Creato da quattro.mani il 02/05/2007
Quando la fantasia non riesce più a stare dentro la mente,e corre via,imbratta i muri e riempie le righe dei diari.Quando si consumano le penne, e la voce non smette di raccontare i pezzi della storia creata per gioco..è il momento di agire!

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

« Messaggio #32Messaggio #34 »

Post N° 33

Post n°33 pubblicato il 23 Giugno 2007 da quattro.mani

Adesso stringeva tra le mani una busta di carta rettangolare,che sentiva piena di altri fogli.Era stata accuratamente nascosta dietro il pannello della stessa misura,probabilmente per non essere trovata dalla polizia,o da chiunque cercasse.Susan la prese con sè, e scappò via.Nascose la busta sotto il sediolino della sua auto e mise in moto.Rallentò davanti a casa sua ,ma non sapeva che fare.Non voleva starsene da sola in quella casa a non poteva portare quella busta a casa di Adela.Mentre rallentava un'auto scura le sfrecciò a fianco.Era la stessa auto in cui aveva visto Memories l'altro giorno,quando le aveva consegato la rosa,ne era certa.Con spudorato coraggio riprese ad accelerare e seguì l'auto.Le strade continuavano ad essere isolate,a quell'ora della notte.Si sentivano solo i motori rombanti delle due auto.Susan riuscì quasi a raggiungerla.Poi d'improvviso l'auto frenò.Susansi accostò con grande timore,ma decise di andare fino in fondo.I vetri scuri, e le poche luci della notte non le permisero di vedere nulla.Il finestrino posteriore si abbassò lentamente.Susan vide la povera Elizabeth,in lacrime,imbavagliata e terrorizzata.D'istinto Susan scese dall' auto ,per andare incontro alla ragazza,ma la tenebrosa auto schizzò via,lasciandola in una nuvola di fumo.Susan disperata gridò di fermarsi,riprese a guidare la sua auto e a tutta velocità cercò di raggiungerla nuovamente.Piangeva.L'auto scura sembrava essersi dissolta nel nulla.Non ve n'era più traccia.Chi poteva farle questo?.E perchè Alex Memories aveva raccontato di avere Elizabeth?.Chi c'era nell'auto?

Si ritrovò davanti al cancello di casa sua.Scese dall'auto e si diresse in casa.Non avrebbe potuto accedervi,poichè era tutta sotto sequestro,per via dell'omicidio dell'agente Clisk.Entrò comunque e si sedette sul divano.Prese la busta.Non c'era nessuna scritta su di essa,niente che avrebbe potuto identificarla.La guardò per qualche minuto.Poi si decise e l'apri.Un mucchio di lettere provenienti tutte dallo stesso mittente: Kory Mikjova.Questo cognome le riportò alla mente il nome di Sandra Green,da nubile Mikjiova,la sorella naturale di Alex.E chi era adesso questo Kory?.Tutto cominciava ad ingarbugliarsi.Non capiva.Le lettere erano accuratamente ordinate per data di ricezione,ma di questo Susan non fu sorpresa.A volte la mania per l'ordine di Memories aveva i suoi effetti positvi!La prima lettera risaliva all'anno successivo alla morte di Sandra e recitava così:

"ciao fratellino,

il fatto che ci abbiano diviso ancora una volta mi dispiace molto.Siamo sempre stati uniti,profondamente ,tu ed io.

Il nostro amore mi manca tanto.I piccoli non sono come te.

Anche niko sembra volermi amare come facevi tu,ma non è come te.

Perchè non mi scrivi mai?qualcuno dice che mi odi, e che il nostro amore è solo una mia peversa fantasia.Ma questa gente non capisce il vero amore.

Presto spero di raggiungerti.Ti bacio."

Susan era disgustata da quelle parole,ma non era ancora scura dei suoi pensieri.Temeva di interpretare male le parole di Kory,il quale cercava solo di trasmettere a suo fratello il bene che gli voleva.Ma chi era questo kory,e perchè non ne aveva trovato traccia nelle sue ricerche.Decise che ,dopo aver terminato di leggere le lettere avrebbe preso l'indirizzo.Continuò a leggere:

" ciao fratellino,

Ancora non mi scrivi.Niko dice che non vuoi più vedermi.Ma io credo di no.Mi manca il tuo corpo, le nostre carezze..."

le allusioni diventavano sempre più chiare.Alex aveva subito violenze da questo fratello,probabilmente più grande.

Continuò a legere,accrescendo il suo disgusto misto a dispiacere.Po arrivò a leggere una lettera,e cominciò ad avere paura.
Dopo le solite frasi d'amore e passione incestuosa,la lettera raccontava:

"non è bastato aver fatto fuori quel bastardo del capitano Terri.Ora ci si mette anche la figlia.Sei stato uno stupido a farti arrestare, e interrogare proprio da lei.Ti riconoscerà, e vorrà ricordare.Mi è costato fior di quattrini il medico che le ha fatto dimenticare ogni cosa.Adesso dovrò pagare qualcun altro per farla fuori.Tu sei pazzo,devi restare chiuso per non commettere altri errori.Sei sempre stato geloso della piccola Susan,da quando riusciva ad Amarmi più di te..Il padre non capiva che quello che le davo era solo amore.."

Aveva trovato l'assassino di suo padre, e in un colpo solo anche il suo stupratore.Doveva trovarlo assolutamente.Le lettere da quel momento parlavano solo di lei, e susan ,tra le lacrime e i brividi,cercò di mantenere la sua concentrazione.

"...la piccola Susan si fida di lui,mi costa un bel pò,ma èl'unico modo che ho per farla fuori senza sporcarmi le mani.Questa volta non commetterò lo stesso errore.."

e ancora

"...Adesso la sorella..ci si mette anche lei tra i piedi.Ma m sembra che abbia figli?Informati bene..lei non deve immischiarsi!.."e altre frasi terrorizzanti.

Susan cominciava a capire che questo kory,di sicuro un uomo potente,la stava seguendo, e cercava di incastrarla.Era lui ,allora, l'autore delle telefonate minacciose,degli omicidi e forse era lui la terza presenza in casa sua quella sera,quando era rimasto ucciso clisk.Ma Alex, a quanto pareva non gli era complice,anzi cercava di tenersi fuori.Ma lui lo minacciava, e sebrava avere un forte ascendente su di lui.Forse alex ne era terrorizzato.Ma c'era ancora qualcosa che non quadrava.Kory parlava ,nelle lettere,di un uomo che aveva pagato per reperire informazioni su di lei, e riuscire a incastrarla.Un uomo di cui si fidava.

L'ultima lettera era sconvolgente:Kory minacciavaAlex.

Susan allora capì che Alex era stato rapito, insieme ad Elizabeth.Era riuscito a chiamarla per essere aiutato, e aveva parlato di Elizabeth perchè era l'unico modo per ottenere l'attenzione della sua dottoressa.

Decisa susan andò a guardare l'idirizzo.Con stupore vide che le lettere non avevano nè francobollo,nè timbro postale e l'indirizzo era palesemente inventato "Viale che non esiste per chi cerca n° 00".

Come faceva kory a far recapitare le lettere?

 Ma Questo,per ora era l'ultimo quesito che susan si era posta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

dolcesettembre.1dani510violette51celtics010dom91048nuvolina33gervasidoraquattro.maniSdoppiamoCupidociao74dBrighela71
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom