**TEST**
 
Creato da agora10 il 05/01/2012
Il blog della segreteria regionale Uil Temp

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

Ultime visite al Blog

 
marco.deconsoliloryevernora775leolupo87daniela.mazzalaibonodgl17SIA_INGEGNERIAsirtaloredanabuffa81lorenzobracalinivolpino05delpierodgl6ferrighicesevremale13rucche
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

ESENZIONI SUL REDDITO, LA REGIONE DEFINISCE I TERMINI PER L'ACCESSO

Post n°30 pubblicato il 03 Novembre 2012 da agora10

 La Regione Lombardia ha definito i requisiti per le esenzioni sanitarie dirette ai disoccupati e lavoratori in cassa integrazione e mobilità.

Dal primo novembre 2012 per i soggetti che abbiano un reddito familiare pari o inferiore a 20mila euro e che siano in disoccupazione, cassa integrazione e mobilità è stata prevista l’esenzione alla spesa farmaceutica e per le prestazioni specialistiche ambulatoriali.

Intestatari del provvedimento sono:

     -   i disoccupati iscritti agli elenchi anagrafici dei centri per l’impiego ed i familiari a loro carico, per il periodo di durata di tale condizione;
    -    i lavoratori in mobilità ed i familiari a loro carico, per il periodo di durata di tale condizione;
     -   i cittadini in cassa integrazione straordinaria ed i familiari a carico, per il periodo di durata di tale condizione;
     -   i cittadini cui è stato concesso il trattamento di “cassa integrazione in deroga” ed ai familiari a loro carico, per il periodo di durata di tale condizione;
    -    i cittadini cui è stato concesso il contratto di solidarietà cosiddetto difensivo ex art. 1 del D.L. 30 ottobre 1984, n. 726 ed ai familiari a loro carico, per il periodo di durata di tale condizione.

Uiltemp è in grado di fornire tutti i chiarimenti sui termini e le modalità per accedere al beneficio. Info a
lombardia@uiltemp.it

 
 
 

A MILANO MILLE ALLOGGI PER I GIOVANI CHE DEVONO ACQUISTARE LA PRIMA CASA

Post n°29 pubblicato il 07 Ottobre 2012 da agora10
 

Sono mille gli alloggi che la fondazione di housing sociale Abit@giovani ha deciso di destinare ai giovani per incentivare l’acquisto della prima casa e UilTemp è già in prima linea per assistere quanti intendono partecipare (info a lombardia@uiltemp.it).

Aderendo alla formula del sistema di affitto con futuro patto di vendita single, giovani coppie e famiglie possono ricevere, dopo una selezione delle domande e il versamento di una caparra, un alloggio nel quale risiedere con un affitto calmierato per 5 anni e fino a 8 anni e procedere ad un successivo riscatto economico per il passaggio di proprietà.

RIQUALIFICAZIONE DI STABILI ALER PER I GIOVANI

Abit@giovani rientra tra i cosiddetti progetti di housing sociale diffuso che punta a riqualificare numerose aree residenziali di Milano. Il contributo all’acquisto e alla locazione copre infatti i costi di ristrutturazione che la Fondazione utilizzerà per gli interventi di ammodernamento degli stabili.

Il progetto ha anche una valenza sociale visto che l’intento principale è quello di allargare le prospettive e ricollocare la casa nella più ampia dimensione collettiva della vita del condominio, del quartiere e della città, per costruire relazioni e alleanze e sviluppare il tessuto sociale.

DESTINATARI E ZONE INTERESSATE

Il progetto si rivolge alle seguenti categorie:

-    Giovani single: nuclei familiari costituiti da una persona sola di età inferiore o pari ai 35 anni alla data della domanda, eventualmente con uno o più minori a carico. 

-    Giovani coppie: nuclei familiari da costituirsi composti da due componenti adulti la cui età, sommata, non deve superare i 70 anni. In tali nuclei familiari possono essere presenti figli minorenni o minori anche legalmente affidati.

-     Famiglie giovani: nuclei familiari di due componenti adulti la cui età, sommata, non devesuperare i 70 anni. In tali nuclei familiari possono essere presenti figli minorenni o minori anche legalmente affidati.

Tra i requisiti richiesti la cittadinanza italiana o in uno stato membro dell’Ue, la disponibilità a trasferire la residenza entro sei mesi negli stabili assegnati, il possesso di un reddito Isee non superiore a 40mila euro.

I primi 250 alloggi, dei mille destinati alla cessione nell’ambito del progetto Abit@giovani, sono dislocati in tutto il territorio metropolitano. Tra le aree interessate anche i quartieri Olmi, Palmanova, Quarto Oggiaro, Mac Mahon, Niguarda, via Inganni e Gallaratese.

UilTemp è a disposizione per eventuali chiarimenti relativi all’inoltro delle domande e ai termini del bando. Scrivere a lombardia@uiltemp.it

 
 
 

MILANO SCOPRE L'HOUSING SOCIALE, PRESTO MILLE ALLOGGI A 400 EURO AL MESE

Post n°28 pubblicato il 08 Luglio 2012 da agora10
 

Housing sociale avanti tutta. Sono mille gli alloggi a 400 euro al mese per under 35 che il progetto “Abitagiovani”, metterà a breve a disposizione. Le richieste di adesione sono già molte anche se dalla Fondazione housing sociale, promotrice dell’iniziativa, chiariscono che il progetto è ancora in via di definizione e il bando sarà disponibile alla fine di luglio. Info anche presso i centri Uil (contatti lombardia@uiltemp.it)

IL PROGETTO

Il progetto, finanziato dal Fondo immobiliare di Lombardia e “tenuto a battesimo” da don Gino Rigoldi, cappellano del carcere minorile Beccaria e presidente dell’associazione Comunità Nuova, è sostenuto anche da Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Comune di Milano, il movimento cooperativo, realtà imprenditoriali private e terzo settore.

I REQUISITI

Requisiti per partecipare: avere non più di 35 anni e un reddito annuo non superiore a 40mila euro. I single, ma anche le giovani coppie, potranno affittare gli appartamenti a canone calmierato per 8 anni (4 più 4) oppure scegliere la formula affitto/acquisto, che consente di comprare l’immobile a partire dal quinto anno di locazione (ed entro l’ottavo).

ALTRE INIZIATIVE DI HOUSING IN CITTA'

Un’altra realtà di housing sociale che sta nascendo in via Cenni, a Ovest di Milano. Promosso dalla stessa fondazione e finanziato sempre dal Fondo immobiliare di Lombardia, offre una soluzione concreta al disagio abitativo, in particolare dei giovani: qui possono trovare spazio gli adulti soli, che avranno opportunità anche di coabitazione e condivisione degli spazi, le giovani coppie di nuova formazione e le famiglie con bambini, anche quelle monogenitoriali. Il complesso prevede 124 alloggi in classe energetica A di diverse dimensioni, proposti in affitto a canone calmierato, da 5mila euro all’anno (domande entro il 30 giugno) e in affitto con patto di futuro acquisto. Per partecipare bisogna compilare il modulo di adesione on-line, per ulteriori informazioni si può contattare la segreteria Uil all'indirizzo lombardia@uiltemp.it

 
 
 

IN LOMBARDIA ESENZIONE TICKET SANITARI PER LAVORATORI CON CONTRATTO DI SOLIDARIETA'

Post n°27 pubblicato il 28 Aprile 2012 da agora10
 

A partire dal 1 maggio e almeno fino al 31 dicembre prossimo i lavoratori lombardi - circa 10.000 - che hanno contratti di solidarietà sono esentati dal pagamento del
ticket sanitario sia per le prestazioni ambulatoriali (visite ed esami) sia per i farmaci. Lo ha deciso la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Sanità Luciano Bresciani.




L'esenzione per le persone con contratti di solidarietà si va ad aggiungere all'esenzione, in vigore dall'inizio del 2010, per le persone in cassa integrazione straordinaria e per i loro familiari a carico. Sono esenti dal pagamento già da prima del 2010 i disoccupati e i lavoratori in mobilità. Dall'inizio del 2012, inoltre, non pagano il ticket sui farmaci anche i familiari a carico dei titolari di pensione sociale (che erano già esenti dal pagamento del ticket su esami e visite).
'In un momento di crisi e difficoltà per molte famiglie - spiega il presidente della Regione Roberto Formigoni - siamo in grado di dare questo ulteriore aiuto ai nostri cittadini grazie alla gestione oculata e corretta del nostro bilancio, che ci consente di avere i conti in ordine, garantendo sempre servizi di eccellenza, nonostante le risorse che lo Stato destina alla sanità siano sempre più scarse'.


'Va ricordato - prosegue l'assessore Luciano Bresciani - che già oggi non paga nessun ticket oltre la metà dei cittadini lombardi, sia per motivi di patologia, sia per motivi di età o di reddito. Si tratta di un livello di esenzioni molto alto e significativo, che continuiamo a mantenere negli anni grazie alla solidità del nostro bilancio e alla nostra capacità di dare servizi sempre migliori a costi sostenibili'.

 
 
 

UILTEMP PROTAGONISTA A "FA LA COSA GIUSTA"

Post n°26 pubblicato il 20 Aprile 2012 da agora10
 

E’ stato il primo “sbarco” di Uiltemp ad una Fiera e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. I numeri del successo li presenta il segretario Paola Rinaldi che ha portato le bandiere del sindacato ad uno degli eventi più attesi della kermesse fieristica della Regione Lombardia. Un'idea raccolta con grande favore dalla segreteria regionale Uil.

"E’ una testimonianza della crescita  - dice Claudio Negro, Segrario Uil Milano e Lombardia - che in poco tempo questa categoria ha  avuto partendo praticamente dal nulla, e dei margini di sviluppo che ha ancora e che le strutture Uil possono favorire con convenzioni e accordi operativi"

 

 

 

Segretario Rinaldi perché la scelta di portare Uiltemp a “Fa la cosa giusta"?

“E’ stata una grande scommessa e con orgoglio possiamo dire di avere centrato il bersaglio. “Fa la cosa Giusta” ha rappresentato l’occasione per avvicinare tanta gente, per ricordare e ricordarci che il sindacato deve scendere tra la gente e raccogliere le storie di ognuno”. 

Quali sono stati i temi più ricorrenti nel corso degli incontri?

"Abbiamo parlato di contratti atipici con almeno trecento persone in tre giorni.

La presenza in fiera ha attivato una rete relazionale straordinaria: tantissimi giovani ci hanno lasciato il contatto, non sono mancati i lavoratori che hanno deciso di affidare a noi le loro vertenze di lavoro”.

E’ stato un impegno esaltante che abbiamo potuto sostenere grazie al contributo volontario di due giovani simpatizzanti che con me hanno presidiato lo stand".

E’ un’esperienza che ripeterete?

"I risultati raggiunti non possono che orientarci su una istituzionalizzazione della nostra presenza in fiera. In tempi stringati siamo riusciti a mettere in piedi tutto questo, per l’anno prossimo prevediamo di arrivare più numerosi e organizzati".

 
 
 

IL PROGETTO CHE DA LO START ALL'IMPRESA

Post n°25 pubblicato il 26 Marzo 2012 da agora10
 
Tag: impresa

Il progetto start assegna risorse e guida i lavoratori disoccupati verso la creazione di nuove realtà imprenditoriali


Ripartiamo dall’auto-imprenditorialità. Il progetto star può venire incontro a chi sceglie di farlo.

Inserito nell’accordo di programma asse 3 – microimpresa e artigianato, si tratta di un sostegno diretto ai giovani imprenditori disoccupati o inoccupati mediante un sistema di tutoraggio che è stato pensato dalle Camere di Commercio Lombarde, Comune di Milano e Monza.

Star oltre che l’erogazione di contributi a fondo perduto offre ai giovani che scelgono di fare impresa momenti di orientamento e formazione dei quali possono avvalersi anche imprenditrici di sesso femminile. Ma i destinatari sono anche soggetti che intendono attivare un’impresa aggregata, aziende innovative e realtà imprenditoriali che conciliano famiglia e lavoro.

A CHI E’ DIRETTO

Il sistema di aiuto concepito dai partner lombardi si rivolge a soggetti in difficoltà occupazionale. Le categorie di riferimento sono quindi disoccupati, inoccupati, cassintegrati, anche in mobilità, residenti o domiciliati in Lombardia.

REQUISITI RICHIESTI

I soggetti interessati devono dimostrare mediante autocertificazione dal centro per l’impiego che  il fatturato, in caso di lavoratori in partita iva, del 2011 sia stato inferiore a 4800 euro lordi. Nel caso di lavoratori a progetto il reddito deve essere inferiore a 8000 euro.

Il progetto deve essere fattibile a livello economico e cantierabile. Il contributo economico può essere richiesto nei quattro mesi successivi alla pubblicazione della graduatoria.

IMPRESA IN SETTE TAPPE

All’interno del progetto Star sono previsti i seguenti step:

 

  • -    Partecipazione a seminari di orientamento sul mettersi in proprio (durata di 8 ore).
  • -   Frequenza corsi di formazione per la definizione del progetto imprenditoriale, con approfondimento su temi che riguardano il mercato, il marketing, le tasse e le forme giuridiche (durata di 40 ore).
  • -    Assistenza personalizzata per la stesura del business plan (durata di 6 ore), marketing,  pianificazione economica e temi generali (durata 2 ore).
  • -    Erogazione di contributi a fondo perduto per le imprese neo-costituite, per spese di investimenti materiali e immateriali riconducibili all’avvio dell’impresa.
  • -    Azioni di supporto all’occupazione, attraverso l’erogazione dei voucher finalizzati all’inserimento lavorativo dei giovani.
  • -    Azioni di assistenza personalizzata per la realizzazione degli investimenti e la rendicontazione delle spese.
  •      Azioni di mentoring e consulenza specialistica, solo per le imprese   giovanili, per il supporto alla gestione della neo-impresa nei primi 2 anni di attività.

VALORE ECONOMICO DEL CONTRIBUTO

Il contributo è destinato alle spese di investimenti materiali e immateriali riconducibili all’avvio dell’impresa pari al 70% degli investimenti complessivamente ammessi, al netto di IVA, e fino ad un massimo di:

  • € 4.500,00 per le ditte individuali
  • € 6.000,00 per le società

Per le imprese giovanili sono previsti i seguenti massimali:

  • € 5.500,00 per le ditte individuali
  • € 10.000,00 per le società

L’accesso al bando è consentito fino al 24 aprile 2012.

Tutte le informazioni e la modulistica online sono a disposizione sul sito www.start.lombardia.it dove è anche possibile trovare gli indirizzi dei punti nuova impresa attivati presso la camera di commercio della propria provincia.

 
 
 

PARLIAMO DI GESTIONE SEPARATA INPS

Post n°24 pubblicato il 26 Febbraio 2012 da agora10
 

La gestione separata Inps è un fondo pensionistico obbligatorio al quale affluiscono i contributi versati da lavoratori autonomi, quelli con contratto di collaborazione a progetto, i titolari di borse di studio  di dottorati di ricerca.

I contributi vengono valutati a seconda della posizione dei soggetti interessati con aliquote variabili previste dalla legge istitutiva (l.335/95).

I professionisti, che sono  iscritti ad altre forme previdenziali  obbligatorie, i titolari di pensione diretta, derivante da contributi versati per il proprio lavoro e i titolari di pensione di reversibilità, devono versare un contributo pari al 18%.

Ai collaboratori  il versamento va effettuato dall'impresa, tramite il modello di versamento F24, entro il 16 del mese successivo a quello in cui vengono effettuati i pagamenti. 

Per gli iscritti alla gestione separata i diritti pensionistici non cambiano. Maturano la pensione di vecchiaia, possono usufruire della pensione di inabilità, l'assegno di invalidità, la pensione di reversibilità, la pensione supplementare e il supplemento di pensione. 

L’iscrizione ad una gestione previdenziale obbligatoria e quella alla gestione separata sono autonome e danno diritto a trattamenti pensionistici separati.

 
 
 

IL PRIMO MARZO SCIOPERO SOMMINISTRATI DEL SETTORE TRASPORTI

Post n°23 pubblicato il 26 Febbraio 2012 da agora10
 

 

Uiltemp aderisce allo sciopero unitario in calendario il primo marzo  2012 per i lavoratori del settore dei trasporti.

 I dipendenti in regime di somministrazione di tutto il comparto potranno partecipare all’astensione dal lavoro di 4 ore.

 Allo sciopero oltre a Uiltem.p aderiranno le seguenti sigle sindacali: Uil Trasporti, Fit Cisl e Fit Cgil.

 I termini di partecipazione sono quelli indicati dalle rispettive categorie di riferimento e dalla normativa di settore (l.83/2000)

 La segreteria uiltemp Milano Lombardia è contattabile per eventuali informazioni che possono essere richieste anche via email all’indirizzo lombardia@uiletmp.it

 
 
 

SPESE SANITARIE, AGLI INTERINALI LE PAGA EBITEMP

Post n°22 pubblicato il 11 Febbraio 2012 da agora10
 
Tag: ticket, Uil

Per i somministrati previsto il rimborso totale dei ticket sanitari su visite e ricoveri

Modulistica e informazioni disponibili presso gli uffici Uil

 

 

I costi del ticket per le prestazioni sanitarie dei lavoratori interinali li paga Ebitemp.

L’Ente bilaterale per il lavoro temporaneo assicura la copertura delle spese  per prestazioni sanitarie sostenute dai dipendenti con contratto in somministrazione lavoro.

Il sistema di tutele di Ebitemp copre un esteso plafond di costi sanitari per accertamenti e ricoveri ospedalieri.

Prestazioni rimborsabili sono, ad esempio, gli esami di laboratorio (sangue e urine), gli accertamenti di diagnostica strumentale (radiografie, ecografie, tac, risonanze magnetiche) e le visite specialistiche.

I servizi di assistenza Uiltemp dispongono dell’elenco completo delle prestazioni coperte da Ebitemp e della modulistica per richiederne la liquidazione.

Contattateci a lombardia@uiltemp.it o veniteci a trovare nei nostri uffici.

 
 
 

ATTIVATO IL BONUS PER LE AZIENDE CHE ASSUMONO GIOVANI CON FIGLI

Post n°21 pubblicato il 06 Febbraio 2012 da agora10
 
Tag: Rinaldi, Uil

Le aziende che assumono a tempo indeterminato giovani genitori di età inferiore ai 36 anni, con figli minorenni a carico, possono beneficiare di un bonus “una tantum” di 5mila euro per ogni lavoratore contrattualizzato. E’ questo l’incentivo che il Governo ha previsto istituendo presso l’Inps la banca dati per l’occupazione dei giovani genitori.

In questo modo il Governo conta di creare un duplice sistema di vantaggio: da un lato si favorisce l’occupazione dei giovani, dall’altro si avvantaggiano le imprese.

“Il bonus – spiega il segretario Uiltemp Milano Lombardia Paola Rinaldi – è stato attivato con il decreto del 19 novembre 2010 pubblicato in G.U. 27 dicembre 2010 e si avvale delle risorse di un fondo di 51 milioni di euro previsto dal Ministero per la gioventù”. 

I termini per l’accesso al beneficio e l’istruttoria della pratica è possibile conoscerli scrivendo alla segreteria Uiltemp di Milano all’indirizzo mail lombardia@uiltemp.it o recandosi direttamente negli uffici Uiltemp.

Il servizio di assistenza attivato dal sindacato  è in grado di dare  informazioni su tutte le altre questioni riguardanti il mercato del lavoro.

 
 
 
Successivi »