Creato da misteropagano il 20/09/2012

ÐEINAUTI

Solo in quanto gli uomini riescono ad offrire ebbrezza agli Dèi possono pretendere di attrarli sulla terra

 

« .- WOKE: Generate More.- il Dubbio di Balla »

.-Popcorn. Coniamo l'ottitudine

Post n°2496 pubblicato il 10 Marzo 2024 da misteropagano
 

 

 

 

 

Come l'inesperto allocco che vede il mondo la prima volta

ma non è tempo

non è solito

è turco

ma questo abbiamo in mano

l'albero e il teschio

scarpe usurate

ai piedi

per il tanto camminare

ma non è tempo

non è solito

è turco

Deh

il poeta 

il pagliaccio

delle parole

è turco

non è solito

non ha più tempo 

 per la verità

M͈ ͈iㆪ ͟🅟are
di dover segnalare
libertà aenti .


 

 

Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 11/03/24 alle 11:38 via WEB
Bellissima l'immagine
 
 
misteropagano
misteropagano il 11/03/24 alle 13:47 via WEB
grazie mille Jig ))
 
cassetta2
cassetta2 il 11/03/24 alle 12:19 via WEB
Nazim Hikmet?
 
 
misteropagano
misteropagano il 11/03/24 alle 13:48 via WEB
siamo scoiattoli?
 
Fanny_Wilmot
Fanny_Wilmot il 12/03/24 alle 12:41 via WEB
Bello tutto l'insieme (immagine, musica, poesia). Ma quei versi rimangono criptici, volutamente criptici?:)
 
 
misteropagano
misteropagano il 12/03/24 alle 14:16 via WEB
Sicuramente allegorici. Più che criptici, metafore (di profonda amarezza). Si prestano a diverse letture in particolare sull'aspetto sapenziale. Grazie))
 
virgola_df
virgola_df il 24/03/24 alle 16:07 via WEB
Ciao misti, che bel pagliaccio, il poeta, col suo rimare e rimare fa sorridere persino l'anima...
Buona Domenica delle Palme.
Un caro abbraccio intriso di maremare.
virgola
 
 
misteropagano
misteropagano il 31/03/24 alle 11:40 via WEB
Buona Pasqua n'Uova maremareMiss Virgola
 
ElettrikaPsike
ElettrikaPsike il 24/03/24 alle 22:10 via WEB
Anche se dalle parole e dall’immagine– splendidamente lambiccata ed enfatica- di puer e divin pagliaccio, adorato dall’arte e alimentato da essa, mortale ed eternamente partoriente di vita e bellezza, l’apparentemente ingenuo e inesperto Bagatto (?) guarda il mondo per la prima volta, chiedendosi se sia soltanto questo ciò che possiamo avere tra le mani: quell’albero che ci prometta un po’ di vita ed un teschio a ricordarci che le scarpe ai piedi sono diventate inaspettatamente logore per il lungo cammino e se, davvero, non sia più il momento (non lo è mai stato, ma ce lo siamo preso) per un poeta -forse il Matto, ma sempre turco estraneo e pagliaccio delle parole- che non ha più tempo per cercare un’altra verità, alla fine forse va bene così…Anche se siamo fuori luogo e asincroni con il contesto, gli scoiattoli ci dicono che va bene anche così, mist...Perché la vita non è uno scherzo ma tu, nel prenderla sul serio, come ogni anima nuda e divina, non devi aspettare qualcosa, perché già sei di fuori e nell’al di là. Ed allora si, in quel modo, non avremo altro da fare che vivere...e coniare l’ottitudine… P.S. Ma chissà se l’augurio di sviluppare una nuova prospettiva, un nuovo atteggiamento ed un nuovo modo di pensare sarà stato colto...
 
 
misteropagano
misteropagano il 31/03/24 alle 11:47 via WEB
cara Amica sempre ho il sospetto che la nostra mente sia più veloce del tempo. Riceviamo input continui ed evoluti (che è futuro) mentre non possiamo che vivere un certo tempo presente, quasi già passato. Per ciò l'aspetto sapienzale resta l'arcano n'uovo.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

o di assist
Inviato da: misteropagano
il 09/05/2024 alle 08:57
 
un bel genere di...assistito
Inviato da: misteropagano
il 07/05/2024 alle 22:27
 
Tu mi hai salvato con una spada nel cuore. Ho sentito tutto...
Inviato da: cassetta2
il 07/05/2024 alle 17:38
 
Questioni delicate, e che per altri versi portano scontri...
Inviato da: misteropagano
il 07/05/2024 alle 11:40
 
E ci siamo, il caso in oggetto è anche più complesso, e...
Inviato da: misteropagano
il 06/05/2024 alle 22:11
 
 

AREA PERSONALE

 

 

 

Tenetevi gli uni accanto agli altri, ma non troppo vicini, così come le colonne del tempio si ergono a distanza, come il cipresso e la quercia non crescono l'uno all'ombra dell'altro

.- sul ciglio l'intero

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963