Creato da helldoor il 18/07/2007

OVERDOSE

DIARIO di una mente bacata predisposta naturalmente alla demenza piu' totale

SONO NATO SBAGLIATO

le persone nn fanno x me ...o più facilmente sono io che nn sono fatto x stare in mezzo alle persone

 

LA MIA MODESTA MAGIONE

mi piace sapere i miei amici felici..se loro sono felici hanno meno tempo di arrivare a suonarmi il campanello alle 4 del mattino x rovesciarmi addosso la loro valle di lacrime

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: helldoor
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: VI
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

 

« sogni erotici.....le guide sveltine...(le ... »

ricordi attorno al focolare

Post n°91 pubblicato il 11 Novembre 2008 da helldoor

sono passati tanti anni da quando da piccolo insieme a mio fratello e i miei genitori andavo dai miei nonni paterni a passare il fine settimana era una specie di rituale che io aspettavo trepidante tutta la settimana era un modo x trovarci tutti insieme i grandi che si sedevano e chiacchieravano in dialetto mentre noi si giocava tra cugini ....lo ricordo come fosse ieri mentre alla finestra sento la pioggia cadere sul tetto come una ninna nanna ...fuori comincia a fare freddo le giornate si sono accorciate e alle corse polverose dei bambini nelle calde serate estive si sono sostituite le luci alle finestre chiuse e quell odore di legna bruciata che esce dai caminetti .....a volte spero che quei tempi ritornino dove nn c'erano pensieri di nessun tipo e il futuro era una cosa troppo distante e troppo noiosa x pensarci ...lo spero sempre ARDENTEMENTE (e qui voi giovani virgulti innocenti vi chiederete ma come si spera ARDENTEMENTE?? semplice ecco una piccola chicca x voi si prende la legna si mette nel caminetto si accende e si spera davanti al fuoco che infatti ARDE)....ricordo quando dopo cena ci si riuniva tutti nella stessa stanza e mio nonno cominciava a parlare ....parlava e beveva ...sembrava che nemmeno respirasse ...una parola e giu' un bicchiere di vino ....i piu' dopo un po' crollavano dalla stanchezza ma lui no continuava parlava e beveva...beveva e parlava era incredibile la quantità di parole e di vino che riusciva a mescolare con tanta facilità .....ora lo so ..lo vedo insinuarsi sul vostro volto o mie giovani anime innocenti che state leggendo con l aria sognante ...vedo il vostro pensiero che va a pesare la saggezza di quelle parole.....saggezza ...ma quale saggezza...un mucchio di caxate altro che saggezza...l unica cosa che aveva un certo peso nei suoi discorsi era l'ALITO...... 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/OVERDOSE/trackback.php?msg=5865544

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dis.ney
dis.ney il 12/11/08 alle 21:21 via WEB
Il mio (nonno), ogni tanto batteva un pugno forte sul tavolo. Non so il tuo... E poi mi guardava serio dicendomi "studia seto, studia pì che te pòi". Non lo ascoltato molto, forse ce l'avrà un pò su con me. Chissà.
 
berger.pimpa
berger.pimpa il 13/11/08 alle 20:16 via WEB
Io devo ringraziare il nomma materno...grazie a lui ho imparato la matematica a 4 anno...giocavano a briscola con le carte. ^_ì Anche a lui piaceva il buon vino .....
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

INNAMORARSI

INNAMORARSI dovrebbe essere abolito dall associazione delle persone serie e di buon gusto

 

X AMORE

nn so se x un'ora d'amore venderei anche il cuore....di sicuro metterei in saldo mio fratello...se può interessare....

 

ULTIME VISITE AL BLOG

helldoorruo77ccoluigimazzi1962kilu1975kiara.ninfeavalentinomagiopalomba69farfly3Donna81tdis.neystrong_passiondelicious5sidopaulcyberblue79RM