Creato da LinguaRomana il 01/03/2008
Come la mia anima che espia vivendo

LEGA PER LA DIFESA DEL CANE

 

SPAZIO IMMAGINI(fico)

STEFANO MONTANARI - IL BLOG

INCENERITORI, GASSIFICATORI, TERMOVALORIZZATORI

IN UNA PAROLA: MORTE

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

mariomancino.melviprimobazarsidopaulbal_zacstrong_passionamicidiblogNemo_DylandMatteino80psicologiaforensebeth_sullivansilvietta4480kiss_and_knifeLaManu76fotoraccontare
 

Ultimi commenti

Bel blog,bravi!
Inviato da: jocuri gratis
il 07/09/2011 alle 19:41
 
So informative things are provided here,I really happy to...
Inviato da: giochi di sonic
il 07/09/2011 alle 19:39
 
Nuovo membro in condominio. GCeC.
Inviato da: amicidiblog
il 01/08/2009 alle 21:49
 
Festa di compleanno in condominio. GCeC
Inviato da: amicidiblog
il 12/07/2009 alle 18:19
 
Il condominio si è arricchito di un nuovo ...
Inviato da: amicidiblog
il 04/07/2009 alle 19:46
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Fine estateOr scende poi risale »

Il decoro di giorni migliori

Post n°40 pubblicato il 21 Agosto 2008 da LinguaRomana
 

Quanto odio quelle rimpatriate di stile verdoniano, organizzate dal più volenteroso della compagnia, che telefonando e messaggiando predispone una serata tra reduci della giovinezza! Tutti hanno perso ogni traccia di quello che erano nella tua mente: le palpebre sono calanti, la pancia prominente, i capelli imbiancati e la voce diversa. Magari te li ricordavi ben vestiti, sempre attenti al capetto di tendenza, al vestituccio decoroso. Ora sono trasandati, la barba da fare, l’intestino che gloglotta, borboglia.
Anche ieri sera pareva essere destinata ad essere così, da dimenticare. Ma poi avvenne il miracolo: si ruppe il fiato, si aprirono le cataratte, esondò il fiume e ci scoprimmo tutti ancora una volta “uno”.
E cosa fece crollare le barriere? Cosa diede fine agli imbarazzi? Dimenticate forse che siamo in Italia? Fu un buon antipasto di salumi e formaggi e un vinello bianco, che sapeva invero un po’ di spunto, ma che corroborò le nostre anime sopite dalle scartoffie e dalla prima e seconda sul Grande Raccordo Anulare e le aprì alle più intense confessioni, alle più cordiali risate.
Abbiamo riso e ci siamo presi per i fondelli come quando avevamo vent’anni e per Giuda, abbiamo parlato anche di Politica, quando credevo che nessuno ne parlasse più. No, caro Cavaliere, qualcuno ancora ne parla, con il gusto gagliardo del congiurato, in una cantina che olezza di mosto ed alloro. Non hai ammazzato proprio tutti!
Qualcuno ancora si ricorda il decoro di giorni migliori.

(
Degas: Bevitori di assenzio)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog