Creato da mondo.sereno il 26/10/2008
Il Blog dell'attualità
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 
 

Il Venerdì lo spazio di commento dell'attualità

 DIARIO APERTO su questo blog, il Blogmondo

 

 
 

 

« Grillo? De Michelis: «Ma...Attualità »

Atualità

Post n°4984 pubblicato il 22 Giugno 2012 da mondo.sereno

Pier Luigi Bersani chiude un seminario del Pd a Roma.

BERSANI A GRILLO: NOI DURIAMO PIU' DI TE
«Non dobbiamo occhieggiare a populismi che non si sa dove iniziano, anzi sono sempre iniziati di qua e finiti di là. Io non voglio che qualcuno mi prenda per mano e mi porti a destra. Questo no». Lo ha affermato il segretario del Partito democratico, Pier Luigi Bersani, chiudendo il convegno. «Noi duriamo più di Grillo. Un partito deve avere la durata, tocca a noi durare, a lui tocca accendere il fuoco».

CORREGGERE STATUTO PER EVITARE CORRENTISMO
Il Pd dovrà rivedere il proprio assetto statutario, i primi anni di vita del partito hanno permesso di capire cosa va corretto e in particolare bisogna trovare il modo di garantire il pluralismo senza scadere nel «correntismo». Lo ha detto il segretario democratico Pier Luigi Bersani, al convegno sulla forma partito 'Rifare l'Italia': «Credo che siamo veramente maturi per una fase due della nostra organizzazione, anche in termini statutari. Abbiamo quattro anni, un po' di cose sono state capite, dobbiamo mettere in sicurezza il nostro partito. Si eviti, non dico la feudalizzazione, ma il correntismo. Qualche elemento di anarchismo di troppo ce l'abbiamo».

NIENTE ALLEANZE CON CHI DICE NE' DESTRA NE' SINISTRA
Nessuna alleanza con «chi mi dice che non c'è né destra, né sinistra». Pier Luigi Bersani, chiudendo i lavori di una seminario del Pd, mette i primi paletti nel percorso delle alleanze. «Se uno mi dice così, io dico 'vai a.... non puoi dirmi che tutto è uguale, io ti saluto». Per il leader democratico. «il Pd deve trasmettere l'idea che l'Italia ce la farà, ma guardando in faccia la realtà. Perchè a raccontare balle i nostri concorrenti sono più bravi di noi». «Per la prima volta dal dopoguerra siamo in una fase di impoverimento del Paese. É questo il punto cruciale», concludendo il convegno sulla forma partito 'Rifare l'Italia' alla sede del Pd.

EVITARE MANOVRE CONTRO QUIRINALE
«Il Quirinale è uno dei pochi presidi di questa democrazia. Sarà meglio evitare manovre attorno a lui perchè poi non ci ritroviamo più niente». Lo ha detto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani replicando ai cronisti sulle polemiche sulla trattativa Stato-mafia

ANTIPOLITICA? GENTE HA FAME E TAGLIA TESTA A RE
Il Pd deve essere «un partito inattaccabile dall'antipolitica» dice Bersani. «Ma tutte le volte che il popolo ha avuto fame- ricorda il leader democratico - ha tagliato la testa al re». Per questo, dice, il Pd deve in primo luogo «riprendere la fiducia e la speranza sulla ripresa del cammino. E il vero punto è di saldare, ma non in modo appiccicato, il tema sociale e quello democratico. Se le due cose, la questione sociale e quella politica, sono separate- aggiunge- l'Italia è finita. Non il Pd, l'Italia».

OK TRADIZIONE SINISTRA, MA GUARDIAMO AVANTI
Giusto essere portatori della migliore tradizione della sinistra, ma il Pd deve «andare avanti» e deve essere «chiaro» che la «ricetta giusta» non si trova ritornando alle soluzioni di trent'anni fa. Pier Luigi Bersani, chiudendo il convegno del Pd sulle forme della politica, replica all'ala 'laburistà del partito: «Una riunione come quella di oggi risente del grande affetto verso una certa tradizione della sinistra e si pone il problema del rapporto di questa tradizione con il Pd. Chiariamoci su questo: dopo che ci siamo detti che anche le culture della sinistra nel quindicennio scorso hanno sbandato, non possiamo pensare che rimosse quelle... prima c'era la ricetta». «Chiariamo questo punto, sennò non andiamo da nessuna parte», ha aggiunto. «Non si tratta di tirare la giacca al Pd, ma di fare il Pd. Andiamo avanti, pensando che il Pd possa essere nello scenario nuovo il soggetto politico che rinverdisce quella tradizione». E uno degli obiettivi del Pd è «l'incrocio fra le culture... Quando incontriamo gli altri partiti socialisti, progressisti, tutti ritengono interessante questa esperienza. Non possiamo essere quelli che pensano di alzare il ditino e spiegano agli altri come stanno le cose».


(Da l'Unità.it)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/blogmondo/trackback.php?msg=11403109

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 22/06/12 alle 19:42 via WEB
non ha tutti i torti
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

cassetta2sofya_mfiordistella3vittruffdomenico.71ap.posta.per.teroberto0153dnlducmpantincendiokiwailorenzo_98donatellaramunnoninograg1paperinopa_1974lo_snorki
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

N.B.: Per ascoltare i video inseriti nel blog senza l'accavallarsi del sottofondo musicale premere su "stop" in basso alla sinistra del video qui sopra di Venditti o del video di Arisa qui sotto

 

Canta... Arisa