Creato da dunhilludine il 14/08/2009
alla mia età o si ha il blog meno commentato di Libero o un'amante :-D

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

ale.burattolstranomoonflower.czPer_lecarlo91franco.ferraro_1960anto_6310solrumshhinpuntadipiedifaustorigollggvvenricocerretomiki300diana_89
 

Ultimi commenti

ma quella è la parola più difficile...
Inviato da: only4words
il 09/11/2010 alle 14:24
 
..c'è un tempo giusto per tutto....anche per i...
Inviato da: amarablack
il 20/06/2010 alle 23:44
 
dunque...considerando la tua affermazione nella...
Inviato da: unadonnaperAMICAdgl
il 24/04/2010 alle 15:24
 
...un vero letargo!!!;))
Inviato da: mythodea6
il 08/04/2010 alle 22:22
 
c'ho la malattia del sonno... sono incapace di...
Inviato da: dunhilludine
il 23/03/2010 alle 08:55
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« una donna che lascia

e lo chiamano..

Post n°319 pubblicato il 18 Marzo 2010 da dunhilludine

E lo chiamano “desiderio” il tormento, la smania infinita che brucia dentro che ti spinge a cercare ogni volta una donna. E la chiamano “passione” la corsa, col fiato corto, oltre il varco del non ritorno mentre ti cresce il pensiero di arrenderti per offrire il petto al pugnale affilato della quotidianità. Poi c’è quella che chiamano “voglia”, quella che incalza,  quella che vuoi ti trafigga perché il rosso del sangue bagni le candide lenzuola di un letto che diventa, per ore, giorni o per anni, il centro dell'universo. L’unico vero calore in un mondo freddo, perso, dove ogni emozione prende colore solo se capisci che anche le parole del cuore, a volte, non hanno ragione. E lo chiamano “sesso” quando l'aria si scalda di due respiri. Per sentirsi piacevolmente vivi. Unici al mondo pronti a giocare come i bambini che stringono qualcosa tra le mani e sorridono allegri. E’ vero: non guardi lontano, non guardi troppo in alto. Ma sei al sicuro dai sogni mancati. Quelli che riconosci molto spesso nei volti degli innamorati delusi che restano immobili perchè non hanno il coraggio di oltrepassare quello che chiamano “amore”.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog