Gunnel

dimmi la tua opinione se ti va................

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

TEMPO

quanto il "tempo" influisce su di noi?

Ci sono molti modi di considerare il "tempo"

il clima................. fondamentale per l'umore

l'attesa.............. indispensabile per lo spirito

la valutazione.............. il lasso temporale che ci si prende per decidere

quello speso ................................per raggiungere l'obiettivo prefissato

ma quale ci si prende per noi stessi.......................

per vivere la vita che ci è stata donata

per provare gioia in questo stupendo dono che ci è stato fatto

io non lo sò forse il ........................................... "tempo" potrà dirlo

 

BLACK EYED PEAS - LET'S GET IT STARTED

 

 

Per strappare un sorriso

Post n°190 pubblicato il 24 Aprile 2012 da gunnel

 
 
 

OHMAMMAMIASIGNURD'UNDIO

Post n°189 pubblicato il 23 Aprile 2012 da gunnel

Saltiamo i preamboli ed andiamo al sodo!

Ieri mattina ho messo alla porta per l'ennesima volta mio figlio garnde per un episodio accaduto la sera prima con il fratello più piccolo!

 Stamattina ricevo una telefonata dal loro padre che:

"Mi ha kiesto P. se lo puoi chiamare"

"Sai il motivo?"

"NON lo so, mi ha detto che ha dormito fuori stanotte. Io gli ho comprato qualcosa da mangiare e mi ha chiesto di dirti se lo puoi chiamare"

"Cosa ti ha raccontato di Sabato sera?"

"Io non c'ero quindi non lo so cosa è successo. Mi ha detto che R. urlava e lui gli ha chiesto di non svegliare te e non so....anche quell'altro (che sarebbe il mio compagno)"

Tra me e me ho pensato quell'altro? Io la sua compagna non l'ho mai chiamata quell'altra, ma sempre per nome e non l'ho nemmeno mai chiamata troia quando si scopava quello che all'epoca era mio marito

"Va bene, lo chiamo"

"Ciao, mi ha detto papà che volevi parlarmi"

"Sì. puoi scendere così eviti di spendere soldi con il cellulare?"

"D'accordo!"

Scendo e, dopo una serie di negazioni, scuse e promesse, resto ferma nella mia decisione e gli ribadisco che finchè non si rende conto che deve farsi aiutare ed ha garantita sempre un'ancora di salvezza sulla quale ci sputa regolarmente sopra non c'è nessuna possibilità di un suo ritorno a casa anche se mi fa male e anche se mi costa un casino.

Ma il meglio deve ancora accadere. Ritorna mio figlio da scuola e vede il fratello seduto su una panchina ad aspettare non so cosa.

Lo chiamo in casa perchè è pronto il pranzo e lui esordisce con:

"Mi ha telefonato papà per chiedermi di dirti se per il 27, giorno del colloquio di lavoro di P., posso fargli fare una doccia a casa, ma non ti ho detto niente"

"E tu cosa hai risposto?"

"Che non so come fare"

Alchè io sono sbottata ed ho detto: "Ma tu la tutela di tuo padre verso di te dove la vedi?"

"Non lo so!" (urlando)

La conclusione del discorso è stata:

"Se papà ti chiede se me lo hai chiesto o come si può fare, rispondigli che tu non sai come fare e che è meglio che ne parli con me"

Quello che mi è balenato nella mente sono stati in ordine: "bastardo, figlio di puttana usi tuo figlio per mentire all'amore della tua vita perchè lo usi come scusa per non aver risposto alle numerose chiamate sul cellulare dicendole che eravate in piscina (e quando mai lo hai portato in piscina); lo riusi per intercedere con me perchè io ho preso una decisione che non solo non condividi (ai accaduto del resto)  ma non te ne frega un cazzo di quello che uno dei tuoi figli (il più piccolo) sta subendo da anni anche perchè fino ad oggi non ho avuto il cuore di essere ferma nella decisione di tenere P. lontano da casa e per finire uno senza palle come te che alla prima occasione avuta di prendere un caffè con me per parlare della scuola di R. non solo mi rinviti a bere qualcosa ma di farlo da te...dove tu alloggi ed alla mia obbiezione, non posso fare tardi, mi rispondi tanto ti puoi anche fermare a dormire?"

Ma vedi d'anna' a fanculo và!!!!!

 

p.s. giusto x.........tutte queste ed altre stupende affermazioni, che non ho riportato x decenza, di L. sono le parole e le azioni di un Tutore dell'Ordine

 
 
 

A chi pił e pił volte mi ha invitata a farlo - 1^ parte

Post n°188 pubblicato il 23 Aprile 2012 da gunnel

Era una notte di luna piena, una strana figura sfrecciava nella foresta, aveva fretta, doveva raggiungere il monte Nugnatakky; lì risiedeva in assoluto e totale isolamento Il Saggio....si doveva interpellarlo...ormai la guerra era alle porte e, anche se non c'erano le condizioni migliori, quel messaggero doveva arrivare il prima possibile. Gli era stato affidato un compito ed a discapito della sua stessa vita il messaggio doveva essere consegnato. Il suo Re ed il suo stesso popolo contavano nel successo della sua impresa. Erano 3 giorni che galoppava nella fitta foresta. Il suo pensiero fisso era la minaccia di invasione di questi "non vivi", non sapevano nulla di loro erano spuntati dal nulla e in meno che non si dica avevano occupato quasi tutti i territori del suo Re. Consultare il mago li aveva portati alla decisione di interpellare Il Saggio, ma non era facile farsi ricevere perchè nessuno conosceva il luogo esatto del suo rifugio, l'unica certezza era che le tre prove da affrontare erano difficili se non impossibili. Il nostro messaggero decise di fare una sosta e rifocillarsi prima di riprendere il viaggio. Si fermò e, dopo aver recitato un incantesimo di invisibilità per se e per il suo cavallo, si mise a cercare della legna per accendere il fuoco. Invocò la madre dei boschi per trovare della cacciagione ed una lepre fu la sua cena. accese il fuoco e dopo aver mangiato si costruì un giaciglio di foglie. All'alba era già in sella al suo cavallo pronto a continuare il suo viaggio. Gli ostacoli non mancarono, incontrò le Gràndehall creature magiche che incantano i viaggiatori e li invogliano a raggiungerle per poi essere trasformati in pietra; dovette risolvere degli indovinelli per avere l'accesso nel cuore della foresta e dopo altri 2 giorni di viaggio giunse alle pendici del Monte Nugnatakky. Ora l'aspettava la scalata fino alla vetta. Gli vennero in mente i racconti dei vecchi del suo villaggio, narravano che sul monte vivevano creature orrende e assetate di sangue. Intraprese la scalata ed a metà suo percorso, stremato dalle forze, sobbalzò davanti ad una figura imponente, maestosa e terrificante. Era alto 3 metri coperto interamente di piume ed aveva il viso di un lupo con zanne lunghe e affialtissime. Indietreggiò per proteggersi ma il sentiero era troppo stretto per fare qualsiasi movimento e non c'era nessun antro nel quale trovare riparo..tese l'arco ma quell'essere abbozzò un sorriso e Maharzanthen capì di non essere in pericolo. Abbassò l'arco e seguì la strana creatura in un antro nascosto dai giochi di sovrapposizione delle rocce e.......... ai suoi occhi si spalancò una vera e propria città; al centro una costruzione enorme si stagliava contro il cielo. Fu condotto davanti al loro Re. La sala era immensa, doveva esserlo per poter contenere esseri di quella grandezza. Un enorme fuoco ardeva proprio al centro della stanza ed in fondo c'era il trono. Al suono di 3 corni la sala si riempì ed entrò il Re coperto da un mantello fatto dalla pelle una bestia sconosciuta, sul capo aveva una corona fatta di corna intrecciate e ai lati scendevano dei manufatti d'oro ad incorniciare il suo enorme viso. Maharzanthen si inchinò, si tolse il cappuccio e ci fu un gran brusìo tra i presenti quando si risollevò da terra. La sua figura esile li stupì. Era una donna...un'elfa per la precisione. Non ne avevano mai visto un essere della sua razza, ne avevano sentito parlare dagli anziani ma nessuno ne aveva mai visto uno. Il Re prese la parola e chiese la ragione del suo viaggio. Maharzanthen raccontò di come qualche anno prima iniziò a sparire la sua gente e di come, una volta ricomparsi, erano cambiati. Erano diventati feroci, violenti, si aggiravano di notte per le strade e le case dei loro villaggi facendo sparire altra gente che poi riappariva cambiata. Spiegò anche che il loro mago interpellò gli dèi ed in una sua visione vide una figura sinistra che compiva riti magici alla luce di un falò, nel fumo di questo fuoco scorse l'intenzione di quest'essere. Sottomettere gli elfi, questo era il suo intento; ma vide anche il Saggio del monte Nugnantakky che consegnava un oggetto ad un elfo indispensabile per la vittoria. Così fu emesso un bando per ricercare la persona che avrebbe intrapreso questo lungo e pericoloso viaggio. Fu scelta lei e senza indugi partì. Il Re, dopo aver ascoltato con molta attenzione, si alzò ed invitò l'elfa a seguirlo. Entrarono in un altro salone e lì c'era un umano; esile e scarno avvolto in un mantello nero seduto davanti ad un manufatto di pietra e corna; al di sopra di esso volteggiava una sfera di fuoco, all'interno si vedevano delle figure in movimento e si riconobbe Mahaezanthen, si rivide nel mentre percorreva il suo viaggio...........................

 

Gunnel

 
 
 

SSSSSSSSSSSSHHHHHHHHHHHH!!!!!!

Post n°187 pubblicato il 20 Aprile 2012 da gunnel

Tranquilli non sto dormendo......................sono solo in pausa di riflessione!!!!

 
 
 

Come cambiano i tempi. ahahahahahahah

Post n°186 pubblicato il 19 Aprile 2012 da gunnel

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: gunnel
Data di creazione: 31/03/2009
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gunnelCyrano_de_Bcassetta2ormaliberamac.68CristallinaOKzerofollia6degradeepepomandoramm71dfhgdfhGengiScan10DIAMANTE.ARCOBALENOrosa_risi
 

ULTIMI COMMENTI

Verissimo cassetta2, questo non significa che faccia meno...
Inviato da: gunnel
il 17/08/2021 alle 16:43
 
A un certo punto finiscono pure i lati verso cui voltarsi...
Inviato da: cassetta2
il 13/04/2021 alle 15:33
 
ciao stai bene?? un bacio Pam
Inviato da: rosa_risi
il 16/04/2013 alle 10:34
 
Mein Führer
Inviato da: dglmandgl
il 20/03/2013 alle 21:44
 
Ora ho capito! L'importante č credere in quello che...
Inviato da: cosparzar
il 19/03/2013 alle 11:36
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

EVANESCENCE - GOING UNDER

 

LACUNA COIL - HEAVENS A LIE