Creato da: massimo.maneggio il 21/11/2008
spazio autonomo di un giornalista senza sponsor...
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

cosa99massimo.maneggioeric65vFLORESDEUSTADLaStanzaChiusamassimiliano650tempestadamore_1967prefazione09MAGNETICA_MENTE.2017nurse01paperikhletizia_arcurimarco1961dgl1NonnoRenzo0Stratocovers
 

Ultimi commenti

Anche se ovviamente tifo Ferrari, onore al merito, il...
Inviato da: Mr.Loto
il 16/11/2020 alle 11:05
 
Molti hanno trovato l'amore online. Invece io ho...
Inviato da: cassetta2
il 25/12/2019 alle 16:56
 
very nice
Inviato da: brand118
il 18/09/2019 alle 10:14
 
tnx
Inviato da: nihad118
il 18/09/2019 alle 10:11
 
Me lo ricordo bene, ero poco pi¨ che ventenne quando Scirea...
Inviato da: Mr.Loto
il 02/09/2019 alle 18:03
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Messaggi di Settembre 2021

 

Bisignano - quattro prioritÓ per i candidati a sindaco

Post n°1573 pubblicato il 19 Settembre 2021 da massimo.maneggio

Sono Annamaria Gaccione, candidata nella circoscrizione Nord con il gruppo “Tesoro Calabria”. La mia scelta di candidarmi alle elezioni regionali non esclude comunque un certo interesse per le elezioni comunali della mia città, Bisignano.

Il mio augurio ai candidati a sindaco è di compiere una campagna elettorale all’insegna del rispetto, dei contenuti e della buona politica. Proprio per questo, molti sono ancora i temi inevasi o spesso non completamente considerati ma che meritano una grandissima attenzione.

Rivolgo un appello ai candidati a sindaco in merito a quattro punti non più rimandabili:

1)      Non si può più sottovalutare quanto accade sul fronte sanitario. L’emergenza dovuta alla pandemia ha purtroppo messo in secondo piano un depotenziamento dei servizi offerti dal poliambulatorio locale. La struttura bisignanese ha sempre meno professionisti e dottori, costringendo così l’utenza a doversi spostare continuamente o rimandare ad eternum visite e controlli di primaria urgenza. Chiedo ai candidati quali saranno le contromisure una volta eletti: questi sono problemi primari e non più trascurabili.

2)      La questione ambientale è un altro tema che deve necessariamente essere chiarito, sia sui palchi nonché nelle intenzioni. Senza se e senza ma, c’è bisogno di una politica che chiarisca le priorità di questa comunità: i casi legati alla depurazione ci confermano come abbiamo bisogno di un nuovo modo di affrontare l’argomento. Legando la comunità a sani progetti e ad ammodernamenti necessari, non più prorogabili.

3)      Servono risposte anche sul fronte lavorativo. Perché alcune tematiche, come l’annosa vicenda della casa di riposo, tengono ancora banco. Soprattutto la classe politica del passato non è riuscita ad attrarre nuovi investitori in città, nonché ha puntato pochissimo sul rilancio del centro storico. Chiedo ai candidati a sindaco quali siano le contromisure per arginare un problema lavorativo tangibile: non è il politico che deve promettere posti di lavoro, ma il politico è tale se riesce a migliorare le condizioni di vita dei suoi cittadini.

4)      Collegandomi a quest’ultimo passo, chiedo ai candidati a sindaco quali saranno le iniziative per ripopolare Bisignano. I dati Istat legati al 2021 ci consegnano una città con meno di 10mila abitanti, che ha perso mille unità circa dal nuovo millennio in poi. E che ne perderà ulteriormente nei prossimi anni, se non saranno intraprese delle giuste contromisure.

Mi auguro di ricevere delle risposte concrete in merito ai punti sopra evidenziati, nell’interesse della cittadinanza tutta. 

Annamaria Gaccione

Candidata circ. Nord “Tesoro Calabria”

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Matrimonio albanese presto l'evento

Post n°1572 pubblicato il 16 Settembre 2021 da massimo.maneggio

Comunicato stampa “Matrimonio Arbëreshë”

Il matrimonio arbëreshë per un buon proposito futuro. Il Comune di Santa Sofia d’Epiro che, grazie al contributo Pac Calabria 2014/2020 Azione 1, riparte con un punto forte della sua tradizione.

Due giorni di studio e di confronto, ma anche di emozioni nel comune di Santa Sofia che, per volere dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Atanasio Sisca, punta alla riscoperta dei valori fondanti, abbinandoli a una promozione turistica di buon livello.

Venerdì 24 settembre alle 18 si terrà una tavola rotonda nei locali della biblioteca civica “Angelo Masci”, dibattendo sulla tutela delle minoranze linguistiche. Con “Riscopriamo il nostro antico patrimonio culturale per dare un futuro all’Arberia: iniziative e proposte” si cercherà di dare oltre i temi standard, proponendo anche soluzioni per il futuro.

Saranno presenti oltre al sindaco Sisca, l’ambasciatore dell’Albania dott.ssa Anila Bitri Lani, l’esperto di cultura e costumi arbreshe (e dir. artistico dell’evento) il prof Francesco Scorza, il docente Unical prof. Francesco Altimari, e il docente dell’Università di Palermo, il prof. Matteo Mandalà. A coordinare i lavori il giornalista Massimo Maneggio.

Domenica 26 settembre dalle ore 20 la rappresentazione del matrimonio arbëreshë. Un evento molto sentito in città, che coinvolgerà tanti ragazzi e tanti esperti, uniti nella consapevolezza di poter riportare in alto una pagina importante della propria comunità.

Amministrazione Comunale Santa Sofia d’Epiro

16/09/2021

Ulteriori info sui canali social: https://www.facebook.com/ComuneSantaSofiadEpiro/

https://www.instagram.com/comune_santasofiadepiro/?hl=it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Bisignano, furto sul Crati

Post n°1571 pubblicato il 07 Settembre 2021 da massimo.maneggio

Regione Carabinieri Forestale “Calabria”

- Gruppo di Cosenza -

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Bisignano: furto di materiale nel fiumeCrati. Due arresti

 

COSENZA 7 settembre 2021-  I militari della StazioneCarabinieri Forestale di Acri coadiuvati dai colleghi di Cerzeto e MontaltoUffugo hanno tratto in arresto due persone colte in flagranza di reato mentreprelevavano materiale inerte dall'alveo del Fiume Crati, in località Marinellanel comune di Bisignano (CS). I militari nel corso di un servizio mirato atto areprimere tali condotte illecite si appostavano dalle prime ore del mattinonell'alveo del Fiume Crati sorprendendo due soggetti nell'atto di trafugare ilmateriale inerte prelevato abusivamente dal greto fluviale, F. M. 46 anni e A.T. 59 anni.

Gli inerti venivanoprelevati dal greto del fiume con l’ausilio di un escavatore, caricati su unautocarro e successivamente depositati su un piazzale limitrofo in uso a unodei soggetti fermati titolare di una ditta di movimento terra e vendita dimateriale inerte. Si è proceduto quindi all'arresto dei due e al sequestropenale dei mezzi utilizzati per il prelievo furtivo degli inerti, circa 140 mc,illecitamente estratti dall'area demaniale. Sentita l'Autorità Giudiziaria idue soggetti fermati venivano posti agli arresti domiciliari ed in seguito dopola convalida degli arresti eseguiti veniva disposta la rimessione in libertàper entrambi, in attesa di processo, e la misura cautelare dell'obbligo dipresentazione alla polizia giudiziaria per il titolare della ditta di movimentoterra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Appello ai candidati a sindaco di Bisignano

Post n°1570 pubblicato il 05 Settembre 2021 da massimo.maneggio

APPELLOAI CANDIDATI A SINDACO DI BISIGNANO:

“PARTICOLAREATTENZIONE PER LE ZONE DI CONFINE”.

Quelladelle zone di confine tra Santa Sofia d’Epiro e Bisignano (in particolare per lecosiddette “zone a monte”) è una “triste” questione ormai nota a tutti. Talizone subiscono da anni un gradualeabbandono da parte delle istituzioni bisignanesi per via della lorocollocazione geografica. Numerosisono i disagi che i cittadini subiscono quotidianamente, a partire dalla scarsamanutenzione alle infrastrutture (con particolare riferimento alla viabilità) allamancanza della rete fognaria, alla carenza idrica che quest’anno ha raggiuntolivelli record (fino a 25 giorni consecutivi con i “rubinetti a secco” inalcune zone). In merito a quest’ultima problematica, tra l’altro, si segnalanoben tre interventi con il nostro mezzo autobotte presso alcune famiglie conanziani e bambini.

Tutti conoscono la mia idea diapportare una variazione di confine trai Comuni di Santa Sofia d’Epiro e Bisignano, ne avevo discusso più volte congli ex amministratori bisignanesi e, in un dialogo di recente, anche con ilsub-commissario prefettizio. Dirò di più, lo scorso mese di maggio stavo per riunireil Consiglio comunale che presiedo per poterne discutere anche coinvolgendo icittadini residenti in tali zone. Un’idea poi sfumata a causa della crisipolitica all’interno dell’amministrazione comunale bisignanese e al successivoscioglimento del consiglio comunale. Episodi che mi hanno reso doverosorimandare tale discussione al termine della crisi e del successivocommissariamento. Anche perché sarebbe stato scorretto approfittare dellamomentanea debolezza di un’amministrazione in crisi.

Ora però i tempi sono maturi perrinnovare la discussione e ridare aqueste zone, una volta per tutte, la giusta dignità che meritano. Ilprossimo mandato amministrativo che sta per nascere sarà cruciale per porrefine ai gravi e persistenti disagi.

Due sono le soluzioni: interventi mirati, immediati econcreti nei confronti di tali zone da parte del Comune di Bisignano oppurel’inevitabile avvio del procedimento per la variazione del confine.

La prima, ovviamente, esclude laseconda. Anche perché l’obiettivo è soltanto uno, ovvero il benessere deicittadini.

Non è mia intenzione colpevolizzarenessuno, conosco bene le difficoltà e le problematiche che attanagliano inostri Comuni e so bene quanto sia difficile riuscire a garantire anche iservizi essenziali, soprattutto per le zone periferiche e distanti dal centroabitato. La principale causa del problema, infatti, non è l’inerzia amministrativa,ma – come accennavo in premessa – la collocazionegeografica di tali zone, portandole logisticamente a un distacco daBisignano per essere perfettamente integrate socialmente e logisticamente aSanta Sofia d’Epiro.

Tale dato di fatto, però, non develasciarci inermi in quanto formalmente è il Comune di Bisignano che in talizone ha competenza per la fornitura dei servizi essenziali. Di conseguenza, lacircostanza secondo cui il Comune di Santa Sofia d’Epiro si sostituisce ad esso(non solo ora, ma anche sotto la guida dei miei predecessori) non può passareinosservata.

Serve uno sforzo maggiore da parte dellafutura amministrazionebisignanese: servono interventi concreti e soprattutto azioni di supporto neiconfronti del Comune di Santa Sofia per quanto concerne i servizi daquest’ultimo offerti, primo fra tutti il servizioscuolabus.

In particolare, alla luce di quantoconstatato in questi anni, con la presente chiedo ai candidati a Sindaco e allerispettive liste di candidati alla carica di Consigliere Comunale di impegnarsi a garantire quanto segue:

- Interventi immediati e concreti sullaviabilità (che non siano semplicirattoppi o interventi di “fortuna”) finalizzati a garantire le condizioniminime di sicurezza della viabilità comunale e soprattutto a favorire icollegamenti da e verso queste zone;

- Supporto (giàdal prossimo avvio dell’anno scolastico 2021/202) tramite compartecipazione alle spese sostenute dal Comune di S. Sofia d’Epiroper l’espletamento del servizio scuolabus in tali zone (così come già previsto dalComune di Bisignano con Delibera di Giunta Comunale n. 222 del 11.11.2015);

- Realizzazione della rete fognaria (assente in gran parti di tali zone);

- Interventi mirati sulla rete idrica e sui serbatoi comunali per evitare (oquanto meno diminuire) l’insostenibile carenza idrica.

 

Ciò è quanto chiedo al futuro Sindacodi Bisignano. È ovvio che, senzarisposte concrete, il progetto di riordino dei confini comunali sarà prontamenteavviato, non potendo più sorvolare sui disagi sopra richiamati.

Rivolgo un caloroso “in bocca al lupo”a tutti i candidati a sindaco e ai rispettivi candidati alla carica diconsigliere comunale. Rivolgo a Voi un sentito augurio per una campagnaelettorale costruttiva e all’insegna del confronto politico.

 

Daniele Atanasio Sisca

Sindaco di Santa Sofia d’Epiro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso