Uniti vs. Parkinson

Blog dedicato alla malattia di Parkinson, allo scambio d'informazione, esperienze e consigli tra i propri malati. Arcadia era una provincia della antica Grecia. Con il passare del tempo è diventata il nome di un paese immaginario, creato e descritto da poeti e artisti, soprattutto del Rinascimento e del Romanticismo

 

ULTIME NOTIZIE PARKINSON

INFO PARKINSON

Raccolta d'informazione utile sulla malattia di Parkinson

 

 
INFORMAZIONI PER I PAZIENTI
Le risposte alle domande più requenti sulla malattia di Parkinson
Informazioni utili per i pazienti e le famiglie

Le cause della malattia di Parkinson
a cura del Prof. T. Caraceni e del Prof. F. Stocchi


Fuente ReteParkinson

 

UNISCITI AGLI AMICI DEL PARKINSON.

Puoi "piantare" la tua bandiera se sei un paziente, familiare, semplicemente amico o per dimostrare la tua solidarietá con i malati di Parkinson.

Solidarizzati! Metti la tua "bandiera" nel nostro FriendsMap. 

Uniti contro il Parkinson

Entra nel nostro FriendMap

Clicca direttamente il link qui sopra


 

TAG

 

 

« Google/ Sergey Brin: ris...Nuova versione del porta... »

Entro tre anni cellule staminali contro il Parkinson

Post n°50 pubblicato il 28 Settembre 2008 da myownarcadia

«Con le cellule staminali cerebrali presto si potranno curare malattie del cervello come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson e altre.»
Sanihelp.it - «Con le cellule staminali cerebrali presto si potranno curare malattie del cervello come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson e altre. Allo stato attuale delle ricerche, posso anche azzardare una data: le prime applicazioni per curare il morbo di Parkinson con l’utilizzazione di cellule staminali potranno cominciare fra tre anni».


E’ stato il neurofarmacologo Angelo Vescovi, direttore del laboratorio di ricerche sulle cellule staminali dell’Istituto San Raffaele di Milano, ad avanzare questa ipotesi nella tavola rotonda conclusiva alle «Giornate di studio del centro Pio Manzù».


OSTACOLI - Vescovi ha però premesso che la sua previsione è un azzardo, in quanto ci potrebbero essere molti ostacoli al procedere delle ricerche in questo settore in cui sono facili le polemiche e in cui le remore morali sono importanti quanto l’entusiasmo e spesso l’incoscienza di molti.
Per quanto riguarda le riserve morali che provengono da ambienti religiosi e no, ha ricordato che per lavorare sulle cellule staminali cerebrali non è necessario utilizzare gli embrioni. «Sin dal 1993 ho dimostrato che si possono isolare e selezionare ed espandere le cellule staminali cerebrali dai feti abortiti spontaneamente o dai cadaveri.
Sono disponibili nella sola Lombardia 40 feti ogni settimana. Quindi la materia prima sarebbe anche abbondante. Non c’è alcun bisogno di clonare embrioni. Da 50 mila cellule di partenza sono state generate, in un esperimento, tante cellule cerebrali (neuroni) sufficienti a ricreare ben tre cervelli umani».
Angelo Vescovi ha cominciato a occuparsi delle cellule staminali cerebrali sin dal 1991, prima di trasferirsi in Canada, all’Università di Calgary, per collaborare con il professore Chris Bjornson. Nel 1999 ha dimostrato che le cellule staminali cerebrali possono trasformarsi in cellule ematiche: i risultati dei suoi studi sono stati pubblicati dalla rivista scientifica Science . Dal 1998 è tornato a lavorare in Italia, all’Istituto «San Raffaele» di Milano. I suoi esperimenti attualmente sono diretti a dimostrare che le cellule staminali cerebrali «hanno grande capacità di espansione» e possono pertanto sostituire i neuroni malati.



GLI ESPERIMENTI - «Le cellule poi possono essere ingegnerizzate. In altre parole si può trovare il sistema di superare il rigetto - ha aggiunto Vescovi -. E’ vero però che le altre cellule, per ora, presentano maggiori difficoltà». In Italia comunque non ci sono protocolli applicativi sull’uomo, ma, essendo ancora in una fase di ricerca e sperimentazione su animali, c’è ancora molta segretezza.

«Il pericolo vero è l’inflazione degli staminologi - sottolinea il ricercatore -. Nell’agosto 2000 gli esperti erano appena 10-15. Oggi sono più di mille. Si evince che non hanno più di un anno di esperienza. Se ci scappa il morto si blocca tutta la ricerca. E sarebbe un vero disastro».



LE POLEMICHE - A polemizzare con tutti, dichiarandosi «perseguitato», è stato il ginecologo Severino Antinori che ha rilanciato il suo progetto di clonazione umana (la chiama «riprogrammazione genetica a scopo terapeutico») sulla base di un dato scientifico nuovo, cioè lo studio del ricercatore americano Keith Killian, della Duke University, pubblicato il 15 agosto sulla rivista «Human molecular genetics» secondo il quale la clonazione sui primati e sull’uomo sarebbe più facile che su bovini, roditori, ovini, per i quali il rischio di malformazione è molto più alto. «Ci sono già una decina di Paesi che mi chiedono di andare da loro a proseguire i miei esperimenti». Quali? «Non lo posso dire».
di Marco Tarantola

ultima revisione: 20-03-2008

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/MyOwnArcadia/trackback.php?msg=5531685

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
cocca2006
cocca2006 il 28/09/08 alle 21:05 via WEB
Antinori cerca sensazionalismo ( e soldi...)... per il resto, purtroppo temo che al momento sia difficile capire se e quando... ma io sono certa che accadrà... le malattie degenerative del snc sono, al momento, al centro dell'interesse della scienza: sono certa che presto ci sarà una svolta. Mi auguro solo che sia verso la guarigione... si sa, i detentori del denaro sono le case farmaceutiche, ed hanno tutto l'interesse ad avere malati cronici piuttosto che guariti... ma di questo abbiamo parlato un pò di tempo fa. Come stai? un abbraccio forte. :O)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: myownarcadia
Data di creazione: 18/11/2007
 

AVANTI! TOCCA A TE! CORRI PER IL PARKINSON


 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

PARKINSON'S DIGEST

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

NON TUTTO È PK

Una selezione di "Chicche" d'autore.

Se avete delle segnalazioni da aggiungere a questo spazio, sono benvenute.

Monty Python Always Look at the bright side of life 

Monty Python - Colloquio di lavoro

Fantasie sessuali di un friki..

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: myownarcadia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 55
Prov: EE
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

selly20090fracarlettosergiofedeli.procivangela.dannunziomissionarierograffaele.gherifelicelsandro364Oxumare81pinuccia.stfranchiniannaatgk32liborio_1971SEMIRE62