Creato da acronlusdifatto19 il 20/12/2013
si occupa di giovani, ambiente e comunicazione

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

Coralie.fracronlusdifatto19Alberi_NuoviElemento.Scostanteketti1dglyoshi_koLSDtripRIO4658F.F.F.Kchiarasanyunnikcometanti1La_gallina_ina_inazanzibardgl13elektraforliving1963
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

acrilsanremese

Caricamento...
 

 

acr e crv di Sergio e Ketti Bosco e Rio Merzario ..Assemblea generale STRAORDINARIA. Buone Vacanze da www.acraccademia.it

A tutti i Soci Aderenti, Volontari, Sostenitori, Simpatizzanti

-Assemblea Generale straordinaria:

-Odg: Occorre scegliere se rimanere iscritti al Registro Regionale del Volontariato e o costituire una Fondazione!
Ci troviamo il 1° mercoledi di settembre in Sede a Milano e a Sanremo...segue invito personale ad ogni iscritto, diteci cosa ne pensate?

ciao da  Sergio Merzario e Ketti BOSCO di www.acraccademia.it

con Oscar di POESIA e il SABATO de il Baggese-Milanese-Sanremese e Civennese!!

Attività di volontariato all'ACR il BAGGESE-MILANESE :

https://www.youtube.com/watch?v=VHyA56nydWM

https://www.youtube.com/watch?v=9F4qil3H_hk&list=PLzQ9_eEfNCLxwe9T0zHQEw9UBab0F0dcF&index=1

https://www.youtube.com/watch?v=W2mRzrgLC4I

https://www.youtube.com/watch?v=DeUz-uXQ7O8

https://www.youtube.com/watch?v=cI7gEFmIvu8

https://www.youtube.com/watch?v=9F4qil3H_hk

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acr il T.L.

Circolare 18/E del 01/08/2018 dell'Agenzia delle Entrate 
A.S.D. E RIFORMA DEL TERZO SETTORE:
UN DIVORZIO ANNUNCIATO
  a cura di Luigi Silvestri     e di  www.acraccademia.it   
 
    
La corposa circolare n°18/E del 01/08/2018, emanata dall'Agenzia delle Entrate, affronta temi estremamente importanti per il mondo delle A.S.D. e delle S.S.D. chiarendo, in maniera non sempre condivisibile, una serie di problematiche di carattere fiscale e amministrativo.
 
Premesso che non è possibile trattare unitariamente le tematiche di svariata natura, affrontate nella circolare, iniziamo l'analisi della stessa con uno dei temi più discussi degli ultimi tempi dalla dottrina e cioè se spettino o meno le agevolazioni di cui all'art. 148 comma 3(i cosiddetti corrispettivi specifici) alle A.S.D. che si iscriveranno nel registro unico del terzo settore.
Fino all'emanazione della circolare, gran parte dell'A.S.D. era orientata a non iscriversi al R.U.N.T.S., in quanto era chiaramente prevista la perdita dei benefici di cui alla legge 398/91.
 
Come ben noto, la legge 398/91 riguarda, però, esclusivamente le A.S.D./S.S.D. che, oltre all'attività istituzionale, esercitano anche un'attività commerciale, connessa agli scopi istituzionali; quindi solo una parte limitata delle A.S.D./ S.S.D.
L'art 148 comma 3 che prevede, invece, la decommercializzazione dei corrispettivi specifici nei confronti degli iscritti, associati o partecipanti, di altre associazioni che svolgono la medesima attività e che per legge, regolamento, atto costitutivo o statuto fanno parte di un'unica organizzazione locale o nazionale, dei rispettivi associati o partecipanti e dei tesserati dalle rispettive organizzazioni nazionali, è un beneficio che riguarda tutte le A.S.D. /S.S.D. e quindi la risposta dell'Agenzia delle Entrate ai dubbi degli operatori era particolarmente attesa.
 
L'agenzia delle entrate, dopo una disamina della normativa, ( vedi parte 5.2 della circolare) conferma che per le A.S.D./S.S.D. iscritte al registro CONI nulla cambia in merito alle agevolazioni dei corrispettivi specifici ma a condizione che non si iscrivano al registro unico del terzo settore.
 
Diversamente le associazioni e le ssd che assumeranno la qualifica di ETS, iscrivendosi al registro del terzo settore, non potranno più usufruire della decommercializzazione prevista dall'art. 148 comma 3.
 
Per le A.S.D. che si iscriveranno nel registro rimarranno esclusivamente i benefici della decommercializzazione cosiddetta "generica" prevista dall'art.148 comma 1 e comma 2 (art.79 codice del terzo settore).
 
La circolare conclude sul punto ricordando che l'art .85 del CTS prevede un'agevolazione simile a quella di cui all'art.148 comma 3, solo per quegli enti del terzo settore che siano "Associazioni di Promozione Sociale".
 
Alla luce delle rigide prese di posizione dell'Agenzia delle Entrate (a parere di chi scrive non del tutto condivisibili) appare davvero improbabile che le A.S.D. iscritte al CONI (non APS) scelgano di iscriversi nel Registro Unico del Terzo Settore, rinunciando sia ai benefici delle 398/91 sia ai benefici della decommercializzazione specifica prevista dall'art. 148 comma 3 e, probabilmente, anche ai benefici dei cosiddetti "compensi sportivi"(art. 67 tuir).

http://www.acraccademia.it/Acr%20Roma%20pag%201.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Invito x l'8 agosto ad Acr

Foto di acronlusdifatto19

Carissimi colleghi (oltre che pittrice e scrittrice, sono anche giornalista),
vi invio il comunicato stampa relativo alla mia mostra di pittura che terrò presso il Museo della Transumanza di Villetta Barrea (AQ) dal 7 al 26 agosto 2018. Inaugurazione 7 agosto 2018 alle ore 18,00.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 10,30 alle 12,30 e dalle ore 17,30 alle ore 20,00 o previo appuntamento al mio cell. 338.6881878.

Sarò sempre presente e dipingerò in estemporanea davanti ai locali del Museo.

Tale manifestazione è stata promossa dal Museo della Transumanza, con il Patrocinio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, del Comune di Villetta Barrea, curata dalla dott.ssa Maria Pia Graziani, Direttrice del Museo della Transumanza.

Grazie della pubblicazione della quale vi sarei molto grata.

Cordialità.

Principia Bruna Rosco

 

Cell. di Principia Bruna Rosco 338.6881878

Cell. del Museo 340/3174515

.. a cura di www.acraccademia.it 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

U.E. a cura di acr

UNIONE EUROPEA spiegata alla casalinga di VOGHERA 

Al Signor Direttore de Il Baggese di Milano Merzario Sergio

Come da accordi presi ecco la mia personale spiegazione della lite fra l’Europa Matrigna e gli italiani inconsapevoli. Tutto inizia con Schengen 1995. Schenghen è un Comune del Lussemburgo, scelto dai Paesi del nord europa perché è un luogo equidistante fra i Paesi partecipanti. L’Italia non era stata invitata al convegno, perchè. I Paesi partecipanti avevano concordato di stringere le loro economie per far meglio a fronte delle difficoltà comuni, perché le loro economie erano sovrapponibili al 95%, il restante 5% andava risolto un po’ alla volta senza strappi per non far spaventare i popoli interessati. L’Italia,gli “statisti” di allora vennero a sapere della riunione e della loro esclusione, non la presero bene. Quando gli “statisti” chiesero la motivazione della esclusione scoprirono che era molto semplice: la economia italiana non era compatibile con quelle del nord europa. Questa risposta fu considerata una offesa,i nostri “statisti” si indignarono, fecero di tutto per dimostrare che l’economia italiana era sana e compatibile per sfide future, le cancellerie europee di allora fecero presente che il trattato di Schenghen doveva essere sottoscritto così com' era, con l’impegno di modificare tutte le Leggi in essere in Italia per allinearle a quelle del nord europa, che poi erano presenti al 90% nel trattato di Schenghen. La pillola era addolcita dal fatto che anche gli altri Paesi avrebbero dovuto cambiare le loro Leggi per adeguarle a Schenghen, facendo finta che loro partivano avvantaggiati perché sono Paesi di consolidata unità nel loro interno, mentre l’Italia avrebbe dovuto cambiare la propria unità dopo averla raggiunta da pochi decenni. Esempi:1, Schenghen prevedeva aiuti agricoli per il grano senza specificare grano duro ma con riferimenti impliciti per il grano tenero che cresce nel nord europa, 2 così in riferimento al burro piuttosto che l’olio d’oliva, 3 le maglie delle reti dei pescatori,4 il diametro (o calibro dei piselli in scatola), quest’ultima cosa fece scatenare l’ironia dei giornalisti ex chierici venduti al potere. Cerchiamo di capire il perché: i burocrati “cattivi” di Bruxelles si posero il problema di portare a tutti gli europei la possibilità di alimentarsi con verdura fresca tutto l’anno e si concentrarono sui piselli, tenendo presente che gli europei aumentavano di numero e la qualità dei piselli doveva essere massimo, inoltre per abbassare i costi si rivolsero alla tecnologia del tempo, tutti questi parametri produssero la meccanizzazione dalla semina alla vendita nei supermercati passando per la raccolta e la surgelazione e l’inscatolamento, a questo punto i giornalisti asserviti ai peggiori poteri occulti, si focalizzarono sul diametro dei piselli, che doveva essere per forza di cosa standardizzato. I giornalisti avrebbero dovuto spiegare il carattere scientifico che stava dietro al diametro dei piselli, e il perché era ed è giusto sovvenzionare, anche a fondo perduto, questo modo innovativo di produrre, poi se le persone vogliono i piselli con diametro tradizionale possono comprarli quando e come vogliono, ma chi se ne occupa non possono pretendere sovvenzioni comunitari. Sig. Direttore mi permetta di esprimere il mio sdegno per i cosiddetti “chierici” che scrivono solo per compiacere chi paga senza alcun riguardo per la verità. Ecco è questa la linea rossa fra L’Italia e il resto del mondo, i giornalisti non dicono la verità verificata ma solo opinioni compiacenti.Cerchiamo di chiarire: nel resto del mondo esistono i delinquenti come in Italia, però una persona è definita delinquente quando commette un reato ed è stato condannato invia definitiva, e fino qui le cose sono uguali in tutto il Mondo, la differenza è che nel mondo i delinquenti vengono chiusi in carcere e si buttala chiave, in Italia, invece, i delinquenti vengono posti al comando della cosa pubblica. Questa è una vecchia storia, che fu definita con Gramsci come “tradimento dei chierici”, e ancora oggi(2018) continua. Traduzione in italiano popolare : i chierici erano quelle persone che imparavano a legger e scrivere e qualche rudimento di escatologia da insegnanti religiosi, imparavano ascrivere per esaltare il potente di turno e in compenso riuscivano a combinare pranzo e cena per sé e la propria famiglia, senza spremere un goccio di sudore. Tutto questo nel resto del mondo non esiste dal 1870 circa, specifichiamo dal passaggio dal positivismo al decadentismo. I giornalisti in tutto il mondo seguono i potenti per analizzare il rapporto fra quello che dice e quello che fa. Non è un lavoro facile, ma questo è. Prendiamo in esame due fra i massimi quotidiani italiani il 3 marzo, ultimo scorso, la Lega e il m5s sono presentati come dei nuovi barbari, il 5 marzo la Lega e il m5s sono presentati come il nuovo che avanza. Il tutto nell ’indifferenza del popolo che purtroppo non sa e che vorrebbe essere messo a conoscenza,almeno, del vero. Egregio direttore quanto sopra ha corrispondenza che i “chierici” sopra nominati quando si parla di Banche si stracciano le vesti per difendere le regole italiane che permettono ai banchieri di  privatizzare i guadagni e socializzare le perdite. Esaminiamo punto per punto. Nei Paesi dell’Europa del nord le Banche funzionano più o meno così a seconda del Paesi che si esamina, prendiamo a esempio la Germania: le Banche SpA si governano più o meno da sole, quando falliscono sono affari loro, le Banche regionali, le nostre Casse di Risparmio locali, tipo Monte dei Paschi di Siena, in Germania sono state salvate con soldi locali quando sono entrate in crisi,e qui è iniziata l’opera vergognosa de chierici”, le Banche regionali tedesche è vero che sono state salvate dal pubblico, però il pubblico incassai dividendi a fine anno quando ci sono, questi dividendi servono, ad esempio, alla manutenzione delle autostrade, che sono gratis, ecco che il salvataggio pubblico non è a fondo perduto come vogliono i banchieri italiani, ma diventa una opportunità per tutti i cittadini. Quanto sopra scritto i cittadini tedeschi lo apprendono fin da quando sono nel grembo della madre,in Italia cosa succede? Per carità di Patria non voglio approfondire. Per fortuna che siamo stati obbligati a salvare sì Monte dei Paschi di Siena e le altre banche locali dal fallimento, ma non a fondo perduto. Io sono convinto che questo tipo di salvataggio non è piaciuto ai “chierici” e ai loro padroni, da qui le turbolenze del dopo voto del 4 marzo. Ora esaminiamo con lo stesso scrupolo le ormai famose buche cittadine. Negli anni ’70 sono stato nel nord europa e ho conosciuto una famiglia impegnata nei lavori stradali in genere e delle buche in particolare. Un mattino ho accompagnato il responsabile in Comune perché doveva ritirare l’assegno per i lavori stradali effettuati che comprendevano anche la sistemazione di alcune buche dissestate, preventivamente aveva allegato ai documenti delle foto che documentavano le buche in questione prima e dopo i lavori, ma prima di andare in Comune siamo passati dalla Banca dove è stato ritirato un una fidejussione che garantiva la tenuta dei lavori, e anche delle buche, per 10 anni, naturalmente la fidejussione non copriva terremoti, guerre, cadute di meteoriti e altri eventi non prevedibili. Subito io non ho capito sull’utilità della fidejussione pensavo che era una cosa tipica del nord europa,invece in questi ultimi anni spesse volte mi sono ricordato di quanto accaduto negli anni ’70. Chiaramente le Banche del nord europa prima di concedere una fidejussione vogliono delle serie garanzie sulla solidità dell’impresa che la chiede, soprattutto sulla serietà dei lavori effettuati, insomma si innesca un circolo virtuoso che garanti scegli attore coinvolti.Come mai i “chierici” italiani non ne parlano mai? A pensar male a volte s’azzecca, Andreotti docet. Le buche delle strade italiane si sfasciano a ognibreve o lunga pioggia provocando la richiesta dei cittadini intesa a riparare le buche, naturalmente gli amministratori pubblici contattano le impresestradali che riparano le buche alla buona senza dare nessuna garanzia con l’aggravio che i costi italiani sono superiori a costi standard europei. Come mai? Forse bisognerebbe abolire la segretezza sulle Fondazioni legate ai politici, le quali non sono obbligate a pubblicare i nomi di chi le finanzia, chissà se troveremo le imprese stradali, banchieri corrotti e/o corruttori, imprenditori interessati alle commesse pubbliche. Egregio Sig. Direttore torniamo sempre al primo detto:perché gli statisti del 1993 non hanno adeguato le leggi italiane come richiesto da Schenghen? Conclusione: i burocrati europei non sono cattivi chiedono quello che gli statisti italiani hanno promesso e sottoscritto, gli italiani non sono stati messi al corrente sia allora, 1995, sia oggi 2018, e giustamente si sentono richiedere qualcosa che non capiscono. Prendiamo per esempio la famosa dieta mediterranea, pasta di grano duro, olio extravergine d’oliva, frutta a Km 0 non standardizzata, tutto questo però non vengono valorizzate dai burocrati europei, giustamente secondo i burocrati, ingiustamente secondo gli italiani.

Ai posteri l’ardua “ soluzione.  

A CURA DI FRANCESCO COSTANTINO

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

quì Milano, Municipio 7

Un gravissimo incidente ha bloccato la forze armate.. grave una motociclista.. all'altezza della ns sede .. poi i particolari.. auguri che si salvi.. da

ACRACCADEMIA.IT
Acr Accademia,il milanese,il baggese,il sanremese,poesia,giornali,attività,novità,volontariato,associazione,corsi,milano,sanremo,civenna,triangolo lariano,vallassina,baggio,tempo libero,solidarietà,siti utili,immagini,libri,soci,liguria,lombardia,acr,ccr,

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

attualità e lettere-articoli dei volontari e collaboratori..

A cura di FRANCESCO COSTANTINO

di WWW.ACRACCADEMIA.IT

LETTERE AL DIRETTORE.

Egr. Direttore DE IL BAGGESE-MILANESE

Merzario Sergio Dario

Oggi 28 giugno UN MESE FA oggi 21 LUGLIO 2018

voglio sottoporle le mie considerazioni sull'argomento del giorno N.D.R.(Nota di redazione) GRAZIE AL MINISTRO dell'INTERNO SALVINI, sempre attuale!

 ...i migranti.

Prima sgombriamo eventuali polemiche sul fatto

della razza perchè aleggia sui migranti la parola

razzista. Negli anni’80 Watson pubblica la foto

dell’elica del DNA,da quel giorno sulla Terra esiste

solo la specie umana;purtroppo c’è ancora qualche

persona continua a insistere sul concetto di razza

bianca, nera, gialla,india, non possiamo farci niente

e dobbiamo convivere anche con queste persone.

Torniamo ai migranti,in queste sere di inizio

estate ho rivisto un film degli anni ’50 con Marcello

Mastroianni, non voglio tediare la/il paziente lettrice/lettore

con il racconto del film mi limito a riportare che il compianto

Mastroianni si autoaccusa di un reato non

commesso a favore della propria fidanzata, questa

viene assolta ma… un bravo agente di Pubblica

Sicurezza ( ..in quel tempo così era chiamata

l’odierna Polizia di Stato ) scopre il vero colpevole,

tutto a posto? No! Il Pubblico Ministero chiede

l’assoluzione della donna ma contemporaneamente

chiede l’incriminazione dell'attore (..Mastroianni) con

l’accusa di autocalunnia.

Tanto posto, dobbiamo prendere atto che in Italia non ci si può autoaccusare di un reato non commesso.

A questo punto trovo una correlazione sui migranti che volontariamente si imbarcano su gommoni per niente sicuri andando incontro a un naufragio sicuro, secondo me, dopo averli salvati e identificati i perseguitati politici e chi scappa da una guerra in atto e messi in sicurezza, gli altri dovrebbero essere sottoposti a processo con l’accusa di aver provocato un auto naufragio.

Il problema allora rimane sul chi ha convenienza

di questa “invasione” di migranti economici?

Secondo me questa situazione conviene ai corrotti

e ai corruttori, questo perché in Italia le Leggi

favoriscono i delinquenti e mazziano i cittadini onesti, una per tutte la prescrizione del reato; assurdo prescrivere un reato. I reati sono prescritti con la morte del reo, questo mi è stato insegnato quando ho studiato, molti anni fa, al limite è il Giudice che deve valutare se quel reato può essere reiterato, quindi punibile, o se è “ una tantum “ e quindi una macchia indelebile sull'onore della persona, senza provvedimenti punitivi.

"La 'Flax Tax'  sarà il prossima proposta-articolo"

a cura di Francesco Costantino di Crv-Acr

Cosa ne pensate carissime/i LETTRICI/LETTORI?

DITECELO, come ritenete + opportuno, Via:                       e-mail info@acraccademia.it,acr-onlusdifatto@libero.it,  acr-4658@libero.it  , tel 33945023017 o 3402707829,

w.s., Facebook, t.w., fax... messenger e via o tranite il    ns. sito ' www.acraccademia.it '

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INVITO di CRV-ACR

Foto di acronlusdifatto19

Sei invitato al nostro Aperitivo d'Artista
Arte da mangiare mangiare Arte chiude le attività della stagione con un appuntamento da non perdere. Il 13 Luglio dalle ore 17.00 alle ore 19.30 siete tutti invitati a partecipare all'Aperitivo d'Artista nel verde del Depuratore di Milano Nosedo sede del Maf- Museo Acqua Franca. Sarà un' occasione per salutarci in vista delle vacanze estive.
Ogni partecipante è invitato a portare qualcosa da mangiare e bere da condividere con gli altri.
In questa occasione la rete presentata presso Koinè, Antico mulino per il progetto Donne nel territorio, sarà allestita nell'hangar e ognuno di noi lascerà un proprio segno attraverso l'ausilio di nastri, corde e materiale di riuso leggero.
E' gradita gentile conferma alla mail: info@artedamangiare.it
Vi aspettiamo numerosi.


Segreteria Organizzativa

Arte da mangiare mangiare Arte
Via Daverio 7
20122 Milano
tel. 02 39843575
info@artedamangiare.it
www.artedamangiare.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ultimissime! CRV

Acr-CRV
seguici su: www.acraccademia.it .. troverai le ultimissime (ACR-CRV tel. 3402707829-3394523017) e anche... .
il PUNTO a cura di Francesco Costantino
Processo a Galilei Galileo!
Galileo Galilei viene tirato dalla giacchetta sia dai detrattori della religione in generale, sottolineando l’avversità della religione alle scoperte scientifiche che distruggono le “Sacre Scritture” ritenute le sole depositarie dello svolgimento della vita che deve essere indirizzata in modo che dopo la morte del corpo l’anima della singola persona possa essere accolta dal Dio, della religione della persona, in paradiso evitando l’inferno. Invece il Vaticano e gli alti prelati interrogati sulla questione negano che Galilei sia stato condannato per le sue scoperte scientifiche. Veramente dagli archivi vaticani non è mai uscito uno scritto con i sigilli appropriati ( sigillo sulla ceralacca che mostra uno stemma di un cardinale dell’epoca ). Le carte che sono pervenute a noi sono resoconti di persone informate dei fatti, ma pur sempre di parte. Io cercherò, qui di seguito, di salvare “la capra di Galileo, e cavoli della religione”. Iniziamo dal fissare alcune certezze. L’inquisizione è nata in Spagna per scoprire le false conversioni degli ebrei al cristianesimo al fine di godere dei privilegi in favore dei cristiani dopo la cacciata degli arabi dalla Spagna. In seguito l’inquisizione divenne arma politica per contenere le spinte di riforme religiose irreversibili iniziate con la Riforma di Martin Lutero, per semplificare la salvezza dell’anima si ottiene con la fede, e non può essere oggetto di compravendita, secondo i protestanti, invece per i cattolici si ottiene con la fede e opere di bene ( la compravendita esce dalla porta ed entra dalla finestra). Nel 1600, aut ‘700, l’inquisizione era una istituzione potente, e faceva paura a tutti, perché le persone credevano fermamente che dopo la morte c’era il Paradiso, il Purgatorio e l’Inferno, e cosa importante, i sacerdoti avevano il potere di salvare o condannare la singola anima. I personaggi potenti per raggiungere i loro scopi ( essenzialmente dinastici ) avevano bisogno del sostegno della Chiesa, quindi la politica in un certo senso non solo accettava ma si serviva dell’inquisizione. Per quanto sopra esposto si capisce bene come l’invenzione di Galileo era ben vista dai potenti dell’epoca: con il cannocchiale potevano capire dove erano i nemici e quanti erano, inoltre era utile nell’avvistare le navi dei pirati saraceni in tempi brevi a provvedere a una difesa più valida. Per questi motivi Galileo poteva contare su amicizie molto influenti, ma soprattutto queste amicizie volevano evitare che Galileo smettesse di affinare il canocchiale, perché chi possedeva il canocchiale di ultima generazione aveva una possibilità in più dell’avversario. Per finire voglio sottolineare che anche l’esercito della Chiesa usava il cannocchiale, era importante, non poteva farne a meno, sia sul mare che sulla terra. Da queste premesse si capisce che il Sant’Ufficio aveva tutto l’interesse a separare l’invenzione del canocchiale dal suo uso astronomico. Infatti il primo processo a Galileo non si concluse con un qualcosa che avesse a che fare con l’eresia, perché la parola eresia in un processo dell’Inquisizione comportava automaticamente una lunga prigionia o il rogo. Ora visto che Galileo lo ritroviamo libero di insegnare e proseguire le ricerche sul canocchiale, apportandovi notevoli miglioramenti; possiamo dedurre dalla condanna del secondo processo che Galileo è stato condannato con “la condizionale”, più o meno così: caro Galileo per quello che hai scritto ti dichiariamo eretico, perché si mettono in dubbio le Sacre Scritture, ma dato che la tua invenzione ha migliorato la vita ai cristiani ti lasciamo libero di continuare i tuoi studi purchè non indirizzi più la tua invenzione verso le stelle. Galileo tornato libero continuò i suoi studi, migliorò il canocchiale (il suo corpo da semplice cartone indurito e pelle anch’essa indurita diventò di ottone, così da essere meno fragile, e trasportato in sicurezza). Galileo tra il primo e il secondo processo continuò gli studi astronomici, descrisse la superfice lunare, ma non parlò degli angeli, studiò le lune di Giove e la loro rotazione adducendo così nuove prove all’intuizione eliocentrica, non solo le studiò ma le condivise con altri studiosi dell’epoca. Ai potenti del tempo poco importava la rotazione del Sole e della Terra, a loro importavano le scoperte di Galileo: oltre al canocchiale il nostro eroe, perfezionò il compasso; Galileo diventò un imprenditore ricco e famoso, questo comportò in Galileo la falsa credenza di essere intoccabile perché aveva troppi amici potenti. Galileo aveva sottovalutato la potenza della Chiesa sulla mente umana, infatti tutti i suoi amici potenti quando fu chiamato a Roma per chiarimenti si defilarono perché non volevano perdere l’appoggio del clero locale al fine di mantenere il proprio potere e i relativi privilegi. Galileo fu solo a difendersi, lui ingenuamente credeva di difendersi con argomenti scientifici, invece si dovette difendere dall’accusa di non avere osservato la promessa fatta nel primo processo: non doveva osservare il cielo di notte con lo strumento che aveva inventato. Ultima curiosità come ha fatto Galileo a inventare il canocchiale. Per motivi che non sappiamo –ma che possiamo dedurre, era un genio!- Galileo ha avuto in mano alcune lenti di ingrandimento, come quelle che abbiamo nel 2017, queste lenti servivano ai mercanti di stoffa del nord europa per controllare se le pezze di tessuto avevano la trama giusta o irregolare, al fine di quantificarne il prezzo; Galileo, non so spiegare per quale intuizione, -probabilmente il suo cervello che cercava di innovare, esperimentando con la ricerca.. lo porto’ a verificare l’intuizione..- allora, mise le lenti una dietro l’altra man mano a distanza variabile, poi ebbe l’intuizione di inscatolare la distanza fra le due lenti ed ecco inventato il canocchiale.
Riflessione: oggi 2018 le cose sono un po’ cambiate: la casta religiosa, dice: fate pure le vostre scoperte, però, siamo noi a decidere quando e come usarle per evitare contraccolpi dannosi. Gli scienziati per scoprire qualcosa di nuovo sono costretti ad andare, all’estero e nascondere l’invenzione se va oltre la morale e l’etica religiosa, senza incorrere in scomuniche pesanti e dannose, basta che non pretendano di usare subito le loro scoperte. L’uso delle scoperte scientifiche, oggi devono percorrere un iter legislativo lungo e pieno di ostacoli, però, per fortuna, non sono piu’ previsti roghi purificatori i purificatrici se rompono lo schema religioso (per o cristiani per altre religioni, vige ancora quel sistema). L’iter legislativo previsto dagli stati moderni consente all’opinione pubblica di prendere visione della scoperta, capire i vantaggi e gli svantaggi, e soprattutto zittire chi grida “ abbiamo fatto sempre così, abbiamo detto sempre così, perché dobbiamo cambiare?”.. Quindi, .. seguici... su : wwww.acraccademia.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Crv

Foto di acronlusdifatto19

http://www.acraccademia.it/ARCHIVIO.html OSCAR INTERNAZIONALE DI POESIA CONTRO IL BULLISMO!A norma del Decreto Legislativo 196/03, con la presente, Le comunichiamo che i Suoi dati vengono trattati con riservatezza, nel rispetto delle normative vigenti e non verranno divulgati per nessun motivo. Siamo coscienti che e-mail indesiderate possano diventare un vero e proprio disturbo. Se le informazioni di questo messaggio non fossero di Suo interesse, può ottenerne la rimozione immediata rispondendo con CANCELLAMI all"indirizzo:mailto:acronlus@libero.it . In mancanza di tale specifica richiesta di esclusione, resta sottinteso il consenso al ricevimento dei nostri messaggi – comunicati e INVITI! ASSOCIAZIONE CULTURALE RICREATIVA - Via DELLE FORZE ARMATE,297 - 20152 - Milano-Info: 340 2707829 02 87392826- centro.ascoltoacr@libero.it - info@acraccademia.it Care/i Lettrici/lettori! Questo è uno dei tanti Blog dell'Acr-Onlus di Fatto, che con tantissime .. persone.. DONNE ..Uomini.. Giovani.. e Associazioni.. NO PROFIT.. lottano contro il BULLISMO e per la VIVIBILITA' con l' Ambiente. Il successo di un blog sta nel numero dei commenti, Vi preghiamo pertanto di commentare, anche solo con domande o con divergenze. Non abbiate paura. STIAMO LAVORANDO PER VOI... Cordialità da acraccademia.it/ e da http://www.radioasso.it/ radioasso.it/blog.libero.it/4658/commenti.php acraccademia.it/novità%201%20Poesia%20il%20baggese.html youtube.com/watch?v=GbhQRI3Ixe8youtube.com/watch? pubblicitaacr.blogspot.it/ blog.libero.it/ACRASCOLTO/view.phpunibocconi.it/wps/wcm/connect/Cdr/News+ed+Eventi/Eventi/Bocconi+Eventi
http://www.acraccademia.it/NOVITA'.html
https://www.youtube.com/watch?v=cWCrn2Zfbsk

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 
 

acr - Crv

Post n°364 pubblicato il 09 Aprile 2018 da acronlusdifatto19
 

www.acraccademia.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

acr e CRV

O S C A R "NO AL BULLISMO" 30a Ediz. con Don Gino Rigoldi... .. marzo-aprile 2019 al Municipio  di Milano!
-P R E M I A Z I O N E  e finalissima OSCAR 'NO AL BULLISMO"... -MAGGIO 2018 h ..,30 -..,30
con il Patrocinio del Comune di Sanremo Sala degli Specchi Via Cavallotti   Sanremo (IM)

Avvertiamo che è stato un discreto successo x i ragazzi, i Prof. e i Poeti - I Nonni Poeti e Artisti semifinalisti INVITATI a comporre la Giuria e a partecipare con le loro poesie - opere artistiche e letterarie, alla -finalissima delle Scuole di Milano l' 8-03-2018   Scuola  -Finalista per il 29° Oscar, 5° SuperOscar e 3° Concorso Letterario - che sono stati scelti dal Comitato Organizzatore in quanto VINCITORI  dell'Oscar "NO AL BULLISMO"  .. inoltre gli altri Poeti ed Artisti FINALISTI che sono stati INVITATI alla FINALISSIMA che si terrà entro la fine di Maggio 2018 in Comune con il Sindaco e la Vice -Sindaco-Assessori: PIRERI e NOCITA x informazioni via tel. : " 3402707829-3394523017-0287392826 " o via e- mail: "info@acraccademia.it - acr-onlusdifatto@libero.it - acr-4658@libero.it - delfino-sk@libero.it ".
----------------------------------------------------

http://www.acraccademia.it/NOVITA'.html

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

19 marzo 2018

Foto di acronlusdifatto19

19 MARZO FESTA del PAPA' e 8 MARZO OSCAR 29a Edizione   MARZO 2018
www.acraccademia.it

19 marzo 2018 FESTA DEL PAPA'

..ecco i capolavori di  Giovanni Vincenzo Massara  

un Artista.. UNICO di Centroricerchevalassinesi Acr-crv

8 Marzo 2018 .. Festa della DONNA. Municipio 7 Presidente Marco Bestetti (che ringraziamo sentitamente con l'Assessora e tutto il personale del Municipio 7, anche per il PATROCINIO alla bella e seguitissima manifestazione.. con tantissimi studenti..) Finalissima e PREMIAZIONE.. la Giuria guidata da Don Gino RIGOLDI, l'Assessora Ernestina Ghilardi e il Prof. Vincenzo Costabile .. composta da Carla Ceccarelli,Attilio Zappaterra, Enea Coscelli e Sergio Dario Merzario .. Assegna l'Oscar "NO AL BULLISMO 29a Edizione" ..a Rodolfo D'Amico con la poesia IL NONNO -voti 43, il primo premio dell'Oscar a Patrizia Redaelli con la poesia L'AMICIZIA -voti 42 e 1/2 +, il primo premio personaggio dell'anno 2017/2018 a Anna Lorenz con la poesia VALIGIA -voti 42 e 1/2, il primo premio del super Oscar a Laura Parducci con la poesia SOLE DI SICILIA -voti 41 e 1/2 +,il secondo premio dell'Oscar a Giuseppina Melidoni con la poesia DIVERSI MA INSIEME -voti 41 e 1/2, il secondo premio super Oscar a Ernesto Bortone con la poesia IL SIGNIFICATO DELLA VITA -voti 41 e 1/2 -, terzo premio Teresa Montalto con la poesia ATTESA -voti 40, terzo premio Giovanna Nasta con la poesia RAGAZZO D'OGGI -voti 39, terzo premio Francesco Tuscanocon la poesia VIA LE DONNE -voti 37, quarto premio Domenico De Dominicis con la poesia finalista, quarto premio Giovanni Vincenzo Massara con la poesia finalista,quarto premio Marcello Restelli, Maria Luigia Rizzotto, Gabriella Bettazzoni, Oronzo Minnella e Oreste Bruno Galimberti con la poesia finalista, Le 4 classi hanno avuto il primo premio "PERSONAGGI DELL'ANNO" aexsequo all'umanimità...Premiate le Prof.sse: BRAVIN, PIAZZA, QUARGNOLO e Paola Saquella.. segue.. a cura di sergio dario merzario ewww.acraccademia.it

Il 8 marzo 2018 alle 16.26 Sylvia.MARDJAN@ec.europa.eu ha scritto:


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Acr Milanese

Foto di acronlusdifatto19

Carissimi Acr e Crv con Aics,

 

sono felice di invitarvi alla premiazione del team vincitore dell'hackathon "Services4Migrants" promosso in collaborazione con il Politecnico di Milano nell'ambito del progetto europeo "Open4citizens".

 

I due team finalisti ripeteranno la propria presentazione per permettere a tutti i partecipanti di conoscere la progettualità proposta sulla sfida non facile con cui li abbiamo ingaggiati: rendere semplice ed accessibile, attraverso l'uso e la valorizzazione degli open data, la procedura per il ricongiungimento familiare per gli stranieri residenti in Italia.

 

L'occasione sarà utile anche per presentare le prossime attività sul tema Open Data e Trasparenza in un'ottica di innovazione sociale. Interverranno con me anche Grazia Concilio (POLIMI - Coordinatrice progetto "Open4citizens"), Ilaria Vitellio (Presidente Associazione ONDATA e parte della giuria), Giuseppe Sindoni (Direttore Unità Open Data, Comune di Milano) e Cosimo Palazzo (Direttore Aree emergenze sociali, diritti e inclusione).

 

La premiazione si svolgerà mercoledì 21 marzo alle ore 11.30 presso la Sala Smart di MegaWatt Milano – Via Giacomo Watt 15, all'interno del workshop " Milano Open per l'innovazione sociale" in occasione del Milano Marketing Festival.

 

Sarei felice di poterti incontrare.

 

Un caro saluto

Lorenzo Lipparini

 

 

1505503914706_comunemilano.jpg

 

Lorenzo Lipparini

Assessore Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data

 

Piazza del Duomo, 19 - 20121 Milano

uff. +39 0288456566 

lorenzo.lipparini@comune.milano.it

www.comune.milano.it

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PREMIAZIONE finalissima ACR-ONLUS DI FATTO NO AL BULLISMO 29a EDIZ.

Foto di acronlusdifatto19

8 Marzo 2018 .. Festa della DONNA. Municipio 7 Presidente Marco Bestetti (che ringraziamo sentitamente con l'Assessora Ghirardi e tutto il personale del Municipio 7) Finalissima e PREMIAZIONE.. la Giuria guidata da Don Gino RIGOLDI, l'Assessora Ernestina Ghilardi e il Prof. Vincenzo Costabile .. composta da Carla Ceccarelli, Attilio Zappaterra, Enea Coscelli, Ketti Bosco e Sergio Dario Merzario .. Assegna l'Oscar "NO AL BULLISMO 29a Edizione" ..a Rodolfo D'Amico con la poesia IL NONNO -voti 43, il primo premio dell'Oscar a Patrizia Redaelli con la poesia L'AMICIZIA -voti 42 e 1/2 +, il primo premio personaggio dell'anno 2017/2018 a Anna Lorenz con la poesia VALIGIA -voti 42 e 1/2, il primo premio del super Oscar a Laura Parducci con la poesia SOLE DI SICILIA -voti 41 e 1/2 +,il secondo premio dell'Oscar a Giuseppina Melidoni con la poesia DIVERSI MA INSIEME -voti 41 e 1/2, il secondo premio super Oscar a Ernesto Bortone con la poesia IL SIGNIFICATO DELLA VITA -voti 41 e 1/2 -, terzo premio Teresa Montalto con la poesia ATTESA -voti 40, terzo premio Giovanna Nasta con la poesia RAGAZZO D'OGGI -voti 39, terzo premio Francesco Tuscano con la poesia VIA LE DONNE -voti 37, quarto premio Domenico De Dominicis con la poesia finalista, quarto premio Giovanni Vincenzo Massara con la poesia finalista,quarto premio Marcello Restelli, Maria Luigia Rizzotto, Gabriella Bettazzoni, Oronzo Minnella e Oreste Bruno Galimberti con la poesia finalista, Le 4 classi hanno avuto il primo premio "PERSONAGGI DELL'ANNO" aexsequo all'umanimità...Premiate le Prof.sse: BRAVIN, PIAZZA, QUARGNOLO e Paola Saquella.. segue.. suwww.acraccademia.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »