Blog
Un blog creato da Fior_di_Spina il 16/08/2008

Spine Conficcate

Nel Fiume nero del Tempo Posso leggere solo Violaceo Dolore.

 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

ossession di travolgente ingegno
Inviato da: comelunadinonsolopol
il 22/11/2013 alle 08:54
 
...
Inviato da: navighetortempo
il 17/05/2013 alle 22:34
 
Mi sono venuti i Brividi a Leggerti, Anima senza Confini....
Inviato da: Fior_di_Spina
il 04/05/2013 alle 17:48
 
Il silenzio vale mille parole e non si cancella mai quel...
Inviato da: confinianima
il 30/04/2013 alle 23:48
 
C'e' sempre qualcuno che si lascia afferrare da...
Inviato da: SonoAbisso
il 18/04/2013 alle 22:56
 
 

 

« Immagino...Per chi Vuole pensare... »

Ci sono vite...

Post n°624 pubblicato il 27 Febbraio 2012 da Fior_di_Spina
 

Ci sono vite perdute,
vite che non trovano una strada sicura,
una rotta certa.

Ottenebrate dal dolore, si nutrono di insicurezze.
Esistenze atterrite tracimanti timori, chiuse in una torre a disperare.
Esseri che provano sensazioni che altri non realizzano, nè immaginano.

Un sottile, malvagio, insano piacere li pervade,
un ghigno diabolico si stampa sul loro volto,
perché quelle emozioni sono uniche, irripetibili, magiche.

Perché pur isolandoli, sono esse che li rendono uomini.

(Salvatore D'Anna)

Salvatore d'Anna

Commenti al Post:
alma.mia
alma.mia il 27/02/12 alle 20:55 via WEB
Una linea spezzata.Una vita a metà.
 
 
Fior_di_Spina
Fior_di_Spina il 27/02/12 alle 21:06 via WEB
Il mio Tormento mi rende Vera.
In frantumi, sì, Ma Vera.
 
   
alma.mia
alma.mia il 27/02/12 alle 21:08 via WEB
Vera.Unica.Tu.Mia
 
Scheggia_Nera
Scheggia_Nera il 27/02/12 alle 21:44 via WEB
Fin dall'ore dell'infanzia non fui mai Simile agli altri, mai vidi le cose Come gli altri le vedevano, né seppi La mia passione trarre da una comune fonte, Dalla stessa sorgente non presi il mio dolore, Sulle stesse tonalità non ho potuto Risvegliare alla gioia il mio cuore, E tutto quel che ho amato, da solo io l'ho amato, Allora, nell'infanzia, agli albori . D'un'esistenza in tempesta, dal fondo D'ogni bene e d'ogni male fu attinto Il mistero che ancora mi lega, Dal torrente o dalla fontana, Dal pendio rosso del monte, Dal sole che mi girava e rigirava attorno Nel suo autunno d'oro tinto, Dal lampo del cielo Che in volo mi passava e ripassava accanto, Dal tuono e dalla tempesta, E dalla nube che (azzurro Era il resto del cielo) in demone Si trasformò ai miei occhi. (Solo - E. A. Poe)
 
 
Fior_di_Spina
Fior_di_Spina il 03/03/12 alle 19:15 via WEB
Splendidamente Vera.
 
Scheggia_Nera
Scheggia_Nera il 27/02/12 alle 21:45 via WEB
Vite Perdute, come Ombre che vagano nella nebbia inseguendo l'odore del mare
 
 
Fior_di_Spina
Fior_di_Spina il 03/03/12 alle 19:14 via WEB
Vita dimenticata dalla Mia Stessa Vita.
Così Unici nella nostra Solitudine...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

TAG