Creato da cipolllina il 06/04/2006
se l'amore fa ridere e piangere io sono quello che crea: la speranza e l'ottimismo.

Area personale

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Ultime visite al Blog

 
cipolllinaTerzo_Blog.Giuschiarasanyciaobettina0lab79mgf70vivodi_folliaknight872005Wrath_Of_Godchildamorino11paoletto80Iltuocognatinoarchitettorizzostellagatbrukole
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 
 

 

 

BUON 8 MARZO - FESTA DELLA DONNA

Post n°828 pubblicato il 08 Marzo 2018 da cipolllina

 

BUON 8 MARZO 2018 – FESTA DELLA DONNA

 

 

A tutte le donne...

Quelle perdute...

Quelle amate...

Quelle libere o in catene...

Alle donne bambine

Alle donne madri

Alle donne con figli

Alle donne senza amore

Alle donne sterili

Alle donne che non sono donne

A quelle cresciute troppo in fretta

A quelle fragili

A quelle guerriere

Alle donne mogli e spose

A quelle single

Alla donna all'antica

A quella emancipata

Alla donna neonata

O quella ancora nel grembo materno

Alla donna coraggiosa

A quella che prende schiaffi....dalla vita

Alla donna nonna...o bis nonna....

Alla donna caduta

Alla donna rinata

Alla donna sola...

Alla donna che sei stata...

Alla donna che sei ora...

Alla donna che lotta contro le ingiustizie e a quella che le subisce...

Alle donne che usano questa festa per andare in caccia di uomini da usare

Alle donne che lo sanno....che non è solo l'otto marzo...

Alle donne che quando vengono chiamate lo dicono "sono io. Sono una donna. Sono fiera. Fiera di essere donna"

Ed a quella che si nasconde....

che si vergogna...

che forse ne ha subite troppe....

Che forse vorrebbe essere uomo....

Alla donna che vorrebbe rinascere uomo....

Alla donna decisa, indifesa o senza meta.

Alla donna che piange, che ride, che grida....

Alla donna sorella....

Alla donna figlia...

Alla donna che ci manca...

Alla dolce Maria perché che tu ci creda o no a come andò....non è facile dichiarare al tuo promesso....che sei incinta....il sospetto....di un altro? Maria la madre di Gesù che rischiò la lapidazione....

Donna....donna bambina....madre e sposa....donna sola....

A te donna....

PERCHÈ QUANDO TI CHIAMERANNO A GRAN VOCE

ALZATI FIERA

E DILLO CON ORGOGLIO CHE SEI DONNA

NON SOLO L'8 MARZO

MA DILLO TUTTI I GIORNI...

E SII FIERA DI QUESTO.

PERCHÈ UNA DONNA È UNA DONNA

E BISOGNA ESSERNE ORGOGLIOSI

E BISOGNA DIRLO...

A TESTA ALTA...

PERCHÈ DONNA....TU VALI.

VALI TUTTI I GIORNI ANCHE QUANDO TI SMINUISCONO O TI FERISCONO....TU VALI.

 

E ALLORA DONNE OGGI FESTEGGIATE.

MA FESTEGGIATEVI TUTTI I GIORNI.

UOMINI RISPETTATE LA DONNA OGGI....MA FATELO TUTTI I GIORNI....E NON È QUESTIONE DI SOLDI....È QUESTIONE DI RISPETTO....DI GRAZIE...DI SCUSA...DI UN SORRISO O UN ABBRACCIO....GESTI SEMPLICI DALL'IMNENSO VALORE.

 

DONNE A VOI TUTTE DICO....

SIATE FIERE ED ORGOGLIOSE DI ESSERE DONNE....

TUTTI I GIORNI.

 

E ALZATEVI IN PIEDI...UNITE LE MANI....PALMO CONTRO PALMO....

PERCHÈ DOVE IL SILENZIO E L'OMERTÀ SONO TRA I MALI DEL MONDO...

L'UNIONE FA LA FORZA...

SIATE LA VOSTRA FORZA....E SE VI GETTANO A TERRA RIALZATEVI...

E SE GRIDATE E NON VI ASCOLTANO VOI RICORDATEVI CHE TALVOLTA BASTA POCO PER CAMBIARE LE COSE....NON VERGOGNATEVI....REAGITE.

 

DONNE....

A VOI....

PERCHÈ DONNA È SIMBOLO DI GRAZIA E DOLCEZZA MA ANCHE DI FORZA

LA FORZA DI CHI SA COSA VUOL DIRE....

VOLARE NELLA TEMPESTA.

 

VOLATE A TESTA ALTA.

 

AUGURI DONNE.

BUON 8 MARZO 2018.

 

Da una donna in rinascita.

 

 

DA UNA ROSA RINATA...CHE è CADUTA...E RINASCE ANCORA E ANCORA.

DA UNA ROSA RINATA CHE SI è PERSA....è CADUTA...E SI RIALZA ANCORA E ANCORA.

DA UNA DONNA RINATA...CHE RINASCE...IN RINASCITA ANCORA.

DA UNA DONNA RINATA...CHE è CADUTA DI NUOVO...SI è PERSA DI NUOVO....SI è RIALZATA ANCORA....SI RIALZA ANCORA ANCORA...UNA VOLTA ANCORA....E RINASCE...UNA DONNA IN RINASCITA.

 

UNA DONNA IN RINASCITA CHE CAMBIA....CHE PRENDE I SUOI FALLIMENTI E I SUOI INSUCCESSI....I SUOI ERRORI....CHE PRENDE LE SUE SFIDE, I SUOI MOMENTI NO...CHE PRENDE LE SUE SVOLTE SBAGLIATE....CHE CADE....E SI RIALZA....E CI PROVA....E CI PROVA ANCORA....E SI RIALZA....E RINASCE. E CADE E RINASCE.

 

PERCHè UNA DONNA RINATA CADE....

E UNA DONNA IN RINASCITA SI RIALZA....

VOLTA DOPO POPO VOLTA....

TUTTI I GIORNI....

SENZA DIMENTICARE CHE VALE.

 

UNA DONNA RINATA E IN RINASCITA VALE.

 

TU DONNA: NON DIMENTICARE CHE VALI.

E VALI TANTO: ANCHE SE NON TE LO SENTI DIRE, SE NON TI APPREZZANO, SE TI FERIOSCONO.....ANCHE SE TI SENTI PERSA, SCONFITTA PERDUTA....TROVA IN TE LA FORZA NECESSARIA (IO LA TROVO ANCHE NELLA FEDE) E RIALZATI.

 

NON ARRENDERTI.

NON MOLLARE.

CADI...RIALZATRI E PROVA.

E PROVACI ANCORA...

CADI DI NUOVO? RIALZATI ANCORA E ANCORA.

NON MOLLARE.

NON DIMENTICARTI: DI SORRIDERE MENTRE TI RIALZI O MENTRE CADI.

PERCHè L'INIZIO PARTE TUTTO DA Lì....

PARTE TUTTO DA UN SORRISO....

LO DEVI A TE STESSA.

 

SORRIDI ALLA VITA CHE TI PRENDE A PUGNI IN FACCIA.

SORRIDI INNANZI ALLA TUA SCONFITTA.

 

E DIMOSTRA, A TE STESSA PER PRIMA, CHE PUOI FARCELA.

 

FORZA.

 

ALZATI.

 

E RICORDA CHE NON C'è NULLA DI PIù BELLO....DI UNA DONNA IN RINASCITA....O DI UNA DONNA RINATA.

 

Io rinasco....un pò tutti i giorni.

E un pò tutti i giorni sono una donna rinata.

 

LA FIGLIA DEL SOLE.


 
 
 

PARTE 6

Post n°827 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

  • MA TI SVELERò UN SEGRETO. IN NESSUN POSTO STO BENE COME NEL SILENZIO DELLA CHIESA. E ovvio….ceh poi quando torno alla mia casa di mura e mattoni sono felice. MA CRISTO….HA LA SUA CASA…DENTRO IL MIO CUORE. NEL MIO CUORE C’è LA SUA CASA. E IO SONO A CASA SE LO TENGO STRETTO A ME. CON CRISTO VICINO A ME, io sono a CASA ANCHE SE MI PERDO. E NON SO DOVE VADO O DOVE STO ANDANDO. POSSO ANDARE ALLA DERIVA. NAUFRAGARE. PERDERMI SU UN’ISOLA. E SO CHE SONO A CASA.

  • Allora non ti perdi?

  • SI. È BELLO PERDERSI OGNI TANTO. E RITROVARE LA VIA. CHE OVUNQUE SIA….MI PORTA SEMPRE…NELLA SUA DIREZIONE…E FINCHè VADO VERSO DI LUI….VERSO DI LUI POSSO CORRERE, CADERE, CAMMINARE….io sono felice.

  • Fortunata

  • MAGARI FOSSE FINITA. IO SONO UMANA E PECCATRICE. SBAGLIARE è FACILE. PERò ORA SO CHE POSSO PRENDERE QUALCHE SVOLTA SBAGLIATA….PURCHè TENGO FISSO….che indipendentemente dalla strada dove finisco…..IO DEVO SEGUIRE “IL MIO NORD” SULLA BUSSOLA DEL CUORE.

  • È una bella storia.

  • PER ME è SOLO PARTE DELLA MIA VITA.

     

 
 
 

PARTE 5

Post n°826 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

  • E poi?

  • -POI NON LO SO. È SUCCESSO TUTTO COSì…..MI HA DETO DI TORNARE A CASA. CHE ERA ORA CHE LA SMETTESSI DI VAGARE E DI TORNARE A CASA.

  • Eri fuori?

  • SI ERO A S. PIO DI PIETRALCINA.

  • E sei tornata a casa?

  • L’HO FATTO.

  • Dunque?

  • NON ERA QUELLA LA CASA CHE INTENDEVA.

  • Cosa hai fatto?

  • HO CERCATO UNA CASA NUOVA. UN POSTO DOVE STARE BENE. DOVE POTEVO STARE BENE. DOVE SENTIRMI A CASA. VERAMENTE A CASA. Perché DENTRO ME….ERO ANCORA IN VIAGGIO….

  • Così è successo?

  • SI. HO CAPITO CHE LA CASA NON ERA FATTA DI MURA E MATTONI. MA CHE IL MIO VIAGGIO….DOVE ERO PERSA…DOVEVA FINIRE. DOVEVO RITORNARE A CASA. MA NON CONOSCEVO LA STRADA. NON SAPEVO DOVE FOSSE. AVEVO PAURA. PAURA DI PERDERMI ANCORA.

  • Non spiega la tua fede.

  • LA SPIEGA. Perché IMPROVVISAMENTE….SENTII ILSUONO DI UNA CAMPANA…NON ERA DOMENICA. QUINDI NON ERA LA CHIESA. E MI SONO VOLTATA Più VOLTE.

  • Cosa hai visto?

  • ME. ME CHE CORREVO….E TINTTINAVO..COME SE PORTASSI UN CAMPANELLO…E SI FACEVA Più FORTE….Più FORTE….

  • Ti sei seguita?

  • SI.

  • -dove sei entrata?

  • NELLA SACRESTIA DI UNA CHIESA A QUELL’ORA DESERTA. IL PARROCO STAVA ULTIMANDO LE ULTIME PRATICHE. PRIMA DI CHIUDERE.

  • E cosa hai fatto?

  • IO NULLA. FU LUI A CHIEDERMI SE FOSSI Lì perché AVEVO DIEMNTICATO QUALCOSA.

  • Cosa potevi dimenticare tu che in chiesa non andavi mai?

  • NON LO SO.

  • Andasti via?

  • CERTO.

  • E poi?

  • POI SENTII DI NUOVO IL CAMPANELLO….

  • Tornasti in chiesa?

  • SI LA ME BAMBINA MI SORRIDEVA. ENTRAI IN UNA CHIESA DESERTA….non era veramente nemmeno una chiesa…era un posto attrezzato a chiesa. LA CHIESA VERA E PROPRIA NON C’ERA. NACQUE ANNI DOPO.

  • E che è successo?

  • MI SONO SENTITA INQUIETA. VOLEVO SCAPPARE VIA. SONO USCITA E MI SONO RITROVATA DAVANTI IL PARROCCO. PARLAVA DELLE CRESIME INIZIATE CON UNO CHE STAVA FACENDO IL CORSO. “è BENE – diceva – che i giovani conosco ove Cristo ha la sua casa” NON PARLAVA CON ME E NON CAPIVO. MA SAPEVO CHE VOLEVO SAPERE DOVE FOSSE QUESTA COSA. COSA ERA. VOLEVO ESSERE IN PACE. COME ERO STATA A S. PIO.

  • E allora?

  • MI SONO SICRITTA ALLA CRESIMA. Ma in segreteria non voelvano iscrivermi perché le cresime per i bambini non erano per me (avevo 25 anni) e quelle per gli adulti erano per chi si sposava. Erano tutte coppie. E POI ERANO INIZIATE DA PARECCHIO. Quindi non voleva iscrivermi. MA ARRIVò IL PARROCCO. E chiese che il mio nome fosse tra quelli iscritti.

  • Così è successo?

  • È STATO SOLO L’INIZIO.

  • Non è finita?

  • NO.

  • Che è cambiato ancora?

  • MI SONO CRESIMATA. E NEL MOMENTO IN CUI ANDAVO DAL VESCOVO PER RICEVERE L’UNZIONE….IN QUEL MOMENTO ESATTTO….PRECISO….mi sono sentita come chi torna a casa propria dopo un lungo viaggio.. MENTRE ANDAVO A RICEVERE L’UNZIONE Lì, ESATTAMENTE Lì….MI SONO SENTITA A CASA.

  • Woow.

  • SI WOOOW. Perché ORA SAPEVO DOVE DIMORA LA CASA DI CRISTO….DIMORA IN OGNUNO DI NOI.

  • Così è finita?

NON è MAI FINITA. QUELLO ERA SOLO L’INIZIO. POI CI SONO STATE CADUTE, LACRIME, SORRISI, LITI…..è UMANO…SI VIVE…SI RICOMINCIA….SI PARTE…SI ARRIVA….SI CADE….LE GINOCCHIA SI SBUCCIANO…GLI OCCHI PIANGONO….ma ovunque io andassi….OVUNQUE PARTIVO….E OVUQNUE TORNAVO….mi sentivo a casa. Casa….me la porto dietro.

 
 
 

PARTE 4

Post n°825 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

 

 

 

-come hai fatto a superare tutto? MI CHIESE UN’AMICA

- come hai fatto a uscire fuori da un così grande dolore? MI HA CHIESTO UN Dì.

Con la fede. – HO RISPOSTO.

  • E quando non avevi fede? HA CHIESTO

  • Quando eri atea, miscredente anticristo….come hai fatto? Come hai fatto a conviverci? Come hai fatto a superare tuto?

  • NON LO SO. COME HO FATTO. MI ERO ALZATA. MA AVEVO PERSO IL SORRISO. VIVEVO E AVEVO PERSO LA GIOIA DI VIVERE. CAMMINAVO ED ERO PERSA. SI., MI SONO RIALZATA….MA NON ERO Più IO….ERO SEGNATA DA Ciò CHE NON CAPIVO E NON POTEVO CAMBIARE. NON SO COME MI SONO RIALZATA….SO SOLO CHE HO SENTITO UNA FORZA….SPINGERMI…SPINGERMI PER ADARE AVANTI….PER ANDARE AVANTI UN PASSO ANCORA…UNA FORZA….CHE MI TENEVA…MI STRINGEVA…MI RALZAVA E STRATTONAVA…NON LA CAPIVO. PENSAVO FOSSE SOLO IL MIO DESIDERIO. E NONOSTANTE TUTTO…NON ERO FELICE. VIVEVO..VUOTA….INCOMPLETA…ANDAVO…SENZA SENTIRE NIENTE. NON PROVAVO Più NULLA. ERO PERDUTA.

  • E dunque come mai oggi credi?

  • Perché UN GIORNO QUALUNQUE è SUCCESSO….HO VISTO UNA LUCE NELL’OSCURITà CHE MI AVVOLGEVA…MI HA CHIAMATO PER NOME TRA LA FOLLA….MI HA CHIAMATA FORTE…UN BEL GIORNO HO SENTOITO QUALCOSA SCUOTERMI DENTRO…E NON CAPIVO CHE ERA…MI AGITAVA…MI CONFONDEVA….TREMAVO COME SE AVESSI PAURA….ERO INQUITA COME SE FOSSI IN ATTESA DI QUALCOSA CHE DOVEVA ARRIVARE….E DALLA PAURA SONO FUGGITA…

  • Così è accaduto poi?

  • MI SONO TROVATA IN PERICOLO. IN UNA STRADA SENZA USCITA. NON ERA Più SOLO UNA QUESTIONE MORALE…ERA VERO…ERA TUTTO VERO….

  • E tu cosa hai fatto?

  • HO CHIESTO AIUTO.

  • Tu non hai mai chiesto aiuto. Tu hai sempre fatto da sola.

  • INVECE HO CHIESTO AIUTO QUELLA NOTTE…E NON ME LO ASPETTAVO….NON C’ERA NESSUNO. E ANCHE SE C’ERANO…FINO A QUEL MOMENTO…..LA GENTE….NON AVEVA MAI ASCOLTATO IL MIO GRIDO…

  • Ed è arrivato?

  • SI. ERA UN LOCANDIERE. SVEGLIATO DI SOPRASSALTO DA UN BAMBINO NEL LETTO….UN BAMBINO….CAPISCI? CHE GLI RACCONTAVA DI UNA RAGAZZA IN PERICOLO. E DI CORRERE SUBITO.

  • Non ci credo.

  • Già. NON POTEVO CREDERCI NEMMENO IO.

  • E poi?

  • POI SEMPLCENTE HO SCELTO….HO SCELTO DI NON VOLTARE Più LA FACCIA….DI NON PENSARE SEMPRE è UN CASO, è UNA COINCIDENZA...MA DI ASCOLTARE IL MIO CUORE…DI METTERMI VERAMENTE A NUDO.

  • E cosa è successo?

  • LA LUCE HA PRESO FORMA….LA NEBBIA CHE MI PERVADEVA…SI è DISSIPATA…..TUTTI I LIVIDI, I GRAFFI, LE FERITE…..IMPROVVISAMENTE…..PAREVA CHE SI FOSSERO CICATRIZZATI…

  • Ma tu avevi perdonato?

  • CI PROVAVO. MA NON ERA FACILE PERDOANRE CHI TI FACEVA DEL  MALE.

  • -dunque?

  • DUNQUE NON SENTIVO Più MALE. ERA COME SE….IMPROVVISAMENTE FOSSI GUARITA….

  • Strano

  • -GIA. NESSUNA FERITA PER QUANTO PICCOLA GUARISCE DALLA SERA ALLA MATTINA….E IO…ERO COMPLETAMENTE UN’ALTRA PERSONA. PER LA PRIMA VOLTA….DOPO TANTO TEMPO….MI SENTIVO BENE. ERO SERENA. SERENA VERAMENTE. E RIDEVO. E L’INQUITUDINE…LA PAURA….ERA TUTTO PASSATO. LA NEBBIA E L’OSCURITA SI ERANO APERTI PER LASCIARE SPAZIO ALLA LUCE CHE SPLENDEVA SOVRANA E MAOSTOSA…INNANZI A  ME….

 

 

 
 
 

PARTE 3

Post n°824 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

ECCO….TUTTO perché HO CREDUTO….IO SONO FELICE perché TU, GESù, SEI IL FULCRO DI TUTTO, PER ME. L’INIZIO…..E LA FINE….L’ALFA E L’OMEGA. E C’ERI….ANCHE QUANDO NON TI VEDEVO….C’ERI. ERI TU….LA SPINTA DI NON MOLLARE…DI ANDARE AVANTI UN PASSO ANCORA…TU LA VOCE NELLA TESTA….LA COSCIENZA DA CUI NON RIUSCIVO A FUGGIRE….TU L’UNICA CERTEZZA…TU QUELLO CHE CERCAVO NEL DESERTO…..TU QUELLO CHE MI HAI FERMATO MENTRE MI GETTAVO NEL FUOCO….TU QUELLO CHE MI HAI PERMESSO DI RIVEVERE TUTTO…10 E 100 VOLTE….ALLA RICERCA DELLA VERITà…SENZA PERDERMI ANCORA. TU LA MIA IDENTITà.

TU….QUELLO CHE CERCAVO. TU….ERI SEMPRE E SOLO TU.C’ERI SEMPRE TU….E IO NON TI VEDEVO. Dovevo cadere ancora. Dovevo perdermi ancora. Dovevo arrivare ad un punto preciso della storia….un punto di non ritorno o di rinascita….un punto dove potevo scegliere se accettare la mano che mi tendevi o rifiutarla….Salvarmi, o lasciarmi morire….Lasciarmi morire come avevano fatto quei ragazzi, lasciandomi sull’asfalto, senza più le mie ali, che mi avevano strappato via, con la stessa cattiveria….dei demoni. Ma non erano demoni…erano ragazzi. Solo ragazzi. E IL GIORNO CHE HO TROVATO IN ME LA FORZA DI PERDONARE LORO….HO RITROVATO LA STRADA DA PERCORRERE PER RAGGIUNGERE LA FELICITà…ED è INIZIATA COSì…UN BARLUME DI SERENITà…ALLA VOLTA.

 

MA TU ERI Lì ANCHE QUEL GIORNO. QUEL GIORNO CHE HO SCELTO…HO SCELTO DI NON VIVERE Più PER SALVARE ALTRI….LO SPERAVO DAVVERO. L’HO FATTO CON POETA….E IL MIO ANGELO L’HA FATTO CON ME….ALESSIO E FABBRIZIO….E TUE RI ANCORA Lì….TRA LE MIE SCELTE….ANCHE IN QUELLE SBAGLIATE, QUELLE CHE MI FERMANO…QUELLE CHE MI MANDAVANO AVANTI…QUELLE CHE NON MI FACEVANO DORMIRE…QUELLE….QUELLE CHE PER RACCONTARLE CI VUOLE TEMPO….CI VUOLE QUALCUNO CHE PORTI LE MIE SCARPE…CHE VIVA LE MIE CICATRICI….E QUANDO IL MONDO è SPARITO….E MI SONO TROVATA COMPLETAMENTE SOLA….DUE STRADE SI SONO APERTE A ME…UNA ERA DI AMORE INCONDIZIONATO (VERSO CHI MI AVEVA FERITO) UN’ALTRA ERA DI AVERE IL POTERE PER FARGLIELA PAGARE. IO HO SCELTO LA PRIMA. E QUEL GIORNO TU MI HAI SALVATA. MI HAI SALVATO DAL NEMICO MIO NUMERO 1: ME STESSA.

QUINDI NON CANCELLEREI NULLA DELLA MIA VITA….

NULLA….

Perché….TUTTO è SERVITO PER PORTARMI A TE…

E IO CHE NON CREDEVO IN TE…

PENSAVO CHE ERI SOLO UNA FIABA PER BAMBINI…

SCIOCCA…SCIOCCA IO….

E OGGI SONO FELICE.

E CANTO, RIDO, PIANGO…CADO, MI RIALZO…LITIGO…FACCIO PACE….VIVO….SORRIDO, PIANGO, CADO, MI RIALZO…

MA PER QUATO SIA NERO IL CIELO…

PER QUANTO DOLORE POSSO PROVARE NEL CUORE….

NON MI PERDO Più.

perché TU SEI….”IL NORD” CHE MI RIPORTA A CASA. TU MI RIPORTI SEMPRE A CASA. E IO…..NON PERDO LA BUSSOLA….E NON MI PERDO.

E NON RESTO Più SENZA IDENTITà.

E QUESTA NON PIACE.

E’ TROPPO.

SO COSA VOGLIO.

SO DOVE VADO.

SO QUELLO CHE VOGLIO.

SO COME SARà.

TROPPE CERTEZZE.

MALA GENTE NON CAPISCE.

NON è QUESTIONE DI PREVEDERE IL FUTURO…O DI SAPERE DOVE MI PORTERANNO I PIEDI…QUESTO NON POSSO SAPERLO…

SO SOLO CHE OVUQNEU ANDRò…SARà UN’AVVENTURA. E SARà BELLA O BRUTTA…CONOSCERò POSTI NUOVI SCONOSCIUTI O Tornerò INDIETRO..Sbaglierò…FARò COSE BUONE…Naufragherò SU UN’ISOLA…O ANDRò A VEDERE LE STELLE…NON LO SODOVE ANDRò E COME SARà….

SO SOLO….CHE NON MI IMPORTA. NON MI IMPORTA COSA C’è NEL MIO DOMANI.

QUELLO CHE MI IMPORTA….è CHE NELA MIA VITA CI SEI TU….E POSSO ANDARE OVUNQUE. FINCHè TU….RESTI….RESTI ASSIEME A ME, E MI TIENI LA MANO. SOLO COSì…SONO SICURA….DI NON PERDERMI.

E SE CADO NON IMPORTA.

PURCHè TU MI AIUTI A RIALZARMI.

E SE SBAGLIO NON IMPORTA.

fINCHè TU MI PERDONI.

E SE MI PERDO NON IMPORTA.

SE TU MI AIUTI A RITROVARE LA VIA.

E SE PIANGO, SOFFRO….VA ANCHE BENE.

PURCHè TU MI AIUTI A TROVARNE UN QUALCHE INSEGNAMENTO.

E DOPO LA TEMPESTA….MI PORTI IL TUO ARCOBALENO Più BELLO…E MI MOSTRI LA STRADA, PERSA, PER ANDARE VERSO IL SOLE.

 

COME VEDI, GESù, FINCHè TU SEI CON ME….

NON MI IMPORTA….DOVE VADO….

MI IMPORTA SOLO CHE CI SEI.

NO.

MI IMPORTA CHE IO CI SONO. perché SOLO FINCHè DECIDO DI AVERTI CON ME….POSSO SENTIRTI VICINO.

E IO VOGLIO RESTARE…STRETTA STRETTA….ABBRACCIATA A TE.

COME IN QUESTI 36 ANNI…

COME NEI MIEI PERIODI DIFFICILI….

COME IN QUELLE NOTTI…CHE PIANGEVO E GRIDAVO E NESSUNO ASCOLTAVA..

E COME NEL GIORNO CHE TI HO VISTO…

CHE MI HAI SLAVATA….

perché ANCHE QUANDO NON TI VEDEVO…..ORA CHE HO COSCIENZA, E SOLO ORA LO SO, C’ERI TU.

NON ERO IO…CHE ERO BRAVA E FORTE.

NON ERO IO.

IO NON SONO COSì.

ERI TU.

TU ERI CON ME…L’AMICO E IL FRATELLO….LA GUIDA….L’ANGELO….LA FAMIGLIA….TU ERI CON ME….NEGLI INCONTRI GIUSTI…NEI SACERDOTI AMATI QUELLI CHE MI HANNO INSEGNATO MOLTO…TU ERI CON ME…NEI VOLTI CARI….ERI CON ME NEI DOLORI….ERI CON ME….

 
 
 

RIPETO E COMPLETO - COME INIZIO LA PIù BELLA AVVENTURA DELLA MIA VITA 2

Post n°823 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

 

 

Web – MI HA RISPOSTO ANCORA: Questo mi rende felice..., sapere che hai trovato la tua identità.., e che continui a metterti in gioco, perché la vita è proprio questo.., un continuo mettersi in gioco, senza nascondersi o fuggire davanti alle prime difficoltà...
Va affrontata sempre , e soprattutto vissuta....

 

 

6/3/2018 ORE 17.08

ECCO….è ANDATA PROPRIO COSì.

E IL FIUME SI è PLACATO….HA SMESSO DI SCORRERE…

MENTRE MI RIVEDEVO PERSA TRA GLI SCOGLI…..SOMMERSA IN UNA BUFERA DI NEVE….MENTRE SFUGGIVO ALL’ENNESIMO CHE VOLEVA PORTARMI VIA….O MI ARRAMPIC AVO SUGLI ALBERI E SFIDAVO QUELL’UOMO A RAGGIUNGERMI SE PROPRIO VOLEVA PORTARMI CON Sé….TEMERARIA…INDOMITA…..SENZA PERICOLI….

CORREVO….CORREVO….CORREVO….

CORREVO NEL VENTO CON LA MIA BICICLETTA BLU…FULMINE…TEMPESTA….COME UN FULMINE E UNTA TEMPESTA INSIEME IO CORREVO.

 

CORREVO E ANDAVO.

 

CORREVO CON LE MIE GAMBE…NON CAMMINAVO.

CORREVO….SALTAVO…SALTAVO DALL’ALTALENA…SALTAVO GRADINI….FACEVO SFIDE….MI METTEVO IN GIOCO….VINCERE O PERDERE….L’IMPORTANTE ERA LA POSTA….SFIDAVO I Più GRANDI…

SFIDAVO I FLASI EROI….

SFIDAVO LA GENTE….

SFIDAVO….

E MAGARI NON CI CAPIVO NIENTE.

SEMPLICEMENTE NON AVEVO ANCORA IMPARATO…..

IL VERO SEGRETO….

DELLA FELICITà….

QUELLO CHE SI CELA DIETRO IL DOLORE….

DIETRO LACRIME CHE FANNO MALE…

DIETRO QUELLO CHE NON SI Può RACCONTARE….

LACRIME NASCOSTE ALL’OMERTà DELLA GENTE….CHE NON SA, NON VUOLE SAPERE, CHE NON CREDEVA A NIENTE, GENTE CHE FINGE DI GUARDARE, CHE SI VOLTA ALTROVE, CHE NON OSA DIRE…

GENTE CHE TACE….

GENTE CHE è ASSENTE….

GENTE CHE è STATA INDIFFERENTE….

E MI RIVEDO PER TERRA Lì…TRA IL SANGUE E IL DOLORE….LE ALI SPEZZATE, SENZA Più UN CUORE…

E MI RIVEDO TRA RABBIA E VELENO…DOV’ERA IL PERDONO…DOV’ERA….? E’ UN MISTERO.

RABBIA E VELENO MI HANNO ACCOMPAGNATO…

NELLA TERRA DEL FUOCO…SONO ANDATA A MUSO ALTO…IMPIETTITO….

SONO ANDATA SENZA UN LAMENTO…A GETTARMI NEL FUOCO….NON VEDEVO SOLUZIONE…CHE UNA…FINERE TUTTO….E LASCIARE….IL POVERO CUORE….LE POVERE MANI A BRUCIARE Lì….TRA LE FIAMME…SOLO PER UNA COSA….LA VENDETTA.

MI SONO NUTRITA DI ODIO…E DI RABBIA….E HO GODUTO NEL FAR SOFFRIRE LA GENTE…NEL FARLA INNAM,ORARE….E NEL FARLA SOFFIRE….HO GODUOTRO E HO RISO….MA LANOTTE PIANGEVO….NON TROVAVO RIPARO A QUESTO VELENO…

LA NOTTE MI RIGIRAVO NEL LETTO…GRIDAVO PREGAVO…NESSUNO ASCOLTAVA…

NESSUNO VEDEVA…

CHE QUELLA RAGAZZINA DONNA ERA DIVENTATA….

RISOLVERE COSE Più GRANDI DI LEI DOVEVA…

E FORSE IL SILENZIO….Già IL SILENZIO L’OPPRIMEVA…

LA GENTE VEDEVA…E NESSUNO SENTIVA…

E IL TEMPO PASSAVA…LA RAGAZZINA CRESCEVA….

POI è SUCCESSO…è SUCCESSO UN BEL GIORNO…

CHE L’AMORE E L’ODIO SI SONO TROVATI A CONFRONTO…

TU SEI RIMASTO NON SEI ANDATO VIA…

CI HO PROVATO MI HAI DETTO “SEI LA VITA MIA” TU SEI RIMASTO E SENZA UN perché…

MI SONO SCOPERTA A FIDARMI DI TE…

E PIANO PIANO L’ODIO SE N’È andato…e lì tra la cenere e il vento….un fiore è rinato…

E’ rinato….un fiore….è rinato….E piano piano tutto ha trovato un significato…-lì, su quella croce non ero sola…..c’era qualcuno che moriva assieme a me…moriva….e risorgeva….e mi perdonava…e mi amava…anche se ero del tutto sbagliata.

E piansi piansi tutto quello che avevo dentro….e scoprirei che il fiore era cresciuto…ora poteva aiutarne altri 100.

 

Così mi sono rimessa in viaggio e ho iniziato a cercare….quell’amore infinito….che dona, che non chiede niente….che resta…che non mente…che risponde se lo chiamo….quell’amore infinito….quell’amore grande….

Che la fede mi ha dato….in un giorno….un giorno qualunque….mentre vagavo tra l’ignoto…..e un precipizio…..su una via senza ritorno…è lì, è lì che l’ho visto.

E alla fine sono stata grata a tutto…ai lividi…alle ferite….agli squarci dentro l’anima….alle grida inascoltate, inaudite…ho detto grazie a tutto….perché altrimenti non avrei mai scoperto….e mai saputo….qual’è il vero segreto della felicità…

Che era esattamente là….dentro l’anima mia….dove era sempre stata….dove non la vedevo…era stata ferita, ingannata inquinata…ma era sempre là…ferma e fiera….

E ho rivisto la me bambina….di nuovo sorridente…e abbiamo riso insieme…la lei piccina e la me un poco più grande…e abbiamo volato volato nel vento insieme….verso il sole che sorge….e quello che muore….ma innegabilmente….andando verso il sole. Ogni tanto il vento mi porta su strade impervie…e sconosciute…ma non mi perdo più. Non ho più paura.

Perché la vera paura….non è nel cadere….è nel perdersi. E ritrovarsi con me, senza storia….senza identità. E io….io posso dire….che so chi sono. E non sono perfetta. Sono io. E non cambierei nulla di me, né del passato né del presente. Perché…alla fine….tutto quello che è successo….mi ha portato a riscoprire….un sentimento dimenticato…..l’amore. E quando l’amore è nuovamente entrato….l’odio, il rancore e la disperazione…sono andate via. L’amore è entrato…e io sono tornata a volare….dispiegando le ali nel vento e controvento…piroettando nel cielo infinito.

 

 
 
 

UN FIUME IN PJENA DI EMOZIONI E DI RICORDI...CHE MI PORTANO VIA...DOVE SOLO IL VENTO PUò FARMI ARRIVARE PARTIRE TORNARE

Post n°822 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

Web:  MI SCRIVONO:  Ciao Cipollina...,
volevo complimentarmi per il tuo..."Dico di Me"
E' vero che il vento porta via tutto..., ma può anche portare tanto...., magari il sorriso che ho lasciato portarmi via nel leggerti....
A presto....

 

 

FACENDO RIFERIMENTO A Ciò CHE HO SCRITTO NEL MIO PROFILO WEB - Dico di me:

se l'amore fa ridere e piangere io sono quello che crea: la speranza e l'ottimismo. Le parole si perdono nel vento...il vento le porta lontano. Le lacrime si perdono nel vento...il vento le porta lontano. Il passato si perde nel vento...il vento lo porta lontano. Vorrei perdermi nel vento...ma devo stare qui imparando a vivere, a perdere, a vincere e a rialzarmi sempre. E il vento...mi accompagnerà...e mi sospingerà lontano. Perchè il vento...c'è sempre...sarà accanto a me. CERCO SOLO AMICI.

 

E NON POTEVO NON RISPONDERE

Si il vento porta via tutto. Ti sospinge. Ti guida. Porta cose belle e brutte. Sfide possibili e impossibili. Scompiglia i capelli e i pensieri. E ti lascia pace o inquietudine. Io ho sempre amato il vento. Quando ero piccola aspettavo che si alzava per correre nel vento. Era bellissimo. Pareva quasi di volare. Ecco.... Negli anni hi scoperto che è ancora così. E non importa se volo alta o bassa. L'importante è che ci sia il vento che ti spinge ad andare avanti.

Web – OVVIAMENTE MI RISPONDE: Bel pensiero...., e belle sensazioni..., essenza di vita e di libertà.
Perché non saprai mai dove il vento ti sospingerà, l'unica cosa certa è non potrà mai fermarti...

E IMPROVVISAMENTE è UN FIUME IN PIENA…E LE PAROLE ESCONO COSì….COME SE SCORGASSERO DA UNA CASCATA…NON COME UN FIUME….CHE ARRIVANO OVUNQUE…VIAGGIANO OVUNQUE….E IN UN ATTIMO TUTTE LE MIE EMOZIONI TORNANO Su….COM’è NATO IL BLOG…perché è NATO…COSA MI HA PORTATA QUI…COSA è SUCCESSO PRIMA….DURANTE E DOPO….E RICORDI….E I RICORDI SEMBRANO MACIGNI PRONTI A SCHIACCIARMI….E POI D’IMPROVVISO…IO SONO TROPPO ALTA….Lì TRA LE NUVOLE….E VOLO….TRA IL VENTO….SONO NEL VENTO…E ALLO STESSO TEMPO IL VENTO è DIETRO DI ME, MI SOSPINGE…è AVANTI A ME, MI GUIDA. IO SONO IL VENTO. E DIVENTIAMO DUE ESSERI SEPARATI….E ALLO STESSO TEMPO INDIVISIBILI….E IL VENTO MI FA APRIRE LE ALI E MI ACCOMPAGNA…E IL FIUME DI PAROLE è IN PIENA…AUMENTA….SCORRE…SENZA POTERSI FERMARE.

 

COSì RIPONDO:

già è esattamente così. :-) Alla fine....quello che importa è non stare ferma. E io non ci sono stata. Certo ho fatto esperienze belle e brutte e alcune da evitare. Incontri sbagliati e giusti...persone da ricordare...Ci sono state lacrime e sorrisi...Ci sono stati successi e insuccessi...Ci sono state volte e volte...Ma è servito per essere arrivata dove sono.
E nonostante alcune giornate particolari.
Io sono felice. Ho la mia identità. Io so chi sono. So cosa voglio e dove vado.
E non è una meta precisa il mio dove. Non è un luogo, un posto, uno spazio...
è solo un viaggio tra posti sconosciuti e conosciuti...oppure alla deriva...o in alta quota....o semplicemente immobile....ad osservare il mare...con le sue onde...che sii alzano e si abbassano...che avanzano e si tirano...che si infrangono sugli scogli....
Ecco io lo so dove vado.

Vado ad ali spiegate verso il mondo...con il cuore tra le mani.
E non mi importa tanto se possono ferirlo....
Mi importa di più di evitare di celarlo.
Perché nascondendo le mie emozioni...fingendo di essere chi non sono...
Vivendo una vita diversa da quella che volevo...
Accettando cose che avrei preferito evitare....
Alzare i pugni quando magari volevo solo stare in pace....
Ho finito per perdermi.
Ho finito per perdere chi ero...e mi sono trovata senza identità in una terra straniera...senza memoria di cosa mi avesse portata lì...senza memoria di nulla...senza emozioni....vuota. completamente vuota.
E allora...ho dovuto andare affondo....tornare indietro...ripercorrere tutto per ritrovarmi.
E ho visto cose che non dovevo vedere.
Ho visto riaprirsi ferite che pensavo chiuse.

E ho versato lacrime che pensavo di non avere più.
E ho sorriso....
Ho sorriso di ricordi che scaldano il cuore.
E alla fine del mio viaggio....nelle profondità del mio essere tra i graffi e i lividi sulla mia pelle....tra quella pelle baciata dal sole che profumava ancora di salsedine...quelle corse sugli scogli o a perdifiato tra i campi....tra i parchi tra la gente....
Ho ritrovato una me che avevo dimenticato.
Una me bambina....
che mi ha insegnato mi ha ricordato come si vola....
E allora....
Ci ho provato una due tre volte...
Poi è arrivato il vento....e mi ha spinta via...
Mi ha spinta a fare un viaggio pericoloso e bellissimo....
E mi sono messa in gioco...
potevo perdermi ancora e non tornare più....
oppure trovare l'essenza della felicità...

E io l'ho trovata....lì in quelle piccole cose che davo per scontate...e nella fede.
Ho ricominciato il mio viaggio da lì....avevo 25 anni e ho iniziato il mio viaggio con la fede nel cuore....
E l'ho trovata lì, io, l'essenza della felicità.

E anche le ferite...i graffi.....non mi fanno più male. Mi sento un eroe...perché se mi sono ferita ho vissuto. E se sono qui...è perché ho avuto il coraggio....e la forza di rialzarmi...e la fede....la fede di credere che potevo essere felice. Felice....di una felicità senza uguali....senza paragoni...Ecco....il vento mi ha portato....ad un incontro bellissimo....e dopo questo sono grata anche delle ferite che porto. Significa solo che ho avuto il coraggio e la forza di rialzarmi. E poi...sono tornata a volare.....prima per me, poi per gli altri.

 
 
 

dOPO LA PIOGGIA TORNA IL SERENO

Post n°821 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

dOPO LA PIOGGIA TORNA IL SERENO

dOPO LA NOTTE SORGE L'AURORA

dOPO IL BEBè POI CI SEI TE

dOPO LA VITA VIENE LA MORTE

DOPO LA NASCITA INIZIA LA VITA

dOPO LA PIOGGIA SPUNTA L'ARCOBALENO...

E PIANO PIANO TORNA IL SERENO....

tORNA IL SERENO PER GRANDI E PICCINI....

pER QUELLI BUONI...

e PER QUELLI...QUELLI CHE....

NONOSTANTE TUTTO IO PORTO NEL CUORE CON ME.

 

 

 

 
 
 

Dolce notte sognatori

Post n°820 pubblicato il 06 Marzo 2018 da cipolllina

Dolce notte sognatori. Che il vento vi possa sospingere lontano. Possa stroppiciarvi i capelli e i pensieri. Possa farvi aprire le ali.... E volare.... A bassa o ad alta quota.

Perché talvolta bisogna solo avere il coraggio di mettersi in gioco. 

E per farlo non dimenticate.... DEVE VALERNE la pena. 

Ma rischiate. 

Innamoratevi. 

Lasciatevi trasportate dal vento sulle onde del mare in tempesta. 

Non abbiate paura. 

Lottate.

 

Prendete la vita a pugni in faccia e sorridere. 

 

Sorridere. 

 

Perché anche se cadere non siete sconfitti. 

C'è onore e gloria anche in chi cade.

Non dimenticate più di rialzarvi. 

Di andare controcorrente. 

Di spezzare i legami della schiavitù. 

Siate liberi. 

 

Siate sognatori. 

 

E Lasciatevi trasportate.... 

Lasciatevi cullare.... 

Dalla dolce luce della luna, questa notte. 

 

 

E tutte le notti. 

 

 

BUONA NOTTE SIGNATORI.

 
 
 

Ho fame

Post n°819 pubblicato il 05 Marzo 2018 da cipolllina

E così oggi 5 marzo 2018 digiuno.

Per l'ecografia che devo fare il 9 alle 18.30 mi hanno tolto tutto.

 

Legumi, frutta, verdura e latticini per iniziare.

 

Poi abbiamo iniziato niente lievito e niente farina 

Quindi niente pasta pane o dolci

Nemmeno il kinder Bueno c'è il latte 

 

Poi niente bibite gassate 

Quindi niente coca cola

 

Poi ancora niente pizza 

C - è farina e lievito 

Poi niente dolci.

 

Quindi cosa mi resta? 

 

Tolti pane pasta dolci bibite gassate dolci 

Niente fettine panate 

 

 

Quindi oggi niente colazione. Niente pranzo. Ora sono  le 18.16 e quasi svendo dalla fame.

 

Ho solo carne e pesce. 

E niente olio. 

Insomma.

Ho fame.

 

E devo arrivare al 9 sera. Aiuto.

Aiuto.

 

 

E intanto mi sogno panini pizzette pasta.

E non vi devo pensare. 

Non ci devo pensare. 

 
 
 
Successivi »