Creato da Sivegerna il 31/07/2013

Elixir du Diable

Scopriamo un fascino nelle cose ripugnanti,ogni giorno d'un passo,nel fetore delle tenebre,scendiamo verso l'inferno,senza orrore. C.Baudelaire

 

 

 

 

Lingue di Fuoco

Post n°15 pubblicato il 29 Marzo 2014 da Sivegerna

E sarai alla destra
e l'altro tuo Io siederà alla sinistra
e guarderete il flusso carmineo del mio odio
sgorgare dalle profondità della Terra.
I brandelli rimasti di un amore antico e carnale,
carezze perpetrate all'ombra di lingue di fuoco.
Altero e meschino.

Sivegerna

 
 
 

Idolatra

Post n°14 pubblicato il 23 Febbraio 2014 da Sivegerna

Ti strapperò il cuore dal petto
e lo crocifiggerò su quel muro di pietra.
All'alba,privo oramai del suo sangue rappreso
ne estrarrò gli umori e li venderò al mercato nero.

Quanti pagheranno,
per una manciata di quel tuo cuore?
Quanti ne urleranno le proprietà taumaturgiche?

"Il Dio degli eserciti è sceso tra noi!

Sivegerna


 
 
 

A voi che ...

Post n°13 pubblicato il 16 Gennaio 2014 da Sivegerna

 
 
 

Vanitą

Post n°12 pubblicato il 12 Gennaio 2014 da Sivegerna

"E' ciò che custodisci dentro a renderti così bella!"

                                  
Il demone che possiede il mio corpo...arrossisce.





Sivegerna.

 
 
 

Inno Macabro

Post n°11 pubblicato il 19 Ottobre 2013 da Sivegerna

Vi è un barlume di luce
vi è la calma oltre la tempesta
vi è il corpo adagiato su bianche rive
vi è la brezza dell'Ovest
vi è l'amore e il desiderio
vi è la sete appagata
vi è l'abbraccio dell'uomo all'unica


Vi sono fantasmi
vi sono tormenti
vi sono visioni di spettri danzanti
vi è la murena nell'abisso oceanico
vi è la corda dell'impicccato
vi è il peccato dell'assassino
e la refurtiva del ladro
vi è la smorfia del moribondo
e il lezzo dell'agonizzante
vi è la schiuma della bevanda imputridita
e la vischiosità delle foglie morte
e vi sono i lamenti degli abitanti del Purgatorio
e il ceppo contagioso degli appestati
e vi è la risata dell'indemoniato
e la follia del masochista
vi è la rassegnazione del condannato
vi è la visione del fumatore d'oppio
e la morte per il perdente
e l'oblio per i vinti
e vi è l'incantesimo spezzato
e vi sono i gemiti delle puttane traditrici
e le parole lascive dei fottitori
e le lacrime dei sopravvissuti


 Il mio male
è l'unico mio bene
             su questa terra.


                                                       Sivegerna



 
 
 
Successivi »