un vecchio estraneo

un pò di parole scritte quà e là

 

GRAZIE PER QUESTE PAROLE

Così di notte, quando tutto era silenzio nella strada,
io scavalcavo la finestra e camminavo con le scarpe in mano,
e m'infilavo nella luce fioca della sua bottega,
per sentire la voce di quel piccolo uomo.

Così di notte in quella stanza dove mi dimenticavo il tempo,
io stavo ad ascoltarlo di nascosto mentre lui leggeva
parole di romanzi e versi come cose da toccare
e al frusciare di pagine mi sentivo volare...
e le parole come musica di seta
mi prendevano per mano,
e mi portavano lontano dove il cuore
non si sente più lontano:
dentro le immagini, nei libri e nella pelle
di chi aveva già vissuto cose tanto uguali a me;
nella follia d'essere uomo e nelle stelle
per andare oltre il dolore più inguaribile che c'è;
e le parole si riempivano d'amore,
le sue parole diventavano d'amore,
le sue parole diventavano l'amore

Così la notte,quando gli incendiarono la casa,
e la gente rideva e diceva che era finalmente ora,
capii che c'è davvero una diversità infinita
tra imparare a vivere e imparare la vite:
guardavo il pifferaio che si portava dietro le parole
e se le trascinava nella luce bianca della luna:
non si voltò, non si voltò neanche a salutare,
se le prese su tutte, e le gettò nel mare...

e le parole del libraio da quella sera
se ne andarono per sempre,
e mi lasciarono con gli occhi di un bambino
che non può sognare più:
tutte le sere torno con le scarpe in mano
per vedere se da qualche parte le riporterai;
di giorno provo a ricordarmele, ma invano,
troppi uomini non cambiano e non cambieranno mai:
parlano tutti, ma non dicono parole,
le loro cose non diventano parole:
mi manchi tu, mi mancano le tue parole...

Ma ci son sere che scendendo verso il mare
mi sembra come di sentirti, e non ti vedo:
ma se m'illudo che sia ancora tutto vero
quasi ci credo.
Roberto Vecchioni - Il libraio di Selinunte

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

 

ATTRAVERSO LE NUVOLE

Post n°47 pubblicato il 27 Gennaio 2009 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

L'INCONTRO CON I SUOI OCCHI TRISTI
AVVENNE NON SO COME O QUANDO,
DI GIORNO O DI NOTTE,
CHE IMPORTANZA AVREBBE.
I GIORNI SI CONFENDEVANO L'UNO CON L'ALTRO.
VOLARE ERA DIVENTATO DIFFICILE,
LE NUVOLE ERANO NERE, SPESSE,
CARICHE DI ELETTRICITA'.
IL RISCHIO ERA DI RIMANERCI DENTRO,
DI RIMANERE NEL BUIO,
DI RICEVERE QUELLA SCARICA ELETTRICA
CHE AVREBBE PROVOCATO UNA CADUTA
A TESTA IN GIU'.
NASCEVA LA PAURA,
LA PAURA DI VOLARE,
DI VIVERE,
DI RESPIRARE.
NASCEVA LA PAURA DEL DOMANI E DEL PRESENTE.
NASCEVA LA PAURA DI NON TROVARE
IL SOLE DIETRO ALLE NUVOLE NERE, SPESSE,
CARICHE DI ELETTRICITA'.
L'INCONTRO CON I SUOI OCCHI TRISTI
AVVENNE NON SO COME O QUANDO,
DI GIORNO O DI NOTTE,
CHE IMPORTANZA AVREBBE. 
I GIORNI SI CONFENDEVANO L'UNO CON L'ALTRO.
VOLARE ERA DIVENTATO DIFFICILE,
LE NUVOLE ERANO NERE, SPESSE,
CARICHE DI ELETTRICITA'.
FU ALLORA CHE MI ACCORSI
CHE ERO NUOVAMENTE VOLATO IN ALTO,
ERO AL DI SOPRA DELLE NUVOLE.
VEDEVO IL SOLE,
VEDEVO LE NUVOLE,
NON VEDEVO LA TERRA.
NASCEVA LA PAURA DEL DOMANI E DEL PRESENTE.
NASCEVA LA PAURA DI RITORNARE SULLA TERRA
NASCOSTA DIETRO LE NUVOLE NERE, SPESSE,
CARICHE DI ELETTRICITA'.

L'INCONTRO CON I SUOI OCCHI TRISTI
AVVENNE NON SO COME O QUANDO,
DI GIORNO O DI NOTTE,
CHE IMPORTANZA AVREBBE.
I GIORNI SI CONFONDEVANO L'UNO CON L'ALTRO,
VOLARE ERA DIVENTATO FACILE,
LA REALTA' ERA UN SOGNO,
UNO SPLENDIDO SOGNO
ERA VEDERE I SUOI OCCHI
SEMPRE MENO TRISTI,
SEMPRE PIU' DOLCI.
LA REALTA' ERA UN SOGNO,
UNO SPLENDIDO SOGNO
ERA SENTIRE IL SUO RIDERE CONTAGIOSO.
LA REALTA' ERA UN SOGNO,
UNO SPLENDIDO SOGNO
ERA SAPERE CHE VOLAVAMO
SOPRA LE NUVOLE,
VICINI AL SOLE
VICINI A NOI
CONSAPEVOLI DI QUANTI
GRANDI FOSSERO LE NOSTRE 
ALI.

E.B. 



 

 
 
 

INSIEME SI PUO'

Post n°46 pubblicato il 30 Dicembre 2008 da estraneoinme
Foto di estraneoinme

Vi lancio una sfida! Nel mondo dei blog siamo numerosi, pero', possiamo riuscirci a far girare un messaggio a tutti ed è per una causa buonissima ANTIPEDOFILIA! Perche' episodi su tanti bambini siano solo un brutto ricordo per tutti. Daremo un segnale... CREDIAMOCI INSIEME!! Ricopiate sul vostro blog questo stralcio e vediamo quanti di noi riescono realmente a dar vita a questa campagna e,dopo averlo copiato aggiungete la vostra firma... come dire IO CI STO!! Combattiamo insieme: Goldrake - Actarus - Neruda74s - Antonio - missfiore - ladyviolet991 - navyseal2006 - sersir82 - Supergeco - mora31mix1987.3 - penelope.pn - mark264 - jojo_88 - aladineto Oriana 11 -  estraneoinme

 
 
 

LA LUCE DEL MATTINO

Post n°45 pubblicato il 29 Dicembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

 

Lontano suonavano le campane della chiesa,
attraverso le imposte socchiuse entrava
la luce di un nuovo giorno.


“E’ bello fare l’alba con Te!!!”

e queste parole riempirono il cuore di lui
colmo colmo di felicità.
Un'altra notte insieme,
fuori da quel mondo
fatto di persone e situazioni che avevano
legato e quasi strappato le loro ali.
Un'altra notte insieme nel loro mondo,
per donarsi sensazioni ormai dimenticate.
Momenti di infantile sincerità
nella consapevolezza dell’età,
certi di essere sempre un po’ bambini.
Momenti in cui le menti incontrandosi
riproducono le stesse parole
e senza curarsi delle regole
regalano una carezza che non è mai la stessa.
Ormai la luce del mattino invadeva la stanza
lasciando il ricordo di un abbraccio,
di un bacio,
di uno sfottò utile per ridere ancora un po’.
In quel momento,
prima che tutto diventasse sogno,
lui cerco i suoi occhi
e credette di vederli
meno tristi ed ancora più belli.
Fu’ allora,
che piano piano le sussurrò:
“Ti voglio bene tanto tanto”.
La luce del mattino padrona del nuovo giorno,
scompaiono d’incanto i due bambini
per tornare ad essere quello che
non vorrebbero essere.
Ma tutto rimane impresso
e notte dopo notte,
i loro sogni si trasformano in magia.

“E’ bello fare l’alba con te”

e queste parole riempirono il loro mondo
colmo colmo di felicità.

E.B. 

 
 
 

IL CIELO DI STAMATTINA

Post n°44 pubblicato il 17 Dicembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

E' bellissimo...
c'è il sole ma anche tante di quelle nuvole,
messe insieme formano sculture volanti.
Questo stesso cielo che da bambino
mi era compagno di giochi
adesso lo guardo
SOLO
per capire
se pioverà, 
se potrò abbronzarmi.
Questo stesso cielo
dove
nuvole di cani
inseguivano nuvole di gatti
e, poi
casette, cosette e visi,
baffoni di uomini da circo
e tutto quello che l'immaginazione
di un bambino riusciva a vedere.
E Tu,
ed Io...
ormai distratti
non ci accorgiamo
di quanto bello sia rimasto
questo cielo nuvoloso...
E Tu,
ed Io...
costretti a chiederci
se oggi pioverà...


Dedicato a chi mi ha fatto notare che sono tante le cose che non "guardiamo" più.
Grazie MIMI'...

E.B.

 
 
 

Che bella luna!!!

Post n°43 pubblicato il 07 Dicembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Un momento di follia,
via le scarpe
e i piedi nudi
lasciano impronte sulla
sabbia bagnata.
Andare verso le onde
affondare i piedi
nel mare
un brivido che percorre il corpo.
Andare avanti verso l'infinito,
fin dove l'acqua copre le labbra.
Agitarsi per continuare a respirare
e poi pian piano,
tornare verso la spiaggia deserta.
Pensare al presente,
sdraiarsi,
allargare le braccia,
sentire la morbidezza della sabbia,
guardare la luna,
che bella luna!!!
Uno schermo grande il cielo,
vedere immagini di visi e sorrisi,
tristezza e pianto,
vedere il passato ormai passato.
Chiudere gli occhi
sognare il futuro,
per sognare...
Voler sognare
per vivere.
Lontano due note di pianoforte
irrompono nella mente
travestite da onde marine,
il loro andare e tornare,
ricorda i momenti della vita,
andare per poi tornare,
e poi,
ancora
andare e tornare
belli o brutti che essi siano.
Un momento di follia
stasera...
Un maledettissimo momento
di follia
complice questa
bella luna
.

E.B.



 
 
 

COME SEI.

Post n°41 pubblicato il 30 Novembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Naturale o Effervescente.
Sorridi sorniona,
sembri il gatto di quella vetrina.
Dentro i tuoi occhi,
così scuri all’apparenza,
con attenzione,
puoi leggere cosa c’è nel sangue che muove il tuo cuore.
Hai conosciuto l’amore, 
e pensavi che non lo fosse,
allora hai deciso di iniziare da sola 
il viaggio che ti ha portato verso un altro amore.
Sei confusa, 
persuasa però che era Amore quello di un tempo,
convinta che quello di oggi non è un arido giardino.
Anche in questo hai trovato bellissimi e colorati fiori,
ma non hanno il profumo di certe sensazioni,
anzi alle volte sono così belli da sembrare finti,
insomma senz’anima.
La forza del tuo sorriso può,
se lo vorrai,
sradicare i finti per piantare quelli veri,
il tempo è tuo complice
per realizzando il giardino dei tuoi sogni.
Vai avanti senza paure,
non sei sola
e mai lo sarai,
ricordati sempre di essere e rimanere
come sei:
Effervescente Naturale
Ciao

E.B.

 
 
 

LA MASCHERA

Post n°40 pubblicato il 27 Novembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Copri il mio viso quando arrossirà
sentendosi osservato dai tuoi occhi.

Nascondi il mio sorriso quando apparirà

dopo un tuo Ti Amo.

Proteggi quello che di me non

voglio mostrare.

Spostati quando non avrò

più bisogno di te.

Aiutami a sembrare quello

che non sono.

Attaccati alle mie guance

ma lascia liberi i miei occhi.

Lasciali guardare il mondo

lasciali ammirare la realtà

lasciali liberi di osservare le stelle

lasciali

lasciali  vedere.

Coprimi, nascondimi, proteggimi

ma lasciami libero.

Lasciami libero di riporti

in quel vecchio armadio.

Lasciami essere quello che sono.

E.B.

 

 

 

 
 
 

Profuma

Post n°39 pubblicato il 26 Novembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Profuma di te

l’aria che respiro,

ti vedo tra le nuvole della mente,

uno sfiorarsi di mani nel ricordo del primo incontro.

Profuma di te

il cuscino tra le braccia,

affondo il viso e ti sento.

Profuma di te il lenzuolo che

mi regala la freschezza di

questo momento.

Profumo di te

in ogni parte della mia vita

e rido di quello che ho appena baciato sulle labbra.

E.B.

 
 
 

MIA

Post n°37 pubblicato il 24 Novembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

In punta di piedi ti avvicini,
sorrido,
la maglietta almeno tre taglie più della tua,
copre quasi tutto il tuo corpo,
il viso,
i capelli,
le guance,
un pò di gambe
e i piedi è ciò che si vede.
E le mani?? ?
Nascoste dalle lunghe maniche...
ti fermi appoggiata alla porta,
mi guardi,
dovrei chiederti cos'hai,
cosa ti passa per la testa,
...
ma so cos'hai...
Sposti i capelli dalla tua fronte,
gli occhi come un faro mi attirano a te...
Ti vengo vicino con le mani dietro la schiena
provo a baciarti senza toccarti
e tu con una gamba,
dispettosa,
mi abbracci,
sento il tuo corpo,
il tuo collo,
la tua gamba calda e morbida.
La maglietta è salita un pò,
sotto ci sei tu,
le mie mani sui tuoi fianchi,
mi fai
...
impazzire,
la mia bocca nella tua,
mi fai
...
sognare.
Sento le campane,
sento un ti Amo,
sento te dolcemente mia.

E.B. 

 
 
 

Volare, un sogno...

Post n°36 pubblicato il 23 Novembre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Ho sognato di volare,
in un cielo blu senza nuvole,
in mezzo all'aria senza vento,
tanto in alto che i campi verdi
diventavano mari azzurri
e i monti bianchi praterie scure.
Ho sentito l'aria muovere i capelli,,
la mente vuota di pensieri e
piena di immagini istantanee.
Volavo in avanti pensando al passato.
Ho guardato le mie ali senza trovarle
ho creduto di camminare
e non di volare,
ho guardato le mie gambe senza trovarle,
Senza ali ne gambe
la mia mente libera come il vento,
il cuore colmo di felicità,
le braccia piene di gioia
e tutto il corpo invaso da quella forza
che muove la mia sedia per il mondo
facendomi credere che io possa volare...
(per venire da Te)

E.B.

 
 
 

ritornando dal solito viaggio

Post n°34 pubblicato il 22 Novembre 2008 da estraneoinme
Foto di estraneoinme

IL SILENZIO DELLE PAROLE
Una voce sussurrata in silenzio,
la riconoscerei tra le tante grida di uno stadio,
non sono le vocali,
non sono le sillabe,
non sono le parole,
è il respiro,
è la sensazione,
è la felicità di sapere che sei qui con me,
che sei qui per me,
che sei qui perché mi senti parte di te.
L’amore, una miriade di colori,
ognuno con una variopinta tendenza al chiaro ed allo scuro,
con piccole tonalità di luce e di buio,
di brillantezza e di opacità.
Noi conosciamo l’esistenza del nostro colore,
un misto di parole,
risate,
rimproveri,
lacrime,
perplessità
e tanta tanta Amicizia
che ci fa dire “ti voglio bene” come se fosse un “ti amo”.

 
 
 

VIVI E AMA

Post n°33 pubblicato il 16 Ottobre 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Accendi la luce,
osserva il soffitto,
disegna il tuo mare,
scolpisci il tuo cielo,
cancella le nuvole
perditi nell'infinito.
Il futuro di una donna insicura
nascosto da un sipario di stoffa
troppo spessa,
dietro le quinte del vecchio teatro
si sente il profumo dell'uomo
che tanto ti ha tolto ma tanto ti ha dato.
Chiudi gli occhi ancora una volta,
ridipingi di bianco il soffitto,
spegni la luce,
apri le imposte,
fa che entrino i raggi del sole
e vivi quello che sei.
Basta nascondersi,
basta coprirsi,
non farsi cancellare,
per dare ai giorni
il sapore dell'amore.
Vivi e ama
come se fosse la prima volta,
vivi e ama
come se fosse l'ultima volta.

E.B.

 
 
 

COSA VUOL DIRE AMARE

Post n°32 pubblicato il 13 Ottobre 2008 da estraneoinme
 
Tag: CAPITA

Capita, capita a tutti nella vita, eppure ancora oggi non capisco se si tratta di amore con la A maiuscola, di infatuazione o di semplice voler bene ingigantito dal momento.

Non so cosa sia, fatto sta che qualcosa è cambiato nella mia vita, mi accorgo di pensarti e subito dopo di non trovare più le chiavi, cercando continuo a pensarti dimenticando cosa andavo cercando.

Ormai ogni gesto è un gesto legato a te, vorrei poterlo ripetere con te vicino, vorrei poter farti vedere con i miei occhi quello che guardo, vorrei poter rubare frasi e parole d'amore mai scritte e mai dette per poterle dire a te, vorrei darti il mio cuore per farti comprendere cosa prova per te.

Vorrei portarti,come facevano un tempo i principi ed i cavalieri, sul mio cavallo e sentire le tue braccia stringere il mio corpo,per sentire la tua guancia sulla mia spalla, il tuo respiro sul mio collo, i tuoi capelli,liberi,pizzicare il mio viso, immagino tutto questo e dimentico di vivere, dimentico dove ho lasciato la moto, dimentico anche perchè la stavo cercando, dimentico tutto ma non dimentico il tuo sguardo così intenso da sembrare infinito, i tuoi occhi brillanti di semplice felicità, le tue labbra dischiuse che dicono "ti amo".

Come è facile voler bene quando si è voluti bene,difficile è amare di più di quanto ama l'altro.

Infondo amare vuol dire sentire un brivido nel ricevere una carezza,sentirsi un folle nel sapere che la vita è niente senza l'altro.

Una vita, è poca una sola vita per amarti come vorrei, è poca un eternità per dirti cosa sei per me.

Vorrei entrare nella tua mente per dare energia al mio cuore, vorrei che l'arcobaleno della nostra vita non spuntasse dopo una lunga pioggia ma fosse sempre presente in noi.

Alle volte mi accarezzi con lo sguardo, immagino di toccare il tuo collo,salire su per il mento, girare tante volte intorno alle tue labbra carnose, sfiorare i tuoi occhi e addormentarmi stanco nei tuoi soffici capelli e poi ancora, risvegliarmi e abbracciare i tuoi fianchi, mordere i tuoi seni, bere del tuo corpo.

Immagino la realtà, immagino il mio domani fatto di notti e giorni, immagino la serenità di una luna piena che illumina e rilassa i nostri corpi uniti da mille parole non dette ma da sempre conosciute, immagino la gioia di un sole d'estate che ravviva i nostri visi uniti da innumerevoli baci.

Immagino la realtà, immagino il mio domani fatto di pioggia, di vento e di sole, immagino quel piovere che prima fa sentire un brivido forte, come quello della prima volta, immagino il vento che porta via le incomprensioni ed i musi lunghi e tristi, immagino ancora il sole simbolo di vita, di quella vita che cresce ogni giorno in noi.

Non so se posso chiamarlo Amore con la A maiuscola,di infatuazione o di semplice voler bene ingigantito dal momento, ma so per certo che vivo perchè vivi tu.

Ho dimenticato il mio passato, la mia vita è vita da quando ho incontrato te, tutto il resto non avrebbe motivo di esserci se non ci fossi tu.

E.B.

 
 
 

UN GRAMMO

Post n°31 pubblicato il 08 Settembre 2008 da estraneoinme
Foto di estraneoinme

A Te, rannicchiata sul lettino, senza la voglia di ridere o piangere scriverò una ballata per ricordare i tempi passati, alcuni attimi di una vita...
Scriverò dei quattro cani per strada, la buonanotte ad un fiorellino, la pioggia e il sole che cambiano la faccia delle persone e naturalmente le quattro arance la mattina di Lilly.

Scriverò per quella ragazza in cerca di un grammo con le poche lire strette nel pugno.
Un grammo per avere quello che non avevi...
Padre e madre distratti dal mondo, attratti dai loro litigi, vicini nel loro sapersi fare male e un ragazzo che nel suo letto non sognava solo te e poi io...un amico.

Un amico, un caro amico a cui fare promesse mai mantenute mentre il grammo cresceva sempre più al contrario dei soldi stretti in quel pugno, sempre meno e difficili da avere.

Scriverò per ricordarti di quel giorno in cui hai pianto senza più lacrime dopo aver rivisto il film della notte prima dove, TU protagonista, vendevi il corpo per un grammo.

Un grammo, quant'è un grammo? messo su una bilancia pesa più di una vita...

A te stasera racconterò di una patria senza bandiera e di fate e streghe, principesse e damigelle.
A me racconterò dei tuoi occhi, delle tue guance rosse, dei  tuoi capelli al vento e delle tue labbra carnose...ricordi del passato.

Adesso sono quà, siamo ancora quà,  legati ad un grammo, questa volta di speranza...

E.B

 
 
 

Il MARE

Post n°29 pubblicato il 01 Settembre 2008 da estraneoinme
Foto di estraneoinme

Seduto sulla sabbia bagnata
i miei pensieri andavano e tornavano.

Il sole laggiù stava raggiungendo il mare
e pian piano come un pittore lento e attento
lo colorava di rosso.

Un pensiero tra tutti nella mente,
lei,
così semplice, così determinata,
così meravigliosamente unica.

Lei che nella palestra della vita aveva irrobustito i muscoli
del cuore e modellato la mente.

Lei che nonostante sudore, dolore e delusione
alla fine riusciva a donare ciò che aveva
ricevuto in eredità,
l’Amore.

Nella mia mente,

mentre il sole annegava,

vedevo lei cullare,

abbracciare,

crescere e baciare

ciò che aveva di più caro.

Chiusi gli occhi un attimo

e arrivò la notte,

il mare si era unito al cielo,

era nato il buio.

Per una notte intera lì sdraiato,

in attesa che il sole,

apparisse colorando il mare di arancio

sognai un viso, i suoi occhi e il suo sorriso.

E.B.

 
 
 

BUONA VITA RAGAZZI, LO MERITATE VOI E CHI VI VUOLE BENE.

Post n°28 pubblicato il 30 Agosto 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei loro sogni...

F.D. Roosevelt

 
 
 

PER SEMPRE

Post n°27 pubblicato il 19 Agosto 2008 da estraneoinme
 
Foto di estraneoinme

E’ nato un nuovo giorno,

oggi nascita e morte si mischieranno,

ognuno avrà gioia e dolore.

E’ l’alba di una nuova vita,

un'altra vita insieme a te.

Quante vite ho vissuto in così poco tempo,

tutte intense, cariche di amore, dolcezza, follia, complicità.

Ti ho aspettato senza ansia per una vita,

perché sapevo del tuo arrivo.

Non conoscevo i tuoi occhi ed il tuo viso,

conoscevo, però,

la mia Anima  e sentivo le parole del tuo cuore.

Ora che fai parte della mia vita mi hai chiesto di starti accanto nella strada che tu vorrai seguire, mi hai chiesto di starti accanto finche tu lo vorrai.

Incontrerai altre strade,

e forse mi chiederai di non starti vicino,

io allora ti seguirò da lontano ed in silenzio:

per la vita oltre la vita.

E.B.

 
 
 

I SUOI OCCHI...

Post n°26 pubblicato il 17 Agosto 2008 da estraneoinme
 
Tag: SI SI
Foto di estraneoinme

PICCOLO UCCELLINO
Lacrime nei suoi occhi,
sconosciuto il sorriso alle sue labbra.
Una mano protesa in cerca
di protezione e conforto,
non conoscono carezze i suoi capelli,
lividi visibili sul viso
altri nascosti dai vecchi
e sporchi vestiti.
I suoi occhi,
due lampi,
due riflessi azzurri,
due pietre luccicanti incastonati
in quel esile corpo
e la mente và,
vola aldilà del mare,
và a trovare altri occhi sereni e felici.
Non vi sono parole nel nostro incontro,
solo i gesti che uniscono gli stranieri
figli di due mondi tanto vicini
eppure lontani.
La sua bocca,
come quella di un uccellino appena nato,
si apre rivolta verso l’alto,
verso il mio cuore.
Voglia di dare quello che hai
e quello che non puoi dare.
Voglia di dare una carezza,
un bacio, un sorriso, un po’ di amore.
Ma Lui non vuole nulla di tutto questo,
i sentimenti, i baci e le carezze non
placano la fame,
non riempiono lo stomaco.
Adesso le sue mani sono piene
di pochi biscotti
ed io,
forse per sentirmi meno in colpa,
mi illudo di vedere un piccolo
sorriso nei suoi occhi.
Ma è una mia grande illusione,
non sorridono i piccoli uccellini.
E.B.

 
 
 

Un punto così lontano da raggiungere

Post n°24 pubblicato il 02 Giugno 2008 da estraneoinme
Foto di estraneoinme

NEL SILENZIO DEI GIORNI E DELLE NOTTI, NEL SILENZIO DELLA MIA MENTE E DELLE MIE PAROLE MI SONO GUARDATO DENTRO E HO VISTO CIO' CHE MI CIRCONDAVA.

HO VISTO MARE, MARE, MARE, MARE E POI ANCORA MARE SENZA ACCORGERMI CHE LONTANO INIZIAVA IL CIELO.

NEL SILENZIO DEI GIORNI,DELLE NOTTI,DELLA MENTE E DELLE PAROLE HO INIZIATO A VEDERE SOLO CIELO,CIELO ED ANCORA CIELO.

ADESSO CHE IL SALE HA DATO COLORE ALLE MIE TEMPIE CERCO DI VOLARE SU I MARI DI QUESTA TERRA PER RAGGIUNGERE IL PUNTO DOVE IL MARE DIVENTA AZZURRO PERCHE' ORMAI CIELO E IL CIELO DIVENTA AZZURRO PERCHE' ORMAI MARE.

COME LA DONNA CHE PER UNA VITA SI AMA SENZA MAI POTERLA BACIARE CONTINUO A VIAGGIARE CONSAPEVOLE CHE IN QUEL PUNTO NON POTRO' MAI APPRODARE.

E.B.

 
 
 

DEDICATO ALLA VITA. QUANTO E' BELLO VIVERLA

Post n°22 pubblicato il 31 Maggio 2008 da estraneoinme
Foto di estraneoinme

DESIDERI

Cercherete tra le mie cose di tutti i giorni

cercando di capire.

Magari voi darete una spiegazione.

Alle volte si vede tutto scuro, senza senso, senza sbocchi.

Voi invece vedrete, capirete e darete una spiegazione.

Si vive desiderando.

Molti desideri si avverano e ti danno felicità,

altri non li desideri ma arrivano e ti rendi conto di quanto siano belli,

altri non si avvereranno mai,

ma noi umani continuiamo a sperare.

Poi arriva il giorno in cui pensi di non desiderare più,

quindi, umanamente, desideri insistentemente solo la fine.

Ma adesso,

come una sigaretta per il condannato a morte,

avrei voglia di esprimere tre desideri,

tanti forse,

desidererei che nessuno soffra,

desidererei che ricordaste quello che ero,

desidererei che venisse scritta la frase che da piccolo pensavo

a cui sto dando torto per uno strano scherzo del destino.

In qualche altro posto andrò, di questo ne sono certo,

anche lì cercherò di esprimere almeno un desiderio,

essere un raggio di sole per potervi stare vicino,

anzi no,

nei giorni di sole dovete andare guidati da LUI.

Allora vorrei potervi stare vicino nei giorni in cui le nuvole

oscureranno il vostro giorno.

Peccato,

infondo questa vita è bellissima,

vale la pena viverla sino a che LUI vorrà,

buona giornata a tutti e

Grazie.

E.B.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: estraneoinme
Data di creazione: 16/05/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AVVERTENZE

RISPETTA GLI ALTRI, QUESTO BLOG E' UNO SPAZIO IN CUI SCRIVO LE "PAGINE" CHE OGNI TANTO IMBRATTO. SE QUALCOSA TI PIACE BASTA CHIEDERE, NON COPIARE ED INCOLLARE, SE INVECE NON TI PIACE, PUOI CAMBIARE BLOG OPPURE, SCELTA EGOISTICAMENTE CONSIGLIATA, LASCIA UN COMMENTO, DOPO UN ERRORE E DOPO UN CONSIGLIO SI PUO' SOLO MIGLIORARE. GRAZIE. P.S. LE VOLGARITA' LE PUOI TROVARE IN ALTRI LIDI. GRAZIE ANCORA E BUONA VITA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2michela964i7_i7La.mascherabandadiartognenearly_blueSnowflake740clarachiara0unamamma1cristina71_6strong_passiongelese1sidopaulkalina_knfalco58dgl
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: estraneoinme
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 60
Prov: CT
 

NON LASCIARMI ANDARE VIA

Il dolore è una vela
così incredibilmente lieve
che nemmeno lo senti,
comincia con la cadenza
dolce della neve,
ed è lì che ti perdi.
Ha la faccia di un bambino
e gli occhi di un lupo triste
che ti lecca la mano,
conosce ogni parola che non esiste
e te le insegna una per una
piano piano
Ed improvvisamente ecco che hai dimenticato
com’era bello l’amore,
e te ne vai in giro
come un vecchio cane sfiancato
che non sente più nessun odore,
torni a casa con la divisa di un soldato
che non crede più nell’onore

Non lasciarmi andare, non lasciarmi andare,
non lasciarmi andare via,

Il bambino rincorreva
la sua barca di carta,
che ci vedeva la vita,
ma il tempo non ha tempo,
l’orologio s’incarta,
la bussola è impazzita
cammini dentro una nebbia
di persone e di cose
che ti facevano sognare,
e hai voglia di andar via
senza accampare scuse
per non aver saputo amare,
quando hai finito tutte le più inutili scuse
per potere restare

Non lasciarmi andare, non lasciarmi andare,
non lasciarmi andare via,

Non ne ho la forza né la voglia di provarci
e neanche le ragioni,
altro che balle, sentimenti, tuffi al cuore
e piagnistei per scrivere canzoni;
vorrei guardare più lontano,
ma lontano adesso è un tempo
spaventosamente breve,
vorrei sparire, cancellarmi, non amarmi,
risvegliarmi che non so nemmeno dove

non lasciarmi andare, non lasciarmi andare,
non lasciarmi andare via.
R.V.