Creato da bmatteo2 il 09/09/2012
...di tutto un pò, sotto il tricolore

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

neopensionataamnerisdgl1Nuvola_volaSeria_le_Ladyanastasiaxbal_zacWIDE_REDpsicologiaforensemarcobarbaraottobre210a1b2d3e4gsemprepazzafataluna65frisbi0
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

e voi cosa ci vedete?

Post n°28 pubblicato il 26 Settembre 2012 da bmatteo2

 

io nulla! mi metterei a piangere!

 

 

anzi, lo sto facendo!.. questo sono io

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

per intanto.. il mio lavoro!

Post n°27 pubblicato il 25 Settembre 2012 da bmatteo2

 

 

naturalmente, non sono quello della foto! ma sono un emigrato italiano che lavora.. così..

L'estrazione del carbone, storicamente, è stata un'attività estremamente pericolosa.

La legislazione in materia di sicurezza sul lavoro è stata ovunque a lungo assai carente in campo minerario

Fu proprio nelle miniere di carbone che avvennero i più gravi incidenti minerari negli Stati Uniti d'America (Monongah, West Virginia, 6 dicembre 1907, 362 vittime) e in Europa (Disastro di Marcinelle 8 agosto 1956 , 262 morti, Courrières, Francia, 10 marzo 1907, 1099 morti).

I rischi di miniere a cielo aperto sono principalmente l'insufficienza nelle pendenze, i crolli sotterranei dei tetti della miniera e le esplosioni di gas. La maggior parte di questi rischi possono essere ampiamente ridotti nelle miniere moderne e i molteplici incidenti fatali sono adesso rari nel mondo sviluppato.

Miglioramenti nei metodi estrattivi (per esempio estrazioni lungo il muro), drenaggio del gas, lampade di sicurezza e l'aerazione hanno ridotto molti di questi rischi. Nei paesi meno sviluppati, comunque, muoiono ancora in migliaia in miniere di carbone.

La Cina particolarmente è il leader mondiale nelle morti collegate all'estrazione del carbone, con stime ufficiali di circa 6000 morti nel 2004. Stime non ufficiali pongono le cifre molto più in alto, circa a 20.000 morti. La Cina è inoltre il leader mondiale nella produzione di carbone e nel suo consumo.

Le malattie croniche ai polmoni, come la pneumoconiosi sono comuni ai minatori, causando un'aspettativa di vita ridotta per gli occupati.

Solamente negli ultimi mesi del 2010, sono state rese pubbliche le notizie di diversi incidenti in diverse miniere. Il 16 ottobre 2010 il disastro in provincia di Henan in Cina, causato da un'esplosione di gas e polvere di carbone, l'esplosione ha provocato la morte di 37 minatori. Scenario simile in Cile dove 34 minatori sono rimasti intrappolati in una piccola miniera nel nord del Cile, a 450 km da Santiago, salvati miracolosamente solo dopo due mesi e dieci giorni di agonie. Lo stesso non è stato invece possibile notificare per i minatori della Pike River Mine in Nuova Zelanda, dove nel novembre 2010 hanno trovato la morte 29 minatori.

Le nuove sfide rivolte ad uno nuovo sviluppo sostenibile legato alle energie da fonti rinnovabili, vuole mirare anche ad una qualità lavorativa lasciando al passato i disastri causati dalle fonti fossili, principalmente i disastri ecologici causati da petrolio e carbone. >>> e lavoro qua...

La Regione della Ruhr (o Bacino della Ruhr, in tedesco Ruhrgebiet) è una regione storica tedesca nella Renania Settentrionale-Vestfalia che prende nome dall'omonimo fiume Ruhr che la attraversa. La Ruhr con i suoi 5,3 milioni di abitanti è una delle più grandi aree urbane europee che si estende su una superficie di 4.535 km². Tuttavia la conurbazione si può ritenere più estesa comprendendo anche gli agglomerati di Colonia, Bonn, Düsseldorf e Leverkusen posti più a sud, quest'area prende il nome di Rhein-Ruhr e forma uno tra i più grandi agglomerati urbani dell'Unione Europea con quasi 12 milioni di abitanti, equiparando regioni metropolitane come quelle di Parigi e Londra.

Fanno parte della Ruhr le città di Bochum, Bottrop, Dortmund, Duisburg, Essen, Gelsenkirchen, Hagen, Hamm, Herne, Mülheim an der Ruhr e Oberhausen e molte altre, tutte interconnesse da una fitta rete autostradale e ferroviaria.

Ricca di carbone e di ferro ha avuto, a partire dall'inizio del XIX secolo un notevole sviluppo nei settori estrattivo e metallurgico. In seguito a ciò la regione ha avuto un notevole incremento della sua ricchezza e della sua densità di abitanti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

poi andrò.. qui!

Post n°26 pubblicato il 23 Settembre 2012 da bmatteo2

 

Parigi è una città più importanti non solo d’europa ma anche del mondo. La capitale delle Francia conta non solo una popolazione di 12 milioni di persone, ma ogni anno viene visitata da 45 milioni di turisti da tutto il mondo. La città è estremamente servita dalle compagnie aeree, visto che è uno dei punti di riferimento per l’economia, visto che occupa 27 delle principali imprese al mondo e presenta il più grande distretto finanziario d’Europa per dimensioni e la più grande borsa della eurozona. Nonostante l’abbondanza delle offerte voli, Parigi è nota anche per essere la città più cara al mondo, ma si tratta di un prezzo giusto da pagare, vista l’incredibile quantità di cose da fare e soprattutto da vedere

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 
 
« Precedenti Successivi »
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963