COLE

...il mio mondo forse assomiglia al vostro...

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: recole1982
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 38
Prov: EE
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 8
 

W LA PATATINA

 

HOOBASTANK - THE REASON

 

MODÀ - QUELLO CHE NON TI HO DETTO

 

HIM - BURIED ALIVE BY LOVE

 

 

« Messaggio #123Messaggio #125 »

Post N° 124

Post n°124 pubblicato il 09 Febbraio 2007 da recole1982
Foto di recole1982

Perchè una cultura della sconfitta?

"Lo sport, sovraccarico di valenze, non riesce più ad assolvere il suo ruolo di compensatore sociale, perde la sua prerogativa di terreno in cui la sconfitta è accettabile, in cui l'insicurezza, la paura di perdere, insita in ogni essere umano, è affrontata in ambiente protetto. La sconfitta non è più nè accettata, nè accettabile, va eliminata, rimossa nelle sue cause e nelle sue conseguenze, sublimata dalla spettacolarizzazione , annegata nella quotidianizzazione, scavalcata con la truffa e con il doping.

Quali percorsi di una cultura della sconfitta?

"E' certamente banale ridurre questo concetto alla rassegnazione dignitosa di fronte ad un risultato avverso."

SAPER PERDERE PER SAPER VINCERE

"Si è vincitori solo il momento dopo che abbiamo avuto il coraggio di capire i risvolti virtuosi e misteriosi del dolore, della rinuncia, della fatica, dei doveri"

Don Mazzi

"Esaltare il valore dell'avversario, riconoscerne qualità e meriti, apprezzarne la bellezza e l'efficacia del gesto, la tenacia e la virtù, è il primo, seppur difficile, itinerario da percorrere..."

Tutte le riflessioni (tranne quella di Don Mazzi) sono tratte da una dispensa scritta da PAOLO CREPAZ intitolata "PER UNA NUOVA CULTURA DELLA VITTORIA"

Queste cose fanno parte del mio esame di Etica dello sport che devo sostenere  a breve e avendole trovate a dir poco interessanti e ahimè ATTUALI ho pensato fosse giusto condividerle con voi e sapere cosa ne pensate al riguardo:
Essendo un'appassionato di sport e praticandolo in molte forme fin da ragazzino mi sono rivisto in molte cose tra quelle che ho scritto e in altre ne ho apprezzato il significato. Se solo tutti avessimo un pò della cultura della sconfitta lo sport ma sopratutto il CALCIO sarebbe vissuto con meno tensioni e pressioni e sono davvero convinto (chi non lo è?) che tornerebbe ad essere quel gioco stupendo, quello spettacolo da vedere di persona, senza le paure e i timori di indossare i colori di una squadra e di tifare per una squadra fianco a fianco con i tifosi della squadra avversaria.
Di sicuro tutto ciò che è accaduto è colpa dell'uomo, di certi valori che stiamo via via perdendo, di un'educazione sempre meno attenta e di contesti sociali sbagliati.
Non volendo avere la presunzione di avere il metodo o la cura per tutto ciò che è accaduto e che sta accadendo su questo aspetto resto comunque convinto che comprendere le parole di questo post e farle proprie possa essere uno, di quei tanti passi da fare tutti insieme per tornare a goderci lo sport come tale, come un bellissimo gioco e basta.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: recole1982
Data di creazione: 09/02/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TEST "CONOSCI COLE?"

ULTIME VISITE AL BLOG

matteo.colantoni1982ap69alexOdioChiCalunniaMaxColepsicologiaforenseamary_2007freeinkelysabettamonella79_3cow75puce76Belethil_di_Lorienrecole1982pandyriccia
 
 

CITY OF ANGELS

CITY OF ANGELS

immagine

 

THE VERVE - THE DRUGS DON'T WORK

 

BRYAN ADAMS - DO I HAVE TO SAY THE WORDS

 

BON JOVI - ALWAYS

 

AEROSMITH - HOLE IN MY SOUL

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom