Creato da: fromstars il 26/03/2006
si guarda il mondo... tutto intero. Le stelle sono fuoco, sono calde, ma non ti scottano quanto gli eventi... e allora vado là, per guardare dall'alto me stesso e gli altri, questa quotidianità che sa sfiorarti, ma anche investirti come un treno.

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

scritturascuolaornitornetoorresalottergsSdoppiamoCupidoCogitoErgoValinaSummanouk80gugel81
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Una leggerezza di RatzingerSul referendum costituzi... »

TranSpagna

Post n°33 pubblicato il 02 Giugno 2006 da fromstars

In Spagna i transessuali potranno cambiare i dati anagrafici e far corrispondere le loro generalità alla loro sessualità psichica.

Il cambio potrà avvenire prima dell'intervento chirurgico, ma dopo un'accurata garanzia di effettivo stato di transessualità psichica e un lungo periodo vissuto "nei panni" dell'altro sesso.
Sarà un'altro provvedimento che farà tanto discutere e forse scandalizzare.
Ma al di là delle nostre sicurezze e del nostro stile di vita a cui appendiamo ogni valutazione su quello altrui... Perché questo ci dovrebbe turbare?
LA SCIENZA, non qualche posizione politica, ha stabilito che effettivamente ci sono persone con scompensi ormonali e particolari caratteristiche somatiche per cui il corpo biologico è una vera e propria gabbia strettissima. Nascono col pene e si sentono donne a tutti gli effetti o viceversa. Il loro cammino verso l'autoaccettazione è ovviamente molto arduo, tanto che la transessualità è una delle condizioni più complesse da affrontare in campo medico-psichiatrico.
In questo senso l'accettazione degli altri è un aiuto notevole e per Giuseppe, che per una vita ha sentito estraneo il proprio corpo, che per una vita ha desiderato veder riconosciuta la propria femminilità, essere chiamata "signora Rosa", magari alle poste, è un aiuto davvero enorme.
In Spagna (ma è la media dei paesi europei) i transessuali sono qualche migliaia: questa legge riguarda un'assoluta minoranza, ma certamente non poche persone. E'una legge che migliora le condizioni di migliaia di cittadini, aggiunge loro il diritto di essere riconosciuti per quello che desiderano essere e non toglie diritti a nessun altro: è una buona legge.

ps: l'immagine ritrae il meraviglioso personaggio di Agrado del film "Tutto su mia madre" di Almodòvar... Ne suggerisco la visione per avere idea di quanta umanità ci stia a volte dietro a chi, troppo spesso, viene visto soltanto come una caricatura dell'essere umano.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/fromstars/trackback.php?msg=1243089

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
gugel81
gugel81 il 03/06/06 alle 22:11 via WEB
Sono d'accordo con te, se può aiutare queste persone a viver meglio nella società è giusto che venga concesso loro questo diritto.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963