Creato da allofme00 il 10/03/2010

Oggi mi piace...

ciò che oggi mi ha lasciato qualcosa...

 

 

« INFIAMMAZIONE DELLA VULVALA MESTRUAZIONE »

ENDOMETRITE

Post n°180 pubblicato il 15 Dicembre 2015 da allofme00

 L'endometrio è la mucosa che delimita  la superficie interna dell'utero ed è coinvolto; oseremmo dire drammaticamente,  dal ciclo ovarico uterino. Tale mucosa per una serie di fattori causali può infiammarsi in maniera acuta per azione batterica dopo un parto o dopo un aborto oppure infettarsi in modo cronico a seguito di una guarigione incompleta per la presenza di materiale necrotico nella cavità uterina per presenza di coauguli  residui dopo il parto o dopo un aborto o per presenda di fibroma necrotico e ltre cause.

Bene, questo processo infiammatorio è quasi sempre di origine batterica. In molti casi si tratta di endometrite subacuta o cronica, mentre l'endometrite acuta è più rara. Va detto, tuttavia, che l'infiammazione localizzata all'endometrio può riconoscere numerosi altri agenti patogeni.
la forma acuta si apprezza con iperemia ed edema della mucosa, e possono comparire anche fenomeni di necrosi; ovvero  cellule e tessuti morti, o per fatti emorragici e/ trobotici più o meno estesi. Nelle forme di endometrite cronica all'esame microscopica si evidenzia il caratteristico quadro della flogosi(infiammazione) a decorso cronico. Tra le varie forme di endometrite bisogna ricordare l'endometrite post-abortiva o puerperale che è dovuto all'impintarsi  di germi nell'endometrio, favorito da ritenzione di tessuto ovarico e deciduale;

 L'endometrio è la mucosa che delimita  la superficie interna dell'utero ed è coinvolto; oseremmo dire drammaticamente,  dal ciclo ovarico uterino. Tale mucosa per una serie di fattori causali può infiammarsi in maniera acuta per azione batterica dopo un parto o dopo un aborto oppure infettarsi in modo cronico a seguito di una guarigione incompleta per la presenza di materiale necrotico nella cavità uterina per presenza di coauguli  residui dopo il parto o dopo un aborto o per presenda di fibroma necrotico e ltre cause.

Bene, questo processo infiammatorio è quasi sempre di origine batterica. In molti casi si tratta di endometrite subacuta o cronica, mentre l'endometrite acuta è più rara. Va detto, tuttavia, che l'infiammazione localizzata all'endometrio può riconoscere numerosi altri agenti patogeni.
la forma acuta si apprezza con iperemia ed edema della mucosa, e possono comparire anche fenomeni di necrosi; ovvero  cellule e tessuti morti, o per fatti emorragici e/ trobotici più o meno estesi. Nelle forme di endometrite cronica all'esame microscopica si evidenzia il caratteristico quadro della flogosi(infiammazione) a decorso cronico. Tra le varie forme di endometrite bisogna ricordare l'endometrite post-abortiva o puerperale che è dovuto all'impiantarsi  di germi nell'endometrio, favorito da ritenzione di tessuto ovarico e deciduale; Non va dimenticato che possono avvenire piccoli distacchi fra la parete uterina( decidua) e il tessuto placentare che fa da ancoraggio( Chorion ) e sono frequenti in gravidanze specie precoci.

Altra forma di endometrite è quella Polipoide o Poliposa, che, va anche detto, trattasi di un quadro di riscontro frequente e comune nelle donne che non ovulano regolarmente, a motivo degli ormoni estrogeni non sono in bilancio col progesterone prodotto dal corpo Luteo.

Nella cosiddetta endometrite emorragica il quadro è dominato, appunto, dall'emorragia per Ressi( rottura ) o per diapedesi ( per passaggi di leucociti, come avviene nei processi infiammatori ), o anche per fatti trombotici.

Infine, si ha l'endometrite senile che si caratterizza da fenomeni emorragici e necrotoci più o meno accentuati su un quadro clinico  di endometrio atrofico.

Circa la sintomatologia dell'Endometrite in generale, essa è fondamentalmente variabile. Talvolta si manifesta con abbondante leucorrea o leucoxantorrea, altre volte con dolenzia ai quadranti inferiori addominali e  qualche rialzo febbrile. Talora disturbi mestruali quali menorragie e metrorragie altre volte compare l'assenza delle mestruazioni ( amenorrea ). Nel caso di Amenorrea si tratta per lo più di forme puerperali, postabortive che hanno portato alla formazione di aderenze (Sinechie ) totali.

La diagnosi, viene posta in ordine alla sintomatologia soggettiva che la paziente presenta ed in base alle secrezioni che, tramite uno strumento; lo Speculum,  si vedono arrivare dal canale del collo uterino ( canale cervicale ). L'esame istologico è  l'indagine elettiva che fornisce la certezza.

La Terapia dell'endometrite è in relazione all'agente in causa, qualora questa  viene identificata. Nella forma acuta è necessario ricorrere all'impiego di antibiotici sistemici.

Nelle endometriti croniche in linea di massima servono preparati ad azione antibiotica ed antinfiammatoria. Le terapie locali, quali, candelette, ovuli, irrigazioni vaginali sono di scadente utilità.

In molte forme di endometriti, come nell'endometrite post- aborto ed in quella poliposa il raschiamento uterino, asportando la mucosa endometrile patologica rappresenta l'atto terapeutico risolutivo

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

TAG

 

FACEBOOK

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marcoantoniofox.mvluigip.1980sempliceaurorag1b9bruma1959alessandrofiorenzanociripiri69Steu.Arditijacopo04m0albertanimichelegraceursinosudcalceun_uomonormale0stefypietro_1974GianLuca_Saccani
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

LINK PREFERITI