Creato da Ohlilli il 03/07/2012
Quale treno ora ti potrà salvare?
 

 

Starting Tesis

Post n°41 pubblicato il 15 Novembre 2017 da Ohlilli

Oggi inizio a scrivere la mia tesi di laurea. In realtà dico a tutti, da mesi, che l'ho quasi pronta, invece è tutta una bugia, inizio appena oggi. Ma terminerò il lavoro nel tempo giusto, senza sforare. 

Sono stanca e frastornata per quest'ansia infinita. Non ne posso più, voglio andare a letto la sera e svegliarmi la mattina finalmente libera. Nella mia casa, sola, in grado di autodeterminare la mia vita, senza vincoli, senza obblighi, senza compiti da assolvere ogni volta.

Fra un anno, oggi, sarò sposata da un mese esatto. Sono ansiosa di questo, non vedo l'ora che quel momento arrivi, ne ho bisogno. Io e il mio amore ne abbiamo bisogno.

Andremo a vivere lontani. Se c'è una cosa che la malattia di mio padre mi ha portato, di positivo, aldilà di tutto ciò che mi ha tolto, è stato il coraggio (che non avrei MAI avuto) di cambiare. Vita, Città, Casa, Progetti, Sogni, Futuro.

 

 

 

 
 
 

Notturno II

Post n°40 pubblicato il 17 Ottobre 2017 da Ohlilli

Non ho più nulla da dire. E' entrato un mostro nella mia esistenza, non so più cosa sarò, tra qualche mese, tra un anno intero. Mi sento di non avere più una casa, un posto in cui mi senta bene. E' cambiato tutto. Mi sposerò, quello è certo, ma non so dove vivrò, quando andrò in un posto che davvero mi piaccia. Vorrei vivere tra le montagne, dove tutto è sereno, dove la gente è serena, senza più limiti di radici, ricordi, confini.. Non ho più il futuro "anteriore" che mi ero prefissata, non ho più niente di tutto ciò.. forse per questo, ormai, ho tutto.

Vorrei guarire dalla mia sociofobia. Vorrei superare le mie ansie sociali. Vorrei non avere rotture di scatole, tollerare tutto con meno rancore, smettere di immaginare cose, smettere di soffrire per la mia immaginazione. Odio il disordine, la gente caotica, la gente disordinata, lo sporco, il rumore, rumore molesto, rumore ingiustificato. Odio tutto, voglio che il mondo attorno a me sparisca.

Voglio vivere in un posto in cui la gente sa rispettare il prossimo, in cui nessuno si senta il padrone del mondo solo perché possiede un fazzolettino di terra.

Ho augurato talmente tanto male agli abitanti della mia terra, che sciagure e catastrofi si rovesceranno sulle loro vite, e sarà giusto così.

 
 
 

Notturno.

Post n°39 pubblicato il 15 Maggio 2017 da Ohlilli

Buonanotte dolce mondo. Buonanotte. Fuori è tutto così bello, tranne che per me. Qualcuno si addormenta guardando il mare. Qualcuno si addormenta sereno. Io mai. Ho una stanza da letto incredibilmente bella. E' serena, è silenziosa. E' tutto così costoso intorno a me. Io mi faccio bella per andare a dormire, voglio stare bene con me stessa.

Ma a chi prendo in giro, alla fine bene non ci sto mai. Curo giardini, accarezzo animaletti simpatici ed indifesi, stringo a me il mio uomo, lo riempio di baci che son quasi del tutto sinceri, ma che un pochetto chissà a chi vorrei rivolgere. Anzi no, io so a chi vorrei darli. Ma non accadrà, e allora mi riempio di bellezza tutto intorno a me, perché guardarmi dentro mi fa paura.

Mio padre soffre, mio padre sta male. Non so nemmeno essere una figlia. Non so chiedere "Come stai?", ma poi piango nel cuore, piango davvero, ma quando son sola, con le cuffie nelle orecchie.

Leggo libri Decadenti, o meglio, stralci di libri Decadenti, studio qua e là un po' di storia, un po' di storie. La mia perfidia interiore mi fa appassionare a storie di dittatori, di oppressioni, di razzismo, di cattiveria umana.

Il mio uomo è sempre più innamorato di me, ed io sempre più felice e divertita accanto a lui. Nonostante tutto. Ecco il potere della bellezza, della giovinezza: attrae, e cancella la cattiveria dell'animo umano. Sono bella, e questo fa dimenticare ogni mio difetto interiore. Il mio uomo è un bell'uomo, ed io gli perdono tutto.

 

 

 
 
 

Strange girl

Post n°38 pubblicato il 21 Novembre 2016 da Ohlilli

Quando parlo di me, a mia madre, al mio uomo, descrivendo la mia vita, nomino sempre il Limbo di Dante. Mi sento sospesa, tra le mille soddisfazioni che la mia vita mi offre e che dovrei accogliere con il più vivo entusiasmo, ed il limite mentale che ho. Sono rancorosa, insaziabile, scontenta, un po' arrabbiata. Verso chi, non saprei. E' piuttosto la gente in generale che mi turba. Non mi piacciono la folla ed il rumore, il traffico, i locali pieni, gli uomini per le strade. Mi sento sempre minacciata da qualcosa. Forse dalla mia coscienza.

 
 
 

help.

Post n°37 pubblicato il 25 Luglio 2016 da Ohlilli

Temo me stessa. La solitudine che mi impongo e che per sfortuna mi è capitata, nella vita, fa marciare il mio cervello male. Penso continuamente, penso e basta. Senza ridere, senza svagarmi, senza distrarmi. Passo le giornate in solitudine a pensare. Leggere, disegnare, ma in solitudine. Senza scambi d'opinione, sto qui a farmene di mie, sempre più sbagliate, sempre più malate. Voglio avere qualcuno ora con cui parlare. Sto male.

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Le_bandeauOhlillitiffanplcile54dolceluna.12ioguadagnolineanima_on_lineLisa20141oscardellestelleottavia4Stolen_wordsannamatrigianoIltuocognatinomakavelikaSky_Eagle
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom