Creato da skotos71 il 04/09/2012

storie passate

racconti

 

 

« AVATAR 1.1

AVATAR 1.3 – IL TARLO DELL'ANIMA

Post n°6 pubblicato il 26 Maggio 2013 da skotos71

AVATAR 1.3 - IL TARLO DELL'ANIMA


La notte passava lenta mentre fissavo con ostinazione la sveglia posta

sul mio comodino che sembrava non volerne sapere di scandire il tempo in modo più rapido.

E' proprio vero quel che si dice riguardo al tempo che non passa mai quando si è carichi di pensieri e preoccupazioni ed invece scorre velocissimo quando si passano bei momenti spensierati e ci si diverte.

Gli occhi erano oramai stanchi e tendevano a socchiudersi ma poi, quando sembrava quasi ce la avessi fatta, un altro pensiero si conficcava nella mia mente, un altro interrogativo che li faceva riaprire di colpo.

" Perchè sei attratto da uno stupido pupazzo ?"

" Che ti manca nella vita reale tanto da spingerti a frequentare questo mondo ?"

" Si tratta di tradimento vero è proprio oppure no nei confronti di Giulia la tua fidanzata ?"

Questi ed altri quesiti affollavano la mia mente , a volte in modo ordinato, altre in modo più caotico , con ovviamente in sottofondo sempre la mia parte razionale chiusa e legata in catene nell'angolo della mia testa che continuava ad urlarmi " PIRLA".

Giulia, la ragazza con cui avevo condiviso i momenti più belli della mia vita come anche i momenti più difficili e sempre ne eravamo usciti vincitori perchè coppia solida , almeno così io credevo.

Dalle gioie della laurea di entrambi alle prime esperienze nel mondo del lavoro che con la crisi sempre più dura e di anno in anno diventava un terno a lotto. Io consulente finanziario , lei aspirante avvocato eppoi diventata avvocato a tutti gli effetti.

" Sono così fiero di lei" pensai.

Vedevamo i nostri amici sposarsi , progredire con le loro storie , dare un seguito, metter su famiglia ed avere dei figli mentre noi non riuscivamo a racimolare dei soldi per arrivare a fine mese e sposarci.

" Un consulente finanziario ed un avvocato che piangono miseria e non riescono a sposarsi? Non è possibile! Tutte scuse , la verità è che non volete sposarvi"

cunicoli dei tarli


Ecco quale era il pensiero della gente riguardo alla nostra situazione.

Assimilavano la nostra situazione a quella di due professionisti benestanti.

Il loro discorso non faceva una piega se non fosse di una semplice parolina chiamata morale.

La morale in determinate professioni è come avere due pesantissime scarpe di cemento che non ti permettono di prendere il volo verso i più agognati guadagni che vista la vita di studi fatta almeno per diritto ti dovevano essere concessi.

E cosi mi ritrovavo ogni giorno avvilito nel magari vedere che avevo reso felice un cliente sistemandogli che so 100.000 eur in titoli di stato al tempo sicuri e guadagnando solo 100 euro.

Si lo so sembrano cose assurde ma la realtà è questa; nel mondo della finanza se non sei cinico e pensi all'etica non progredisci e vieni schiacciato come un insetto.

Insomma dal punto di vista lavorativo il mio morale era sotto i tacchi anche se ogni tanto si risollevava nel vedere la fiducia dei miei clienti nell'affidarmi i loro soldi e nella loro gratitudine per aver salvato i loro risparmi di una vita.

"Purtroppo la gratitudine non ti va arrivare a fine mese" pensai con una sorriso amaro.

Ma non mi fregava nulla, avevo lei, avevo Giulia che ogni volta che mi guardava con quel sorriso era capace di illuminare anche la mia giornata più buia.

Una donna di poche parole e tanti gesti, tante piccole attenzioni che mi facevano sentire speciale, desiderato ,unico.

"Lo vedi che ci arrivi anche da solo a fare dei bei ragionamenti", la mia parte razionale incatenata mi urlò con forza e decisione.

"Amore mio, vedrai che supereremo questi momenti è riusciremo a star assieme ;a me basta sapere che tu ci sei"

Lei mi infondeva sempre coraggio con frasi di questo tipo ma più le ripeteva e più per uno strano fenomeno mi sentivo inadatto mi sentivo di star tradendo la promessa di star assieme, di non essere in grado di realizzarlo il nostro sogno ed ora questo, un pupazzo che cattura la mia attenzione , mi entra nella mente e nell'anima scavando dei piccoli cunicoli sempre più profondi come un tarlo perfora con facilità un legno morbido.

Giulia era tutto quello che potevo desiderare, ci completavamo a vicenda : stessi gusti in molte cose , anche se con opinioni differenti sul certi argomenti ci rendevano una coppia aperta ad ogni tipo di confronto.

La innata passione per il mare di entrambi ci portava a ricercare di ritagliarci ogni minimo spazio per poterci andare e godere un momento di pace e tranquillità. A volte eravamo tranquilli anche se magari dovevamo sbrigare dei lavori di manutenzione della casa dei miei genitori che vista la esigua distanza dalla spiaggia necessitava di una manutenzione costante.

Ma il momento in cui eravamo veramente noi stessi era quando potevamo dedicarci alla passione delle immersioni sub ed alla pesca sportiva con il fucile.

Quanti ragazzi hanno una fidanzata che si dedica alla pesca subacquea? Credo pochi, pochissimi. Io ero uno di quei fortunati da avere affianco una donna che praticamente essendo nata in Agosto era stata letteralmente strappata alla culla e gettata in mare. Ed io adoravo baciare la sua pelle con la salsedine dopo che si era asciugata al sole stremati dalla lunga battuta di pesca ma felici.

Già, ho detto adoravo ,ora tutto ciò che era nella mia mente non era più la salsedine, il sorriso della mia Giulia ma volevo Sophie o chiunque ci fosse stato dietro quel pupazzo. Continuavo ad immaginare il suo odore di crema per il corpo , la stessa crema che si usa per i bambini. Non so il perchè immaginassi questa cosa ma era così che la mia mente aveva idealizzato Sophie.

La parola tradimento echeggiava nella mia mente all'inizio in maniera forte ma poi sempre più affievolita come un eco in una valle deserta che lentamente va a spegnersi.

Cosa è un tradimento? Ne ho sentite tante, c'è chi dice tradire è quando si tradisce anche con il pensiero. Altri invece dicono che il tradimento è quando si passa dal pensiero all'azione e si mettono in atto tutte le azioni ed i metodi per renderlo effettivo. I più estremi parlano di tradimento anche quando ci si volta a guardare una bella ragazza o ragazzo per strada ammirandone le fattezze fisiche. Altri che invece sostengono che in realtà siamo animali e come tali siamo spinti da impulsi che controlliamo a causa delle convenzioni sociali e morali.

L'argomento era vasto e difficile da dipanare. Era come una enorme matassa di fili aggrovigliati che erano stati tra le zampe di un gatto che con il suo giocare le aveva resi inestricabili.

Ma tutti queste domande bene o male erano derivate dalla mia parte razionale che era in catene.

Io però non ero più razionale, volevo sapere di più di Sophie , sapere della sua vita di cosa le piacesse, dei suoi pensieri , dei suoi hobbies della sua famiglia, semmai ne avesse avuta una, e del perchè anche lei come me si trovava in quel mondo virtuale che oramai stava perdendo ai miei occhi tale aggettivo e lentamente diventava sempre più reale. Il tarlo stava facendo un lavoro certosino, avanzando dentro la mia anima cercando di arrivare alle parti più nascoste .Semmai fosse riuscito a scavare una galleria ed arrivare al mio cuore sarebbe stata la fine, tuttavia io non sembravo curarmene .

Sapevo già cosa avrei fatto il giorno seguente, sarei entrato in chat per sapere un po' più di lei.


To be contined



 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/finzione4/trackback.php?msg=12114581

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
lascrivana
lascrivana il 26/05/13 alle 06:52 via WEB
Perché un uomo, con intesa felice con la propria donna; con un lavoro stabile: perché lasciarsi incantare da un avatar. Sicuro che era solo la paura a spingervi a non fare un passo in più nella vostra vita? O è stato il pensiero a dar vita a una passione che lo liberasse dalla noia? BUongiorno.
 
skotos71
skotos71 il 26/05/13 alle 09:38 via WEB
laura il blog mi sta facendo un po di casino per cui mi capita di pubblicar lo stesso post due volte..perchè all'inizio mi dice che non è pubblicato. Sai sono felice che tutto quello che scrivo ti stia spingendo a farti ste domande... sono le stesse che molte persone si sono fatte... è proprio questa l'idea quella di spingere chi legge a farsi delle domande..magari per se stesso.. è un bellissimo complimento.. e le risposte le avrai mano a mano che si andrà avanti spero
 
 
lascrivana
lascrivana il 26/05/13 alle 10:24 via WEB
Personaggi creati dalla fantasia che vestono i desideri di perfezione. Ma perché mantengano quell'aurea surreale; devono solo rimanere nei sogni.Nel momento in cui prendono forma nella realtà: essi svaniscono. Parlo delle passioni effimere. Poi ci sono quelle relegate all'amicizia; che rispetto al reale hanno un sapore diverso... più vero. emozionalmente contagioso. I limiti della fantasia non vanno mai scavalcati, altrimenti si perde il gusto del sogno.
 
cassetta2
cassetta2 il 21/10/20 alle 10:47 via WEB
Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico a tenere in piedi la baracca.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gisella77cassetta2lascrivanalubopocatdgl3I_mie_raccontiskotos71desideria_io2009gibli2thukinonmale43AttentiSonoAcidamax_6_66Grafica_Marylana100
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom