Creato da Cirskizzo il 14/02/2008

4l7i & 3as5i

...parole sedute sull'altalena dei pensieri...

 

 

Nuovo blog!

Post n°10 pubblicato il 17 Marzo 2008 da Cirskizzo
 


E siccome gli alti talvolta son bassi, i bassi alti... insomma siccome è tutto un gran casino...


Lascio questo blog, per quello che dovrebbe essere il mio spazio definitivo.
Dedicato sopratutto alle FOTO, ha uno spazio blog su cui continuerò a scrivere.

Insomma, se x sbaglio qualcuno mi cercasse bussi pure qui:



Hasta siempre bimbi belli!


 
 
 

Silenzi

Post n°9 pubblicato il 12 Marzo 2008 da Cirskizzo
 

Silenzi
Son le notti di città

Un gatto grida
La solitudine di strada

La pioggia urla inascoltata
Il suo disciogliersi nel rivolo

Fragor di niente
Sbraitano i passi sulla carreggiata

Silenzi
Chiusi fuori dal portone

 
 
 

Rami

Post n°8 pubblicato il 06 Marzo 2008 da Cirskizzo
 

Rami
danzanti al ritmo del vento
Che dondola sogni di gelido inverno

Rami
aggravati dal peso di fiocchi leggeri
Albini in abiti di cristallo

Rami
che pendono al sole brillante
Umidi di raggi infuocati

Rami
Che tremano un freddo d’incanto

 
 
 

Ti scrivo

Post n°7 pubblicato il 03 Marzo 2008 da Cirskizzo
 

E ti scrivo…
Perché parole non siano al vento
Perché carezze non siano fugaci

…ti scrivo…
Perché baci non siano ricordi
Perché pensieri siano anche sostanza

…ti scrivo…
Perché ne ho voglia

E ti sogno…
Già…
perché l’Amore non si scrive

 
 
 

Un po' di.. NULLA!

Post n°6 pubblicato il 02 Marzo 2008 da Cirskizzo
 

Oblio, senso di vuoto più imparticolato… poche parole per distruggere, annientare un sogno.


La costruzione di un periodo della propria vita si rivela in tutta la sua fragilità, il castello di carte da gioco che crolla al minimo soffio d’aria, al più piccolo spostamento di materia apparentemente inesistente.

Basta veramente poco, un semplice verso gutturale suonato per gioco, a rendere evidente la precarietà degli stati idealmente più consolidati.

Una rapida, lunga, istantanea caduta verso il suolo… no, ancora più giù, se possibile, sommerso dal dolore più lancinante, acuto e pungente, dal realizzare di aver in mano solo sabbia… quella con cui avevo costruito i miei mattoni.
Sabbia che si separa in aria velocemente… centinaia, migliaia di minuscoli granelli, di un passato eroso, portati a giro da colpi di vento, danzanti al ritmo di rabbiosi mulinelli, caduti nel silenzio.

Ed in mano non rimane più nulla… ancora vuoto a testimoniare l’inconsistenza di ciò che può essere.

Il dolore per la realizzazione di aver vissuto un’illusione.

L’annientamento della propria essenza, il sentirsi soli nella solitudine, lontano da qualsiasi punto di riferimento, esposto alla furia dell’ignoto che assale obnubilando ogni pensiero, riimpastando le idee per crearne una gran massa di incomprensione.
Là, isolata, al nucleo di questa matassa di scariche elettriche impazzite, la percezione di nulla… di un nulla che investe ogni cosa pensabile, relativizzando una vita di possibili occasioni.

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

ULTIMI COMMENTI

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Cirskizzo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 41
Prov: FI
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

monkonacidbside58miluriaCirskizzoAlexanderIceSkymydyingbride850nelmezzodelfiamma.wPRECARIAxPIERSILVIOginevra1154
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

DIAMO I NUMERI