L'amore

AL TEMPO DEL COLERA

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

 

Porfirjorubi (il clone) mi scrive ...

Post n°32 pubblicato il 03 Luglio 2010 da Ariza_Florentino
 

a me sembra che lei abbia notevoli problemi a relazionarsi con il prossimo, forse è per questo che si interessa tanto di psicologia, perchè ne ha bisogno. io non sono una signorina e non sono illibato, non so cosa glielo faccia pensare e francamente non mi interessa, però ho notato che non ha risposto alla mia domanda, il che mi fa pensare che quello che venga scritto sul forum, riguardo la sua presunta vigliaccheria (credo lo abbia scritto birichina100, ma anche geddylee.1967), sia vero. mi dispiace molto, abbiamo più o meno la stessa età (anche se sul profilo ho barato sull'età), e mi aspettavo di parlare con un uomo, non con un quaquaraqua.
buon pranzo. 

PorfirJorubi il baro

 

 

Qui nulla di quello che è così è così.

William Shakespeare

 
 
 

Leggenda universitaria.

Post n°31 pubblicato il 02 Luglio 2010 da Ariza_Florentino
 

Esame di medicina.

"Mi parli dell'apparato genitale maschile."

"Si, dunque, è composto da un osso ...".

"Le sarà sembrato signorina ..."

 
 
 

Consigli sulla felicità.

Post n°30 pubblicato il 30 Giugno 2010 da Ariza_Florentino
 

Com'è noto i mali diventano più leggeri quando sono sopportati in comune: tra questi mali sembra che la gente ponga anche la noia; per questo si raduna, per annoiarsi insieme. Come l'amore della vita, in fondo, non è altro che il timore della morte, così anche l'impulso alla socievolezza da parte degli uomini non è, in fondo, un impulso diretto, non si basa infatti sull'amore per la compagnia, ma sul timore della solitudine, perché non si cerca tanto la presenza degli altri, quanto si fugge la desolazione e l'oppressione della solitudine, insieme con la monotonia della propria coscienza. Per sfuggirle ci si accontenta anche di una cattiva compagnia, e ci si rassegna a quanto di fastidioso e di costrittivo ogni compagnia necessariamente implica. Se invece prevale il disgusto per tutto ciò e ci si abitua a essere soli; se si resiste alla prima impressione, sicché la solitudine non produrrà più gli effetti descritti sopra, allora si riuscirà a star soli sempre con il massimo piacere, senza più desiderare la compagnia: sia perché lo stare insieme agli altri non è un bisogno naturale, sia perché ci si è abituati ai benefici effetti della solitudine.

Si potrebbe anche dire che, essendo ciascuno solo una piccola frazione dell'idea di umanità, ha bisogno di intregarsi con gli altri perché ne risulti, in qualche modo, una coscienza umana completa; chi invece è un uomo completo, un uomo par excellence, rappresenta una unità indivisibile, e quindi è autosufficiente. Sotto questo aspetto si può paragonare la società, nel suo tradizionale conformismo, a una banda russa di corni, nella quale ogni strumento ha un solo tono e la musica scaturisce dalla perfetta sincronia di tutti i suoni. Infatti lo spirito della maggior parte degli uomini è monotono come quei corni, e sembra che molti abbiano in testa sempre e solo un unico pensiero e che siano incapaci di concepirne un altro. Questo spiega non solo perché essi siano così noiosi, ma anche perché siano tanto socievoli e amino procedere in branco: the gregariousness of mankind. E' la monotonia del proprio essere a riuscire loro intollerabile: omnis stultitia laborat fastidio sui; solo mettendosi insieme essi sono qualcosa - come quei cornisti russi. Invece l'uomo intelligente è paragonabile a un virtuoso che esegue il suo concerto da solo; oppure è simile al pianoforte. Infatti, come questo strumento è una piccola orchestra, così quell'uomo è un mondo in miniatura, e ciò che tutti gli altri sono grazie alla cooperazione, egli lo rappresenta nell'unità di una coscienza singola. Come il pianoforte, egli non è una parte dell'orchestra, ma è adatto per gli assolo; se deve collaborare, può farlo solo nel ruolo principale con l'accompagnamento degli altri, come il pianoforte appunto; o, come questo, interveniene per dare il la nella musica vocale. Chi peraltro ama la compagnia può trarre, dal nostro paragone, la seguente regola: ciò che scarseggia in qualità nei membri della propria cerchia, dev'essere in qualche modo rimpiazzato dalla quantità. E' sufficiente frequentare un'unica persona, se veramente intelligente, ma se non si trova altro che gente di qualità ordinaria, sarà bene averne molti campioni, affinché dall'assortimento e dalla cooperazione sortisca qualcosa di buono - sempre in analogia alla musica di corni sopra descritta - e che il Cielo ci conceda la pazienza necessaria.

Arthur Schopenhauer

 
 
 

Il ventaglio di Lady Windermere

Post n°29 pubblicato il 29 Giugno 2010 da Ariza_Florentino
 

"Quando gli uomini rinunciano alle cose piacevoli, rinunciano anche al pensiero di ciò che è piacevole."

Oscar Wilde

 
 
 

Il cervello e l'accoppiamento.

Post n°28 pubblicato il 28 Giugno 2010 da Ariza_Florentino
 

Nel corso di milioni di anni la selezione naturale ha fatto si che l'attenzione degli uomini si concentri sulle femmine fertili, e i maschi di oggi non sanno che quando osservano una donna sono biologicamente portati a focalizzarsi su alcune caratteristiche indicative di salute riproduttiva: i ricercatori hanno scoperto che l'attrazione per una figura a clessidra - seni grossi, vita sottile, ventre piatto e fianchi pieni - accomuna gli uomini di tutte le culture, poiché questo tipo di fisico comunica al cervello maschile che la donna è giovane, sana, e probabilmente non incinta di un altro uomo.

In realtà quando la corteccia visiva di un maschio nota una donna come sopra descritta non ha in testa "solo quello", ma semplicemente che ... quando  il cervello  di un uomo entra in modalità "ricerca di una compagna" fornisce l'impressione che sia proprio così.

L. Brizendine

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Ariza_Florentino
Data di creazione: 04/06/2010
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

AVV_PORFIRIORUBIROSAassuntaolgacecile69cassetta2nonnorinodon.francobjanka100channelfybvbtendeApriti_allartegiada_marina10gcristina_2014saimon.gsBarone_Quattropallematrix015
 

ULTIMI COMMENTI

FOTTITI GRANDE BASTARDO!
Inviato da: pluribannato_segato
il 05/10/2010 alle 19:03
 
Sacrosanta verità. Oggi basisco anche io.
Inviato da: arysound
il 09/07/2010 alle 10:13
 
a volte (...) diamo per scontato che si conosce cio'...
Inviato da: arysound
il 08/07/2010 alle 16:37
 
E' indubbio che nella fanciullezza fin dopo i...
Inviato da: Ariza_Florentino
il 06/07/2010 alle 10:41
 
Cercare il consenso pubblico è un modo per rafforzare...
Inviato da: arysound
il 06/07/2010 alle 09:48
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom