per te.

"...con amore ed infinita nostalgia"

 

.NON CI SEI PIÙ E NON SO PIÙ PERCHÈ.

Pink Floyd - Wish you were here.
Gianna Nannini - Aria.
Fabrizio De Andrè - Amore che vieni amore che vai.
Afterhours - Voglio una pelle splendida.
Fabrizio De Andrè - Bocca di rosa.
Coldplay - Fix you.
Edoardo Bennato - L'isola che non c'è.
Franco Battiato - La cura.
Guns'n Roses - Don't You Cry Tonight.
Leonard Cohen - The future.
U2 - Window In the Skies.
Tiromancino - Nessuna certezza.

immagine

 

Forse sei, più bella che mai e ti colori di nuvole come un sogno senza maschere. Forse sei, più serena che mai e mi guardi come un sole senza lacrime. Forse sei, la vita che mai più rivivrò, Le mie mani unite dal volere di riaverti qui di fianco a me, urlano parole che ormai sono solamente per te. Nel petto lavorano ricordi, per un finale così triste ancora troppo felicemente distorti.
immagine

 

...e alla fine cosa resta di un piccolo rifugio, solo polvere e qualche frammento di carne. Luce, per ricordare la vita, fiori, per ricordare che è ormai finita.

 

 

Post N° 25

Post n°25 pubblicato il 14 Luglio 2007 da maryw00l

Mi sono momentaneamente trasferita

qui

 
 
 

Post N° 24

Post n°24 pubblicato il 12 Luglio 2007 da maryw00l




Scrivo di noi per vivere.


 
 
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 07 Luglio 2007 da maryw00l

Siamo arrivati al dunque. Lui comincia a reagire, forse. Comincia a guardarsi intorno servendosi anche dei tuoi occhi che ormai appartengono a noi che ti viviamo ancora. E io mi ricordo di quando mi dicevi che sarebbe arrivato anche questo momento, quando mi dicevi che avrei dovuto esserne contenta. E io lo sono, se lui lo è, se lo saresti anche tu. Fino ad ora abbiamo sempre detto "La vita continua, purtroppo", ora credo sia il momento di dire "...per fortuna". Ci vuole la forza per guardare avanti, con te nel cuore. Spero che sia davvero arrivato quel momento che noi due sappiamo, quel momento descritto mentre guidavi, mentre ti sforzavi di farmi vedere un sorriso tra le lacrime di chi sentiva la fine vicina.

 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 16 Giugno 2007 da maryw00l

E poi ci sediamo a tavola, io e lui, soli. Mi parla di te, gli manchi. Mi parla di quando vi siete conosciuti, di quanto ci ha messo per conquistarti, dell'amore che poi vi ha uniti per sempre, di quando siamo nate io e lei. Mi parla di te, piange. Quando non è con me urla, si attacca ai ricordi tanto da volerli urlare. Lei invece non è mai stata una persona elastica. Sempre razionale, troppo razionale. Non presta attenzione alle parole che dice, non le seleziona con cura. Quello che pensa dice, con i suoi pregi e i suoi difetti. Due caratteri incompatibili perchè troppo simili i loro. Ma tu sapevi farli andare d'accordo. Sapevi filtrare le parole di uno e dell'altra. Sapevi evitare litigi e scontri inutili. Ora invece quelle parole non passano più attraverso alcun filtro. Meglio, forse. Forse no. Arrivano dirette come fucilate. Si stanno uccidendo a vicenda e io sono in mezzo. Vorrei avere quella tua stessa capacità di calmare le loro voci, i loro insulti. Vorrei riuscire a farli smettere, vorrei che si volessero bene e basta. Ascolto gli sfoghi di uno e poi dell'altra, mi ubriaco dei loro pensieri e delle loro stesse voci. Io ci provo, ma avrei bisogno di te mamma.

 
 
 

Post N° 21

Post n°21 pubblicato il 13 Giugno 2007 da maryw00l

In queste parole che mi sorridono ritrovo te. C'è qualcosa che mi ha bloccata, sono ferma, sono ancora come quando ti avevo. E continuano a chiedermi perchè mi ostino a rimanere in un tempo ormai passato, in un tempo apparentemente così stretto. Perchè ho diciassette anni ormai, non ne ho più cinque. Ma a me cosa interessa, ho sempre odiato i numeri. Non mi importa se quando ancora ti avevo con me avevo tre o diciassette anni, non me lo ricordo nemmeno. So che ho dei ricordi di noi due insieme. Mi ricordo che ti piaceva quando ridevo per cose in fondo di poca importanza, mi ricordo che adoravi il mio stupore nel vedere cose nuove, nel vedere il mondo cambiare, nel vederti mentre mi crescevi. Mi ricordo che volevi che imparassi a scrivere bene, mi ricordo che ascoltavi di nascosto mentre suonavo. Mi ricordo quanto ti arrabbiavi perchè non capivo la lezione di matematica, quante volte ho pianto per questo. Mi ricordo che la sera distese sul divano cedevi alle mie richieste di farmi assaggiare il caffè, nonostante continuassi a ripetermi che ero troppo piccola e non potevo berne tanto. Mi ricordo che alle nove e mezza dovevo essere a letto e quando venivi a controllare e mi trovavi sveglia ridevi perchè ti facevo notare che "hai detto a letto, e io ci sono, ma non hai precisato se dovevo dormire o no!!". Tutt'ora rido tanto, qualcuno dice addirittura troppo, e spesso per cose di poca importanza, non ho ancora smesso di stupirmi per ogni cosa che accade, per ogni cambiamento. Continuo a scrivere ogni giorno qualcosa di nuovo, quando suono ogni tanto smetto e controllo che tu non mi stia ad ascoltare di nascosto dietro la porta, come facevo quando c'eri. Non capisco tutt'ora le lezioni di matematica e si, piango ancora per il nervoso. Ogni sera bevo un caffè distesa sul divano, lentamente, come facevi tu, e mi sembra di essere ancora stretta in quell'abbraccio. Non voglio andarmene da questo tempo, non mi è stretto, non mi è piccolo: è il mio tempo perfetto. Se significa non voler crescere, se significa non accettare di avere 17 anni ed essere senza mamma non importa. Non mi interessa cosa significa, non mi interessa il suo significato fine a se stesso: mi interessa il ritmo con il quale questo tempo riesce a farmi battere il cuore, a tenermi in vita, a tenere in vita i miei ricordi.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: maryw00l
Data di creazione: 11/03/2007
 

ULTIME VISITE AL BLOG

avogaro.eleonorastellamarina450mi.fermohope528xxxAli_di_Farfalla846luna8hope528angel.gold73casabatteriabixy
 

ULTIMI COMMENTI

 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

[...]

Su questo blog compariranno parole che fanno parte della mia vita, costituiscono la parte di me che di solito non si vede, che riposa silenziosa ma che prevale su tutto il resto. Sono parole intime, parole che non riesco a dire ma per le quali sento il bisogno di scrivere. La maggior parte di queste potranno risultare incomprensibili, pesanti, tristi. Molte volte non darò spiegazioni su ciò che scriverò ed è per questo che qualsiasi commento inadatto non riceverà risposta. Per ogni eventualità in alto a destra c'è una X rossa, in caso di emergenza l'uso è consigliato.

"Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001"
"Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. Tutto il materiale, quindi, (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato su ogni blog non può essere utilizzato senza il permesso del proprietario o dei rispettivi autori, pena denuncia."