Creato da lesfleur il 19/08/2008

bijoux

se ne vedono proprio di tutti i colori! ^^___^^

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lesfleur
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 52
Prov: NA
 

AREA PERSONALE

 

BLOG DEL GIORNO

Blog del giorno

Dipingono utilizzando come pennello parti del corpo
Il: 16/10/2009

 

In evidenza
Artisti stravaganti
Dipingono utilizzando come pennello alcune parti del corpo dal sedere al seno, dalla lingua al... Guardali tutti!
da bijoux
 

ULTIME VISITE AL BLOG

UnfogettablestudiolegaleraccoQuTony_78impronteselvaggeheclatemariopulcinistefaniamodaffarifrederaickarrigosempaolabarbaradanielegiusygariano1985zaza.midiletta.castellivirgo954dada.55
 

Quanti ne siamo?

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 54
 

I MIEI BLOG AMICI

Questo è un blog personale e viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti di questo Weblog rappresentano il punto di vista dell'autore.Le immagini, i testi e  le notizie  pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

COME ABBIAMO FATTO DA PICCOLI?

 

I MIEI LIBRI

Il vecchio e il mare

"Sentì il ferro conficcarsi e vi si appoggiò sopra

e lo immerse più profondamente

e poi lo spinse con tutto il peso del suo corpo.

Allora il pesce torno in vita,

recando in sè la sua morte,

e si librò alto fuori dall'acqua

mostrando tutta la sua grande lunghezza

e larghezza

e tutta la sua forza e bellezza.

Parve restare sospeso nell'aria

sul vecchio nella barca.

Poi precipitò in acqua in un crollo

che coprì di spuma il vecchio e tutta la barca"

("Il vecchio e il mare"_Ernest Hemingway)

 

 

 

PARADISO...NON POTEVI ATTENDERE?

Napoli è in ogni sketch,in ogni film di Massimo.

Massimo Troisi

E' come un filo conduttore che attraversa tutta la sua produzione.

Napoli,come disse l'attore stesso in una intervista,era parte di sè stesso.

Anche quando non compariva,c'era.

Ma non come realtà specifica,come fenomeno particolare,piuttosto come frammento di una realtà di più ampio respiro che varca i confini regionali.

E' lo specchio dello smarrimento esistenziale,del crollo delle ideologie,delle sopraffazioni,delle ingiustizie,di una inaccettabile rassegnazione,che appartengono al vissuto di tutti,non solo dei napoletani.

I personaggi che interpreta parlano napoletano ma,secondo l'attore,avrebbero potuto parlare qualsiasi altro dialetto.

D'altra parte,Troisi era di Napoli(San Giorgio a Cremano)e Napoli è sempre stata una città così complessa e difficile,da offrire una vastissima gamma di stimoli alle forze della creatività!

Trovatemi un napoletano che non sia creativo..

che non abbia una battuta sempre pronta per tutto..

Massimo ci ha rappresentati e ancora ci rappresenta..

..GRAZIE MASSIMO

 

 

« apparenza o sostanza?les fleurs »

Ogni favola ha una morale

Post n°972 pubblicato il 05 Maggio 2010 da lesfleur
 

IL LUPO SAZIO E LA PECORA.

Quello era davvero un gran giorno per

un lupo rinomato in tutto il contado per

la sua insaziabile fame.

Infatti, senza neppure alzare un dito

egli era riuscito a procurarsi ottime prede

trovate casualmente a terra perché colpite

da qualche cacciatore

e si era preparato un pranzo degno di Re!

Il lupo, dopo avere abbondantemente mangiato,

si inoltrò nella foresta per fare due passi. Fu così che incontrò una mansueta pecorella la quale,

terrorizzata dal temibile animale notoriamente suo nemico,

non riuscì neppure a muoversi,

paralizzata dallo spavento.

Il lupo, più per istinto che per altre ragioni,

afferrò la preda tenendola stretta, stretta.

Ma solo dopo averla catturata

si rese conto di essere talmente sazio

da non avere più alcun appetito.

Occorreva trovare una valida giustificazione

per poter liberare quella pecora senza fare brutta figura.

" Ho deciso"

disse quindi il lupo

"di lasciarti andare a condizione che

tu sappia espormi tre desideri con intelligenza.

La pecorella sconcertata,

dopo aver pensato un istante rispose:

"Bè, anzitutto avrei voluto non averti mai incontrato.

Seconda cosa, se proprio ciò doveva avvenire,

avrei voluto trovarti cieco.

Ma visto che nessuno di questi due desideri

è stato esaudito, adesso vorrei che

tu e tutta la tua razza siate maledetti

e facciate una brutta fine perché mi avete

reso la vita impossibile e avete mangiato

centinaia di mie compagne che non vi avevano fatto alcun male!"

Inaspettatamente il lupo,

invece di adirarsi come prevedibile, dichiarò:
"Apprezzo la tua sincerità.

Hai avuto molto coraggio a dirmi ciò che

realmente pensavi per questo ti lascerò libera!"

Così dicendo liberò la pecorella e,

con un cenno di saluto, la invitò ad allontanarsi.


 


Morale:

La sincerità è una dote apprezzata

da persone intelligenti capaci 

di non offendersi davanti

a dichiarazioni leali.

(favola Esopo)


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

YES,I CAN!

 

I LOVE NAPLES

 

IL CERVELLO

il cervello non è un nemico..usalo qlc volta!

il cervello non è un nemico..

usalo ogni tanto!!!

 

1° ANNO DI BLOG^^

 

1°anno di blog!^^1°anno di blog

 

I AM..