Creato da vampiria_2007 il 12/09/2007

Notturno...

Solo...solamente

 

Per sempre

Post n°170 pubblicato il 20 Dicembre 2017 da vampiria_2007
Foto di vampiria_2007

Baciarsi...la passione
nel cuore un tumulto
ls pelle vibrante e calda
ogni attimo volava tra tumulti e lampi di male
il momento fatale era arrivato
lei sarebbe stata baciata da quella figura
i suoi denti sarebbero scesi nel collo
silenziosi e profondi...
...fù...
il dolore iniziale svanì
al suo posto una sensazione di piacere
tremava e l'impeto della sensazione
la portò a voler decidere...lei amerà il suo destino...
per sempre!

 
 
 

Lo so...

Post n°169 pubblicato il 06 Marzo 2017 da vampiria_2007

Il Mondo guarda il mondo
circolare visione di uno sguardo
sentito sulla pelle
carezza senza amore
che brivido sale su su fino al cuore
è la sfera del mondo insensibile!

Il buio dell'anima
triste sentimento velato di nero
nasce da cuori senza emozioni
il fiore in boccio
reciso senza riguardo pende il capino
guarda giù nel baratro immondo
fiore nascente
piccole gocce scivolano
dolore immenso e violento
domanda si affaccia sulle labbra
violacee e tumefatte...perchè?
Sei donna..non servi..buona solo come cencio
ottima per i miei piaceri
tu sei una nullità...
Occhi velati si chiudono e...
Sono Donna e tu sei un carnefice
la tua sofferenza non può essere mia
ora lo so!

 
 
 

Disagio infernale

Post n°168 pubblicato il 18 Febbraio 2017 da vampiria_2007

Nella mia stanza resto...sola
nella mente il peso di un'inutile essere
sento l'aria rarefatta togliermi il respiro
mi sdraio e scelgo ciò che potrà prostituirmi
si per non pensare all'angoscia che serpeggia
come un boa pronta a risucchiarmi nelle profondità!
Di fornte al mio sguardo uno specchio
freddo e consapevole mi guarda
mi divido e spezzo la volontà
presto le sanguisughe arriverannò
ho la fronte madita
stanca delle torture
ho la febbre ma sono ghiacciata
rabbrividisco...due mani mi afferrano
mi legano e mi offendano
il cuore galoppa
tremo
un pugno mi stordisce, parole offensive
il carnefice ha occhi malefici
in un angolo aspetto quelle maledette carezze
violenza senza fine
un cencio nelle mani di una mente malata
il disagio dilania la mia anima
chiudo gli occhi e aspetto...
Quando finirà?

 
 
 

La morte

Post n°167 pubblicato il 08 Febbraio 2017 da vampiria_2007

Donne violentate
donne picchiate
donne che urlano il loro dolore
donne che si vestono di false convinzioni
per fuggire dal male
la violenza più truce e subdola
perpetrata su chi debole è
non interessa adalcuno!
Sul fondo della vita
dita ferita grattano per fuggire
sangue cola dalla pelle
mentre i bavosi del potere
bancettano con carne umana.
la pelle emana dolore al solo toccare
ci sentimo morte e no lo siamo
ci hanno rinchiuse in gabbie saldate a morte
il carnefice ha un puzzo  di miasmi putrefatti
a braccetto con chi non sente nulla
comanda come fosse divinità
povero omincolo
autore di flm porno di bassa lega
fautore di truffe
ha vissuto violando ogni bene possibile
cibandosi di rosso sangue per nutrire il proprio ego.
La morte è vicina!

 
 
 

Sognasti...

Post n°166 pubblicato il 28 Ottobre 2016 da vampiria_2007

La tua morte sarà festa
il tuo imputridire sarà delizia
rotolare il corpo tra fango e feccia sarà ridere
odiarti sarà meraviglioso...

Lontano nel tempo il ricordo di un amore
curato e coccolato
amato con ardore
passione viiscerale per un bastardo da odiare...

In un bosco di sola pietra ho lasciato la libertà
tra mura color del fumo ho sorriso
ho pianto nel velo nero della notte
ho lasciato che ferite si allargassero con violenza...


Il cuore represso nella stiva di un rudere
si lasciava corrodere dalla ruggine terribile
mentre il mare tempestoso impazziva
sul rudere macigni si accasciavano
sabbie mobili assassine e senza scrupoli
sognavi l'amore...
trovasti l'uomo carnefice!

 
 
 
Successivi »
 

GRAZIE DELIRIO E SUPPLIZIO

 

GOTHICOBLEVION

Vorrei volare queste le parole di chi già dimentica il futuro della vita. Anime oscurate dal dolore, solo con i sogni brillano ancora quei deboli soffi di vita. Desiderio di chi teme e vorrebbe fuggire per paura di perdere se stesso su questa superficie di terra, per incontrare il calore solare l'accoglienza delle nuvole la dolce luna piena e la compagnia delle mille stelle. Vorrebbe volare chi apre gli occhi e vede ipocrisia ed egoismo, città di cemento e affetti per denaro, mentre sogna un risveglio diverso illuminato dall'aria che brilla di libertà e con l'immensa armonia degli infiniti spazi......
GOTHICOBLEVION.Tormentoso Angelo Guerriero, perduto dissemini le tue ali incespicando in un sentiero costellato di vite straniere. Richiama la tua luce, Prima stella del Mattino, ma lasciami il tuo Oscuro infantile ricordo. Scherniscimi con le tue menzogne, sei Instancabile Domatore, e santifica con il mio fuoco la tua paura d'Amore. Permani in ogni pensiero, Leggera Creatura, cavalcando il destriero dell'amore impossibile e inseguendo la fine del tempoI cuori diventano un battito solo, la pelle s'inarca di sensazioni e i muscoli tesi stringono rubando il fiato. Gli occhi nell'oscurità si cercano e brillano come prove della realtà e segni di un'anima perduta finalmente ritrovata. L'amore ci ha guidati fin qui, e ora guida i nostri gesti, riempie i nostri sguardi, ci isola dal mondo in questo momento magico.un ultimo bacio
 

GHOTICOBLEVION

nel vento riposa quel che resta del cuore, un sogno diventato nebbia che la pioggia dissolve. Attraverso il mio tempo come un treno impazzito fra le pianure e le torri lacrime senza un castello. Questa luce ferisce le nuvole per riscaldare una terra lontana dove un aratro traccia sull'anima le ombre distese del suo passaggio

 

GOTHICOBLEVION

Acqua di ferro cala sul mio cuore, lenta e pesante, fredda e dura, copre il suo battito ed ogni calore... Parole liquide le tue che scendono là dove più fanno male, inarrestabili e decise, hanno vita propria perchè lasciata la tua bocca nessuno le ferma più nel loro doloroso percorso fino alla coscienza... Spinte dal loro senso si affondano nella carne che sanguina di lacrime, spilli metallici sulla pelle di cui si vede solo la testa. L'aria diventa pesante, la testa si china, la gola si riempie, il corpo singhiozza cercando di liberarsi da quella foschia incollata agli occhi... Aspettare solo aspettare per continuare a sperare che l'acqua diventi miele dolce e profumato... Intanto dentro me tengo e celo con gelosia le gemma di un fiore, perchè arrivi l'ape che possa regalarmi il nettare dell'amore

 

GOTHICOBLEVION

L'aria vuota intorno fredda di assenza mi frusta con lame di vento, e cancella ogni lacrima trascinandola con sè coprendo i miei passi con la polvere dell'indifferenza... Nessun segno rimane testimone del mio esistere, solo la cupa ombra è la mia compagna, e il ricordo della Luce non mi abbandona mai come la sua ricerca... Realtà e speranza combattono oguna per sopraffare l'altra in una lotta di sentimenti e ragione dove non sarò io a vincere... I miei occhi guardano lontano mentre cercano l'Amore, le mie parole si perdono tra pensieri e desideri, le labbra ormai aride cercano conforto nella pioggia, e le mie mani tremanti accarezzano una ragazza dalla pelle d'aria e i capelli di vento

 

GOTHICOBLEVION

condense di anime appannano gli occhi lacrime scavano fossati nei volti orizzonti sbiaditi in assenza di sguardi incagliati nelle ossa di memorie alla deriva nell'opaca luce di mormorii lontani respiri fermi a cieli divelti a polvere di sogni palpiti consunti fremiti capaci di sfidare la corrente inghiottiti dalle onde sepolti nella sabbia parole senza voce nella spuma del tempo scogli sbriciolati dalla marea del cosmo ardente desiderio ridotto a sibilo del vento che si immola scemando nelle lande del sonno echi di desolazione sulle labbra del mondo

 

GOTHICBLEVION

Nel buio più oscuro della notte vivi, cavalcando un’ambra nera, con l’elmo e la spada, aleggia tutto il tuo potere. La luce argentea della luna sui tuoi armamenti e il sordo rumore degli zoccoli, in una delle tante notti che ti appartengono. Attraverserai il buio del bosco, la tranquillità delle radure, e il mistero della palude, fino a giungere al lago, uno specchio d’acqua nera, che conferisce ombre. Se incontrerai qualcuno sarà la sua fine, perché nulla ti deve disturbare, mentre evochi le forze del buio e delle notte.

 

DELIRIO_SUPPLIZIO

Morte che come pesante fardello tutto inghiotti, sia anime pie che dannate, portando con te l'aspro sapor di vittoria su vita compiuta. Morte che non disdegni sguardi a chi sol breve viaggio ha compiuto or ti riserbi il diritto di avulsa ribellion di atti impuri commetter e dietro tue orme far seguir, avvelenati dal dolce sapor dell'oblio eterno,chi nel limbo danza sua fine... Morte: madre eterna!

DELIRIO E SUPPLIZIONella notte buia noi vaghiam alla ricerca di risposte che mai troverem... come piccole fiammelle riconosceremo i nostri simili ed a loro ci uniremo nel lungo cammino verso l'essere e l'esistere

 DELIRIO E SUPPLIZIOCarne, che di te assaporo ogni istante del tuo gustoso rivolo di sangue, affascinante creatura della notte famelica in cerca di carne. Che sia notte, che sia dì, sopperir non posso al mio inconciliabil bisogno di nutrirmi e quando carne sarà al mio cospetto, rivoltndosi su di me, giorò come una dannata tra fiumi di sangue in cui spacchierò la mia anima zozza... che il banchetto abbia pur inizio DELIRIO E SUPPLIZIOO anima nera che hai abbandonato il mio Destino Come fugace ombra nel nulla sei svanita, lasciando dietro di te solo il profumo di un bocciolo di rosa e l'acre odore del sangue Solitatio nella notte verso le mie ultime leacrime: amare e salate come lo è l'esistenza. Alla mia solitudine mi hai abbandonato. Io triste e romantico vampiro d'altri tempi che nell'amore credeva ancora... O anima nera che hai abbandonato il mio destino voltati solo una volta, una volta soltanto e mostra il tuo sguardo. Se solo dai tuoi occhi lacrime di dolore stanno scendendo... Ma invano io t'invoco mentre nell'oscurità svanisci lentamente disperdendoti e lasciandomi in bocca Solo l'amaro sapore del sangue

 

NEL TUO CUORE

 

DELIRIO E SUPPLIZIO

Anima che hai sorriso alla Morte, scivoli languida lungo i pertugi di una vita che più non è tua. Tra i piaceri della carne: croce e delizia di chi trapassato ora è e nutrimento per l'immortal spirito sovvien... Muto involucro il corpo tuo ad abbeverare il demone che di sì fatto ardor di tua carne nutre le vesta

 

DELIRIO E SUPPLIZIO

Notte che doni nuova linfa vitale, a te o Luna dedico nenie e dolci ninna nanne sicchè la notte sia lieta e prolifica. Di te dolce ho il ricordo, di rimembranze passate che in remiscenze trasmutano il tempo, fluido nella notte vagar." Un saluto notturno da una creatura della notte come te

 
 

PASSIONE...E

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

FORSE....