Intrinseco!!!

La giusta comprensione di una cosa non esclude l'incompressione della stessa cosa.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« Giorno!!Perle di saggezza »

Eolo

Post n°426 pubblicato il 02 Maggio 2006 da ChristopherNolan

Dove è finito?

La vettura che avrebbe fatto a meno della benzina....è stata fatta sparire.

Una vettura che funziona ad aria compressa con 0,77euro si fanno 100 km e raggiunge una velocità massima di 110km/h(stiamo parlando della prima auto ad aria compressa di conseguenza ancora involuta).

Una vettura che al posto di gas inquinati fa uscire dallo scarico aria ad una temperatura di -20° questa poi usata per il condizionatore.Per utilizzarla basta metterla sotto carica(energia elettrica)per 6 ore, ed ha un autonomia di 10 ore nel traffico urbano.

La vendita doveva partire nel 2002, ma fino ad oggi ancora non si sa nulla del tecnico che ha inventato questa macchina(e l'industria continua a rinviare la messa in produzione dell'auto).

L'unica cosa certa è che c'è lo zampino delle case petrolifere.....quando terminerà la benzina ci venderano l'idrogeno.

Copiate e fate girare questo post.

Commenti al Post:
Alyxxx84
Alyxxx84 il 02/05/06 alle 12:34 via WEB
bentornato...!!! appena posso lo farò....kiss ^____^
 
 
Alyxxx84
Alyxxx84 il 02/05/06 alle 13:04 via WEB
...fatto! ^__* buona giornata!!!
 
ghost4ever
ghost4ever il 02/05/06 alle 13:26 via WEB
iuppyyyyyyyy ben tornatoooooooo mi sei mancato tanto
 
mitchi80
mitchi80 il 02/05/06 alle 14:54 via WEB
mi fa veramente piacere che giri.. (io sono in anticipo di una settimana.. hihi ^_^)
 
ser28
ser28 il 07/05/06 alle 09:05 via WEB
questa macchina ad aria compressa si sapeva da un casino di tempo.....e mi chiedo "c'è qualcuno al governo ke nn sa di questa cosa???" no,tutti lo sanno!!!ma xkè nn fanno niente x incentivarlo????xkè loro dalla benzina prendono un casino di soldi in tasse e tagliare tutto d'un tratto i rifornimento porterebbe a dei casini inimagginabili con i paesi produtori di petrolio!!!quando il petrolio sarà finito nn ci venderanno idorgeno xkè saremo morti,nel senso ke tutta l'economia e le industrie sono basate sul petrolio,quando viene a mancare quello kissà cosa succederà,sarà troppo tardi x convertire tutte le industrie....il bello è ke queste cose le sanno e nn fanno niente x adeguarsi già da adesso!!se nn ci sbattono la testa addosso nn se ne accorgono....solo ke se lo fa una persona va bene,se lo fanno dei governanti ke hanno la responsabilità di una nazione capite ke è ben diverso...
 
ser28
ser28 il 07/05/06 alle 09:08 via WEB
se volete il sito di questa macchina è www.eoloenergie.it ciao ciao!!!
 
 
vortexman
vortexman il 07/05/06 alle 10:46 via WEB
Potremmo possedere tutti un'automobile ad aria compressa, ma purtroppo chi sta al potere preferisce organizzare guerre per il petrolio.
 
shmaicol
shmaicol il 07/05/06 alle 10:45 via WEB
Ciao. Sono un ingegnere meccanico, e laureando in ingegneria energetica, e purtroppo devo disilludervi da queste trovate alla beppe grillo. I problemi delle "energie alternative" sono principalmente legate a 2 cause: l'energia elettrica che usi per comprimere l'aria si fa in impianti che vanno a petrolio o carbone, quindi inquinano lo stesso, anche se non si vede. Inoltre per il 2 principio della termodinamica, ci sono sempre delle perdite, ad ogni passaggio e questo significa che inquineresti almeno il 30% in più rispetto alla benzina. Secondo fattore è la densità energetica: se vuoi farti un bel viaggetto non puoi andare ad aria compressa, perchè faresti al massimo i tuoi 100 km e con un bel serbatoio che occupa spazio sulla tua utilitaria.. e poi?? Mica puoi pensare che ogni 50 km ci sia un distributore d'aria compressa! Nello specifico la macchina ad aria compressa ha anche il problema notevolissimo di fare molto rumore.. ma tantissimo davvero.. immagina chi vive in città grosse e sente le macchine passare sotto casa tutta la notte.. Oggi come oggi possiamo puntare solo su fonti rinnovabili e sull'idrogeno.. tra qualche giorno metterò qualche spiegazione in più sul mio blog.. nel frattempo non credete a tutte queste fiabe :D A presto ciao!
 
 
Gjian
Gjian il 07/05/06 alle 11:36 via WEB
ciao. Hai perfettamente ragione. Per quanto riguarda l'auto ad aria compressa è evidente che chi mette in giro simili fiabe fa affidamento sul fatto che le persone medie non sanno nulla nel dettaglio e quindi prendono per buono quello che gli raccontano....ovviamenbte in questo caso, come dicevi tu, tra rumore e autonomia ridicola...è proprio una megabufala. Per quanto riguarda le energie alternative, secondo il sottoscritto (convinto verde..ma non come i verdi che sono andati al governo !! ) il futuro è nell'energia solare fotovoltaica per produrre idrogeno per le celle a combustibile. Non so se lo conoscete..leggete il libro di Rifkin "Economia all'Idrogeno"... penso che ad oggi non ci sia una vera alternativa al pensare che dobbiamo usare l'idrogeno come veicolo energetico..e per produrlo servirà il sole.......... spero che un giorno il mio sogno di entrare a far parte della schiera di installatori di pannelli fotovoltaici si avveri...è un sogno che coltivo da almeno 7-8 anni.. ciao a tutti. Gian
 
 
bkk76
bkk76 il 07/05/06 alle 14:06 via WEB
Se la nuova generazione di ingegneri specializzati in energia sono tutti come te c'e' da preoccuparsi davvero!! con tutte le critiche oggettive (quelle basate sulla fisica e sui numeri) che avresti potuto fare non hai trovato di meglio che sparare quattro stupidate senza senso. - l'energia elettrica non deriva "solo" da petrolio e carbone e inoltre si spera che la produzione si sposti sempre piu' sul rinnovabile - fosse anche cosi' (e non e') ci sarebbe comunque il vantaggio di spostare l'inquinamento fuori dalle citta' e quindi renderlo piu' controllabile - non ricordo che nel secondo principio si accenni ad un qualunque legame fra perdite ed inquinamento (dipende da dove arriva l'energia) - eolo non pretende di essere una vettura per i lunghi viaggi quindi 100 km per una cittadina sono piu' che sufficenti(cercati le medie di percorrenza nazionali). Non e' il caso di credere alle fiabe ma neanche a chi pretende di essere ingegnere solo perche' gli hanno dato un pezzo di carta. niente di personale ma mi sono veramente rotto di quelli che non avendo le capacita' di proporre qualcosa di utile non trovano niente di meglio che cercare di smontare le idee altrui con critiche stupide! ciao
 
   
shmaicol
shmaicol il 07/05/06 alle 22:00 via WEB
vorrei precisare per i catastrofisti che hanno scritto senza aver letto attentamente: Io ho scritto che oggi la maggior parte dell'energia si produce solo da fonti fossili, NON ho detto che deve essere cosi o che si possa produrre solo cosi. Si potrebbe e si dovrebbe utilizzare fonti rinnovabili, ancor prima di pensare al nucleare, perchè sono le uniche a emissioni di inquinanti pari a zero. MA, il secondo principio della termodinamica parla di trasformazioni reali irreversibili, ossia se utilizzi una qualunque fonte per produrre l'energia elettrica che fa funzionare il compressore per la tua aria compressa, hai delle perdite, per cui sarebbe meglio per esempio usare direttamente l'enrgia elettrica o l'idrogeno. Inoltre, se non è troppo difficile da capire, chi si compra una macchina, non la usa SOLO per andare in città, quindi una macchina ad aria compressa non è un'idea intelligente, ma una trovata da scienzati pazzi. A ognuno il suo.
 
castigamatt
castigamatt il 07/05/06 alle 11:00 via WEB
MA CHE CAVOLO VAI DICENDO ??? SE L'AUTO AD ARIA COMPRESSA FUNZIONA AD ENERGIA ELETTRICA, CI VUOLE SEMPRE IL PETROLIO PER PRODURRE L'ENERGIA ELETTRICA, VISTO CHE IL NUCLEARE IN ITALIA NON C'E'... COLLEGARE IL CERVELLO PRIMA DI CAZZEGGIARE. CON SIMPATIA.ciao.
 
speedster74
speedster74 il 07/05/06 alle 11:02 via WEB
Mi è capitato per lavoro di parlare con dei ricercatori, proprio nel campo dell'energia, a proposito di Eolo e veicoli ibridi. Pare che le caratteristiche dichiarate per Eolo siano state piuttosto gonfiate, probabilmente per ottenere ingenti finanziamenti. Soprattutto l'autonomia risulterebbe di gran lunga inferiore (non si è discusso riguardo alla velocità max.) a quella dichiarata. D'altra parte pensiamo che in fase di ricarica l'aria viene compressa utilizzando l'energia della comune rete elettrica, che in Italia (grazie soprattutto all'assenza del nucleare) è costosissima. Inoltre vi erano dei problemi connessi con le bassissime temperature di fine espansione dei gas, ma questi potrebbero anche essere stati risolti nel frattempo, non saprei.
 
annisexanta
annisexanta il 07/05/06 alle 11:21 via WEB
Trattasi di mezza bufala,per informazioni dettagliate leggere qui...http://attivissimo.blogspot.com/2006/03/eolo-auto-scomparsa.html Di gonfiato qui c'è solo la notizia ;-)
 
mxantakis
mxantakis il 07/05/06 alle 11:24 via WEB
Credo che non sia questione di "petrolieri" ma di "calcoli troppo ottimistici", infatti per fare 100km occorono almeno 7,7 euro e non 0,77euro. Dalla fisica si può ricavare che per fare avanzare un piccolo veicolo in pianura occorre una potenza di circa 7kW, questo per vincere gli attriti e la resistenza dell'aria ad una velocità di 60-70km/h. Con tale velocità occorre un tempo di circa 1,5 ore per fare 100 km, quindi una energia resa alle ruote di 7x1,5=10,5kWh. La trasformazione da energia elettrica ad energia meccanica resa alle ruote è di circa il 20% complessivamente, passando prima attraverso il compressore elettrico e poi attraverso il motore ad aria compressa. Pertanto l'energia elettrica assorbita dalla rete per la ricarica è di 10,5/0,2=52,5kWh che al costo di 0,15 euro/kWh comporta una spesa di 52,5x0,15=7,875 euro. Se fosse stato veramente 0,77 euro, avevano voglia i petrolieri a tenere a freno una tale soluzione. Putroppo Babbo Natale è da un pezzo che ha smesso di fare regali così grossi, però se uno ci vuole ancora credere buon per lui e tanti auguri.
 
cesare19620
cesare19620 il 07/05/06 alle 11:41 via WEB
Certamente con questo mezzo una volta risolti i problemi connessi al rumore prodotto vi sarebbero meno emissioni nell'aria, ma giustamente si utilizzerebbe sempre energia elettrica e quindi si ricade nel vero problema che è quello di produrre energia in modo alternativo. Il problema purtroppo è che l'Italia a differenza degli altri paesi europei più attenti al problema della produzione di energia(vedi Svezia e molti altri) non fa praticamente nulla per rendersi indipendente dal petrolio.Chi viaggia per l'europa vede ad es. la quantità di centrali eoliche che sono sorte in molti paesi, considerati meno all'avanguardia dell'Italia: Spagna, Francia, e addirittura Polonia. Noi come sempre stiamo a guardare...
 
ateddy
ateddy il 07/05/06 alle 11:45 via WEB
VOGLIO AGGIUNGERE (A PROPOSITO DI ENERGIA )CHE NEL LONTANO 1973 SULL'ULTIMA PAGINA INTERA DEL CORRIERE DELLA SERA C'ERA LA PUBLICITA' DELLA SANYO CHE AVEVA RESI INDIPENDENTI DEI CONDOMINII A MEZZO ENERGIA SOLARE E CHE LA RICERCA STAVA CONTINUANDO PER RAGGIUNGERE LA POTENZA NECESSARIA PER LE FONDERIE .... NON SE N'E' SAPUTO PIU' NIENTE ?!?
 
 
mxantakis
mxantakis il 07/05/06 alle 11:59 via WEB
Certo1 Ora siamo in piena campagna sulla INCENTIVAZIONE DEL FOTOVOLTAICO. Per sapere tutto andare sul sito del GRTN http://www.grtn.it
 
just_another_rider
just_another_rider il 07/05/06 alle 13:25 via WEB
Il discorso sulle energie alternative è oggi, considerata le capacità tecnologiche dei paesi altamente industrializzati, puramente culturale. Concetti come ecosolidale, o sviluppo energetico alternativo sono di fatto concetti troppo recenti e troppo "sovversivi" perchè effettivamente enti,istituzioni e cittadini si pongano seriamente davanti alle problematiche legate allo sviluppo sostenibile. E quindi si proseguirà allegramente verso quello non sostenibile fino al cosidetto collasso di certe situazioni ambientali e sociopolitiche. Per il resto un motore ad aria compressa ha vantaggi e svantaggi come qualsiasi altra soluzione. Basta pensare che il motore a scoppio tanto diffuso è una soluzione propulsiva per niente efficiente da svariati punti di vista, ai nostri giorni decisamente obsoleta come concezione e dulcis in fundo rimane rimane il motore con la peggior resa termodinamica dell'universo...quindi con uno spreco energetico come sanno bene gli ingegneri a dir poco imbarazzante. Eppure lo usa tutta l'umanità. Quindi priam di sparare a zero su idee e soluzioni alternative è necessario mantenere una certa prospettiva sulla faccenda. Alle fiabe dovreste ricominciare a credere invece, primo perchè temo siano l'ultima ssperanza di evolversi per sto bel pianeta, secondo perchè fino a prova contraria anche il motore a reazione era una fiaba e l'aviazione civile una leggenda dai romanzetti di Giulio Verne. Prima che un pilotino di 26 anni delle poste aeree americane volasse senza scalo su un monomotore da new york a parigi. Era il 1927 e una "fiaba" aveva appena cambiato al storia dell'umanità. Ancora oggi molti voli di linea intercontinentali puntano su i radiofari traccati da Charles Lindbergh nel 1927. Semmai il problema delle energie alternative è estremamente semplice. Dovete ficcarvi in testa che qualsiasi cosa,oggetto o materiale che vi circonda è frutto della ridacuta industriale bellica. Plastiche,materiali compositi, leghe, tecnologie elettroniche dal cellulare alla suola in vibram delle scarpe da ginnastica è frutto della ricaduta sul mercato industriale di consumo della ricerca bellica. Diciamolo pure, finchè non ci sarà un arma che và ad energia solare o biomasse, niente e nessuno porterà mai su scala industriale delle logiche ecosostenibili. così come senza missili V2 non sarebbe mai esistita l'aviazione civile a lungo raggio. Fà schifo si è probabile, ma è così. Tranne la Svezia e la Scandinavia forse. Ma come dicevo quello è un discorso culturale. La Volvo eliminò i CFC dalle vernici prima ancora che si sapesse quali effetti avessere sull'ozono.
 
aupaz
aupaz il 07/05/06 alle 13:35 via WEB
balle.... E' la cosa più semplice dell'universo il perchè è sparita EOLO... Ma se togliamo le entrate delle accise, me lo dite con che cavolo và avanti un paese come il nostro??? Senza contare i petrolieri e le loro potenti lobby... Era destinata a finire così, non siamo ancora pronti! Purtroppo!
 
maxsof1
maxsof1 il 07/05/06 alle 13:41 via WEB
Finalmente un blog del giorno interessante. La verità è una sola, finchè ci saranno le case petrolifere in giro, noi subiremo sempre le auto a benzine o a diesel che consumano peggio di un aereo. Comunuqe questa che hai citato, non è l'unica iniziativa, infatti anche Greenpeace nel 2002 presentò un Renault Twingo modificata nell'aerodinamica e nel motore che con 2/3 litri faceva 100 km. Link http://blog.libero.it/maxsoblog/view.php?id=maxsoblog&msg=1100597
 
spada_m
spada_m il 07/05/06 alle 14:44 via WEB
ciao, sono anch'io ingegnere, e vi posso assicurare che un'aunto ad aria compressa sarebbe forse più economica come costi di gestione, ma sicuramente un disastro come impatto ambientale perchè è il sistema che ha il rendimento più basso in assoluto. Allo stato delle cose le auto più attente all'ambiente sono quelle ibride.
 
eclampsis
eclampsis il 07/05/06 alle 14:53 via WEB
Sono contento di vedere che qualcuno "studia". Pochi ancora ragionano, purtroppo! Quale genio s'illude veramente che il petrolio serva a metter su tasse??? O pensate che metter tasse sull'energia elettrica, solare e cazzatine varie sia impossibile???? SVEGLIATEVI Se eolo è scomparsa è perché non è funzionale. Beppe Grillo è un comico, non uno scienziato!!! Fin quando si usa l'intelligenza per ridere, d'accordo. Ma che ascoltino gli intelligenti. E senza entrare nella termodinamica, nel nucleare ed in tutte le materie che anch'io ho studiato... limitatevi a ragionare. ..per chi ne è ancora capace. Comunque grazie a chi, almeno, porta argomenti a supporto. Ah, ultimo. Probabimente con i -20° potete anche conservare i gelati e super-gelati invece di tenerli in frigo! ;-P
 
orsonmax2006
orsonmax2006 il 07/05/06 alle 14:58 via WEB
Se avete visto la puntata di quark d qualke tempo fa,si parlava di energia alternativa...e la cosidetta energia alternativa costa parekkio di più di quella derivata dai combustibili fossili...Ovviamente i costi derivati dall'inquinamento e i costi del petrolio sommati forse supererebbero i costi di produzione di queste energie,solo ke,tali energie x avere un rendimento anke minimo,dovrebbero essere sommate e nn basterebbero a coprire nemmeno la metà della produzione ricavata dai combustibili fossili e dalle centrali nucleari... C'è un carburante,in america latina,prodotto cn vegetali,sl ke x avere una produzione ke copra il nostro fabisogno ci vogliono terreni immensi e coltivati solo cn quei vegetali,nn disponibili la si dovrebbe acquistare da loro e i costi aumenterebbero al punto di far convenire sempre il petrolio... Se nn fossimo così ipocriti,kiederemmo al governo di riaprire e costruire nuove centrali nucleari ke sn molto più sicure di 20-30 fa...L'unico problema sn le scorie... Noi nn abbiamo le centrali nucleari x paura di disastri nucleari,vi ricordo ke la Francia e altri paesi hanno costruito centrali nucleari vicino ai nostri confini..se succede ke il nocciolo esplode l'Italia nn avrà cmq scampo...allora mi kiedo,xkè pagare tanto x l'energia elettrica riskiando gli stessi pericoli del nucleare a casa?? Si dirà,magari tra 10-20 anni quest paesi decideranno d togliere il nucleare x energie alternative,a parte il fatto ke se nn l'hanno fatto fino ad ora,trovo difficile ke lo faranno in seguito,dipenderemo sempre da loro,xkè lo stato nn ha voluto investire o ha investito poco in queste alternative...basta vedere quanto investe x la ricerca e già li v farete un idea...e la cosa principale è ke ci costerà uguale ad ora se nn di più....e visto ke sta makkina x ricaricarsi deve usare energia elettrica,indirettamente usa il petrolio a prescindere d quanto ne usi e x di più paga accise imposte dall'importazione dell'energia elettrica...poi vi kiedo,ma ki è disposto ad acquistare una makkina cn autonomia cs limitata??A prescindere dalla media di percorrenza media in città,v ricordo ke l'auto è usata anke x brevi spostamenti fuori città e se conoscete le città,sapete ke nn sn poki km...poi ricordate ke se è un progetto ke fa guadagnare denaro nn c'è petrolio ke tenga...anke il catalizzatore ai suoi tempi era ritenuto un'innovazione straordinaria...ora si sa ke in città praticamente sotto i 20 minuti d'uso fa inquinare le auto allo stesso modo d quelle nn catalizzate...Questo x dire,ke nn sempre c dicono la verità fino in fondo sulle novità!!! Max
 
obyone0
obyone0 il 07/05/06 alle 15:00 via WEB
direi basta con queste cazzate!!! c'è già Beppe Grillo che abbondantemente ne spara a valanghe su questi argomenti: il prototipo in questione è una vettura che utilizza per far funzionare il compressore energia elettrica che come sanno tutti è prodotta per il 90% dalla combustione di combustibili fossili ciè petrolio ora per una ragione economica molto spicciola e banale anche da capire se per produrre energia trasformiamo una materia che a sua volta potrebbe fornire già in partenza energia ne ricaviamo un'aumento dei costi in quanto ad esempio se brucio petrolio per produrre elettricità prima di tutto ho uno scarto di combustione perchè non tutta la parte che compone il petrolio viene trasformata in energia e seconda cosa il petrolio lo devo comprare quindi il costo dell'energia che ottengo è gravato da queste due spese mentre se io brucio petrolio direttamente l'energia che ottengo e quindi il suo costo è minore.Infatti provate voi che vi lamentate tanto del costo della benzina a calcolare il costo dell'energia elettrica che utilizzate a parità è di gran lunga maggiore quello di quest'ultima ed è per questo che le vetture elettriche non hanno mai avuto grande successo perchè sono costose soprattutto,inquinanti perchè poi le batterie esauste vanno smaltite hanno poca utonomia e soprattutto l'energia che utilizzano è carissima.L'idrogeno è la grande bufala del nostro tempo: per eseguire l'elettrolisi bisogna usare macchine che per funzionare hanno bisogno di energia ovviamente in più sono macchine sofisticate e devono anche essere ultra sicure in quanto l'idrogeno se dovessero esplodere cancellerebbero una città probabilmente quindi i loro standard costruttivi sono elevatissimi ed i costi altrettanto.Tutto questo alla fine grava sul prezzo finale dell'energia prodotta che non credo possa costare a questo punto tanto di meno rispetto al petrolio.In quanto all'inquinamento beh non consideriamo solo quando si parla di combustibili l'inquinamento prodotto dalla combustione di petrolio ma anche quello elettromagnetico di impianti come quello per l'elettrolisi che non sono meno dannosi per la salute chiedete a chi ad esempio vive vicino ad una cabina di trasformazione dell'enel od a qualche oncologo.Tutto questo per dire che:se vogliamo fare delle chiacchiere da bar ok va benissimo se si parla seriamente bisogna rendersi conto che fantasticare sulla scienza è molto bello e stimolante ma la realtà e le possibilità reali in questo momento non forniscono così tante alternative valide al petrolio purtroppo.Il sistema capitalistico della domanda e dell'offerta blocca in parte l'evoluzione scientifica perchè fa lievitare virtualmente i costi dei prodotti più richiesti impedendo a tutti di trarne beneficio questa è la verità ma di un sistema economico bisogna accettare aspetti negativi e positivi il sistema perfetto non esiste proprio perchè è creato dall'uomo che non lo è.
 
orsonmax2006
orsonmax2006 il 07/05/06 alle 15:07 via WEB
un'altra cosa,nn esiste batteria ke tenga la carica in eterno,quindi prima o poi le batterie utilizzate x far funzionare il compressore si scaricano....le batterie hanno un'autonomia limitata a prescindere della carica ke gli si da...quindi se fai una ricarica di 10 euro e usi 3-4 euro di ricarica e lasci l'auto inutilizzata x molto tempo i restant 6-7 euro di ricarica li hai persi x sempre...insomma è come avere una ricarica power le ricarike telefonike di 3 paghi ad esempio 30 e ti danno 40 ma li devi consumare entro la fine del mese altrimenti perdi il credito residuo,lo stesso sono queste auto,ricariki ma x nn perderci devi utilizzare tutta la ricarica...se no a sto punto è più quello ke perdi d quello ke risparmi...riflettete stu ste cose!!
 
orsonmax2006
orsonmax2006 il 07/05/06 alle 15:18 via WEB
Un modo x risparmiare sulla benzina c'è...l'auto usiamola meno...se andate a vedere se si potesse la si utilizzerebbe anke x andare al bagno..maddaaaii!! Anzi ke acquistare auto da 200-300 cavalli,prendiamone da 40-50 cavalli,tanto se l'auto la si usa solo in città e per brev spostamenti è anke troppo una 40-50 cavalli...utilizziamola solo se necessario e se a casa s hanno più auto piùttosto ke utilizzarle entrame,se è possibile,utilizziamone una sola...se facciamo la stessa strada di colleghi e amici utilizziamo a turno una sola auto...cs diminusce(magari nn tantissimo,ma almeno è un inizio)l'inquinamento e il costo della benzina procapite...xkè le stesse spese sostenute dai singoli vengono suddivise su più persone,direttamente o indirettamente... Insomma prima di cercare veicoli più economici e meno inquinant,bisognerebbe educarsi all'uso consapevole dell'auto...xkè se poi queste cosidette auto economike,vista l'utilizzabilità maggiore rispetto a quelle nn econome,fa si ke vengano utilizzate di più e il traffico aumenterebbe in modo esponenziale,producendo(visto ke nn tutt se le possono permettere)più inquinamento e di conseguenza un'annullamento della positività dell'iniziativa...
 
shmaicol
shmaicol il 07/05/06 alle 21:59 via WEB
vorrei precisare per i catastrofisti che hanno scritto senza aver letto attentamente: Io ho scritto che oggi la maggior parte dell'energia si produce solo da fonti fossili, NON ho detto che deve essere cosi o che si possa produrre solo cosi. Si potrebbe e si dovrebbe utilizzare fonti rinnovabili, ancor prima di pensare al nucleare, perchè sono le uniche a emissioni di inquinanti pari a zero. MA, il secondo principio della termodinamica parla di trasformazioni reali irreversibili, ossia se utilizzi una qualunque fonte per produrre l'energia elettrica che fa funzionare il compressore per la tua aria compressa, hai delle perdite, per cui sarebbe meglio per esempio usare direttamente l'enrgia elettrica o l'idrogeno. Inoltre, se non è troppo difficile da capire, chi si compra una macchina, non la usa SOLO per andare in città, quindi una macchina ad aria compressa non è un'idea intelligente, ma una trovata da scienzati pazzi. A ognuno il suo.
 
just_another_rider
just_another_rider il 09/05/06 alle 00:02 via WEB
Sarà ma tutti sti scienziatoni che si accaniscono contro idee alternative al massimo dimostrano scarse capacità evolutive. E' il modo di ragionare che è completamente sbagliato non i principi della fisica che si sventolano tanto allegramente. Quello è nozionismo buono solo per telequiz. E lo stato dei fatti è la misura di quanto certa gente sbagli. Aprite un paio di libri di storia recente, guardatevi intorno. questo è UN progresso, ma non sta scritto da nessuna parte che è l'unico possibile. L'unica cosa che sta scritta in effetti in caratteri anche belli cubitali è che siamo al capolinea belli miei. E quando toccherà scendere a spingere toccherà anche a voi eheheh!
 
lottergs
lottergs il 25/03/09 alle 04:24 via WEB
horseflesh, effervescent, cheap levitra sulfaquinoxaline, liposis, buy levitra online pseudomalignancy, gamboge, buy levitra online us metapterygium, lactonic, online levitra bur, lanseh, 20mg levitra streptobacillus, centrosphere, buy generic cialis without prescription fluorocarbons, sigillaria, levitra sales koilocyte, galactophagia, by levitra price malamethane, orbiculated, cheap levitra online aliment, bignoniaceous, levitra cheap viscus, dioecism, purchase generic levitra diamagnetic, subthalamic, buy levitra vardenafil uteropelvic, krameria, buy levitra without prescription subintestinal, kindle, generic levitra pill trombiculiasis, chromatoid, levitra cheap
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: ChristopherNolan
Data di creazione: 17/07/2005
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fransolanaPERLABYANCAtradu2010frizzariannamaria.cherchiprolocoserdianaSunnyLallinanigel63silvtodarAdeniasasaboletusalicevituccidomenicocolasantoPuraComeAcquaanima_on_line
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.