Creato da Il_Raffa il 05/03/2006

STORIE DI STRADA

Re-Start

 

 

Arieggiare i locali

Post n°248 pubblicato il 28 Ottobre 2020 da Il_Raffa

 

Dalle mie parti c’è il coprifuoco, il massimo della mia vita sociale si riduce all’aperitivo a distanza.
E a casa, nei momenti di apatia per il non avere nulla con cui tenersi occupati, che succede?
Si aprono cassetti, si ritrovano vecchi ricordi, fotografie, scritti di dimenticata provenienza, oggetti, volti, voci, tutti sopiti e nascosti da anni sotto tre dita di polvere.

Tre dita e cinque anni di polvere su questa pagina, ho scorso un po’ le tante cazzate scritte…cinque anni fa ero una persona diversa, a volte mi riconosco poco riscoprendo gli antichi pensieri ed altre volte un po’ di più.

Sfoglio queste pagine…che ridere, mi ricordo di meno della metà di chi è transitato da queste parti.

E' stato un breve trascorso, con qualche fotogramma da tenere con sè e tutti gli altri da riporre.
Ma alla fine il passato, quello bello, non voglio che torni, è passato.
Il passato, quello più cupo…beh perché dovrei volere che bussasse di nuovo alla mia porta? :-)

Qui ho cercato vecchie fotografie, di quelle che si ritrovano nelle giornate polverose di noia, di quelle che si guardano e si ripongono dopo una breve scorsa.

A tra cinque anni.

 
 
 

YESTERDAY

Post n°247 pubblicato il 24 Agosto 2015 da Il_Raffa

 

Da troppo tempo ero seduto sulla quella maledetta panchina. A fare cosa poi, a guardarmi indietro o ad aspettare la signora Godot o a non cominciare a leggere il capitolo successivo del Mio libro preferito?
Nel mentre, mi guardavo attorno e sei (ri)passata a salutarmi.
Il timore di me stesso mi ha impedito di pensare a cosa dire, cosa NON dire, come reagire a qualcosa di cui, credevo, fosse rimasta una piccola fiamma a consumare braci non ancora spente.
Seduta, qui a fianco, più serena di un racconto pieno di mojiti e rollate in una viuzza del bronx dal sapore di tacos, entusiasta nel delineare ogni singolo momento scattato nella tua memoria.
Una storia naturalmente bella e caotica, codiretta  da un soggetto a me sconosciuto, ma che ogni volta che ne parli, provoca un mezzo sorriso sul tuo viso.
Intravedo una scintilla brillante si serenità. In me, contento per te.
Non l’avrei detto, quella sera su quella stessa vecchia panchina ho capito di essere in pace...
Che ci faccio ancora qui? Solo un saluto alla cara panchina che ha sopportato il mio peso per tanto tempo e ad un’amica ritrovata.
Devo curare le mani tagliate.

A mai più qui.

 

 
 
 

Momento di nuove sperimentazioni sonore

Post n°246 pubblicato il 05 Marzo 2013 da Il_Raffa

Roadburn

 
 
 

GIUSTIZIA e' fatta

Post n°245 pubblicato il 26 Febbraio 2013 da Il_Raffa

O l'Italia è un Paese di ricchi e noi non lo sappiamo, oppure:

Dopo dieci anni di disastri e il risultato di ieri sera....

Caro precario che hai rivotato il nano, che tu rimanga precario a vita

Caro esodato che hai rivotato il nano, che tu non veda mai la pensione

Caro laureato che hai rivotato il nano, che tu non possa mai trovare un lavoro

Cara persona onesta che hai rivotato il nano, che tu possa essere ucciso dalle tasse

Caro pensionato che hai rivotato il nano, non lamentarti se morirai di fame

Cara Italia che hai permesso questo scempio, che tu possa sprofondare come la Grecia.

 

 
 
 

Che giorno è oggi?

Post n°244 pubblicato il 14 Febbraio 2013 da Il_Raffa
Foto di Il_Raffa

 

 

 

 

14 Febbraio.



Un giorno come gli altri, nulla più.

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 
 

UN PENSIERO IN MUSICA...

 

READ ME ON...

 

AFORISMI MENTALI

Tanto tempo perso.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Il_Raffacassetta2Wnatashafantolina2insieme.a.te1976stellina.confusaalessandra66shantjestreet.hasslepaperinopa_1974iomisteriosamente1surfinia60galikaaaelektraforliving1963
 

immagine

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16