Creato da fiammiferaya il 11/06/2007
It's all about life.

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultimi commenti

 
E' stato un viaggio alla ricerca di una linea adsl!...
Inviato da: porcello_mannaro
il 01/02/2008 alle 18:29
 
Bentornata!!! Ci racconti dove sei stata? E' stato...
Inviato da: xileo
il 01/02/2008 alle 11:01
 
mi associo al tuo pensiero Tartaruga è stupenda e dolce
Inviato da: bluesman.r
il 18/11/2007 alle 16:17
 
Non sei tu? cavolo....però è stupenda e dolce
Inviato da: tartaruga_1
il 25/10/2007 alle 16:11
 
(doppio sospiro.....)
Inviato da: the_red_one
il 12/10/2007 alle 19:36
 
 

Dicono che...

 
 

Gianni Strino

 
 

Ultime visite al Blog

 
xileoinsaziabile1970DIAMANTE.ARCOBALENOfiammiferayamichela.lavorodoctor83mickymouse1969katia.camardoleskyberto1010sergnese.pmara.bravaccinir5mTerzaAscYDALGO
 

Contatta l'autore

 
Nickname: fiammiferaya
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 38
Prov: EE
 

Tag

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 

 

 

Caratteristica

Post n°59 pubblicato il 10 Ottobre 2011 da fiammiferaya

Trema, la fogliolina, al primo soffio di vento. Vibra tutta, attraversata da una scossa. A volte sembra che soffra, che tremi di paura, altre volte è chiaro che gode, il brivido è proprio di piacere. Per chi la vede dall'esterno, sembra una fogliolina. Anche chi la vede dall'interno crede che sia una fogliolina. Apparenza. Invece trema, vibra e irradia tutt'intorno una potenza magica che risveglia, oppure che abbaglia, ipnotizza, o annichilisce. Now he sings, now he sobs. Il semidivino sgocciola d'amore.

 
 
 

LegArti

Post n°58 pubblicato il 09 Ottobre 2011 da fiammiferaya

Corde che lasciano segni. Segni che fanno nascere sorrisi, lacrime, emozioni.

LegARTI nasce per mostrare la bellezza di un corpo sospeso, per raccontare il legame di fiducia che attraversa le corde e si dipana tra chi lega e chi sceglie di farsi legare, per affermare in maniera chiara e inappellabile che il bondage non mette a rischio la vita. È necessario vedere coi propri occhi per sospendere il giudizio e finalmente slegarsi da ogni preconcetto.
La partecipazione e' GRATUITA.

============================================
Giornalisti, fotografi ed operatori video di quotidiani, riviste, radio, tv locali e nazionali sono invitati a partecipare. Per accreditarsi e ricevere il proprio pass e poter ritirare la cartella stampa all'evento, scrivere una mail con i propri dati e la testata giornalistica a cui si appartiene all'indirizzo legarti@alcova.biz.
============================================

Durante la giornata vi saranno workshop, incontri, dimostrazioni a cura di:

- Stefano Laforgia
- Riccardo Sergnese
- Andrea Ropes
- Esinem
- Wykd Dave
- DolcissimaBastarda

Eventuali ulteriori artisti verranno comunicati tempestivamente 

Chiunque è invitato a portare le sue corde e a partecipare... 

A tutela della privacy vi saranno comunque delle aree dove non sarà possibile riprendere o fotografare.

Ora
domenica 16 ottobre · 15.00 - 22.00

Luogo
Mondrian Suite
via dei Piceni 41-43
Rome, Italy

 
 
 

Scuola di Bondage

Post n°57 pubblicato il 09 Ottobre 2011 da fiammiferaya
 

Il sito della Scuola di Bondage - Roma è finalmente online. http://www.scuoladibondage.it/index.php  Con una storia del bondage che nessuno vi ha mai raccontato prima... (almeno in italiano). 

Se volete approfondire la storia, acquistate il libro "The Beauty of Kinbaku" di MasterK http://www.thebeautyofkinbaku.com/

 
 
 

Performance di Riccardo Sergnese

Post n°56 pubblicato il 09 Ottobre 2011 da fiammiferaya

http://www.vimeo.com/30258916

 
 
 

Post N° 49

Post n°49 pubblicato il 21 Settembre 2007 da fiammiferaya
 
Tag: fisica

Quel che ci circonda
(clicca sul titolo se vuoi scoprirlo)





















 
 
 

Post N° 47

Post n°47 pubblicato il 15 Settembre 2007 da fiammiferaya
 

Non tanto per la canzone, quanto per il video!

Clicca qua

 
 
 

Post N° 46

Post n°46 pubblicato il 13 Settembre 2007 da fiammiferaya
 

Nininalafiammiferaiapiccolina

BUM BUM BUM cuoricino … capirai quanto ti scrivo ?
Ho forti dubbi … dovresti saper leggere tra le righe, ma tu ti dedichi al SUDOKU … per finta, certo !

[ Crudele = di persona che non prova pietà o rimorso nel procurare sofferenza agli altri / insensibile … si, forse non lo sei … forse lo sei solo stata … e forse pensi ancora sia solo un gioco ! ]

Chi le ha dato i fiammiferi ? Probabilmente un uomo piccolo … e lei ora che fa ? Brucia tutto, ma proprio tutto … anche ciò che non dovrebbe !

Ci sono ragazzini che impazziscono per il suo culetto o per come si tocca le tettine …

BUM BUM BUM cuoricino … capirai quanto ti scrivo ?
Ho forti dubbi … dovresti saper leggere tra le righe, ma tu ti dedichi al SUDOKU … per finta, certo !


Libellaccio: Elogio della follia o di altro (A. M. / A. M. / A. M.)

Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? Che c’entra? (bastardo! … spaziatura … le vesti grafiche)

“ … chi vuol accusare altri, deve egli” – od ELLA (soggiungo) – “prima esser puro ed innocente …” … e … “… Accusar altrui, nelle sue disgrazie, è cosa da uomo rozzo ed ignorante. Accusar se stesso è cosa da chi comincia a farsi savio. Non accusar altrui, né se stesso, è cosa da savio e da perfetto.”
(CITAZIONE)

La sfida è puramente intellettuale? … e poi di sfida si tratta? … o di AMORE? … quanto estesa è la parola AMORE? … e tu ami o nemmeno comprendi cosa sia l’amore?
Un talento che spreca le sue risorse … ne è piena la storia!

Conosci il vocabolo fluorescenza … ma il prefisso fluor- è comparso mai all’interno del tuo corpo con una regolarità strabiliante?
APPLAUSI / bis APPLAUSI / bis APPLAUSI / bis … si levano voci di consenso tra il pubblico … ti ho mai detto che, dinanzi agli spettacoli recitati dall’uomo, resto spesso allibito, senza esternare mai? … si definiscono attori … credono di essere al centro … ma interpretano soltanto … e si convincono di regalarti un sogno … sono luridi mestieranti Ninfa, non fartene fuorviare mai! … resto devoto ad A. M. / A. M. / A. M. …

“La verità non è che una. Le bugie sono infinite. Figuravano gli antichi la verità per un punto, le bugie per le linee; e ciò perché da un punto si tirano linee infinite …” … e … “… Sara, moglie d’Abramo … precipitando nella menzogna, pretese mostrar bugiardo colui che, per esser angelo, tutto avrebbe potuto fuor che mentire.”
(CITAZIONE)

Alibi / Alibi / Alibi … fero, fers, tuli, latum, ferre (le vesti grafiche … e pure suoni stavolta … filastrocca) … “portare” ma anche “palesare” … Tutti i miei difetti! …
Sono umano ed incompleto io! (quanto “il primo dio”).
Nutrono pretese razionali nei tuoi confronti e non sanno affatto con chi hanno a che fare! … vuoi saperlo? … “un rozzo cibernetico signore degli anelli” (questo è Battiato … te lo posso anche dire) che finge finzioni a se stesso pur di sostentare … io sono metafora persa del mondo attuale … ed ho il privilegio di comunicare con te da lucido … e di riconoscere il tuo seguire (od inseguire) la strada maestra … non hai ancora sbandato (nel senso di uscir fuori forse troppo dal cammino) tu Ninfa … per quanto ti sforzi di farmelo credere! … io sono reietto invece … per volere di quegli stessi che applaudono … ma non riconoscerebbero uno spettacolo puro nemmeno se ce lo avessero ad una spanna dal buco del culo … puro / culo!
A. M. / A. M. / A. M.

“Cor meum dereliquit me”
(CITAZIONE)

Cazzo vuoi da me Ninfa? … vuoi amarmi od infangarmi? … “Ma che meraviglia, se la femina” (femina - una m) “è una bugia della natura, che, promettendo all’uomo nel sembiante la quiete, da il travaglio?”
(CITAZIONE)

Io ti dico soltanto: “in vino veritas” … ed il rum (rhum? ron?) è quiete … e se il mio cuor mi abbandonò quel giorno, tuttavia non confondo verità con menzogna … non so insultarti Ninfa … e non perché tu sia speciale … soltanto perché non ti so sc (-opare) -artavetrare … nemmeno se tu lo volessi … sono io a non saperlo volere!!!

Ma prenditela con me se proprio devi …

Il rum (rhum? ron?) è quiete – dicevo – (la fluorescenza molesta tu non sai cosa sia … dovresti al limite chiederne ai degenti, farti dire da loro … ma resteresti in ogni caso notevolmente distante dalla VERITÀ) … e ne ho bevuto bottiglie in sole quattro ore, ( ……………. Censura ……………. ) concludendo alle cinque di mattina con le vituperate (non da me) signorine buonanotte …
Resto fedele al rum (rhum? ron?) per ora … all’idea mia di sogno … al distacco dal reale … alla “pacificazione” con il mondo … alla incapacità di uno scambio razionale e prolifico che conseguirebbe inevitabilmente dal dialogare con la mente (senza il cuore)!
Se non mi incazzo … MAI … quando parlo con te … è perché ti riconosco Ninfa … non nel senso che ti ho già veduta ieri … è oggi che ti scorgo e ti ho davanti!

“… Anche io t’amo o mio gemito lontano / ma non ho risonanza nella vita / si che altrove se io mi volgo getto / aspro veleno invece che d’amore, / lievito dolce della mia natura.” … A. M. / A. M. / A. M. (CITAZIONE)

 
 
 

Post N° 45

Post n°45 pubblicato il 07 Settembre 2007 da fiammiferaya
 

 
 
 

Post n°44 pubblicato il 01 Settembre 2007 da fiammiferaya
 
La sfortuna


Signor Alberto ha iniziato a riparare il tetto della casa.

La parte buona: è arrivato in cima al tetto.

La parte cattiva: ha iniziato a scivolare.

La parte buona: è riuscito ad aggrapparsi ad una trave.

La parte cattiva: la trave si è rotta.

La parte buona: sotto di lui c'era una balla di fieno.

La parte cattiva: nella balla di fieno c'era un forcone con le corna all' insù.

La parte buona: signor Alberto non è caduto sul forcone.

La parte cattiva: non è caduto nemmeno sulla balla di fieno.
 
 
 

Post N° 43

Post n°43 pubblicato il 27 Agosto 2007 da fiammiferaya
 




Il pianeta Terra crocifisso,
se per caso si trovasse una voce
e del senso dell'ironia,
adesso potrebbe benissimo dire
per come lo stiamo martoriando:
<Padre, perdona loro
perché non sanno quello che fanno>.

L'ironia sarebbe nel fatto
che noi
lo sappiamo benissimo.

Quando l'ultimo essere vivente
sarà morto a causa nostra
quanto sarebbe poetico
se la Terra potesse dire
con una voce che si alza
magari
dal fondo
del Grand Canyon:
<
E' fatto>.
All'uomo non piaceva vivere qui.

 
 
 
Successivi »