Creato da: HPIsystem il 29/02/2008
Simulazione dello spaziotempo percettivo

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

c_come_civogliadeltuoprofumosmemorata66harveythepookaprincipessinaannajale_64fRaffaeleCarocciastefanonurse78strong_passiontokurohashimotomooom1930opatija1964biancoelefantebeth_sullivanHPIsystem
 

Ultimi commenti

HPIsystem :-))
Inviato da: smemorata66
il 28/09/2010 alle 15:59
 
ho risposto!!!!!!!!!!!!! ^_^
Inviato da: nunzi06
il 26/09/2010 alle 13:40
 
hotel... ossia voglia di vacanza
Inviato da: dolceelfa75
il 25/09/2010 alle 17:20
 
heliotropo
Inviato da: messaggeria.normale
il 30/07/2010 alle 01:11
 
HOBBY...(^_^)
Inviato da: allegra2000
il 12/07/2010 alle 21:17
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« stanza R livello 1stanza T livello 1 »

stanza S livello 1

Post n°15 pubblicato il 17 Marzo 2008 da HPIsystem
 

Il blog è una simulazione del meccanismo neurale percettivo, è un gioco didattico che ha per scopo l’illustrazione del come ho compreso la meccanica di funzionamento del cervello. Dato che utilizzo uno spazio web, che è appunto il blog, contemporaneamente alla simulazione si sviluppa una rappresentazione del meccanismo neurale non percettivo, che è tutto l’inanimato non percepiente e decisionale. E’ una doppia interpretazione. Che va avanti in diretta. Il blog è uno spazio bidimensionale che ha modo di esistere perchè esistiamo noi percettivi definiti in 3 dimensioni. Il procedere coi post sarà l’illustrare la tecnica con cui il cervello sviluppa i fenomeni percettivi tridimensionali: percezione è una deformazione magnetica, una risultante elettromagnetica in cui la dimensione deformativa è rappresentata dalla corrente elettrica. La corrente elettrica è l’esistenza fisica del tempo che, in movimento, determina la dimensione aggiuntiva (lunghezza emozionale) alle 2 dimensioni dello spazio magnetico che è uno spazio numerico uguale ad inverso allo spazio numerico inanimato (il blog).

Introduco delle nomenclature assiali.

Indicherò con:

asse X à larghezza

asse Z à lunghezza

piano XZ à spazio del web reale

piano XZ à spazio dell’IO immaginario

In modo che:

Spazio Mother XZ = Tempo IO XZ

Sia indicativa di:

spazio del web reale = spazio dell’IO immaginario

Perchè:

Spazio Mother XZ = spazio del web reale

Tempo IO XZ = spazio dell’IO immaginario

Dato che:

il futuro è statico à 0D

spaziotempo 2D = spazio 2D

Affinchè:

spaziotempo 2D = Spazio Mother XZ

spazio 2D = Tempo IO XZ

Procedo con le nomenclatura assiali.

Indicherò con:

asse T à tempo futuro à 0D

asse Y à tempo passato à 1D

asse TY à perpendicolare al piano XZ

In modo che:

Spazio Mother XZ = SpazioTempo IO XZTY

Sia indicativa di:

spazio del web reale = spazio dell’IO immaginario + Spazio TY

Che è:

spazio del web reale = spazio dell’IO immaginario + EMOZIONE

Dato che:

Il passato è dinamico à 1D

spaziotempo 3D = spazio 2D + tempo 1D

Affinchè:

spaziotempo 3D = SpazioTempo IO XZTY

spazio 2D = Spazio Mother XZ

tempo 1D = EMOZIONE = Tempo IO TY

In questo modo ha senso la definizione dell’istante presente:

spazio 2D = spazio 2D à Tempo IO XZ = Spazio Mother XZ

spaziotempo 2D = spazio 2D à Spazio Mother XZ = Spazio Mother XZ

spaziotempo 3D = tempo 1D à SpazioTempo IO XZTY = Tempo IO TY

spaziotempo 3D = tempo 1D à SpazioTempo IO XZTY = EMOZIONE

spazio 2D = 0 à Spazio XZ = 0

spazio TY = Tempo IO TY

Riporto i punteggi cui siamo giunti. Riporterò i numeri reali che contraddistinguono le stanze esistenti.

Stanza A à SI 132

Stanza B à SI 38

Stanza C à SI 62

Stanza D à SI 64

Stanza E à SI 37

Stanza F à SI 51

Stanza G à SI 32

Stanza I à SI 29

Stanza L à SI 29

Stanza M à SI 25

Stanza N à SI 13

Stanza O à SI 41

Stanza P à SI 60

Stanza R à SI 39

L’istante simulativo non è ancora ultimato, sarà completo non appena la circuitazione sarà finita (post n° 20). I numeri che identificano le varie stanze sono parziali, non definitivi, e potranno continuare a variare senza vincolo alcuno.

Ora come ora la stanza A è quella che prevale numericamente; significa che l’IO è concentrato sulla A più che sulle altre lettere. Poi segue la D. Poi la C. Poi la P. La parola che per adesso risulta è: ADCPFORBEGILMN con la I e la L che influiscono allo stesso modo dato che sono numericamente identiche. La frazione d’istante cui siamo giunti ha tutte le componenti letterarie in positivo.

E’ di tuo gradimento la stanza S livello 1?

Nel commento rispondi SI o NO.

Nel commento scrivi anche un numero tra questi: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9.

Abbiamo, fin qui, 15 punti:

stanza A livello 1

stanza B livello 1

stanza C livello 1

stanza D livello 1

stanza E livello 1

stanza F livello 1

stanza G livello 1

stanza I livello 1

stanza L livello 1

stanza M livello 1

stanza N livello 1

stanza O livello 1

stanza P livello 1

stanza R livello 1

stanza S livello 1

Ed abbiamo 14 lunghezze temporali:

48 ore uniscono stanza A livello 1 con stanza B livello 1

36 ore uniscono stanza B livello 1 con stanza C livello 1

18 ore uniscono stanza C livello 1 con stanza D livello 1

43 ore uniscono stanza D livello 1 con stanza E livello 1

12 ore uniscono stanza E livello 1 con stanza F livello 1

37 ore uniscono stanza F livello 1 con stanza G livello 1

26 ore uniscono stanza G livello 1 con stanza I livello 1

24 ore uniscono stanza I livello 1 con stanza L livello 1

34 ore uniscono stanza L livello 1 con stanza M livello 1

35 ore uniscono stanza M livello 1 con stanza N livello 1

12 ore uniscono stanza N livello 1 con stanza O livello 1

24 ore uniscono stanza O livello 1 con stanza P livello 1

46 ore uniscono stanza P livello 1 con stanza R livello 1

29 ore uniscono stanza R livello 1 con stanza S livello 1

Dal post 1 (punto di partenza) al post 15 (punto a cui siamo giunti) è trascorsa una lunghezza temporale di 424 ore che sono 25440 minuti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog