FATA...

...a volte strega...

 

AREA PERSONALE

 
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

stellina.confusalubopoEnzoPaolofata.maledettapilot999monika.nowakstefanoxx.78ferrari1234italia001titti.manganaroparsifal1966_1966pascualaugustomariomancino.merikasilenzi
 
 
 

 

 
 
 

FACEBOOK

 
 

 

..INEVITABILE FOLLIA...

È inevitabile oramai
come uno sbaglio di corsia
questo groviglio fra di noi
questa tua bocca sulla mia
e le tue mani su di me
sulle mie mani su di te
molto probabile che sia
inevitabile follia.
Fammi entrare nel tuo labirinto
voglio perdermi dentro di te
siamo due calamite viventi
tutto il resto del mondo non c’è.
E questo amore ci darà
un’incredibile energia
un varco dove la realtà
sconfina nella fantasia.
E quante notti dormirei
sulla tua dolce prateria
perché ti voglio e tu mi vuoi
inevitabile follia.
Esisto solo io
esisti solo tu
e questo nostro amore
il resto non c’è più.
So che resteremo chiusi qua
perché l’amore è prigionia
ma inevitabile verrà
anche la voglia di andar via.
Quando a letto saremo distanti
come amanti di mille anni fa
raccogliendo rimorsi e indumenti
e frammenti di felicità.
Ma invece dell’eternità
di questa splendida follia
l’amore si consumerà
in una lenta eutanasia.
Esisto solo io
esisti solo tu
ma quanto soffriremo
per non amarci più.
Ma è inevitabile oramai
questo groviglio fra di noi
questa tua bocca sulla mia...
è inevitabile follia

 

 

MARIPOSA TRAICIONERA

Post n°269 pubblicato il 20 Gennaio 2012 da fata.maledetta

 

para todos aquellos que no saben amar.....

 

 

el amor soporta mejor la ausencia o la muerte

que la duda o la traicion....

se dice que el amor es la fuerzas mas grande de este mundo

pero siempre es vencido por la traicion.....

 
 
 

HO SCOPERTO TUTTO!

Post n°268 pubblicato il 05 Gennaio 2012 da fata.maledetta

Il Narcisismo. Dal mito di narciso si genera il concetto di narcisista a definire tutte quelle persone in un certo senso innamorate di sé stesse, e poco attente agli altri. È vero che i narcisisti sembrano avere una scarsa considerazione nei confronti di altre persone, ma è anche vero che, paradossalmente, queste persone sono completamente incapaci di provare amore per sé e, di conseguenza, per chiunque. Nella quarta edizione del DSM (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali), il narcisismo è collocato tra i disturbi di personalità del gruppo B, e può avere livelli di gravità diversi.
Secondo il DSM IV i criteri diagnostici del narcisismo sono i seguenti:
Un quadro pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato nelle seguenti caratteristiche
Grandiosità
Il narcisista si sente estremamente importante, più di qualsiasi persona, compreso il proprio partner o gli amici.
Bisogno di approvazione
Ha un grande bisogno di essere approvato e ammirato dagli altri, è convinto di esercitare una grande ammirazione e rispetto sugli altri, pretende un trattamento speciale ed inoltre ama essere al centro dell’attenzione nelle conversazioni
Mancanza di empatia
Non è in grado condividere i propri sentimenti o  di capire quelli degli altri. Si offende facilmente in modo ingiustificato ad esempio non accetta un rifiuto nemmeno se esiste una forza maggiore. E’ insensibile alle motivazioni altrui. In genere mostra disprezzo per il proprio partner. Non ricambia l’amore che gli viene offerto anzi chi sta al suo fianco deve essere disposto a soddisfare le sue esigenze.
Negazione
Nega di non essere razionale e di sopravalutarsi. Nega di essere depresso o di essere vittima di qualche trauma. Se accetta la psicoterapia nega di avere qualche problema.
Invidia
ha un atteggiamento di invidia verso gli altri ma al contempo si lamenta di essere troppo invidiato.
L’arroganza e l’intolleranza alle critiche
Il narcisista si offende facilmente, reagisce con rabbia quando subisce critiche, non conta l’opinione degli altri ed è vangelo solo il suo pensiero.
Manipolazione
Poiché si crede una persona eccezionale, non esita a manipolare e trattare come oggetti le persone che gli stanno intorno per raggiungere i prppri obiettivi.
Saccenza
Oltre al proprio superiore o ai propri insegnamti manifesta una immagine di grande fiducia in se stesso da convincersi che nessuno è migliore di lui. Tende ad ottenere grandi risultati nel proprio lavoro, anche se a volte il suo narcisismo diventa invalidante in quanto pensa di sapere gia tutto, è alla continua ricerca di trionfi.
Interpretazione distorta dei risultati e il richiamo selettivo
ostenta i propri successi e si attribuisce maggiori competenze rispetto ad altri, mentre i fallimenti li attribuisce a circostanze esterne.
Statisticamente questi soggetti riscontrano depressione, mania, anoressia nervosa e abuso di cocaina.

Il dottor Bruce Stevens, nel suo articolo “idra a nove teste“, propone una classificazione della personalità narcisistica in nove diversi tipi. Tra di essi include la personalità dipendente, che di solito è considerato separatamente. Tuttavia, tutti i tipi hanno lo stesso problema di fondo: la disperata ricerca della fonte dell’amore per se stessi in ogni contesto

1. L’insaziabile
sente un grande bisogno di essere amato e comunque non è mai soddisfatto. Ha paura di essere abbandonato o rifiutato. ostenta esageratamente amore agli altri al fine di ottenere approvazione e affetto soffocando il proprio partner.
2. L’amante speciale
Ritiene di amare in modo “unico, speciale, meraviglioso e perfetto.” . Idealizza l’amore ed il proprio partner, che non vede come realmente è. È molto vulnerabile nelle relazioni ma pretende un partner perfetto.
3. Il potente
Ama il potere. È arrogante, disprezza i suoi subalterni . Tutto ciò che conta è la tua carriera e il successo. Il suo partner è di solito una persona attraente, che considera come un trofeo.
4. Il “corpo”
E ‘un tipo molto comune di narcisismo oggi. Il suo aspetto fisico ha notevole importanza e l’autostima è legata a quella immagine. È ossessionato nel l’ avere il corpo perfetto. Tende a negare i propri problemi e a concentrarsi sul proprio fisico, come se il fatto di raggiungere la perfezione fisica sia la risoluzione di tutti i mali
5. Il furioso
Ha frequenti esplosioni di rabbia a causa della sua ipersensibilità a qualsiasi offesa reale o immaginaria. Tende a vedere cattive intenzioni nelle azioni diegli altri. La rabbia diventa una copertura per mascherare la tristezza, vergogna o disperazione. Ha una grossa incapacità a controllare le emozioni intense di rabbia.
6. Il truffatore
E’ una persona adorabile ma con scopi esclusivamente egoistici. Intende utilizzare e sfruttare gli altri con quel fascino personale. Si compiace nell’essere infedele e di frodare. La sua autostima aumenta quando ciò gli riesce. Non ha nessun tipo di etica morale.
7. La fantasia (dissociazione o realtà parallela)
Il suo mondo interiore è ricco ed è pieno di fantasie di bellezza, ammirazione, amore, successo e mondi meravigliosi, considerando la realtà un concetto fastidioso da cui scappare. Questo atteggiamento li porta ad una maggiore solitudine
8. Il martire
La sua identità si basa sul vittimismo o sul fatto di essere sopravvissuto a qualcosa di terribile. Si concentra su se stesso per lamentarsi costantemente. All’interno di questo dolore si sente grande, “nessuno soffre come me“, “ho dovuto sopportare cose terribili“. Tende ad ostentare il dolore che a volte arriva a dargli una matrice religiosa
9. Il salvatore
Solo io posso aiutarvi“, “solo io posso migliorare la tua vita“. In apparenza sembra un soggetto altruista ma in fondo chiede sempre qualcosa in cambio. Questo atteggiamento è comune in alcuni leader religiosi delle sette.

Secondo lo psicoanalista Alexander Lowen (le sue teorie sono molto note in Italia vedi “la bioenergetica“) nel descrivere la personalità narcisistica distingue cinque turbe narcisistiche in ordine crescente di gravità:
- Carattere Fallico-narcisistico
- Carattere narcisistico
- Personalità borderline
- Personalità psicopatica
- Personalità paranoide.

 
 
 

...

Post n°267 pubblicato il 17 Agosto 2011 da fata.maledetta

Ho appena letto un articolo su LIBERO che mi è piaciuto particolarmente.

Il titolo parla da se.... SUCCHIASANGUE MODERNI....

Non ti lasceranno due forellini sul collo. Non succhieranno il tuo sangue. Non si placheranno neanche con un ipotetico True Blood. I non morti moderni sono dei non vivi, disperatamente bisognosi del prossimo per poter andare avanti. Lo psicologo Albert.J.Bernstein ha definito i vampiri emotivi come persone che si nutrono dell’energia vitale del prossimo fino a prosciugarlo, lasciandolo ai confini della depressione. Non mollano la loro preda, la blandiscono, la circuiscono, la seducono giocando sul suo senso di protezione, sulla sua voglia di fare del bene e di aiutare il prossimo, la catturano facendo leva sulla sua pietà, sul buon cuore. Perennemente bisognosi di aiuto fanno strage delle sue energie positive, della sua voglia di fare, si appoggiano a peso morto, succhiando finché ce n’è e senza mai dare niente in cambio.

E non devono neanche aspettare che cali la notte. Questi esemplari di Nosferatu  si aggirano sereni (o apparentemente  tali!) per le strade e sono difficilmente individuabili se non dopo che hanno fatto strage del nostro sorriso. Sono donne o uomini, amiche, amici o, ancor peggio, fidanzati. La soluzione, triste ma funzionale, è riconoscerli e liberarsene prima che il legame con loro diventi indissolubile e i sentimenti non consentano un’analisi lucida della faccenda. Per cacciarli via, però, non basteranno affatto un crocifisso o una treccia d’aglio. Ci vorrà tenacia perché loro faranno leva sul senso di colpa,  sulla delusione e sul dolore che proveranno, tenteranno di estirpare anche le radici dei caratteri più forti, tentando direttamente di insinuare in essi il loro punto di vista.

Occorre sottrarsi a tutto questo. Un sano atto di egoismo, rapido ed efficiente. Per la serie: “Dov’eri tu quando avevo bisogno di te?”. Se si viene lasciati soli nel momento del bisogno si ha il diritto di sottrarsi a coloro che chiedono sempre, ogni giorno, che necessitano di cure per ogni cosa, in ogni momento. Certo, se avessero canini aguzzi, lunghi mantelli e castelli in Transilvania sarebbe tutto molto più semplice, ma il senso di vuoto e  di angoscia che certe persone lasciano come una scia è lo stesso un segnale inequivocabile. Ricordatevi: i vampiri hanno bisogno di un invito per entrare.



 
 
 

...

Post n°266 pubblicato il 05 Agosto 2011 da fata.maledetta

'Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola. E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perchè non vuole chiamarti. Se ti tratta come se non gliene fregasse un cazzo, è perchè non gliene frega un cazzo. Se ti tradisce, è perchè non gli piaci abbastanza". Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi. Non esistono uomini tragicamente segnatidalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo. Gli uomini si dividono in due categorie soltanto: Quelli che ti vogliono. E Quelli che non ti vogliono. Tutto il resto è una scusa. E Tu, Tu Donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa. Non la crocerossina.Quindi. Aspetta che sia lui a chiederti di uscire. Perchè va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti. Ma i tempi non sono poi così cambiati. Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli, sia pure incravattati, e come tali adorano il sapore della conquista. Tieniti lontana dagli uomini sposati. Non lasceranno la moglie per te. Meno che mai lasceranno i figli per te. E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato. Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola. Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona. Non hanno perso il tuo numero. Non hanno investito un cane. Non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata. Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay.   Fanculo quelli che non declinano i verbi al futuro. Non sono analfabeti. Semplicemente non vogliono impegnarsi. Perchè non gli piaci abbastanza. Li riconosci facilmente. Girano con un cartello appeso al collo, e la scritta: "Ci stiamo  frequentando". Quando la senti, scappa. Non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in culo. Impara l'arte dell'essere donna. Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere. Impara a scegliere, invece che essere scelta.

(Tratta da "La verità è che non gli piaci abbastanza")

 
 
 

NUOVA VITA....

Post n°265 pubblicato il 21 Luglio 2011 da fata.maledetta

....dal 16 giugno son passati diversi giorni, e piano piano,

facendo un passettino al giorno mi sono autoconvinta

che veramente MERITO DI PIU'.

Dopo quella famosa sera ho iniziato a tornare alla vita,

a conoscere gente nuova, a fare i w.e. al mare con le mie amiche

(dato che ormai ero una specie di suora di clausura

sennò ogni volta che uscivo la gente

andava a dire di me che ero peggio di Messalina),

a riscoprire le vecchie amicizie di quando ero bambina....

e devo dire che a forza di confrontarsi con persone

che tutto sommato stanno peggio di me,

ho reagito in tutta serenità.

DULCIS IN FUNDO....

il 10 settembre parto per due settimane

a S.Domingo DA SOLA,

una settimana di escursioni e tour,

una settimana in villaggio a base di relax e balli :))

WOWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWW

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: fata.maledetta
Data di creazione: 29/04/2007
 
QUESTA E' LA "COLONNA DEL CUORE": SARA' OCCUPATA SOLO DA QUELLE IMMAGINI, CANZONI O PAROLE CHE IN QUALCHE MODO HANNO SEGNATO E SEGNERANNO LA MIA VITA. PER QUESTO NON STUPITEVI SE HO LASCIATO TANTO SPAZIO VUOTO.....
 

IO E TE....

 

Rimani! Riposati accanto a me.
Non te ne andare. Io ti veglierò.
Io ti proteggerò.
Ti pentirai di tutto fuorchè d'esser venuto da me,
liberamente, fieramente.
Ti amo. Non ho nessun pensiero che non sia tuo;
non ho nel sangue nessun desiderio che non sia per te.
Lo sai. Non vedo nella mia vita altro compagno,
non vedo altra gioia...
Rimani. Riposati. Non temere di nulla.
Dormi stanotte sul mio cuore...

Gabriele D'Annunzio

 

....

Quando l'amore vi chiama,
seguitelo, anche se le sue vie
sono dure e scoscese.
E quando le sue ali vi abbracciano,
arrendetevi a lui.
Quando vi parla, credete in lui,
anche se la sua voce
può cancellare i vostri sogni,
come il vento scompiglia il giardino.
Come covoni di grano, vi raccoglie in sé.
Vi batte fino a farvi spogli.
Vi setaccia per liberarvi dalla pula.
Vi macina per farvi farina bianca.
Vi impasta finché non siete docili alle mani;
e vi consegna al fuoco sacro,
perché siete pane consacrato
alla mensa del Signore.
L'amore non dà altro che se stesso e
non prende niente se non da sé.
L'amore non possiede
né vuol essere posseduto,
perché l'amore basta all'amore.
 

 

Lascerò il letto disfatto
come lui lo ha lasciato.
Non toccherò le lenzuola
perchè
la forma
del suo corpo

rimanga impressa
accanto alla mia.

Non aprirò la porta
perchè il suo ricordo
non voli via col vento!!!

 

Lievi,
in una bolla di sapone
ho racchiuso mille illusioni.
Ho lasciato che raggiungessero il cielo
e te le ho dedicate.
Non saprai forse mai,
quanto il mio cuore sappia sognare...

 
 

Con gli occhi suoi,
lei mi toccò
e il fuoco mi arrivò,
per me ballò e cominciò la festa fra di noi.
Il sole messicano sopra il corpo si fermò,
mi prese piano ed io non dissi no.
Un quadro di Madonna
il suo volto mi sembrò,
non so se fosse donna,
a far l'amore mi insegnò,
poi tenera la notte un letto grande ci prestò
ed il suo nome sempre griderò.

Non scordo mai Maria,
il solo amore della vita mia.
Non scordo mai Maria,
il tuo ricordo è la mia poesia.

I gesti suoi,
i baci suoi,
li so a memoria ormai,
gli occhi chiusi, al buio, io la riconoscerei.
Seguendo quel profumo un po' selvaggio che ha lei,
un'altra volta io la stringerei.

Non scordo mai Maria,
il solo amore della vita mia.
Non scordo mai Maria,
il tuo ricordo è una poesia