Creato da lapietraia_07 il 05/01/2011

La Pietraia Alghero

Storia del quartiere La Pietraia di Alghero

 

« Significato di "Cuguttu"L'E.T.F.A.S. »

L'AZIENDA AGRICOLA DI MARIA PIA

Post n°15 pubblicato il 10 Gennaio 2011 da lapietraia_07
 

Dal 1864 il territorio di Cuguttu fu bonificato e lavorato dai detenuti. Erano stati costruiti numerosi edifici: la Centrale che era il caseggiato principale, le stalle per il bestiame e altri locali di lavoro.  Pare che, tra l'altro, a Cuguttu si coltivasse tabacco e sembra che la pineta di Maria Pia sia opera dei carcerati.

Tutto ciò finì nel 1933. Vediamo perché. 

L'AZIENDA AGRICOLA "MARIA PIA"

 Con la legge 30 novembre 1933 n. 1719 il Governo (ricordiamo che siamo in periodo fascista) istituì l'Ente Ferrarese di Colonizzazione con il compito di trasferire in Sardegna il più gran numero possibile di contadini ferraresi per venire incontro alla loro necessità di trovare nuove terre da coltivare.
Per l'insediamento furono individuati i terreni già trasformati dalle colonie penali all'aperto di Castiadas, di Isili e di Cuguttu.
In realtà poi ad Isili e Castiadas non vi fu alcun intervento, mentre sui 197 ettari di Cuguttu arrivarono ben presto otto famiglie ferraresi.
Nacque così nel 1934 l'Azienda Agricola di Maria Pia.
Il caseggiato della Centrale dell'ex colonia penale divenne una cantina dove si produceva il vino, e le stalle furono sopraelevate al fine di costruire gli alloggi per alcuni coloni.
Nel terreno si coltivavano piane foraggiere, tabacco e piante da orto. Nella laguna operavano pescatori provenienti da Oristano che producevano botariga.

Maurice Le Lannau, nel suo libro "Pastori e contadini in Sardegna" (1941) fa una breve descrizione di alcuni lavori. Sentiamo che cosa dice.
"Si è proceduto alla bonifica dello stagno litoraneo del Calich nel quale si versa il Rio Filibertu, e di cui sono stati migliorati gli sbocchi a mare. Nel resto della zona ci sono, sulle parti argillose della pianura, alcune paludi intermittenti... Un canale di drenaggio, che viene scavato seguendo l'asse della pianura, basterà a prosciugarle definitivamente."

 Ma sentiamo ancora che cosa dice Le Lannau quando analizza i risultati delle bonifiche sarde:
"Agronomi sardi hanno già sottolineato il fallimento di questa speranza. I calcoli di M. Sattin (Sassari 1936) ... rendono conto di questo passivo di 3450 lire annue (del 1936, quando un quotidiano costava 30 centesimi) per ogni ettaro di terreno trasformato nella bonifica della Nurra."
In effetti i risultati economici furono inferiori alle aspettative. Se poi si aggiunge la secolare piaga della malaria, si possono individuare in parte le motivazioni che indussero alcune famiglie ferraresi ad abbandonare le case coloniche della bonifica per altra destinazione.
Nel 1943 l'Ente Ferrarese diventò Ente Sardo di Colonizzazione e coloni sardi occuparono le case lasciate dai ferraresi.

Per vedere la pianta della zona bonificata occorre accedere al blogspot:

http://la-pietraia.blogspot.com

 

Negli anni ottanta la centrale dell'ex Colonia Penale fu sede dell'emittente televisiva Tele Riviera del Corallo, ed attualmente è occupata abusivamente da alcune famiglie.
Aggiornamento 2004
Dopo il rifacimento della strada che costeggia il Calich, che è stata intitolata al pugile algherese campione del mondo Tore Burruni, sono stati intrapresi lavori di ristrutturazione del caseggiato della Centrale liberato dalle famiglie.

Dopo la ristrutturazione il caseggiato è diventato una struttura ricettiva per turisti, Villa Maria Pia. 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

ULTIME VISITE AL BLOG

pablo821tholos19941catcosmoimmobiliaremattia.malacridaapwebsoftaicascinariortu.anglapietraia_07naitana.elenaamiciverdeart_itkipinotempestadamore_1967
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom