Creato da Karmelia il 19/02/2007
Il mito e l'antica cultura della Dea Madre

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

studio.ducaminniti0KarmeliadrcarusosalvatorelamoglieAlisonic75noesis9sophia.logosnatalia.nsb1annarebeccalamouravo.tarantomarisagrungrass_ochevolaSky_Eagle
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« IlluminazioneA proposito di “Templecombe” »

LA DEA BASILISSA

Post n°52 pubblicato il 28 Ottobre 2009 da Karmelia

                                          

 

Anche Taranto ha la sua antica fonte e il suo antico  culto della Dea.

La scoperta è avvenuta  grazie agli ultimi lavori di scavi archeologici sul litorale ionico a pochi chilometri dalla città, luogo in cui si presuppone sia avvenuto lo sbarco degli antichi greci che giunsero a colonizzare la costa.

Gli scavi recenti hanno riportato alla luce il  “ Santuario della sorgente” in zona Saturo, poco distante dalla Villa Romana del IV secolo.

Gli archeologi indicano il luogo come sacro per la pratica del culto della Dea Basilissa, cioè della Dea Regina.

Qui è stato ritrovato un vaso che riporta un’iscrizione votiva della Dea da parte di una donna di nome Cleocrateia.

Il “Santuario della sorgente” è un’antichissima fonte intorno alla quale si svolgevano con molta probabilità, riti votivi prematrimoniali dal VII secolo a.C. al VII secolo d.C.

Il ritrovamento del’antica fonte è costituito da un piccolo sacello a pianta rettangolare al cui interno era posta una statua di divinità femminile.

E’ da supporre con certezza che le nubende attingessero dalla fonte l’acqua per i riti prematrimoniali .

Anche a Taranto  la Dea  era la Dea Regina  protettrice delle spose e del matrimonio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog