Creato da io.luxurya il 04/05/2012

agent_provocateur

*

 

Solo a volte

Post n°20 pubblicato il 06 Giugno 2012 da io.luxurya

A volte la vita si dimostra dura.
A volte ti dilania.
E a volte, quando pensi che sia già successo il peggio, torna indietro a prendersi un altro morso.

"La luce sugli oceani" - M.L. Stedman

 


 

 
 
 

Saggezze maschili

Post n°19 pubblicato il 30 Maggio 2012 da io.luxurya

Se una donna ti fa una domanda è meglio dirle solo la verità; è probabile che lei te la faccia perché conosce già la risposta.

 

 


 
 
 

La Prevalenza del Cretino

Post n°18 pubblicato il 22 Maggio 2012 da io.luxurya

«È stato grazie al progresso che il contenibile "stolto" dell'antichità si è tramutato nel prevalente cretino contemporaneo, personaggio a mortalità bassissima la cui forza è dunque in primo luogo brutalmente numerica; ma una società ch'egli si compiace di chiamare "molto complessa" gli ha aperto infiniti interstizi, crepe, fessure orizzontali e verticali, a destra come a sinistra, gli ha procurato innumerevoli poltrone, sedie, sgabelli, telefoni, gli ha messo a disposizione clamorose tribune, inaudite moltitudini di seguaci e molto denaro. Gli ha insomma moltiplicato prodigiosamente le occasioni per agire, intervenire, parlare, esprimersi, manifestarsi, in una parola (a lui cara) per "realizzarsi".
Sconfiggerlo è ovviamente impossibile. Odiarlo è inutile. Dileggio, sarcasmo, ironia non scalfiscono le sue cotte d'inconsapevolezza, le sue impavide autoassoluzioni (per lui, il cretino è sempre "un altro"); e comunque il riso gli appare a priori sospetto, sconveniente, «inferiore», anche quando - agghiacciante fenomeno - vi si abbandona egli stesso.»


Carlo Fruttero e Franco Lucentini, "La prevalenza del cretino"


Nel suo "The Basic Laws of Human Stupidity " il Professor Cipolla dice:
«È un gruppo non organizzato, non facente parte di alcun ordinamento, che non ha capo, né presidente, né statuto, ma che riesce tuttavia ad operare in perfetta sintonia come se fosse guidato da una mano invisibile, in modo tale che le attività di ciascun membro contribuiscono potentemente a rafforzare ed amplificare l'efficacia dell'attività di tutti gli altri membri.»

 

 


 

 
 
 

Pleasure

Post n°17 pubblicato il 16 Maggio 2012 da io.luxurya

Amo la diversità, la considero una ricchezza, stare sempre con gente uguale e che si sa già come pensa e cosa ancor prima di parlarci è triste, noioso, non porta a nulla e non arricchisce nessun tipo di rapporto.
Una volta un'amica mi ha detto: "ci piacciono persone diverse e questo è un bene".
Ma quando le persone che non piacciono a me, e non certo per questioni estetiche ma perché hanno fatto molto per non essermi gradite cominciano ad essere un numero maggiore di quelle che invece piacciono a chi piace a me, la sensazione è di piacere meno, di essere entrati a far parte della categoria dei "non piacenti".
E questo è tutto, fuorché piacevole.

 


 
 
 

Igiene

Post n°16 pubblicato il 16 Maggio 2012 da io.luxurya

La verità è come un bisturi. Fa male perché apre le ferite coperte dalle menzogne, ma permette di guarire. Le menzogne sono ciò che è noto come sistema della negazione. È bene avere un sistema di negazione, perché ci permette di coprire le ferite e di andare avanti. Ma quando non abbiamo più ferite, non è più necessario mentire e non abbiamo più bisogno di negare nulla, perché una mente sana, proprio come una pelle sana, può essere toccata senza dolore.
Quando la mente è pulita, ama essere toccata.

Don Miguel Ruiz

 


 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE