando noti l'assenza di qualcuno, e detesti quell'assenza più di ogni altra cosa. Ancora più di quanto ami la sua presenza.

 
 
 

..la lotta più dura..

Post n°771 pubblicato il 30 Maggio 2017 da ariaterrafuoco6
 

«Non si lotta solo nelle piazze, …nelle officine,
o con… i versi: la lotta più dura
e quella che si svolge nell’intimo delle coscienze,
nelle suture più delicate dei sentimenti».

Pier Paolo Pasolini

 
 
 

..non ti permetto di dimenticare mai che non sei altro che bellezza.

Post n°770 pubblicato il 24 Maggio 2017 da ariaterrafuoco6
 

Che cosa succede se io bacio tutti i luoghi del tuo corpo che ti hanno insegnato ad odiare?
Cosa succede se poso le mani su di te e le lascio così,
abbastanza a lungo finchè il mio calore aderisce al tuo
e tu dimentichi che fra la mia pelle e la tua c’è spazio?
Che cosa succede se mi piace tutto ciò che ti hanno detto di detestare e passo le mie giornate a sporcare il tuo cervello ben lavato?
Che succede se ti mostro nuove immagini di te stessa che hai accuratamente evitato di vedere allo specchio?
E se ti dicessi che tutto quello che dicono è sbagliato
e iniziassi a riempire le tue orecchie con parole vere
in una lingua che conosci ma hai smesso di parlare?
Che cosa succede se pianto nuovi fiori
nei luoghi ispidi dentro di te
e ti insegno i loro nomi e le stagioni della loro fioritura?
Che cosa succede se ti chiedo di non reciderli e permettere che invadano le tue vie e decorino tutta la tua vita?
Succede che non ti permetto di dimenticare mai
che non sei altro che bellezza.

Tyler Knott Gregson

 
 
 

..in cui ci si può sempre salvare dal mondo che crolla.

Post n°769 pubblicato il 23 Maggio 2017 da ariaterrafuoco6
 

Tra due persone accade che talvolta, molto raramente, nasca un mondo. Questo mondo è poi la loro patria, era comunque l’unica patria che noi eravamo disposti a riconoscere. Un minuscolo microcosmo, in cui ci si può sempre salvare dal mondo che crolla.

- Martin Heidegger

 
 
 

..è presenza..

Post n°768 pubblicato il 23 Maggio 2017 da ariaterrafuoco6
 

«Quando ti viene nostalgia, non è mancanza, è presenza, è una visita, arrivano persone, paesi, da lontano e ti tengono un po’ di compagnia”. Allora don Rafaniè, le volte che mi viene il pensiero di una mancanza la devo chiamare presenza? “Giusto, così ad ogni mancanza dai il benvenuto, le fai un’accoglienza».

Erri De Luca, “Montedidio”

 
 
 

"Mi piace credere..."

Post n°767 pubblicato il 19 Maggio 2017 da ariaterrafuoco6
 

"Mi piace credere che a volte mi pensi come capita a me,che a tratti ti manco e che se non ci sei è solo perché non puoi. Che ti appartiene lo stesso desiderio, che il tempo che ci divide a volte è un tormento a volte nostalgia,
un dipinto fatto di noi. Che la notte a volte ti manco, che appartengo ad un sogno, che se nulla avviene è solo perché non puoi. "

Silvana Stremiz

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Segreti.d.Sussurraremaandraxcall.me.Ishmaellacey_munroShelterskysoloperte_sdIrrequietaDattimoxattimo_20130ariaterrafuoco68DSmeraldo08cassetta2vita.perezilromantico.mElemento.Scostante
 

ULTIMI COMMENTI

Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Meteo
il 01/08/2018 alle 18:39
 
Davvero una bella dedica che ogni donna vorrebbe ricevere,...
Inviato da: Mr.Loto
il 17/02/2018 alle 11:29
 
è un vero spreco così!
Inviato da: r1ck1
il 22/06/2017 alle 16:29
 
Grazie per la visita.
Inviato da: ariaterrafuoco6
il 20/12/2016 alle 22:01
 
mi piace molto questo blog gli articoli sono proprio...
Inviato da: minarossi82
il 20/12/2016 alle 09:23
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom