Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvViolentina8380QuartoProvvisoriosin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71Silvia11973cassetta2
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi di Marzo 2024

VIESTE – Torna la “Settimana blu”con la Guardia costiera, eventi dal 4 all’11 aprile 2024 Ultimo aggiornamento Mar 30, 2024

Post n°32111 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE – Torna la “Settimana blu”con la Guardia costiera, eventi dal 4 all’11 aprile 2024

135


Dal 4 all’11 aprile 2024, la Puglia sarà attraversata da decine di eventi, incontri culturali, convegni, visite guidate, attività laboratoriali, tutte dedicate al mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifica, ricreativa ed economica. Si tratta della “Settimana Blu 2024”, organizzata dalla Direzione Marittima di Puglia e Basilicata Jonica, Regione Puglia e Ufficio Scolastico Regionale.
A Vieste gli eventi sono organizzati dall’Ufficio Circondariale marittimo – Guardia costiera, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Rodari-Alighieri-Spalatro, il Comune di Vieste, l’Associazione “La rinascita dei trabucchi storici”.
Il calendario delle manifestazioni.
GIOVEDÌ 4 APRILE
Ore 10:00 – 12:00. Conferenza a cura del personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste sul tema dell’importanza del MARE, la protezione dell’ambiente marino e la salvaguardia della vita umana in mare, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo “RODARI-ALIGHIERI-SPALATRO”, con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – A.N.M.I. e l’Associazione Onlus “LA RINASCITA DEI TRABUCCHI STORICI”.
SABATO 6 APRILE
Ore 09:00 – 11:00. Pulizia degli arenili:
– Lungomare Europa (Spiaggia San Lorenzo), con la partecipazione degli alunni dell’Istituto Scolastico “RODARIALIGHIERI-SPALATRO”,
– Lungomare Enrico MATTEI, con la partecipazione degli alunni dell’Istituto Professionale per l’Enogastronomia e
l’Ospitalità Alberghiera e dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “FAZZINI-GIULIANI”.
Per l’occasione saranno presenti anche le Associazioni di Volontariato Gev Capitanata, Italia Nostra e Giacche Verdi e sarà il momento per sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto dei “Comportamenti da adottare per preservare l’ambiente marino e l’importanza delle relative norme”.
Ore 11:00 – 12:00. Gli addestratori della Scuola Italiana Cani Salvataggio (S.I.C.S.) daranno dimostrazione delle tecniche di salvamento con le unità cinofile di salvataggio nautico in collaborazione con il personale e i mezzi dell’Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera di Vieste, nello specchio acqueo antistante la spiaggia di Marina Piccola.
GIOVEDÌ 11 APRILE – GIORNATA DEL MARE
Ore 09:00 – 12:00. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “RODARI-ALIGHIERI-SPALATRO”, saranno ospiti della Capitaneria di Porto di Vieste e presso la banchina San Lorenzo diventeranno “COMANDANTI per un giorno” a bordo della Motovedetta S.A.R. per il Soccorso in mare della Guardia Costiera, inoltre, impareranno nozioni veliche per la navigazione a bordo di unità a vela del Circolo Vela Gargano “SOSANDRA”. Parteciperanno anche a lezioni di arte marinaresca con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e, infine, godranno appieno della tradizione marinara locale con la simulazione di una battuta di pesca dal “Trabucco di Punta Santa Croce” con il contributo dell’Associazione “LA RINASCITA DEI TRABUCCHI STORICI”.

 
 
 

DOMANI GLI AUGURI DELLA BANDA MUSICALE “GEROLAMO CARIGLIA” CITTÀ DI VIESTE 30 Marzo 2024

Post n°32110 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

DOMANI GLI AUGURI DELLA BANDA MUSICALE “GEROLAMO CARIGLIA” CITTÀ DI VIESTE

Basta sentire una nota musicale della Banda che ci viene subito annunciata una giornata che sarà serenamente gioiosa. La banda musicale “GEROLAMO CARIGLIA” CITTÀ DI VIESTE, con questo spirito tornerà ad allietarci per le vie cittadine e suonerà LA BUONA PASQUA DI RESURREZIONE.

Auguri!

 
 
 

VIESTE PULITA/ CANI CHE SPORCANO. “E SE SMETTESSIMO DI TRATTARLI COME SIGNORINI VIZIATI?” QUANDO GLI INTERVENTI A VIESTE? 30 Mar

Post n°32109 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE PULITA/ CANI CHE SPORCANO. “E SE SMETTESSIMO DI TRATTARLI COME SIGNORINI VIZIATI?” QUANDO GLI INTERVENTI A VIESTE?

Caro direttore,
oramai ovunque si abiti a Vieste solo cacche di cani. Il problema dell’inciviltà di molti proprietari di cani è enorme. Non riguarda soltanto le cacche, ma l’invasione di spazi pubblici: escrementi nei giardini della Marina Piccola, di corso Fazzini per non parlare sul porto nuovo.

Dove giocano i bambini; pipì su ruote e porte delle auto, cattivi odori fuori dalla porta di casa e fuori dai cancelli; mancanza di guinzagli e museruola negli spazi riservati ai giochi dei piccoli e diventati territorio dei cani.

Cani a iosa sulle nostre spiagge con regalo di cacca e pipì e slinguacciate ai bimbi: “tanto non si preoccupi signora, è così giocherellone e buono”…; ora presenza di cani anche in ristoranti, negozi di alimenti, feste di matrimoni.

Non si è più liberi di passeggiare o correre in spiaggia. Cani abbandonati in casa che abbaiono ininterrottamente tutto il giorno, con fastidio enorme a tutto il condominio, anzi il vicinato.

Chi più ne ha…. E per non farsi mancare nulla: aggressività verso chi fa notare qualche incontinenza: come minimo sei un mostruoso antianimalista. Perché si tace molto su questa marcia inarrestabile d’inciviltà da parte dei proprietari di cani? Interessi economici? Malinteso senso di animalismo?

A quando un intervento deciso della pubblica amministrazione? Un regolamento, un freno? Ma questa non è libertà è libertinaggio!!

Post scriptum: mi piacciono molto i cani in contesti ben definiti, dove sono trattati non come signorini viziati.

Alcune delle opere d’arte esposte sui marciapiedi di Vieste…chissà se qualcuno si riconosce.

SE RIUSCISSIMO AD IMPARE DAGLI ANIMALI COME SI AMA, FORSE SAREMO MENO BESTIE.

(D. Depatre)

Marialina A.
Vieste

 
 
 

Vieste/ FESTEGGIAMENTI S. GIORGIO 21-22-23 aprile – IL PROGRAMMA – 30 Marzo 2024 PROGRAMMA Dal giorno 14 al 21

Post n°32108 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

Vieste/ FESTEGGIAMENTI S. GIORGIO 21-22-23 aprile – IL PROGRAMMA –

 
 
 

REGIONE PUGLIA/ IN BILICO TUTTI I DIRIGENTI. E SPUNTA UN NUOVO DIPARTIMENTO 30 Marzo 2024

Post n°32107 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

REGIONE PUGLIA/ IN BILICO TUTTI I DIRIGENTI. E SPUNTA UN NUOVO DIPARTIMENTO

È cominciato il giro di valzer per i capi dei Dipartimenti della Regione Puglia, braccio operativi dei dieci assessorati a cui si aggiungono le postazioni apicali del segretario della giunta e del capo della comunicazione istituzionale. Gli incarichi dei direttori stanno per scadere a fine marzo e la giunta regionale, nei giorni scorsi, ha pubblicato i bandi per reclutare i nuovi super-dirigenti per sostituire gli uscenti che non saranno riconfermati. La grande novità è legata alla creazione di un nuovo Dipartimento, l’undicesimo, che si occuperà esclusivamente di transizione digitale e intelligenza artificiale. Un altro stipendio da 120mila euro lordi annui che si aggiunge al costo del board regionale.

Lo staff strategico, nelle ultime ore, è entrato in fibrillazione per le notizie che arrivano in merito ai criteri di conferma o sostituzione che saranno adottati. A differenza di ciò che si ipotizzava fino a poco tempo fa non ci sono solo tre o quattro postazioni traballanti, fra cui secondo indiscrezioni, quelle del turismo e dei trasporti.

«Tutti scaduti, tutti in discussione», puntualizzano dai piani alti Palazzo di lungomare Nazario Sauro. Tradotto: i dodici super manager in scadenza potrebbero sulla carta essere rimpiazzati in toto. Per arrivare alle scelte definitive si terrà conto di diversi criteri, a partire dalle pagelle annuali di valutazione emanate di recente per assegnare il premio di risultato da circa 30mila euro in più sullo stipendio. Cinque capi dipartimento sono stati promossi a punteggio pieno (100/100), i restanti sette “rimandati” con punteggi che oscillano dai 90 ai 95.

Per questi ultimi l’indennità annuale sarà decurtata in percentuale in base al voto ottenuto. L’input partito dalla presidenza, in particolare dal capo di gabinetto Giuseppe Catalano, è quello di rivedere gli assetti e puntellare qua e là la squadra. Oltre alle pagelle il giudizio verterà sull’affidabilità dei manager, sul rapporto fiduciario e sul gradimento del singolo assessore di riferimento e dell’intera giunta regionale. La politica, in altri termini, avrà l’ultima parola sul destino dei capi dipartimento in diversi casi espressione diretta dei partiti di maggioranza.

L’obiettivo finale è quello di rilanciare una legislatura fiacca, priva di grandi opere e progetti, fissando obiettivi realizzabili in tutti i settori, dalla sanità al welfare, passando da agricoltura, turismo, sviluppo economico. I 12 manager in questione, infatti, hanno in mano super-poteri considerando il loro ruolo apicale svolto nell’organizzazione degli uffici (il modello Maia) con la funzione di sovrintendere all’attività degli assessorati. E, nell’ultimo semestre, l’attività di ognuno di loro è stata sottoposta ai raggi X per verificare efficienza, percentuale di raggiungimento dei risultati e trasparenza dell’attività svolta. Come dire che chi ha sbagliato pagherà.

 
 
 

VIESTE – Riprenderanno il 3 aprile i lavori su via Santa Eufemia e altre strade del borgo Il Mar 29, 2024

Post n°32106 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE – Riprenderanno il 3 aprile i lavori su via Santa Eufemia e altre strade del borgo

313


Riprenderanno mercoledì, 3 aprile 2024, i lavori di rifacimento e pavimentazione di via Santa Eufemia, nel borgo Ottocentesco. Si tratta della continuazione dei lavori, sospesi alcuni mesi fa, facenti parte del progetto generale che prevede la sistemazione e pavimentazione anche di via Apeneste, via Chirurgo Dell’Erba, via Domenicantonio Spina, via Principe di Napoli, e della costruzione di due palazzine per alloggi popolari da realizzare in contrada Chiesiola. Il tutto a seguito della permuta di quella che doveva essere la piscina coperta, nell’ambito del Piano Integrato.

La sospensione dei lavori fu dovuta a problemi all’interno della ditta già aggiudicataria dei lavori, vale a dire l’impresa Car – Consorzio Artigiani Romagnolo, Società Cooperativa”, con sede in Rimini. La nuova ditta esecutrice, invece, è la Società G.T. Costruzioni Srl che, come fa sapere l’assessora ai Lavori Pubblici, Mariella Pecorelli, opererà con due squadre, cominciando subito con il completamento di via santa Eufemia, per proseguire, quindi, su via Apeneste e, a lavori ultimati da parte di Acquedotto pugliese, sulle rimanenti strade. I lavori dovrebbero terminare per fine mese di giugno.

 
 
 

VIESTE – Cento anni fa nasceva l’on. Antonio Cariglia, politico e fondatore della Fondazione Turati Il Mar 29, 2024

Post n°32105 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE – Cento anni fa nasceva l’on. Antonio Cariglia, politico e fondatore della Fondazione Turati

131


Cento anni fa nasceva Antonio Cariglia, figura di rilievo per la storia politica del nostro Paese nella seconda metà del Novecento, nonché fondatore nel 1965 della Fondazione Filippo Turati Onlus, attiva nel campo dell’assistenza alle persone fragili, della sanità e della cultura. Per ricordarne il profilo e l’opera è in programma un appuntamento mercoledì 3 aprile alle ore 17 a Firenze, nella sala Pegaso di Palazzo Sacrati Strozzi, gentilmente concessa. All’incontro, che è a ingresso libero, intervengono il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, lo storico Zeffiro Ciuffoletti e Carlo Nicolai, già vicesindaco di Pistoia, oltre al presidente della Turati, Giancarlo Magni. Per ricostruire la vicenda umana e politica di Cariglia è prevista la presentazione di due pubblicazioni a lui dedicate: si tratta del volume di Simone Visciola «L’alternativa impossibile. L’idea socialdemocratica di Antonio Cariglia tra Italia e Europa negli anni della “prima” Repubblica» (Marsilio 2020) e del recente pamphlet «Cariglia, il laburista», scritto da Giancarlo Magni ed edito proprio in vista del centenario dall’associazione Cultura e società, insieme alla quale è organizzato l’evento.
Nato il 28 marzo 1924 a Vieste, sul Gargano, Cariglia si trasferì giovanissimo a Pistoia con la famiglia. Già gli anni da studente liceale lo videro opporsi al fascismo in nome dell’amore per la libertà e la giustizia sociale che nel 1947 lo portò ad aderire al Psdi di Giuseppe Saragat. Essere socialista riformista significava per lui non solo lottare per un mondo migliore, basato sui principi della solidarietà, ma soprattutto fare qualcosa di concreto per applicare tali principi alla vita di tutti i giorni. Da questa convinzione scaturì quindi buona parte del suo impegno nel dopoguerra, volto a mettere in pratica lo slogan saragattiano «case, scuole, ospedali». A Pistoia organizzò corsi di lingue e di formazione professionale, nonché un vasto programma di edilizia economica e popolare che, negli anni (1957-‘63) della sua presidenza del locale Istituto autonomo case popolari, lo vide inaugurare tra gli altri il quartiere Belvedere. Attraverso la Fondazione Turati, da lui voluta e fondata, realizzò strutture e Centri socio sanitari in grado di erogare servizi per la popolazione: prima a Pistoia e a Gavinana (Montagna pistoiese), poi a Vieste e infine, nei primi anni Duemila, a Zagarolo, alle porte di Roma. Accanto a queste azioni sul campo la sua opera si è concretizzata nella politica nelle istituzioni, alla Camera dei deputati, al Senato e al Parlamento europeo, sempre sulla base di una convinta adesione ai valori socialdemocratici e riformisti.

L’ingresso all’evento è libero.
È prevista la trasmissione in diretta streaming alla pagina:
www.regione.toscana.it/diretta-streaming

Per informazioni è possibile contattare la Fondazione Turati al numero 0573 976143 oppure scrivere a: ufficiostampa@fondazioneturati.it.

 
 
 

VIESTE – Scambio di auguri tra Amministrazione comunale e Associazione anziani Il Mar 29, 2024

Post n°32104 pubblicato il 30 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE – Scambio di auguri tra Amministrazione comunale e Associazione anziani

143


L’Amministrazione comunale in visita alla sede dell’Associazione Pensionati “Papa Giovanni”, con il Sindaco, Giuseppe Nobiletti,  il Presidente del Consiglio comunale, Michele Lapomarda, una rappresentanza della Polizia Locale con gli agenti Riccardi e Pellegrino, i nonni vigili  e il Consigliere Delegato, Matteo Petrone. Incontro organizzato per il rituale scambio di auguri pasquali.

“Al centro di ogni comunità, in questo caso per la nostra Vieste – ha sottolineato in merito il sindaco, Nobiletti -, gli anziani giocano un ruolo fondamentale, offrendo saggezza, esperienza e un legame intergenerazionale prezioso. Ieri mattina ho avuto il piacere di visitare la sede dell’Associazione pensionati Papa Giovanni XXIII,    per portare loro gli auguri per una felice e Santa Pasqua.

È stato un momento di grande gioia e condivisione, in cui abbiamo potuto scambiare qualche parola e regalare un sorriso a chi tanto dona alla nostra città”, ha concluso Nobiletti.

 
 
 

Caldo africano per Pasqua e Pasquetta, assaggio d’estate in Puglia Nel frattempo il Sud rimarrà più protetto dall’anticiclone a

Post n°32103 pubblicato il 29 Marzo 2024 da forddisseche

Caldo africano per Pasqua e Pasquetta, assaggio d’estate in PugliaNel frattempo il Sud rimarrà più protetto dall’anticiclone africano con tempo in larga parte asciutto per tutto il weekend pasquale
 

“Nei prossimi giorni l’Italia sarà spesso divisa in due da condizioni meteo-climatiche diametralmente opposte”, lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “il tempo sarà spesso piovoso al Nord e in parte al Centro dove scorreranno le perturbazioni atlantiche, mentre al Sud sarà in larga parte secco e via via anche caldo per insistenza di venti provenienti dal Nord Africa”.
A Pasqua e Pasquetta si prospettano instabili se non a tratti proprio perturbate al Nord con molta probabilità di acquazzoni sparsi.

Nel frattempo il Sud rimarrà più protetto dall’anticiclone africano con tempo in larga parte asciutto per tutto il weekend pasquale e in gran parte anche per la Pasquetta: una buona notizia per le attività all’aperto, ma a livello ambientale ricordiamo che vi sono molte zone che hanno ancora bisogno di acqua, in primis la Sicilia. Proprio l’isola potrebbe sperimentare i primi 30°C sul versante tirrenico.

Anche al Sud peninsulare si potranno superare punte di 25-26°C, sulle zone interne lontane dal mare, così come sulla Sardegna occidentale. Il tempo per quanto stabile potrà tuttavia non sempre essere soleggiato, anzi i cieli saranno spesso offuscati da nubi alte di passaggio ma anche dalla sabbia del deserto che verrà pilotata in dose massiccia dai venti sciroccali, tingendo sovente il cielo di un colore “giallognolo”.

 
 
 

A VICO DEL GARGANO I GIORNI DELLA PASSIONE 29 Marzo 2024

Post n°32102 pubblicato il 29 Marzo 2024 da forddisseche

A VICO DEL GARGANO I GIORNI DELLA PASSIONE

 La Messa Pazza, la simulazione del terremoto, l’intonazione potente del Miserere. L’impatto di canti e costumi delle Confraternite apprezzati in tutto il mondo.

 Una Settimana Santa intensa, commovente, ricca di storia, partecipazione e suggestioni: è questa la Settimana Santa di Vico del Gargano. È ufficiale il programma che vede insieme Amministrazione comunale, Parrocchie e Confraternite di Vico del Gargano. Il 27 marzo si celebrerà il Mercoledì Santo: dalle ore 20, nelle Chiese di San Nicola, San Giuseppe e del Carmine si celebrerà l’Ufficio delle Tenebre.

LA TRADIZIONE DELLO “SCHOPP”.

 Il Giovedì Santo, che quest’anno cade il 28 marzo, è forse la giornata che più delle altre distingue ed esprime le peculiarità della Settimana Santa vichese:

 alle ore 17, in tutte le chiese, si celebrerà la Santa Messa In Coena Domini;

 alle ore 21, nella Chiesa Madre, il momento di profondo raccoglimento per il “Pianto della Madonna”;

 dalle ore 21.30, l’Ufficio delle Tenebre cantato dalle voci delle Confraternite e lo “schopp” finale.

A seguire, i “Sepolcri” nelle 12 chiese.

 Cos’è lo “schopp”? È quanto accade al termine delle lodi, quando i fedeli battono i piedi e agitano le “racanelle”, raganella in italiano, uno strumento in legno che produce suoni brevi e secchi attraverso la rotazione di una lamina su una ruota dentellata. Le racanelle e il rumore dei piedi che battono a terra cercano di riprodurre il rombo del terremoto che accompagnò la morte di Gesù Cristo.

IL VENERDI’ SANTO E IL GRANDE CORTEO.

Il 29 marzo sarà il giorno più lungo e intenso della Settimana Santa di Vico del Gargano. Comincerà con la “Processione della Madonna Addolorata”, la processione delle donne che accompagnano Maria.

 Alle ore 8, si svilupperanno le processioni penitenziali delle Confraternite che portano la Madonna a visitare Gesù nelle 12 chiese cantando il salmo 50° Miserere, per poi rientrare nelle proprie sedi intonando l’inno “Pange lingua gloriosi”.

Alle ore 15 sarà di scena la celebrazione dell’Agonia nella Chiesa del Purgatorio che custodisce la Stauroteca, reliquia della croce di Gesù.

 Dalle 17 alle 18, si celebra nelle parrocchie la cosiddetta Messa Pazza, così chiamata perché nella celebrazione manca il momento della consacrazione eucaristica.

 Alle ore 19, uno dei momenti più solenni e spettacolari con l’uscita, in un unico grande corteo, di tutte le Confraternite e della popolazione per portare in processione il simulacro dell’Addolorata della Chiesa Matrice e il Cristo morto della Chiesa di San Giuseppe intonando a cori alterni il Miserere.

Sabato 30 e domenica 31 marzo, con il Sabato Santo e la domenica di Pasqua, si concluderanno le celebrazioni della Settimana Santa di Vico del Gargano.

IDENTITA’ E MERAVIGLIA.

 È durante la Settimana Santa che emergono in modo completo, caleidoscopico e antropologico l’identità e la meraviglia di Vico del Gargano, promosso dall’ANCI nel circuito de I Borghi più belli d’Italia, avamposto di fascino e mistero legato ai “due cieli”, uno di terra e uno di mare grazie al suo affaccio sulla costa con le frazioni balneari di San Menaio e Calenella.

Un insieme esperienziale potente e intenso, che coinvolge tutti i sensi: la vista delle 12 antiche chiese, delle architetture del borgo; l’olfatto che percepisce l’incenso delle cerimonie religiose, il profumo delle tipicità enogastronomiche pasquali; la sensibilità tattile messa alla prova nel contatto con la terra; il gusto del patrimonio enogastronomico; l’udito sollecitato dal riconoscere l’unicità della tradizione etnomusicale garganica legata agli antichi canti.

 
 
 

5G, no all'aumento dei limiti di esposizione. La diffusione della banda ultralarga è fondamentale, l’aumento dell’esposizione n

Post n°32101 pubblicato il 29 Marzo 2024 da forddisseche

5G, no all'aumento dei limiti di esposizione.

La diffusione della banda ultralarga è fondamentale, l’aumento dell’esposizione no.

Chiediamo al Governo di mantenere inalterati i limiti vigenti.
Unisciti a noi.

 

Firma la petizione

Siamo già in tanti, abbiamo bisogno di te!

26,573

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa privacy di Legambiente e acconsento a quanto specificato.

Condividiamo la necessità di digitalizzazione del nostro Paese: l’emergenza Covid-19 ha fatto emergere con forza il problema cronico dell'Italia legato al cosiddetto digital divide. Criticità che ha messo a dura prova la possibilità di accesso ai servizi telematici in molte parti del Paese, a partire dal mondo della scuola e del lavoro, mettendo in evidenza disuguaglianze tra territori e persone che rischiano di diventare incolmabili.

La diffusione della banda ultralarga su tutto il territorio nazionale, sia con la fibra che con il 5G, è fondamentale per colmare questa lacuna intollerabile, ma questo deve avvenire senza alcuna modifica della Legge Quadro 36/2001 sui limiti di esposizione e di attenzione cautelativi di fronte ai rischi sanitari che invece interverrebbero con un loro aumento.

Hanno già aderito al nostro appello:

  • Stefano Ciafani, presidente di Legambiente
  • Pietro Comba, Collegium Ramazzini
  • Fiorella Belpoggi, direttrice Istituto Ramazzini
  • Roberto Romizi, presidente ISDE
  • Rosalba Giugni, presidente di Marevivo
  • Fausto Bersani Greggio, fisico e consulente della Federconsumatori della Provincia di Rimini, comitato scientifico ISDE Italia
 Petizione al Governo e al Parlamento italianoCon lo sviluppo del 5G verrà a modificarsi il livello di esposizione complessivo della popolazione, per questo risulta di fondamentale importanza adottare un approccio fortemente cautelativo, in linea con quanto messo in evidenza dalla ricerca scientifica.

L'applicazione del principio di precauzione - al quale si richiamano esplicitamente sia l’Agenzia Europea per l’Ambiente di Copenaghen, sia il Centro Europeo Ambiente e Salute dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di Bonn - prevede di non differire le misure di riduzione dell’esposizione umana fino al completamento di nuovi studi e ricerche che riducano le attuali incertezze e lacune delle conoscenze. Il che si traduce nella necessità - in attesa di nuove ricerche per colmare queste lacune - di perseguire da subito la riduzione delle esposizioni, da una parte mantenendo gli attuali i limiti di legge italiani, tra i più bassi in Europa, e dall’altra rendendo omogenei i livelli di esposizione nel territorio, evitando che gruppi di residenti in determinate aree siano soggetti a livelli di esposizione elevati, attraverso una corretta pianificazione delle stazioni radio base con appositi regolamenti comunali.

La Monografia 102 del 2013 dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) di Lione definisce i campi elettromagnetici a radiofrequenza come “possibilmente cancerogeni per l’uomo” sulla base di una corposa serie di studi sul rischio di tumore cerebrale per gli utilizzatori di telefoni cellulari, ritenendo “credibile” questa relazione di causa e effetto, senza escludere però il ruolo di spiegazioni alternative. Dopo questo lavoro sono stati condotti numerosi studi, tra cui i due recenti relativi a esperimenti su animali di laboratorio, svolti dal National Toxicology Program negli USA e dall'Istituto Ramazzini di Bologna hanno mostrato eccessi di rischio per i tumori del sistema nervoso a livello cerebrale e cardiaco per livelli di campi elettromagnetici “elevati”, da qui la necessità esplicitata dalla IARC di una nuova valutazione del rischio di cancro associato ai campi elettromagnetici a radiofrequenza, posta come priorità per il 2020-24.

In particolare, i ricercatori dell’Istituto Ramazzini hanno presentato i risultati della sperimentazione animale, che prende in esame lo standard 3G, da loro condotta, con risultati congruenti con quelli dello studio del National Toxicology Program (NTP), che mostrano criticità ad alte esposizioni (50 V/m), comparabili a quelle permesse nei Paesi Europei, per un elevato numero di ore al giorno (19 ore). A questi studi si devono aggiungere quelli più noti sull’uso dei cellullari.

 
 
 

Circomare Vieste, sequestrati reti a tramaglio, nasse e prodotti ittici non tracciati Il Mar 28, 2024

Post n°32100 pubblicato il 28 Marzo 2024 da forddisseche

Circomare Vieste, sequestrati reti a tramaglio, nasse e prodotti ittici non tracciati

192


Nelle scorse settimane, i militari appartenenti a tutti gli Uffici del Circondario Marittimo di Vieste, nell’ambito delle prerogative istituzionali di vigilanza e controllo sul territorio, hanno posto in essere una serie di attività tese a verificare il rispetto della normativa vigente in materia di pesca, nello specifico i “flussi” legati alla tracciabilità del prodotto ittico lungo tutta la filiera e la lotta contro l’abusivismo della pesca.
Nell’ambito della detta attività di contrasto all’abusivo esercizio dell’attività alieutica sono stati sequestrati, in mare lungo la costa del nord Gargano – tra Lesina e Peschici – complessivi 1000 metri di reti a tramaglio da posta e n. 20 nasse per mancanza dei prescritti segnalamenti e indicazioni previsti dalla normativa nazionale, oltretutto, tali strumenti della pesca abusivi costituivano un pericolo per la sicurezza della navigazione. Nella giornata di ieri, 27 marzo, a seguito di attività di vigilanza e controllo sul territorio, sono stati, inoltre, effettuati controlli a due diversi operatori di distribuzione del settore pesca – nel Comune di Lesina – ai quali sono stati comminati due verbali amministrativi per complessivi 3.000 euro in violazione degli obblighi previsti dalle norme in materia di etichettatura e tracciabilità e sugli obblighi relativi alla informazione al consumatore finale. La mancanza della prescritta obbligatoria documentazione, inerente partite di prodotti della pesca e dell’acquacoltura, che devono essere rintracciabili in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione, dalla cattura o raccolta alla vendita al dettaglio, ha portato inoltre al sequestro del detto prodotto ittico, nello specifico 1490 kg di molluschi bivalvi (Chamelea Gallina).
Il prodotto ittico, a seguito di dichiarazione di idoneità al consumo da parte del servizio veterinario della AUSL di Foggia, sarà devoluto in beneficienza ad Enti Caritatevoli del territorio.
La Guardia Costiera, sensibilizzando tutti i consumatori sulla necessità di acquistare sempre prodotto di cui sia certificata l’origine e la qualità, informa che – in considerazione delle imminenti festività Pasquali – l’attività lungo la filiera ittica, a tutela della salute e del consumatore, e la lotta alla pesca illegale proseguiranno anche nei prossimi giorni.

 
 
 

VIESTE/ ‘UN ANGELO TRA I GIOVANI ‘, LA CONSULTA GIOVANILE DONA UNA POESIA ALLA MEMORIA DI ANGELO SCIRPOLI 28 Marzo 2024

Post n°32099 pubblicato il 28 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE/ ‘UN ANGELO TRA I GIOVANI ‘, LA CONSULTA GIOVANILE DONA UNA POESIA ALLA MEMORIA DI ANGELO SCIRPOLI

Questa mattina, alle ore 12,00 presso il Memorial Cafè di Vieste la Consulta Giovanile del Comune di Vieste ha organizzato un breve momento di condivisione per ricordare la persona di Angelo Scirpoli, scomparso lo scorso luglio a seguito di un malore, una reale figura di riferimento per molti giovani di Vieste ai quali ha donato gran parte della sua vita nel sostegno e nella generosità in varie forme.

Attraverso la sua attività commerciale Angelo si era distinto nell’aiuto immancabile verso situazioni di difficoltà guidando amici e conoscenti con lodevoli consigli, aiuti economici, suggerimenti diretti verso l’importanza dello studio e del lavoro.

Pertanto la Consulta Giovanile del Comune di Vieste ha deciso di ricordare Angelo Scirpoli donando in collaborazione con l’Istituto comprensivo Rodari-Alighieri-Spalatro una poesia ai familiari e al Memorial Cafè.

La poesia dedicata a colui che è stato un papà per molti verrà letta da Pasquale Pio Lopriore, studente frequentante la classe 1^ A, e donata successivamente al bar che la custodirà poi al suo interno.

“È un gesto semplice ma altrettanto significativo – commenta il presidente Matteo Simone – che riflette la persona di Angelo Scirpoli semplice ma densa di valori che non ha esitato a trasmettere a tutti i suoi amici e conoscenti, facendo della propria vita un regalo di felicità e sostegno per gli altri”.

Attraverso un gesto semplice ma potente come la poesia si va a rappresentare ciò che Angelo desiderava e cioè quello di vedere un giorno fiorire le nuove generazioni sotto il segno della cultura, del lavoro e degli affetti più veri.

 
 
 

PROVINCIA/ PRESENTAZIONE DELLA “LEGGE SULLA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA” 28 Marzo 2024

Post n°32098 pubblicato il 28 Marzo 2024 da forddisseche

PROVINCIA/ PRESENTAZIONE DELLA “LEGGE SULLA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA”

Il prossimo 2 aprile alle ore 17:00, presso Palazzo Dogana, si terrà un evento di presentazione della Legge sulla ristrutturazione edilizia della Regione Puglia.

I saluti istituzionali saranno tenuti dal Presidente della Provincia l’avv. Giuseppe Nobiletti, seguiti dagli interventi di importanti personalità regionali come il Vicepresidente della Giunta Regionale Raffaele Piemontese, Rosario Cusmai, Consigliere del Presidente della Regione Puglia con delega agli enti locali, e Stefano Lacatena, Consigliere delegato per la materia “Paesaggio e Urbanistica, Pianificazione territoriale, Assetto del territorio’’ della Regione Puglia.

La legge regionale n.36 del 2023 rappresenta una svolta epocale per l’urbanistica pugliese, ponendo i Comuni al timone della ristrutturazione edilizia e promettendo ri-generazione, sostenibilità e nuovi incentivi per gli investitori.

La Provincia invita a partecipare a questo importante evento che segna un passo significativo verso il futuro della Puglia e che promuove la sostenibilità ambientale e la riqualificazione del territorio.

 
 
 

“RIFIUTI SPECIALI ABBANDONATI IN UN’AREA INATTINGIBILE DEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO” 28 Marzo 2024

Post n°32097 pubblicato il 28 Marzo 2024 da forddisseche

“RIFIUTI SPECIALI ABBANDONATI IN UN’AREA INATTINGIBILE DEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO”

Aree protette ancora bersagliate da criminali senza scrupoli.


Le Guardie Ambientali Italiane coordinate dal responsabile Alessandro Manzella, nonostante le avverse condizioni meteo, controllavano con l’ausilio del drone, un territorio protetto, che ricade nell’area del Parco Nazionale del Gargano.

Quello che le Guardie Ambientali hanno individuato, sorvolando quella zona, (difficilmente raggiungibile) sono rifiuti speciali, composti da cavi di rame sguainata, abbandonati spregiuticatamente tra piante di ulivo, in località Taccone.

L’estensione del Parco Nazionale del Gargano è di 118.144 ettari “territorio infinito” difficile da CONTROLLARLO!?

È sconcertante aggiunge Manzella, scoprire rifiuti abbandonati, in posti impensabili e perpetrati da esseri sconsiderati, indegni di vivere in un paese civile.
Pare i proprietari abbiano già informato le autorità preposte, denunciando il tutto ai Carabinieri Forestali raggruppamento Parchi, per i dovuti accertamenti.

Alessandro Manzella
Resp.le Guardie Ambientali Italiane

 
 
 

VIESTE/ L’ORA DEI POETI…ERA ORA! DOMENICA 7 ALLE ORE 19,30 VI ASPETTIAMO ALLA LEGA NAVALE 28 Marzo 2024

Post n°32096 pubblicato il 28 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE/ L’ORA DEI POETI…ERA ORA! DOMENICA 7 ALLE ORE 19,30 VI ASPETTIAMO ALLA LEGA NAVALE

La poesia fa respirare il mondo…e si spera anche Vieste. Giunto all’11 edizione L’ORA DEI POETI…ERA ORA! vi aspetta alla serata di ascolto che si svolgerà, domenica 7 aprile alle ore 19:30, presso i locali della Lega Navale sul porto turistico di Vieste.

 

 
 
 

Vieste / La lega navale e il comune di Vieste , sono lieti di invitarvi a una serata di ascolto di poesie

Post n°32095 pubblicato il 27 Marzo 2024 da forddisseche

Vieste / La lega navale e il comune di Vieste , sono lieti di invitarvi a una serata di ascolto di poesie .
Domenica 7 aprile 2024 alle ore 19:30 .
nella sala della lega navale viestana , grazie a Saverio Sciancalepore e la sua : L'ora dei poeti...Era ora! . alla :
11* edizione della rassegna di poesie dialettali .
Il popolo tutto è invitato .
Saverio Sciancalepore .


 
 
 

VIESTE/ INTERFERENZE DIGITALE TERRESTRE NEL QUARTIERE OTTOCENTESCO 27 Marzo 2024 Riceviamo e pubblichiamo

Post n°32094 pubblicato il 27 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE/ INTERFERENZE DIGITALE TERRESTRE NEL QUARTIERE OTTOCENTESCO

Riceviamo e pubblichiamo 

Tutto è successo prima di Natale del 2023 , di colpo nel mio laboratorio sono arrivate circa una ventina di persone, tutte arrabbiate perché non vedevano i canali della Mediaset e altre private provenienti dal ripetitore di via Santa Margherita, ho provato anche sui mio TV in laboratorio, e sul 690 Mhz  (La8) ed era sparita nonostante la nostra antenna e una filtrata L.T.E.

Controlli : Il primo controllo e stato quello di chiamare la Mediaset di Bari per un controllo sul ripetitore di Vieste, la risposta e stata negativa, nessuna avaria a Vieste.

Intanto la gente cedevano il numero della Mediaset perché volevano chiamare direttamente per farsi sentire.

Poi ci siamo fermati per il periodo natalizio finito le ferie, i miei clienti cedevano chiarimenti sul da farsi.

Con il mio misuratore di campo ho iniziato i vari controlli con altri collaboratori in zona, fatta una registrazione dei dati ho mandato una copia alla sede R.A.I. di Bari per chiarimenti.

Vodafone aveva piazzato un ripetitore della telefonia in via Dottor Giuliani.

Ho chiesto al comune di Vieste se avevano autorizzati un ripetitore nella zona, la riposta è stata negativa, nessuna autorizzazione .

Da qui l’ordinanza allegata.

Intanto gli utenti che pagano il canone sono ancora in attesa che venga ristabilita la normale visione del canali TV.

Ci sarebbero ancora tante cose da chiarire, ma per adesso mi fermo qui .

https://www.retegargano.it/2024/03/27/vieste-interferenze-digitale-terrestre-nel-quartiere-ottocentesco/

 
 
 

VIESTE – Rosaria Costa, vedova Schifani, presenta il suo libro “La mafia non deve fermarvi” Il Mar 27, 2024

Post n°32093 pubblicato il 27 Marzo 2024 da forddisseche

VIESTE – Rosaria Costa, vedova Schifani, presenta il suo libro “La mafia non deve fermarvi”

17


Venerdì, 5 aprile prossimo, alle ore 10.30 nell’ambito degli eventi legati alla lotta a mafia e alla legalità, Rosaria Costa, la vedova di Vito Schifani, ucciso insieme al giudice Giovanni Falconi nella strage di Capaci, presenterà il volume: ”La mafia non deve fermarvi (Rizzoli editore). L’evento si svolgerà a Vieste, nell’auditorium dell’Istituto Alberghiero “Enrico Mattei”, che lo organizza.

Interverranno, il dirigente scolastico del “Mattei”, Damiano Francesco Iocolo, il sindaco di Vieste e presidente della Provincia, Giuseppe Nobiletti, l’assessora alla Cultura, Graziamaria Starace, la referente del presidio scolastico di Libera “Hyso Telharay”, Anna Maria Russo, il comandante della Sottosezione della Polizia stradale di Vieste, Matteo Taronna. Moderatrice, Tiziana Vescera.

“Una settimana dopo la strage – scrive Rosaria Costa nel suo libro – mi ritrovai a Capaci, nel punto preciso dove era stata catapultata come un missile impazzito la Croma su cui viaggiavano gli agenti della scorta di Falcone: Vito, Rocco e Antonio. Davanti a quella maledetta voragine, senti l’odore del sangue ed ebbi la consapevolezza della responsabilità dello Stato, che non era riuscito a proteggere cinque esseri umani.”

La mafia non deve fermarvi.

 
 
 

INTERVENTI SUL PATRIMONIO FORESTALE: L’ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO SI AGGIUDICA OLTRE 5 MILIONI DI EURO 26 Marzo 2024

Post n°32092 pubblicato il 26 Marzo 2024 da forddisseche

INTERVENTI SUL PATRIMONIO FORESTALE: L’ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO SI AGGIUDICA OLTRE 5 MILIONI DI EURO

L’Ente Parco prosegue contestualmente il sostegno alle attività di ricerca scientifica volte allo studio e alla tutela degli ecosistemi in linea con la strategia 2030. A tal riguardo, l’Ente parco ha recentemente finanziato, nell’ambito dell’accordo con la National Geographic Society “Old But Gold”, il “Progetto di ricerca sulla caratterizzazione dell’accumulo di carbonio in foreste vetuste e mature” sviluppato di concerto con il DAFNE dell’Università della Tuscia di Viterbo, con l’obiettivo di quantificare lo stock di carbonio in biomassa viva e morta e nel suolo e la produttività forestale in termini di assorbimento di CO₂.

“L’Ente parco, grazie alla collaborazione con rilevanti partners del mondo scientifico e accademico, è particolarmente impegnato nello svolgimento di attività scientifiche da cui recuperare informazioni e dati a supporto della sua attività di policy decision con cui fissare gli obiettivi da perseguire e le nuove traiettorie verso cui orientare gli ulteriori progetti da promuovere nell’area.

Ciò è fatto nella logica dell’affermazione dei principi che sottendono la definizione di sviluppo sostenibile e che fanno riferimento alla necessità di creare, ove possibile, e quindi praticabile, il giusto equilibrio tra l’esigenza di tutela ambientale e quella dello sviluppo socio-economico territoriale.

L’Ente parco nazionale del Gargano prosegue la programmazione di azioni finalizzate alla messa a sistema di una gestione forestale sostenibile anche attraverso significativi interventi manutentivi e selvicolturali straordinari resi possibili grazie alle ingenti risorse – di derivazione del Ministero dell’Ambiente – che l’Ente è riuscito ad aggiudicarsi presentando importanti progettazioni ai bandi.

Sono molte infatti le proposte progettuali realizzate su impulso della Presidenza dall’Ente parco e che hanno ottenuto dal MASE il miglior riconoscimento possibile attraverso l’aggiudicazione del massimo importo reso disponibile nel bando. Ciò rappresenta un importante riconoscimento che certifica l’alto livello del lavoro svolto dall’area tecnica grazie al quale si è riusciti a ottenere oltre 5 milioni di euro da destinare a queste attività.

Nello specifico 2 milioni 950mila euro riguardano gli interventi in aree boscate e forestali nei comuni di: Cagnano Varano (600mila euro), Lesina (600mila euro), Peschici (600mila euro), San Nicandro Garganico (550mila euro) e San Giovanni Rotondo (600mila euro)

Un altro finanziamento di 501.800 euro riguarda la gestione forestale in aree comprese tra i comuni di Monte Sant’Angelo e San Giovanni Rotondo. 

215mila euro è l’importo ottenuto per la realizzazione di interventi selvicolturali nella zona di Bosco Jancuglia (Rignano Garganico) e Monte Castello (in agro di Apricena, a confine con il comune di  San Marco in Lamis).

Consistente anche il finanziamento ottenuto per interventi volti a migliorare la funzionalità ecologica di popolamenti forestali in aree comprese tra i comuni di Monte Sant’Angelo e Mattinata per un importo di 1milione e 340 mila euro.

Con specifico riferimento al tema forestale, l’Ente parco è fortemente impegnato nella definizione di un modus operandi che, basato sulla primaria tutela delle aree boscate esistenti nel territorio, sappia tendere alla valorizzazione della filiera bosco-legno. È questo un importante segmento dell’economia locale che non può essere tralasciato e che può beneficiare dell’utilizzo dei vari servizi ecosistemici derivanti dalle foreste e che vanno dalla produzione di massa legnosa alla fruizione ludico-ricreativa passando, tra numerosi altri, per il tema dello stoccaggio di CO2.

In tal guisa, l’Ente parco ha anche promosso la realizzazione dell’Associazione forestale ForGargano quale utile strumento per la pianificazione forestale e la implementazione di quanto appena detto”, ha dichiarato il Presidente Pazienza.

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963