**TEST**
Creato da crorama il 21/02/2013
Blog dedicato all'a condivisione di Fra Salvati

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

marco_84mcollettivohagaldiotima61phill76pistolero0dedalodgl11lorenzoguglielminaletizia_arcuriElemento.Scostantesybilla_cpsicologiaforenseStolen_wordsstrong_passionanmicupramarittimaLolieMiu
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

L'Essere Uomano

Post n°36 pubblicato il 19 Luglio 2016 da crorama
 

Siamo macchine biologiche guidate da anime che non danno nessuna importanza alla vita terrena.

Di fatto L'anima ha la consapevolezza dell'eternità, cosi come noi siamo consapevoli del fatto che se mettiamo la mano nell'acqua la bagniamo.

Le anime si distinguono tra giovani, meno giovani, e antiche e sono composte dalle esperienze/conoscenze che hanno conquistato nel corso delle varie incarnazioni. Il loro unico scopo è la reintegrazione ed essendo loro quelle che guidano i nostri corpi, ci faranno vivere ogni genere di dinamiche che possa portarle più vicine al loro traguardo, per loro, che si tratti di esperienze negative o positive non fa nessuna differenza. Se l'anima che guida il mio corpo dovesse aver bisogno che io vada in giro nudo con uno scoplapasta in testa, io lo farò. Per meglio comprendere questo aspetto dovete ricordare che l'anima vive con la consapevolezza dell'eternità mentre noi viviamo con la consapevolezze che moriremo nel giro di pochi decenni.

Meditando su quese parole potrete meglio comprendere la faslità del concetto di libero arbitrio il quale è figlio dell'avidità, dell'illusione egoica, o se vogliamo analizzarlo dal punto di vista storico, di gruppi religiosi che lo hanno adottatto,  promosso e mantenuto vivo per conquistare il potere attraverso il plagio.

Sinceramente e fraternamente

Fra Salvati

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Nascere e morire

Post n°35 pubblicato il 04 Giugno 2016 da crorama
 

Attualmente la nostra specie vive un disagio enorme a causa dell'ignoranza che regna sulla morte. Le religioni, che avrebbero dovuto sopperire a questa necessità assoluta, non sono mai state in grado di dare risposte ma anzi hanno creato ancora più ignoranza e confusione, fatta eccezione per l'induismo che, essendo una tradizione rimasta "abbastanza" integra (ovvero, un corpus di conoscenze proveniente dalle ere della comprensione che non ha subito totalmente il potere invalidante delle epoche buie), veicola ancora alcune verità fondamentali, tuttavia, si tratta comunque di una via impossibile per la maggior parte degli occidentali, i quali non possono usufruirne per diversi motivi.

Di fatto oggi, da una parte siamo in grado di compiere prodigi scientifici e tecnologici e dall'altra, continuiamo ad accettare le stesse teorie che avevamo nel medioevo ovvero quando facevamo i salassi ai malati. Uno scompenso mostruoso che agisce sul nostro subconscio creando delle dinamiche spesso spaventose.

In realtà, coloro che hanno visto e compreso, amano una frase che recita: è più facile morire che nascere - Immaginate di vivere in un luogo dove non esiste ignoranza, malvagità, malattie, cattiverie, dove non ci sono padroni ne ricchi ne poveri, dove tutti sanno di essere legati indissolubilmente e ne gioiscono, dove regna la pace profonda più autentica.

Fatto? ti prego prova ad immaginare.............................................................

Ora provate a pensare di doverlo lasciare per entrare in questo Mondo, diventerete un indifeso neonato e se vi va bene nascerete in salute e in un luogo dove non ci sono guerre e pestilenze, tuttavia non potrete parlare e farvi capire, non sarete autonomi, dipenderete totalmente da altri esseri viventi limitati. Lascerete l'assoluta libertà per entrare un copro fisico limitatissimo, se prima solamente pensando potevate essere dovunque all'istante, adesso non potete nemmeno camminare, avevate amici in grado di provare per voi dei sentimenti che sulla Terra non potrete conoscere, amici ed amori leggendari, una gioia perenne e incorrutibile, un potere indefinibile e dovrete lasciare tutto per venire qui. Di fatto nel momento in cui lascerete l'aldilà sarete confortati da due soli fatti, saprete che serve per la grande causa e soprattutto che durerà poco. 

Pensate adesso al momento in cui morirete( eliminate la sofferenza e le malattie, pensate solo al momento del trapasso). in men che non si dica chiuderete gli occhi, lascerete il corpo fisico, quello stesso che dovevate nutrire, liberare( pipi e pupu), vestire, curare, quello che si ammalava, che invecchiava ecc.... certo lasciate i vostri cari ma in realtà sono loro che vi lasciano, tra l'altro per un periodo brevissimo( voi sarete con loro come non mai). Ecco vedete già i trapassati che vi amano , hanno un sorriso che non avete mai visto sulla Terra e sono venuti per voi, attendevano intensamente questo momento che finalmente è arrivato, siete liberi, ora vi accompagneranno a casa dove vi aspettano tutti gli amori delle vostre numerose vite, mi fermo qui perchè finirei per scrivere per ore e ore. Per farla breve, noi siamo eterni, ovvero siamo anime che vivono per un certo periodo incarnate in corpi umani e poi ritornano nel luogo più stupendo, così bello che non si può definire, alcuni di voi pensano di saperlo, altri vorrebbero saperlo, in realtà tanto gli uni quanto gli altri non hanno ancora compreso quanto sia vera e meravigliosa la nostra storia.

Cari amici miei, in sostanza, comunque vada la vostra vita, in realtà voi siete degli esseri incredibilmente meravigliosi, amati da innumerevoli vostri simili che vi attendono impazienti, vorrei davvero poter condividere questa verità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Possessione ed esorcismo

Post n°34 pubblicato il 09 Dicembre 2015 da crorama
 

Esistono due tipi di possessione, la prima è quella che riguarda la quasi totalità degli esseri umani, la seconda invece è una forma più grave in cui un anima primitiva del piano terra ha preso possesso stabile dell'ospite

Dopo la morte diverse anime non raggiungono i livelli dell'aldilà, le persone che nella vita hanno dovuto manifestare dinamiche molto negative restano attaccate alla Terra, in quello che chiamo "piano Terra", il desiderio morboso di continuare a vivere le emozioni legate ai loro attaccamenti negativi, le tiene in quel luogo che gli esoteristi del XIX° Sec. chiamavano basso astrale. Queste anime sono forme pensiero ovvero non hanno un corpo e non sono libere, tuttavia, ssendo fatte di puro pensiero hanno la focaltà di influenzare i viventi ovvero di generare i pensieri di questi ultimi.

Se ad esempio ci troviamo ad analizzare il comportamente di un anima persona del basso astrale che è legata al cibo, la troveremo in prossimità ( o all'interno) di quella gente che mangia troppo, sarà li a pensare" ancora ancora", questa vuole appagare il suo desiderio di cibo e può farlo soltanto attraverso coloro che sono vivi, stesso dicasi per il sesso, la gelosia ecc.... ecc.....

Il secondo caso di possessione invece si verifica quando un anima molto primitiva del basso astrale( o altre entità di cui parlo solo oralmente) ha preso completamente il controllo del corpo ospitante, possiamo individuare queste persone dai loro occhi i quali manifestano quello che chiamo RETROCHIARO ovvero l'essenza di un secondo sguardo dietro a quello fisico. Queste persone possono vivere e lavorare normalmente per tutta la vita, naturalmente tuttavia, la loro esistenza sarà purtroppo dedicata alla soddisfazione dei bisogni dell'anima che le governa

In entrambi i casi è possibile intervenire eliminando le possessioni, attraverso la condivisione della conoscenza autentica trascendentale, la persona può persino elevare l'anima del basso astrale che la condiziona.

Gli esorcismi praticati dalle religioni monoteiste dogmatiche, così come quelli delle tradizioni animiste primitive, di fatto non liberano la persona ma anzi la mettono al servizio di una potenza più grande, in pratica, quando si tratta di veri esorcismi religiosi, le anime primitive vengono scacciate da entità più potenti ma non necessarimente positive, ovvero quelle che in modo occulto governano le stesse religioni

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Libero Arbitrio

Post n°33 pubblicato il 09 Dicembre 2015 da crorama
 
Foto di crorama

Il potere dell'essere umano si manifesta soltanto nel momento in cui questo accetta totalmente di non avere nessun potere.

Quando siete tristi, affranti, arrabbiati, quando i pensieri sono negativi e persistenti, fermatevi un attimo, dedicate un minuto del vostro soffrire a questa frase: "Tanto le cose vanno come devono andare, noi non possiamo fare niente per cambiarle, siamo costretti a viverle così come sono".

La religione Ebraica e le sue derivazioni Cattoliche e islamiche predicano da sempre l'accettazione tuttavia, in realtà, inculcano in modo stabile l'idea secondo cui noi abbiamo colpe e meriti, professano il libero arbitrio dandolo per certo, di conseguenza ci condannano a vivere sofferenze artificiali che rendono più drammatiche le vicissitudini della vita.

Facciamo un esempio: se dopo aver subito un torto continuiamo a pensare al come ed al perchè, se ci perdiamo nei labirinti mentali dei meriti e delle colpe, saremo costretti a soffrire pene inutili, in realtà quello che è successo doveva accadere, quindi perchè dovremmo dedicargli altro tempo? perchè dovremmo continuare a pensarci?

L'evento ci farà soffrire ma spesso la sofferenza più grande arriva dopo, nascerà proprio dai pensieri i quali per sfondare la nostra pace interiore usano l'ariete del libero arbitrio. In realtà noi tutti viviamo nell'illusione della separazione egoica, ovvero, siamo convinti di essere distinti dagli altri e liberi di agire. Le religioni dal canto loro, alimentano fortementa questa illusione condannandoci a soffrire molto più di quello che dovremmo. Coloro che si sono destati dall'illusione hanno visto che l'unità è una verità assoluta, ovvero che esiste solo un grande essere e noi tutti ne facciamo parte, se vorrete meditare su questa "informazione" sono sicuro che capirete ciò che intendo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Libero Arbitrio

Post n°32 pubblicato il 08 Dicembre 2015 da crorama
 
Tag: crorama

Il concetto di libero arbitrio è per l'appunto un concetto, tuttavia, a causa del martellante lavoro inquisitorio che dura da numerosi secoli, la nostra società lo ha assimilato come dato certo.

In realtà nessuno può sostenere la sua esistenza ne tanto meno provarla ma anzi, ogni forma di ragionamento logico porterà alla negazione evidente della sua esistenza.

Ciò che rende questo concetto cosi forte e radicato in una paura inconscia, ovvero quella di non avere più un attaccamento forte alla vita terrena, noi tutti infatti spesso neghiamo le verità scomode o meglio, ci teniamo ben distanti da quei ragionamenti che potrebbero portarci a scoprirle. La bramosia di potere che ha dato origine alle religioni ha sempre alimentato l'ignoranza che vede la sua massima espressione proprio nell'accettazione del libero arbitrio, immaginate di vivere un Mondo abitato da esseri umani consapevoli del fatto che gli eventi avvengono a prescindere, immaginate e vedrete che in questo luogo la vita è stupenda e le relgioni non esistono. 

Facciamo un esempio? bene, il mio capo al lavoro mi ha umiliato davanti a tutti.

la persona che crede nel libero arbitrio soffrirà durante l'umiliazione ma soprattutto dopo, quando continuerà a pensare al fatto che ormai è passato, alcuni potranno vivere male per giorni, settimane e anche mesi, assurdo no? In realtà, coloro che hanno compreso ed eliminato l'inquisizione di questo carceriere ( il libero arbitrio), soffriranno al massimo durante l'episodio ma poi basta, mentre quelli che si sono elevati oltre il muro dell'illusione egoica vedranno che quel capo in realtà è una stupenda anima intrappolata in una macchina biologica identificata, un autobus convinto di essere l'autista che a sua volta crede cecamente nel libero arbitrio ma di fatto, non è assolutamente libero di fare diversamente da quello che fa. Se vorrete meditare su questo post sono sicuro che troverete argomenti di riflessione interessanti. La tolleranza si raggiunge con la conoscenza e non con la fede.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso