Creato da Lauretta_Kurt il 27/11/2008

InsanaFobia

_Non aspetto più di bruciare il tempo tra le mani_

 

 

« Post N° 94Post N° 96 »

Post N° 95

Post n°116 pubblicato il 15 Novembre 2010 da Lauretta_Kurt

Sarebbe tutto più semplice se non ti avessero inculcato questa storia del finire da qualche parte, se solo ti vessero insegnato, piuttosto, ad essere felice rimanendo immobile. Tutte quelle storie sulla tua strada.
Trovare la tua strada.
Andare per la tua strada.
Magari invece siamo fatti per vivere in una piazza, o in un giardino pubblico, fermi lì, a far passare la vita, magari siamo un crocchino, il mondo ha bisogno che stiamo fermi, sarebbe un disastro se solo ce ne andassimo, a un certo punto, per la nostra strada, quale strada?
Sono gli altri le strade, io sono una piazza, non porto in nessun posto, io sono un posto.

[Cit."City" Alessandro Baricco]

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/SanaFobia/trackback.php?msg=9512245

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

 
Kurt Cobain non fa parte del gruppo dei Morrison o dei moon di questo (o di qualsiasi altro) mondo.
Invece, ricordatelo insieme alla Joplin e a Shannon, alla Garland e alla Monroe.
Alle superstar che sono morte di abbandono...
 

 

 

Se un giorno il tuo cuore si ferma
se qualcosa smette di bruciare nelle tue vene
se la voce dalla bocca ti esce senza divenire parola
se le tue mani si scordano di volare e s'addormentano.

Matilde, amore, lascia le tue labbra socchiuse
perchè quel tuo ultimo bacio deve durare con me
deve restare immobile per sempre sulla tua bocca
perchè così accompagni anche me nella morte.

Morirò baciandò la tua folle bocca fredda
abbracciando il grappolo perduto del tuo corpo
e cercando la luce dei tuoi occhi serrati.

E così quando la terra riceverà il nostro abbraccio
andremmo confusi in una sola morte
a vivere per sempre l'eternità di un bacio.

P.Neruda

 

 

Sei l’affanno il brivido la perdita
del ritmo regolare del respiro
Mi nascondo
dietro parole inutili
Righe parallele che non si incontrano
Destini quasi a perdersi
nell’infinito
E non fermarti adesso

 

 

Accendi la luce
Sai che non mi piace
La pace che viene
Dall’oscurità
Restare nel buio
Mentre ti torturo
Non mi basta più
Voglio il tuo
Cuore nero


 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

NeVeRmInD89hearthboyLauretta_Kurtgianor1DeltaMachinesimona.tavolaroromina590eagle.geaura.feMaluRossoFuocoanninamartinaSerendipity.92debbie890fataeli_2010gilberto.fanfani