Creato da: tommy4dgl1 il 02/05/2008
....

giovedì 31 ottobre nella chiesa
di san Marco
in Firenze
adorazione eucaristica
dalle 15,30 alle 18
in cappella serragli
siete tutti invitati
a partecipare
grazie
     
 
<SCRIPT LANGUAGE=javascript src='http://www.pastoralespiritualita.it/webtool/selectwt.php?t=wt_ds_but'></SCRIPT>



 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Ultime visite al Blog

gelixresposito10sasha1211scintilla.divinagesu_risortoannunz1Viveredarteunamamma1frattale58barbarasognaspinantonio.cdchampions_3sole.cpperamoresolamentevespa22011nel_nome_di_Jesus
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
web counter
 

 

 
« Messaggio #19Messaggio #21 »

Post N° 20

Post n°20 pubblicato il 03 Dicembre 2008 da tommy4dgl1

Riflessioni sulla preghiera

Insieme per riflettere, meditare, esplorare, riconsiderare, la preghiera personale.La vita di preghiera è importante per la vita di fede.Fede e preghiera sono dono di Dio da chiedere, accogliere e coltivare giorno dopo giorno.Non ci può essere un cammino di fede se non c’è un relativo cammino dipreghiera. La preghiera, abbiamo già detto, è un dono e come ogni dono vàaccolto, alimentato e chiesto giorno dopo giorno. Se decidiamo di intraprendereun cammino di fede, per essere vero ed efficace e per portare frutto nella nostra vita e in quella di chi ci è accanto, deve essere sostenuto, alimentato e guidato da un altrettanto serio cammino di preghiera. Non basta frequentare la Chiesa, pregare in comunità, partecipare a i Sacramenti, se poi nel segreto della mia “stanza” non prego. Perché è nella preghiera che si rielaborano tutte le cose che ho ascoltato nella Parola, che ho gustato nell’Eucaristia. E’ nella preghiera che verifico la mia adesione a Cristo! Pregando faccio mia la volontà del Padre. Il progetto che Dio ha per me! Se non prego, non solo non potrò mai compiere la Sua volontà, ma non permetto a Dio di far parte della mia vita. La preghiera ha un’importanza capitale nella vita di ogni cristiano, perché è questa che ci permette di confrontare e conformare la nostra vita a quella di Cristo. Mi piace considerare la preghiera l’olio che alimenta la lampada della mia fede! Con queste riflessioni cercheremo di analizzare la nostra preghiera, se già preghiamo; di riprendere a pregare con maggiore costanza, se preghiamo saltuariamente; o di iniziare a pregare se non abbiamo mai fatto o abbiamo smesso da tempo. In questo cammino cercheremo di seguire Cristo, che nel Vangelo ci insegna a pregare, e Sua Madre, Maria SS.ma, anche Lei maestra di preghiera. Cristo insegna ai suoi discepoli l’arte della preghiera. Infatti guardando Gesù che prega, viene spontaneo chiedergli:

“Maestro, insegnaci a pregare”. Nei confronti della preghiera si prova spesso un senso di disagio, di fatica, direi quasi di insoddisfazione. Se si prega poco, ci si rende conto che dobbiamo pregare di più. Se normalmente si prega, vorremmo comunque pregare di più e meglio. Se non preghiamo affatto, riteniamo la preghiera inutile, una perdita di tempo. La preghiera, in un modo o in un altro, è, per i cristiani, sempre un po’ nquietante. Spesso ci ritroviamo a ripetere meccanicamente le preghiera che sin da bambini ci hanno insegnato, senza più badare al contenuto della preghiera. Il valore delle parole ha perso il suo significato profondo: il cuore, l’anima non partecipa in alcun modo a ciò che le nostre labbra esprimono. Ripartire dalla preghiera per ri-qualificare la nostra vita di cristiani; comprendere che tutto deve partire dalla preghiera, perché nella preghiera riceviamo lo Spirito Santo che illumina la nostra vita della luce di Cristo. Quindi queste riflessioni sulla preghiera, che faremo insieme, avranno lo scopo di aprire il nostro cuore all’azione dello Spirito Santo. Insieme percorreremo un sentiero di preghiera, percorreremo il Vangelo, alla ricerca di Cristo, Maestro di preghiera, ascoltando le Sue parole impareremo apregare come Lui. Diciamo allora, insieme ai discepoli: ”Signore, insegnami a pregare

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Padretommy/trackback.php?msg=6024915

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
antiche.armonie
antiche.armonie il 06/12/08 alle 18:13 via WEB
Si, hai ragione: "Signore, insegnami a pregare". Ti leggo sempre con grande partecipazione, grazie! Buona e santa domenica.
(Rispondi)
 
GIADA50
GIADA50 il 12/12/08 alle 15:39 via WEB
Si, la preghiera è la strada più diretta per arrivare a Colui che ci ama e che ha perso la vita per noi, ma spesso ci dimentichiamo di percorrere quella strada al di fuori della della Sua casa .. ..Un sorriso e buon fine settimana.. Giada
(Rispondi)
 
lauviaha
lauviaha il 15/12/08 alle 15:58 via WEB
Amor sia in tutti i vostri cuori, BUON NATALE egy
(Rispondi)
 
U.22
U.22 il 25/12/08 alle 18:59 via WEB
Buon Natale!!
(Rispondi)
 
meryalipervolare
meryalipervolare il 05/01/09 alle 17:50 via WEB
CIAO A TE...PASSANDO TI LASCIO IL MIO SALUTO E TI AUGURO BUON 2009...MERY
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.