Creato da ulissee01 il 20/08/2008

PRODOTTI ECOLOGICI

Detersivi e Cosmetici

 

 

« Messaggio #14Messaggio #16 »

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 12 Ottobre 2008 da ulissee01

LA DRAMMATICA SITUAZIONE DELLE API

di C. Andrea Eremita

La natura, nel corso del tempo, può permettersi di rinunciare ad alcune specie animali. È naturale che alcune forme di espressione della vita lascino il posto a nuove forme, così come è naturale che un uomo nel corso del tempo maturi e crei nuove idee. Ma al presente stadio evolutivo la natura non può permettersi di perdere le api.

Le api sono un fondamentale pilastro della vita su questo pianeta. Senza le api la natura è come un’automobile che perde una ruota: fa ancora qualche metro e poi, senza controllo, si schianta. E con essa si schianta anche il suo passeggero privilegiato, l’uomo, con tutte le sue idee, vecchie o nuove che siano.

Le api sono responsabili dell’ 80% delle impollinazioni entomofile, ovvero quelle che per la fecondazione dei fiori necessitano dell’attività pratica di un insetto.

La differenza che c’è tra un’ape e qualunque altro insetto impollinatore sta nel fatto che quest’ultimo opera in modo occasionale. Al contrario madre natura ha conferito all’ape caratteristiche anatomiche e un temperamento tale da trasformarla nel più specializzato e professionale degli operai.
Da un altro punto di vista, il 30% di tutto ciò che finisce nel piatto dell’uomo avviene per conseguenza diretta dell’impollinazione di un ape.

Nessun altro animale può vantare una incidenza così alta.
Mele, pere, mandorle, agrumi, pesche, kiwi, castagne, ciliege, albicocche, susine, meloni, cocomeri, pomodori, zucchine, soia, girasole... dipendono decisamente dalle api.

Per queste ragioni qualunque segnale di malessere o malattia delle api dovrebbe essere registrato dall'uomo e dalle Istituzioni con il massimo dell’attenzione.
Qui non si tratta di salvare un minuscolo moscerino dell’Amazzonia la cui incidenza nella biosfera la natura può facilmente supplire; qui si tratta di un essere da cui dipende la nostra stessa vita terrena. Ma così non é.

Le morie di api che hanno coinvolto l’intero pianeta nel corso degli ultimi anni sono impressionanti e non risparmiano nessuna latitudine. In Germania, sulla base di sette anni, si registrano perdite medie annue del 25%. In Gran Bretagna dal 10 al 12%, ma con una netta impennata l’anno scorso. In Francia l’annus horribilis è stato il 2006, con perdite del 50%. Per quanto riguarda gli Stati Uniti si parla senza sofismi di collasso:

le colonie di api sono passaste dai 5 milioni degli anni Quaranta, ai 2 milioni del 1989, tutto ciò unitamente ad una drastica diminuzione di tutti gli animali pronubi, come uccelli, pipistrelli, coleotteri, vespe, calabroni, farfalle e falene. Questa crisi annunciata nel 2004 ha aperto per la prima volta la strada all’importazione di api straniere, sia per la produzione del miele, sia per il servizio di impollinazione (qualcuno deve per forza impollinare le immense distese di mandorli della California). Le cause più palesi immediate di queste morie sono da addebitarsi naturalmente all’inquinamento, alla varroa e più di recente al CCD.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/NATURAA/trackback.php?msg=5635967

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dada56
dada56 il 15/10/08 alle 15:19 via WEB
ero già al corrente di questa tristissima realtà..purtroppo ed è una tristezza infinita,io che sono più vecchiarella di te mi ricordo ancora la natura com'era anche solo 30 anni or sono...mi prende una malinconia se tu sapessi !!! ciao un abbraccio daniela
 
ulissee01
ulissee01 il 16/10/08 alle 09:22 via WEB
Possiamo almeno salvare il salvabile e non continuare a distruggere ogni cosa.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

I MIEI LINK PREFERITI

LINK UTILI

www.allegronatura.it (Detergenti Ecologici)

www.shoppiamo.it/prodottiecologici (Nuovo sito di ecommerce di prodotti ecologici in via di sviluppo)

Comprate solo prodotti approvati da Lav (Lega Anti Vivisezione) www.infolav.org

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fastcicciolrfrancescaeugeantoeleunamamma1giusymartoglioPablito_CEntina5nadiaf62mellaceantonio1Principio_Attivofandonioangeli_senza_alirobertobi64ferrariorettaantoniAuletta
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao! Quest'anno non riesco a partecipare. Ti auguro...
Inviato da: ellonatura
il 12/03/2010 alle 15:38
 
Buona Pasqua.Giusy Bobo e Zara
Inviato da: giusymartoglio
il 11/04/2009 alle 15:20
 
Clicca per i nostri bauauguri
Inviato da: giusymartoglio
il 23/12/2008 alle 14:20
 
Grazie Alex, troppo gentile.
Inviato da: ulissee01
il 01/12/2008 alle 09:16
 
ciao Ulisse...complimenti bel Blog anche il tuo! ce ne...
Inviato da: delfinomappano
il 01/12/2008 alle 01:26
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom