Creato da nik35edintorni2008 il 11/07/2008

35 & Dintorni...

Il blog della stanza 35



I made this widget at MyFlashFetish.com.

 

 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

Scomparsa???
Inviato da: lubopo
il 22/06/2016 alle 11:52
 
i nemici ti incontrano e cercano di trovarti un...
Inviato da: tencarossella
il 27/08/2010 alle 07:53
 
Un abbraccio grande....ti siamo tutti vicini...ti...
Inviato da: harael13
il 19/08/2010 alle 00:17
 
un abbraccio forte Stefano... *
Inviato da: tartina6
il 19/08/2010 alle 00:16
 
Stefano.......ti abbraccio....
Inviato da: radicchia78
il 18/08/2010 alle 22:28
 
 

ENTRA NELLA STANZA 35

Clicca sul logo

per entrare in

35 & Dintorni!!!

 

FACEBOOK

 
 

 

« Cosmetici e sperimentazi...Ciao Sandra Mondaini »

Venerdi 17

Post n°160 pubblicato il 17 Settembre 2010 da nik35edintorni2008

Il numero 17, in particolare abbinato al giorno venerdì, è un numero ritenuto particolarmente sfortunato in Italia e altri paesi di origine greco-latina. Esistono diversi pregiudizi legati ad esso, principalmente legati alla cultura popolare e alla superstizione. In particolare il venerdì 17 è una ricorrenza considerata particolarmente sfortunata, in quanto unione di due elementi ognuno dei quali estremamente negativo: il Venerdì Santo (dato della presunta morte di Gesù) e il numero 17. Una simile situazione si ritrova nei paesi anglosassoni nei confronti del numero 13.

Già nella Grecia antica il numero 17 era aborrito dai seguaci di Pitagora in quanto era tra il 16 e il 18, perfetti nella loro rappresentazione di quadrilateri 4×4 e 3×6.

Nell'Antico Testamento è scritto che il diluvio universale cominciò il 17 del secondo mese (Genesi, 7-11). Sempre secondo la Bibbia, di venerdì sarebbe morto Gesù. Viceversa, secondo la Cabbala ebraica, il 17 è un numero propizio, in quanto ché è il risultato della somma del valore numerico delle lettere ebraiche têt (9) + waw (6) + bêth (2), che lette nell'ordine danno la parola tôv "buono, bene".

Sulle tombe dei defunti dell'antica Roma era comune la scritta "VIXI" ("ho vissuto", cioè ora "sono morto"...): durante il Medioevo le popolazioni Italiane che avevano abbandonato il latino in favore dei dialetti e che attraversavano un periodo storico caratterizzato da analfabetismo, confusero tale iscrizione con il numero 17 (rappresentato da "XVII" nel sistema di numerazione romano).

Nella Smorfia napoletana il 17 è sinonimo di "disgrazia".

È così giunta fino ai nostri giorni la credenza superstiziosa per cui il numero 17 sia un simbolo di sventura.

Il Venerdì 17 è una superstizione tipicamente italiana, non riscontrabile altrove: nel mondo si ritrovano infatti altre date ed altri numeri "negativi". Si è già detto di "venerdì 13" nei paesi anglosassoni, mentre in Spagna (paese anch'esso dalle radici latine e cattoliche), Grecia e in Sudamerica il giorno sfortunato è invece "martedì 13".

Insomma non è vero ma ci credo

(Tratto da Wikipedia)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/LaStanza35/trackback.php?msg=9276947

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento