Creato da attoruncolo il 05/08/2005
recitare senza fingere

Appuntamenti

dal 25 Novembre al 4 Dicembre 

ore 21.oo , domenica alle 17,oo

al Teatro Nuovo Colosseo di Roma

 Condominio

 Occidentale

liberamente tratto dal romanzo omonimo di Paola Musa

soggetto e sceneggiatura di Paola Musa e Tiziana Sensi 

musiche originali di Dario Rosciglione

regia di Tiziana Sensi e Angelo Libri

 Roma: una compagnia di attori non vedenti, ipovedenti e normodotati porta in scena Condominio Occidentale, uno spettacolo sulle nuove povertà, in occasione dell’anno europeo dedicato alla lotta a questa minaccia sociale. Un progetto polivalente e versatile, per vedere il nostro tempo con occhi diversi.

Lo spettacolo vanta il sostegno di Teatro Senza Barriere, un’iniziativa nata al Cinema, che rende lo spettacolo accessibile anche a non vedenti (dotati di una cuffia a onde radio) e non udenti (grazie ad un sistema di didascalie).

Info e prenotazioni: 

tel. 340.66 47 077

condominio.occidentale@gmail.com

Il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, ha destinato l'Alta Medaglia, quale suo premio di rappresentanza, allo spettacolo “Condominio Occidentale”

 Evento facebook:

https://www.facebook.com/groups/304987809526176/members/#!/event.php?eid=186932568058698

 

Gerri

Contatta l'autore

Nickname: attoruncolo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 44
Prov: RM
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Graditi contributi!!!

- Ogni pensiero è gradito!
- Vangelo=Buona Notizia!
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19prefazione09cassetta2m12ps12marabertowMiele.Speziato0poeta_sempliceabovetherainbowgiovanni80_7moon_Iannozero53THE_QUEEN_OF_SPADESmarinovincenzo1958m0n0liteILARY.85
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

« CONDOMINIO OCCIDENTALECONDOMINIO OCCIDENTALE -... »

CONDOMINIO OCCIDENTALE - RECENSIONI

Post n°218 pubblicato il 29 Novembre 2011 da attoruncolo

http://www.romacheverra.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=1024%3Ain-scena-un-condominio-speciale&Itemid=58

 

Romacheverra.it

di Mariapaola Cullmann

Da questa sera sino al 4 dicembre al Colosseo Nuovo Teatro di Roma andrà in scena “Condominio Occidente”, lo spettacolo teatrale per la regia di Tiziana Sensi tratto dall’omonimo e più volte premiato romanzo di Paola Musa. Dopo il successo registrato nella stagione passata, una speciale compagnia di 16 attori porterà di nuovo sul palcoscenico il difficile tema dell’emarginazione sociale e delle contraddizioni della nostra società.Lo spettacolo nasce da un progetto teatrale che coinvolge giovani attori non vedenti, ipovedenti e normodotati ed esplora tematiche sociali focalizzandosi su due ambiti solo apparentemente diversi, quello della povertà e quello della disabilità, ma che trovano un tratto comune nella difficile integrazione sociale di coloro che le vivono. Protagoniste della storia sono Anna e sua figlia Aurora, che dalla loro realtà borghese vengono scaraventate in una realtà completamente diversa, in un mondo dove tutto le certezze che costituivano in precedenza la loro vita quotidiana vengono meno all’improvviso costringendole ad abbandonare la loro casa e a vivere in una macchina. Condominio Occidentale è un campo per senza tetto, il nuovo mondo delle due protagoniste, che avranno a che fare con vite e storie estranee a loro e lontane fino a poco tempo prima, un microcosmo fatto di uomini, donne, figli, individui normalmente invisibili ai nostri occhi miopi fin tanto che i cambiamenti della vita non ci costringono ad aprire gli occhi. Un luogo dove storie diverse sono accomunate da una stessa realtà, quella della povertà, che porta con sé solitudine, vergogna, paura dell’ignoto e di perdere la propria dignità, un luogo dove tuttavia si creano nuove relazioni umane, un nuovo senso della comunità costituita da individui diversi che cercano di convivere e di condividere tra loro paure e speranze. "Siamo consapevoli che la storia narrata nello spettacolo non può indicare soluzioni a problemi così grandi - spiega Paola Musa, autrice del romanzo da cui l’opera teatrale è tratta - ma possiamo portare la nostra esperienza di gruppo teatrale che vive la convergenza di mondi apparentemente lontanissimi e ha scoperto quanto sia vero che prima di definirci società, dobbiamo nuovamente riconoscerci come comunità di persone, di individui, con gli stessi bisogni primari e uguale diritto alla dignità".Come spiega inoltre la regista dell’adattamento teatrale del romanzo: “Questo spettacolo è uno spunto per sensibilizzare i giovani a tali argomenti, affinché l'esperienza dell'altro sia un arricchimento e non motivo di paura e rifiuto. Affinché diventino protagonisti del proprio futuro superando le ingiustizie e tutte le barriere della diversità". L’opera teatrale pone dunque l’accento anche su un altro aspetto dell’integrazione sociale, quello tra mondo della disabilità e dei giovani, nel tentativo di abbattere barriere e pregiudizi su tutto ciò che ci appare estraneo.Il progetto, che si oppone ad ogni emarginazione, gode del sostegno del Presidente della Repubblica che ha conferito l'Alta Medaglia allo spettacolo teatrale, e del patrocinio della Comunità Europea e dell'Unione Italiana Ciechi. Oggi, serata di debutto dello spettacolo e giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

 

 

Roma 25 novembre 2011

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Hactor/trackback.php?msg=10847011

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963