Un blog creato da lauretta_stella1993 il 27/07/2007

Laura

Ho 15 anni...qualcuno dice cjhe ne dimostro meno, qualcuno dice k ne dimostro di più...a volte posso sembrare più matura, a volte più stupida... Boh so solo che le cose a cui tengo di più sono i miei amici, io senza amici non vivo... Mi piace la musica anche se la mia cultura musicale è solo agli inizi... Sono io e basta...non amo darmi etichette, non amo classificarmi...

 
 
 
 
 
 

Queste siamo io e la

mia Tappetina!!!

 
 
 
 
 
 
 

TRUZZI AL ROGO PUNK AL POGO

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

MUSIC=LIFE

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

KURT SIGARETTA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

PINK METAL

 
 
 
 
 
 
 

GRUNGE IS DEAD

 
 
 
 
 
 
 

PUNK FOR 2

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

LOVE QUEEN

 
 
 
 
 
 
 

BORSA MALLORCA

 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Messaggio #107Messaggio #109 »

Post N° 108

Post n°108 pubblicato il 02 Novembre 2008 da lauretta_stella1993

Ok, diamo un taglio al passato...
Come dice la fede si chiude un capitolo e se ne riapre un altro,
E' giusto mettere in un cassetto ci˛ che ho passato
non cancellarlo, no mai... x˛ metterlo via.


Non posso continuare ad avere l'ombra della nostra storia addosso.
Cerco di andare avanti e lei Ŕ sempre lý, che tenta di buttarmi gi¨,
ad ogni gesto, ogni frase, ogni oggetto, ogni ricordo.


Continua a seguirmi quest'ombra,
come se non potessi fare a meno di lei, ed Ŕ vero...
E' per questo motivo che non canceller˛ nulla,
perchŔ non Ŕ ci˛ che voglio...


Per˛ Ŕ ora di dire basta a questa continua agonia.


Ho bisogno di essere felice, voglio essere felice;
ma quando sto bene, sono contenta, deve sempre esserci
un motivo per cui buttarmi gi¨...


Ricordi che siáschiantano su di me e tentano di farmi male.
Tentano di uccidermi.
Ogni volta pi¨ violentemente.


E la mia razione Ŕ sempre uno sfogo interno,
sento bruciore dentro, sento il sangue che arriva al cervello.


Voglio chiudere e basta.


Ora c'Ŕ un'altra persona vicino a me e voglio lasciarmi andare,
voglio viverla con felicitÓ questa storia, voglio crederci...

Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 
 
 
 
 

NIRVANA

 
 
 
 
 
 
 

VANS

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

Questo amore
Cosi violento
Cosi fragile
Cosi tenero
Cosi disperato
Questo amore
Bello come il giorno
E cattivo come il tempo
Quando il tempo Ŕ cattivo
Questo amore cosi vero
Questo amore cosi bello
Cosi felice
Cosi gaio
E cosi beffardo
Tremante di paura come un bambino al buio
E cosi sicuro di sÚ
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte
Questo amore che impauriva gli altri
Che li faceva parlare
Che li faceva impallidire
Questo amore spiato
PerchÚ noi lo spiavamo
Perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
PerchÚ noi l'abbiamo perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Questo amore tutto intero
Ancora cosi vivo
E tutto soleggiato
E tuo
E mio
E stato quel che Ŕ stato
Questa cosa sempre nuova
E che non Ŕ mai cambiata
Vera come una pianta
Tremante come un uccello
Calda e viva come l'estate
Noi possiamo tutti e due
Andare e ritornare
Noi possiamo dimenticare
E quindi riaddormentarci
Risvegliarci soffrire invecchiare
Addormentarci ancora
Sognare la morte
Svegliarci sorridere e ridere
E ringiovanire
Il nostro amore Ŕ lÓ
Testardo come un asino
Vivo come il desiderio
Crudele come la memoria
Sciocco come i rimpianti
Tenero come il ricordo
Freddo come il marmo
Bello come il giorno
Fragile come un bambino
Ci guarda sorridendo
E ci parla senza dir nulla
E io tremante l'ascolto
E grido
Grido per te
Grido per me
Ti supplico
Per te per me per tutti coloro che si amano
E che si sono amati
Sý io gli grido
Per te per me e per tutti gli altri
Che non conosco
Fermati lÓ
LÓ dove sei
LÓ dove sei stato altre volte
Fermati
Non muoverti
Non andartene
Noi che siamo amati
Noi ti abbiamo dimenticato
Tu non dimenticarci
Non avevamo che te sulla terra
Non lasciarci diventare gelidi
Anche se molto lontano sempre
E non importa dove
Dacci un segno di vita
Molto pi¨ tardi ai margini di un bosco
Nella foresta della memoria
Alzati subito
Tendici la mano
E salvaci.
 

Jacques Prevert

 
 
 
 
 
 
 

METAL FOR 2